Beccato con un chilo di marijuana in auto, 37enne arrestato sul tratto vibonese dell'A2

Una busta con oltre un chilo di marijuana.

E’ quanto hanno rinvenuto, durante un servizio di controllo nei pressi dello svincolo di Pizzo Calabro dell’autostrada A2, gli uomini della polizia stradale di Vibo Valentia.

Lo stupefacente è stato trovato a bordo di un’auto guidata da I.P., di 37 anni.

L’uomo è stato quindi arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e tradotto in carcere.

In seguito all’udienza di convalida il 37enne è stato posto ai domiciliari.

Sorpresi a scambiarsi mezzo chilo di marijuana, arrestati

I carabinieri della Sezione radiomobile della Compagnia di Gioia Tauro (Rc) hanno arrestato, a Rosarno, due 31enni, L. G. e S. G.,  del posto, sorpresi  a scambiarsi mezzo chilo di marijuana.

In particolare, i militari, durante un normale servizio di controllo, in contrada Olmelli, hanno notato uno dei due uomini dirigersi, con fare circospetto, verso l’auto dell’altro soggetto per cedergli una busta di plastica.

I militari hanno quindi bloccato i due e durante la successiva perquisizione, hanno rinvenuto, nella busta consegnata poco prima, mezzo chilo di marijuana.

I 31enni sono stati pertanto arrestati e ristretti nella casa circondariale di Palmi, in attesa del giudizio di convalida.

  • Pubblicato in Cronaca

Piantagione di marijuana rinvenuta nel Reggino

I carabinieri della locale Stazione, con l’ausilio dei colleghi dell’8° Nucleo elicotteri di Vibo Valentia e dello Squadrone eliportato Cacciatori di Calabria, hanno individuato, in località “Fossetta” del comune di Platì (Rc), una piantagione composta da 200 arbusti di cannabis ed un fucile da caccia calibro 12 con matricola illeggibile.

Il rinvenimento è stato effettuato nel terreno di proprietà di un 57enne del posto che è stato arrestato.

Lo stupefacente e il fucile sono stati sequestrati e saranno inviati al Ris di Messina per gli accertamenti del caso.

Su disposizione della Procura della Repubblica di Locri, l’arrestato è stato sottoposto ai domiciliari in attesa dell'udienza di convalida.

Sei quintali di marijuana e oltre 5 mila piante di canapa sequestrati nel Vibonese

Durante un posto di controllo eseguito nei pressi dello svincolo autostradale dell’A2 Salerno – Reggio Calabria di Pizzo (Vv), i finanziari del Gruppo di Vibo Valentia hanno intimato l’Alt a due auto.

Alla vista delle fiamme gialle, i due veicoli hanno cercato di darsi alla fuga.

E’ scaturito quindi un inseguimento conclusosi dopo alcuni chilometri.

Una volta bloccate le vetture, i militari hanno eseguito una perquisizione durante la quale, in uno dei veicoli sono stati trovati 40 chili di marijuana, che, in seguito alle indagini immediatamente svolte, è risultata essere stata acquistata, poco prima, presso un’azienda agricola della zona.

E’ scattata dunque  una perquisizione presso l’impresa, che ha permesso ai finanzieri di rinvenire, sei quintali di marijuana già essiccata ed imbustata e 5.200 di piantine di canapa.

 L’azienda agricola, autorizzata alla coltivazione della canapa sativa, mediante presumibilmente un incrocio di piante, era riuscita a creare una varietà che conteneva un Thc (principale composto psicoattivo della pianta) di gran lunga superiore al limite consentito.

Al termine dell’attività sono finite in manette cinque persone, di cui, allo stato, non sono state rese note le generalità.

 

Acquaro: i carabinieri intervengono per un incendio e trovano marijuana

Nella serata di ieri (30 agosto), i carabinieri, rispondendo alla chiamata di un cittadino, sono intervenuti nel centro del comune di Acquaro dove, poco prima, era divampato un incendio in un magazzino. Subito dopo l’arrivo dei militari è intervenuta anche una squadra dei vigili del fuoco di Serra San Bruno che ha domato le fiamme, innescate da un corto circuito.

Al termine delle operazioni di spegnimento, i militari della Stazione di Arena hanno effettuato un sopralluogo attorno all'immobile, notando la presenza, in un piccolo orto, di otto piante di canapa indiana.

Gli uomini dell'Arma hanno quindi effettuato un controllo più accurato, rinvenendo in un sottotetto residui di marijuana ed un piccolo essiccatoio artigianale.

I carabinieri hanno quindi stretto le manette attorno ai polsi di Francesco Carnovale, 54 anni, del luogo.

L'uomo, accusato di produzione di sostanze stupefacenti, è stato posto ai domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.

Piantagione di marijuana rinvenuta e distrutta nel Reggino

Una piantagione composta da 500 arbusti di marijuana è stata rinvenuta in località Quarantano, nella frazione Castellace di Oppido Mamertina (Rc).

La coltivazione è stata scoperta, insieme ad un impianto d'irrigazione ed a vari attrezzi agricoli, dai carabinieri della Compagnia di Palmi, dell’8° Nucleo elicotteri di Vibo Valentia e dello Squadrone eliportato Cacciatori “Calabria”.

Le piante, dopo essere state campionate, sono state distrutte sul posto.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Marijuana in auto, 23enne in manette a Spadola

I carabinieri della Sezione radiomobile della Compagnia di Serra San Bruno (Vv) hanno tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente il 23enne, di Spadola, Salvatore Tassone.

Il giovane, durante una perquisizione veicolare, è stato trovato in possesso di 100 grammi di marijuana.

L'arresto è stato eseguito la notte scorsa, quando una pattuglia ha fermato per un controllo un’utilitaria con a bordo Tassone.

Durante la successiva perquisizione, i militari hanno rinvenuto, nel vano porta oggetti e sotto il sedile lato passeggero, due involucri di plastica contenenti complessivamente 100 grammi di marijuana già essiccata e pronta per essere venduta.

Per il giovane sono scattate quindi le manette ed in seguito alle formalità di rito è stato posto ai domiciliari.

 

Rinvenuta piantagione con duemila arbusti di canapa indiana “olandese nana”

I carabinieri della Stazione di Galatro (Rc) e dei Cacciatori di Calabria hanno rinvenuto una vasta piantagione di canapa indiana “olandese nana”, nascosta in un fondo agricolo di proprietà demaniale.

La coltivazione, composta da duemila arbusti, è stata trovata in stato d’abbandono nei boschi in contrada Castagnara al confine tra i comuni di San Pietro di Caridà e Galatro.

I militari hanno rinvenuto, inoltre, un essiccatoio rudimentale con all’interno mezzo chilo di marijuana e due cisterne d’acqua collegate con un impianto d’irrigazione a goccia.

La droga, dopo essere stata campionata, è stata distrutta sul posto.

 Sono in corso ulteriori accertamenti, volti a risalire alla paternità della piantagione, che, una volta trattata ed essiccata, avrebbe fruttato 180mila euro.

Sottoscrivi questo feed RSS