Calabria, lieve scossa di terremoto nella notte

Un terremoto di magnitudo 2.6 è stato registrato dai sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia alle 00,43 della notte scorsa, a Platì, nel Reggino.

La scossa, rilevata ad una profondità di 63 chilometri, è stata localizzata in un'area del Parco nazionale d'Aspromonte. 

Non si segnalano danni.

  • Pubblicato in Cronaca

Doppia scossa di terremoto in Calabria

Un terremoto di magnitudo 3.0 è stato rilevato alle 21,20 di ieri, nelle acque del mar Ionio, tra le province di Catanzaro e Reggio Calabria.

I sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno localizzato l'ipocentro ad una prondità di 36 chilometri.

 Si tratta della seconda scossa rilevata nell'arco di pochi minuti nella stessa zona.

Un sisma di magnitudo 2.6 era stato, infatti, registrato alle 21,16 in prossimità della costa di Monasterace (Rc).

Calabria, scossa di terremoto nella notte

Un terremoto di magnitudo 2.2 è stato registrato dai sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia in un tratto del mar Ionio calabrese.

La scossa, avvenuta alle 4.48 della notte scorsa, è stata localizzata ad un profondità di cinque chilometri. 

L'epicentro è stato individuato a ridosso della costa compresa tra i comuni di Trebisacce ed Amendolara, in provincia di Cosenza.

  • Pubblicato in Cronaca

La terra trema in Calabria, tre nuove scosse di terremoto in poco più di due ore

Continua a tremare la terra in Calabria. Dopo le due scosse registrate la notte scorsa (Per leggere la notizia clicca qui) con epicentro a San Pietro di Caridà (Rc), nel primo pomeriggio di oggi i sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno rilevato tre nuovi terremoti.

In particolare, alle 13.27, a San Pietro di Caridà è stato localizzato un evento sismico di magnitudo ML 2.9. 

Poco meno di un'ora dopo, alle 14.19, un ulteriore terremoto di magnitudo M.L 2.7 è stato avvertito a meno di 15 chilometri di distanza dalla costa ionica catanzarese, in un tratto di mare compreso tra Sellia Marina e Botricello.

La terra è, infine, ritornata a tremare alle 15,53, quando a San Pietro di Caridà è stato individuato un nuovo sisma di magnitudo ML 2.0.

 

 

  • Pubblicato in Cronaca

Due scosse di terremoto in poche ore, tra le province di Reggio e Vibo

Seconda scossa di terremoto, in poco più di dieci ore, a San Pietro di Caridà, nel Reggino.

Dopo il sisma registrato alle 7.23 di oggi (Per leggere la notizia clicca qui), la terra è ritornata a tremare alle 17.23, con un evento di magnitudo ML 2.7.

I sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno individuato l'ipocentro ad una profondità di 11 chilometri.

L'epicentro è stato localizzato in un'area del massiccio delle Serre, ubicata a ridosso delle province di Reggio Calabria e Vibo Valentia.

  • Pubblicato in Cronaca

La terra trema nel Vibonese, due scosse di terremoto in un minuto

Doppia scossa di terremoto nel Vibonese, dove questa mattina, in poco più di un minuto, si sono succeduti due eventi tellurici di media intensità.

Il primo, di magnitudo ML 3.3, è stato rilevato alle 6,33, con epicentro a Francica.

L'ipocentro è stato localizzato ad un profondità di 33 chilometri, in un area prossima ai comuni di: Mileto, San Costantino, Ionadi, San Gregorio d'Ippona e Filandari. 

I sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno rilevato la seconda scossa, d'intensità 2,5 ML, alle 6,54.

L'epicentro è stato individuato a Mileto, ad una profondità di 21 chilometri.

 

Scossa di terremoto nel Vibonese

Lieve scossa di terremoto alle 12,55 di oggi, al largo della costa tirrenica Calabrese.

Il sisma, di magnitudo ML 2.3, è stato rilevato ad una profondità di 92 chilometri.

I sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno localizzato l'epicentro in un'area ubicata a meno di venti chilometri dai comuni di: Ricadi, Tropea, Drapia, Parghelia e Spilinga.

  • Pubblicato in Cronaca

Terremoto di magnitudo 3.1 al largo della costa calabrese

Un terremoto di magnitudo ML 3.1 è stato registrato dalla sala sismica dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, a pochi chilometri dalla costa ionica calabrese.

La scossa, rilevata alle 3,51 della notte scorsa, ha avuto origine in un tratto di mare al largo di Cariati (Cs).

L'ipocentro è stato localizzato ad una profondità di otto chilometri, in un'area prossima ai Comuni di: Cariati, Terravecchia, Crucoli e Calopezzati.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS