Riparte il campionato ed è subito sfida top: Lazio-Atalanta

Mancano pochi giorni all’inizio del campionato e il calendario ha subito prodotto il primo big match: si tratte di Lazio-Atalanta.

Tuttavia, il cammino stagionale dei biancocelesti partirà in realtà da Cagliari, direttamente dalla seconda giornata, in quanto sia gli orobici sia l’Inter hanno richiesto al Consiglio di Lega lo slittamento dell’inizio del campionato, avendo concluso per ultime la scorsa stagione a causa degli impegni europei. Scudetto e qualificazione in Champions League: sono questi gli obiettivi ai quali possono aspirare sia l’Atalanta sia la Lazio, come dimostrato da un anno a questa parte.

I tifosi di tutta Italia non vedono l’ora di tornare ad assistere a sfide memorabili sul rettangolo e tra nerazzurri e biancocelesti i goal non mancano. Se la “Dea” ha archiviato l’ultimo campionato con il miglio attacco della Serie A, Ciro Immobile si è aggiudicato la Scarpa d’oro segnando ben 36 goal.

Gli uomini di Gasperini sono arrivati ai quarti di Champions League hanno conquistato il pass anche per la prossima edizione della massima competizione continentale. Anche la Lazio sarà nell’Europa che più conta. Rispetto agli avversari, però, le difficoltà non sono poche: la rosa è chiaramente più corta. Si preannuncia comunque una sfida da non perdere per nessun motivo. Le due compagini hanno concluso l’ultimo campionato a pari punti, prendendosi il terzo e il quarto posto. Nonostante sia stata a lungo alle calcagna della Juventus, la Lazio ha perso terreno tra giugno e luglio, lasciando all’Atalanta diverse speranze di concorrere per la lotta al tricolore.

Nell’annata 2019/2020 gli aquilotti hanno fatto molto bene anche perché non avevano troppe distrazioni. In Europa League l’eliminazione è arrivata nella fase a gironi, mentre in Coppa Italia i ragazzi di Inzaghi sono stati sconfitti ai quarti dal Napoli, al San Paolo. Giocare ogni 3 giorni, come necessario per completare il calendario, ha fatto perdere alla Lazio quel punto a favore che sperava di sfruttare nei confronti di Inter e Juventus, ancora impegnate in Europa. Di conseguenza, dovendo onorare per la prima volta la Champions League dopo tanti anni, il rischio è quello di non poter adottare a dovere il turnover.

La partita tra Lazio e Atalanta si giocherà mercoledì 30 settembre, alle ore 20:45, presso lo stadio Olimpico di Roma. Gli orobici vantano un andamento impressionante già da parecchi anni e non sembrano spaventati dai molteplici impegni. Lottare per lo scudetto sembra davvero alla portata dei bergamaschi, anche perché la Juventus sta optando per una rivoluzione e potrebbe commettere qualche passo falso. La Lazio, dal canto suo, sa cosa significhi prevalere sulla “Vecchia Signora”: c’è riuscita anche nella Supercoppa italiana, ultimo trofeo entrato nella bacheca del club biancoceleste. Le distanze tra le varie big, ad ogni buon conto, sono brevi.

Ci siamo, allora. Anche le quote Lazio-Atalanta parlano di un match bilanciato e non potrebbe essere altrimenti, considerando che stiamo parlando di due squadre che si sono prodotte volentieri in delle goleade durante le ultime stagioni.

L’ultimo precedente è stato abbastanza rocambolesco e ha distrutto già a fine giugno il sogno dello scudetto per i capitolini.

A Bergamo i biancocelesti stavano conducendo l’incontro per 0-2, ma hanno subito una clamorosa rimonta finendo col perdere la partita. Come finirà questa volta?

Un altro giocatore della Juventus positivo al coronavirus

"Il calciatore Paulo Dybala è stato sottoposto ad esami medici che hanno rivelato la sua positività al Coronavirus-COVID-19. Il calciatore, da mercoledì 11 marzo, in isolamento volontario domiciliare, continuerà ad essere monitorato e a seguire lo stesso regime. Sta bene ed è asintomatico".

È quanto si legge sul sito della società bianconera.

Coronavirus, positivo un altro giocatore della Juventus

"Il calciatore Blaise Matuidi è stato sottoposto ad esami medici che hanno rivelato la sua positività al Coronavirus-Covid-19. Il calciatore, da mercoledì 11 marzo, in isolamento volontario domiciliare, continuerà ad essere monitorato e a seguire lo stesso regime. Sta bene ed è asintomatico".

E' quanto si legge in un comunicato pubblicato sul sito ufficiale della Juventus.

Coronavirus, rinviate Juventus – Lione e Manchester City – Real Madrid

Per la quarantena imposta ai giocatori della Juventus e del Real Madrid, sono state rinviate, a data da destinarsi, le partite di Champions League Manchester City  – Real Madrid e Juventus – Lione.

La notizia è stata diffusa sul sito ufficiale della Uefa.

  • Pubblicato in Cultura

Il difensore della Juventus Rugani positivo al coronavirus

C'è il primo calciatore di Serie A contagiato dal coronavirus. 

Si tratta del difensore della Juventus Daniele Rugani.

La notizia è stata data dal club bianconero, con "una comunicazione urgente", pubblicata sul sito ufficiale. 

"Rugani è attualmente asintomatico. - si legge nel comunicato - Juventus Football Club sta attivando in queste ore tutte le procedure di isolamento previste dalla normativa, compreso il censimento di quanti hanno avuto contatti con lui".

Inter e Juventus: un duello che si rinnova ancora una volta in campionato

 Se la classifica attuale ci dice che l’Inter capolista è a un solo punto di distanza dai campioni d’Italia in carica della Juventus di Maurizio Sarri, alla caccia di nuovi record, ci sono però alcune dinamiche che vanno analizzate per effettuare un pronostico attendibile e verosimile, su quello che andremo a vedere da qui alla fine del campionato.

Analisi del girone d’andata per la vetta della classifica parziale

Un avvio di stagione speculare e caratterizzato per entrambe le formazioni da risultati positivi, dove se vogliamo l’Inter di Conte è stata facilitata da un calendario, almeno sulla carta, meno insidioso. La Juventus infatti ha dovuto confrontarsi prima col Napoli e poi con la Fiorentina, ma anche l’Inter durante le prime quattro gare ha avuto impegni non facili come il Cagliari di Maran in trasferta e soprattutto il derby nella quarta giornata. In seguito ha battuto la Lazio di Simone Inzaghi, poi confermata come la terza forza del campionato, e si è dovuta piegare di fronte a una Juventus al momento più potente e intensa, durante il settimo turno. Successivamente la Juventus è stata fermata per la seconda volta, sempre in trasferta, contro il neo-promosso Lecce di Fabio Liverani, mentre l’Inter pareggiava in casa contro il Parma. Tuttavia resta da dire che se la Juventus in modo dimesso non è andata contro il pareggio, ottenuto tra l’altro in rimonta contro uno sfrontato Sassuolo di De Zerbi, l’Inter deve ancora affrontare partite potenzialmente difficili come quella in casa contro la Roma, in trasferta contro la Fiorentina di Vincenzo Montella e poi ancora in trasferta contro il Napoli di Carlo Ancelotti.

Come potrebbe chiudersi il girone d’andata 2019-2020 per il campionato di serie A

A concludere questo girone d’andata ci saranno gare piuttosto interessanti in termini di quote Serie A come Inter-Atalanta e Roma-Juventus, che andranno a costituire l’ennesimo potenziale sliding doors in quanto proprio in questa fase i sorpassi e controsorpassi sono molto più frequenti rispetto all’inizio del campionato di serie A. In mezzo c’è anche un altro aspetto, non indifferente che riguarda la Champions League con la Juventus già qualificata per gli ottavi di finale, mentre l’Inter dovrà superare l’ostacolo più impegnativo rappresentato dal Barcellona di Lionel Messi. Come si dice in certi contesti, questa è un’altra storia. La rivalità tra l’Inter e la Juventus e tra Antonio Conte e Maurizio Sarri, prosegue, con i protagonisti che saranno certamente i campioni più blasonati del campionato di serie A, da Lautaro Martinez a Paulo Dybala, da Romelu Lukaku a Gonzalo Higuain e ovviamente Cristiano Ronaldo. Resta da capire quale sarà il ruolo di Lazio, Cagliari, Roma e Atalanta, se e come riusciranno a insidiare Inter e Juventus, dato che al momento, nessuna di queste formazioni è riuscita a fare risultato contro le due big del campionato 2019-2020. Sarà da vedere anche come e se Napoli, Milan, Torino e Fiorentina, riusciranno a uscire da questa crisi di gioco e di risultato. Tra le quattro forse è proprio il Torino di Mazzarri ad avere le carte in regola per compattarsi e fare meglio durante il girone di ritorno, cosa che era già avvenuta durante la scorsa stagione.

Calciomercato, Crotone: dalla Juventus arriva Mandragora

Rolando Mandragora approda a Crotone. Il neo giocatore rossoblù, che arriva in prestito dalla Juventus, è nato a Napoli nel 1997.

Mandragora è un centrocampista sinistro che, all'occorrenza, può coprire anche il ruolo di difensore.

Dopo aver mosso i primi passi nell’A.C. Ponticelli e alla Mariano Keller, nel 2011/12 è passato nel settore giovanile del Genoa.

L'esordio in Serie A è arrivato quando Mandragora non aveva ancora compiuto la maggiore età, il 29 ottobre 2014 in occasione di Genoa-Juventus.

Alla fine della stagione ha collezionato 5 presenze in prima squadra, per poi passare in prestito al Pescara in Serie B nel 2015/16 dove si è messo in mostra come uno dei migliori giocatori del campionato e grazie alle sue ottime prestazioni, i biancazzurri hanno raggiunto la promozione nella massima serie. Prestazioni che hanno attirato l'attenzione della Juventus che lo ha acquistato dal Genoa e lo ha lasciato in prestito in Abruzzo fino a giugno 2016.

Nel finale di stagione ha rimediato un infortunio al quinto metatarso del piede destro e dopo due interventi chirurgici è ritornato a giocare il 23 marzo 2017 con l'Italia Under 21. In campionato ha esordito con la Juventus contro il Genoa.

Mandragora vanta, anche, 10 presenze con la maglia dell'Under 21 con la quale ha esordito a soli 18 anni, nella partita amichevole Ungheria-Italia. Lo scorso 9 aprile ha ricevuto la sua prima convocazione con la Nazionale A, in occasione del raduno per i calciatori emergenti a Coverciano.

A Giugno ha preso parte, indossando la fascia di capitano, ai Mondiali Under 20 in Corea del Sud.

Mandragora ha scelto la maglia numero 38.

  • Pubblicato in Sport

Calciomercato: il Crotone dice no ad un ex della Juventus

Il Crotone avrebbe declinato l'offerta dell'agente di Mohamed Sissoko. L'ex centrocampista di Juventus e Fiorentina sarebbe stato proposto ai pitagorici in vista della prossima stagione di Serie A. I rossoblù, però, non avrebbero manifestato alcun interesse ad ingaggiare il giocatore maliano che, dopo un'esperienza nel campionato cinese, è alla ricerca di una sqaudra nella quale accasarsi. Il mediano sarebbe stato offerto, anche, a Sassuolo e Pescara che starebbero vagliando la proposta.

 

  • Pubblicato in Sport
Sottoscrivi questo feed RSS