Intimidazione nel Vibonese, tagliati 40 alberi d'ulivo

Ennesimo atto intimidatorio nel Vibonese, dove la notte scorsa, ignoti hanno tagliato 40 alberi d'ulivo in un terreno ubicato nella frazione "Scaliti" di Filandari.

Vittima dell'intimidazione è un imprenditore del luogo che, fatta la scoperta, ha presentato denuncia ai carabinieri

Dal canto loro, gli uomini dell'Arma hanno avviato le indagini per cercare di fare luce su quanto accaduto.

  • Pubblicato in Cronaca

Soriano, intimidazione ad impresa edile

Una tanica contenente benzina ed una busta da lettere con all'interno due cartucce per fucile calibro 12.

Questo il messaggio intimidatorio lasciato da ignoti, davanti alla porta d'ingresso dell'ufficio di cantiere di un'impresa di Vibo Valentia, impegnata nella ristrutturazione dei fabbricati Aterp, a Soriano Calabro.

A fare la scoperta sono stati alcuni operai dell'impresa, che già in passato ha subito indimidazioni analoghe.

L'episodio è ora al vaglio dei carabinieri della locale Stazione

 

Colpi di pistola contro un capannone, ennesima intimidazione a Vibo

Colpi di pistola contro i capannoni di un'azienda. È accaduto nella zona industriale di Vibo Valentia, dove ignoti hanno esploso diversi proiettili all'indirizzo dei locali che ospitano la ditta di trasporto merci Bartolini.

L'episodio è avvenuto nella tarda serata di ieri, ad opera di due persone che hanno agito in sella ad una moto e con il volto coperto dal casco.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Vibo che hanno avviato le indagini, acquisendo i filmati delle telecamere di sorveglianza presenti nell'area.

Si tratta della terza grave intimidazione compiuta in meno di 24 ore, ai danni di attività commerciali della zona.

Nella giornata di ieri, infatti, i malviventi, avevano esploso colpi di pistola contro la ditta Edil Martirano e il bar "La dea bendata", situati entrambi nella zona industriale di località Aeroporto.

  • Pubblicato in Cronaca

Calabria: intimidazione ad un consigliere comunale, data alle fiamme la bara della madre

Gesto inqualificabile quello avvenuto a Zagarise (Cz) la notte scorsa, dove ignoti si sono introdotti nel cimitero cittadino ed hanno danneggiato le tombe dei genitori di un consigliere comunale di maggioranza.

Come se non bastasse, i malviventi si sono accaniti contro la bara della madre dell'esponente politico, dandole fuoco.

Sull’accaduto indagano i carabinieri della locale Stazione e della Compagnia di Sellia Marina.

  • Pubblicato in Cronaca

Cane sgozzato lasciato davanti ad un negozio a Vibo

Un cane sgozzato, appeso alla porta. Questo il macabro messaggio intimidatorio, lasciato da ignoti presso un esercizio commerciale di Vibo Valentia.

A fare l'inquietante scoperta sono stati i dipendenti del negozio, al momento dell'apertura.

Sul fatto indagano i carabinieri della locale Stazione e gli agenti della polizia municipale.

Al fine di cercare di dare un volto al responsabile dell'intimidazione, gli investigatori starebbero visionando le immagini immortalate da alcune telecamere del sistema di videosorveglianza.

Intimidazione ad Arena, incendiati due furgoni

Intimidazione nella frazione Berrina di Arena (VV), dove la notte scorsa ignoti hanno dato alle fiamme due furgoni di proprietà di una ditta specializzata nella realizzazione e vendita di mobili.

I due automezzi danneggiati erano custoditi nel piazzale dell’azienda di proprietà un consigliere comunale.

A lanciare l’allarme è stato un passante.

Sul posto, oltre ai Vigili del fuoco, sono intervenuti i carabinieri che hanno avviato le indagini per individuare gli autori dell’intimidazione.

  • Pubblicato in Cronaca

Intimidazione nel vibonese, due bombe carta davanti all'abitazione di un imprenditore

Intimidazione a Ionadi, dove, nella notte a cavallo tra lunedì e martedì scorsi, sono stati fatti esplodere due ordigni rudimentali davanti all’abitazione dell’imprenditore 68enne Antonio Castagna.

La deflagrazione non ha provocato danni degni di nota.

Le forze dell’ordine, che hanno avviato le indagini, starebbero vagliando alcune immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza.

L’episodio segue di pochi giorni l’intimidazione consumata ai danni della figlia di Castagna, la cui auto e la cui abitazione sono state bersagliate con 13 colpi di pistola calibro 9.

Vibo Valentia, due intimidazioni in poche ore

Ancora intimidazioni a Vibo Valentia dove, nelle scorse ore, due imprenditori sono stati raggiunti da messaggi minatori.

In particolare, una busta contenente alcuni proiettili è stata fatta recapitare ad un'impresa la cui sede è ubicata nel quartiere "Feudotto".

La scorsa notte, inoltre, ignoti hanno dato alle fiamme il box di un' impresa impegnata nei lavori di rifacimento della facciata di un palazzo.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco. Su entrambi gli episodi indaga la polizia.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS