Appiccano un incendio ma vengono ripresi dalle telecamere, indagati due giovani

I carabinieri forestale della Stazione di Montalto, hanno notificato l’avviso di conclusione indagini preliminari a due ragazzi, D.M. e A.M., di 18 e 19 anni.

I due giovani sono accusati di aver provocato un incendio che, a fine agosto scorso, ha distrutto tremila metri quadri di macchia mediterranea e bosco di querce, in località “Ventolilla” nel comune di Lattarico (Cs).

Grazie alle indagini condotte con il “Mef” (Metodo delle evidenze fisiche) ed alle immagini registrate da alcuni dispositivi di videosorveglianza, i militari sono riusciti ad individuare i due giovani, quali presunti responsabili del rogo.

In particolare, gli indagati sono accusati di aver appiccato il fuoco in quattro distinti punti.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Vittime e superstiti calabresi del naufragio del Maria P

Vittime

Squillace Giuseppe fu Gaetano, di anni 37, nato a Roccella Jonica (Reggio Calabria), vaticale.

 Basile Maria di Francesco, di anni 49, nata a Fuscaldo (Cosenza), filatrice.

Mazzei Anna Maria (figlia), d'anni 14, nata a Fuscaldo (Cosenza).

Francesco (figlio), di anni 7, nato a Fuscaldo (Cosenza).

Varano Ilario Cosmo fu Domenico, di anni 33, nato a Roccella Jonica (Reggio Calabria), fuochista.

Dario Caterina (maglie), nata a Roccella Jonica, (Reggio Calabria).

Elvira (figlia), di anni 3, nata a Roccella Jonica (Reggio Calabria).

Scofani Antonio fu Pietro, di anni 54. nato a Fascaldo (Cosenza), giornaliera.

Varano Domenico, di mesi 11, nato a Roccella Ionica, (Reggio Calabria).

Davoli Carmela, di anni 44, nata a Taverna, (Catanzaro), filatrice.

Cosentino Umberto, (figlio), di anni 14, nato a Taverna, (Catanzaro) e Rosa, (figlia), di anni 0, nata a Taverna, (Catanzaro).

Schiripa Alfonso, di anni 47. nato a Gioiosa Jonica (Reggio Calabria), contadino.

 Pelleg:ino Carmine fu Domenica, di anni 43, nato a Campana (Coseaza) contadino.

Angieri Agesilao, di anni 28, nato a Lattarico, contadino.

Amberti Filomena, di anni 35, nata a Fiumefreddo (Cosenza), domestica.

Marino Amalia, di anni 57, nata a Paola (Cosenza), contadina.

Gerlando Giovanni, di anni 32, nato a Paola (Cosenza), contadino

Graziadio Angelo, di anni 23,nato a Castrovillari,contadino.

Mancini Luigi. di anni 40, nato a Castrovillari, contadino

Bastardo Santo, di anni 22. nato ad Acri, sarto.

Giannitello Antonio. di anni 13, nato a Castrovillari. contadino.

Giannitello Leonaro, di anni 16, nato a Castrovillari contadino

Balzimo Pasquale, di anni 28, nato a Lungro, contalino.

De Luca Marietta, di anni 13, nata a Lungro, contadina.

Scida Antonio, di anni 23, nato a Tropea, contadino.

Villani Giuseppe, di anni 21. nato a Scalea, contadino.

Barrillà Salvatore, d'anni 43, nato a Spilinga, contadino

marco ambrosio, di anni 33 firmo, Cosenza

Pistininzi tommaso di anni 13, Arena

Pistininzi Giuseppe. di anni 41 nata ad Arena domestico.

Martellotta Pietro, di anni 23, nato ad Acquappesa, calzolaio.

Ferrari Camillo, di anni 13, nato al Acquappesa, calzolaio.

 

Passeggeri superstiti

 

Tomeo Giuseppe di Andrea, di anni 24, nato a Nicotera

Ferraro Francesco di Antonio, di anni 27, nato a Nicotera

Tomeo Damenico, di Andrea di anni 22, nato a Nicatera

De Felice Fortunato di Fortunato, di Anni 26. nato a Nicotera

Tarsi Damenico di Saverio,di anni 24 nato a Scalea

Provenzano Giuseppe di Salvatore, di anni 32, nato a Paola

Garofalo Antonino di Ignoti, di anni 17, nato a Guardia Piemontese

Buonasorte Giuseppa, di Raffaele, di anni 52, nato a Tropea

Mosacchi Raffaele, di Agastino, di anni 41, nato a Falconara Albanese

 

Marinai superstiti

Ciccarello Leonardo, nato 175, Matricola 7673, di Pizzo.

Lavalle Roberto, classe 1905, Matricola 7321, di Pizzo.

  • Pubblicato in Sport

Presentata la XIII edizione del "Festival dell'Organetto" di Lattarico

Palazzo Marsico, palazzo dell’arte e della musica, ha ospitato la presentazione del Festival dell’Organetto del 29-30-31 Agosto 2019.

Il Festival diventa un luogo dove tutti i musicisti e gli appassionati dello strumento si danno appuntamento per rivivere la tradizione, arricchendola di momenti di aggregazione e crescita culturale, proiettandola verso il futuro.

Un futuro fatto di programmazione, quella del direttore artistico, Andrea Solano e di visione lungimirante, quella del sindaco, Antonella Blandi.

Il sindaco auspica, infatti, che i tre giorni del Festival diventino un momento di aggregazione, attraverso la musica e gli spazi dedicati alla degustazione.

Grazie al direttore artistico, Andrea Solano, il Festival è particolarmente rinnovato rispetto alle edizioni precedenti.

«Lattarico conserva un’importante tradizione legata all’Organetto e questo Festival – spiega Solano - ne racchiude l’essenza, le atmosfere, le emozioni. Da quest’anno ho il privilegio di contribuire allo sviluppo di questa realtà e ho inteso, in accordo con l’amministrazione comunale, che ringrazio per l'opportunità concessami, di puntare innanzitutto sullo sviluppo del concetto di identità avvalendomi della preziosa collaborazione dell'amico e grande professionista, Luigi Vircillo. Gli artisti coinvolti e i curatori delle singole iniziative, i sapori e soprattutto le accoglienti atmosfere locali, riempiranno di contenuti una tre giorni tutta da vivere, da scoprire e da raccontare. Abbiamo tracciato il percorso che porterà il Festival dell'Organetto di Lattarico ad affermarsi quale importante attrattore turistico».

La volontà come sottolinea il vicesindaco ed assessore alla Cultura, Valentino Ferro, è quella di trasformare il Festival in un appuntamento internazionale.

Il sindaco, Antonella Blandi, sottolinea il marcatore identitario di un festival che viene da lontano, l’organetto, infatti, è uno strumento musicale fortemente legato al territorio, dove vive uno dei più anziani costruttori e suonatori di organetti, il maestro Giuseppe Scavello. Ma Lattarico ha anche una tradizione bandistica di tutto rispetto, sono due, infatti, le bande musicali con più di cento anni, presenti sul territorio.

Il sindaco Antonella Blandi è orgogliosa nell’esprimere il concetto di allegria che suscita l’organetto, sottolineandone anche che, nella tradizione, lo strumento accompagnava la fine della trebbiatura del grano. L’immagine bucolica richiama ad una tradizione che vuole diventare futuro anche attraverso le parole dell’assessore allo Spettacolo, Vincenzo De Bonis, che nel volume “Quale passato, quale presente. Lattarico e Regina: due borghi storici” tratteggia la storia e la tradizione dell’organetto.

Smaltimento illecito di rifiuti, denunciata titolare di un'azienda agricola

I carabinieri forestali della Stazione di Montalto Uffugo (Cs) hanno denunciato una donna di 31 anni, titolare di un’impresa agricola in località Badia del comune di Lattarico per illecita gestione di rifiuti.

In particolare, durante un controllo, i militari hanno constatato che i reflui zootecnici derivanti dall’allevamento di bovini e suini  finivano direttamente sul terreno.

I militari hanno rinvenuto, inoltre, rifiuti provenienti da lavori edili.

Dopo aver, infine, constato la mancanza del necessario registro di carico e scarico dei rifiuti, i carabinieri forestali hanno denunciato il titolare dell’azienda.

  • Pubblicato in Cronaca

In casa con oltre 2,8 Kg di marijuana, coppia di anziani finisce nei guai

Una coppia di coniugi di 87 e 79 anni è stata arrestata, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I due pensionati, il cui figlio cinquantaquattrenne si trova in carcere per essere stato sorpreso in casa con oltre due quintali di marijuana, sono stati trovati in possesso di oltre 2 chili e ottocento grammi di marijuana.

Lo stupefacente è stato rinvenuto durante una perquisizione effettuata a casa della coppia dai militari delle Stazioni di Lattarico e Montalto Uffugo, del Nucleo operativo e radiomobile di Rende e dell’Unità cinofila di Vibo Valentia.

Durante il controllo, gli uomini dell’Arma hanno rinvenuto la droga occultata nel sottotetto dell’abitazione.

Al termine delle formalità di rito, i due anziani sono stati posti ai domiciliari.

  • Pubblicato in Cronaca

Incidente stradale in Calabria, un morto e due feriti

Tragico incidente stradale lungo la provinciale che collega Montalto Uffugo e Lattarico, nel cosentino.

Nell’impatto tra due vetture, un uomo ha perso la vita e due persone sono rimaste ferite.

In particolare, lo scontro si rivelato fatale per A.M., di 69 anni.

Ferite non gravi, invece, per una donna ed il suo bambino, che viaggiavano su una delle due automobili.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco ed i sanitari del 118, che hanno trasferito i feriti all’ospedale di Cosenza.

Trovato in casa con due quintali di marjuana, arrestato

I carabinieri della Stazione di Lattarico (Cs) e del Nucleo operativo e radiomobile di Rende hanno tratto in arresto, per il reato di “coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”, un 54enne del luogo.

L'uomo è stato notato dai militari, mentre alla guida della sua automobile, trasportava tre grandi sacchi neri.

È iniziato, quindi, un breve pedinamento conclusosi nei pressi dell’abitazione del 54enne, dove sono stati scaricati i tre sacchi.

Gli uomini dell'Arma hanno controllato il contenuto dei sacchi, nei quali sono stati trovati arbusti, fiori e residui di marijuana.

Nel corso della successiva perquisizione, cui è stata sottoposta l'abitazione, i carabinieri hanno trovato oltre 171 chilogrammi di marijuana, 9 grammi d'hashish, 1.500 euro in contanti, 2 bilance di precisione, una macchina per sottovuoto e materiale per il confezionamento.

Alla luce del ritrovamento, i militari hanno deciso di estendere il controllo ad un terreno di proprietà dell'uomo, ubicato in località "Regina" del comune di Lattarico.

Durante l'attività di verifica, alla quale hanno preso parte anche gli uomini della Compagnia d'intervento operativo del “14° Battaglione Carabinieri Calabria di Vibo Valentia”, i militari hanno rinvento 5 chili di residui di fogliame e fiori di marijuana ed una piantagione, composta da oltre 1300 arbusti della stessa sostanza, dotata d'impianto d'illuminazione, d'irrigazione e foto-trappole.

Trovata infine, anche una tenda da campo con all’interno tavoli, sedie, attrezzi da lavoro, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento.

L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale di Cosenza.

  • Pubblicato in Cronaca

Nascondeva 180 Kg di droga in casa, insospettabile 55enne finisce in manette

Oltre 180 chilogrammi di marijuana a casa di un insospettabile di 55 anni.

È quanto hanno rinvenuto i carabinieri della Stazione di Lattarico, durante una perquisizione effettuata in un'abitazione di Taverna di Montalto Uffugo, nel Cosentino.

Una volta scoperta la droga, gli uomini dell'Arma hanno esteso il controllo ad un casolare attiguo ad un’altra abitazione di proprietà del cinquantacinquenne, ubicata nel comune di Lattarico.

Anche in questo caso, la perquisizione ha dato esito positivo portando al rinvenimento di altra marijuana essiccata

Infine, in un terreno adiacente al casolare, i militari hanno scoperto una piantagione composta da circa mille arbusti di canapa.

Tutta la droga è stata posta sotto sequestro, mentre l’uomo è stato arrestato.

 

 

Sottoscrivi questo feed RSS