Sorpreso in auto con due chili di marijuana, arrestato

I carabinieri della Sezione radiomobile di Locri, hanno arrestato Cosimo Multari, 35 anni di Bovalino, con l'accusa di detenzione di sostanza stupefacente.

In particolare, i militari dell’Arma, durante un normale controllo alla circolazione stradale, hanno fermato e controllato il 35enne a bordo della sua Fiat Panda.

L’uomo, che sin da subito si è mostrato agitato ed insofferente, ha destato il sospetto che potesse avere qualcosa da nascondere.

Una volta sottoposto a perquisizione personale e veicolare, nel bagagliaio dell'auto, i carabinieri hanno trovato 4 involucri in plastica con all’interno oltre 2 chili di marijuana.

Dichiarato in stato di arresto, è stato posto ai domiciliari; la droga, invece, è stata sequestrata e sarà inviata al Ris di Messina per le analisi tossicologiche del caso.

Quattordici chili di marijuana rinvenuti in fusti di plastica nascosti in un terreno

Quattordici chili di marijuana, contenuti in 34 buste nascoste in tre fusti di plastica.

È quanto hanno rinvenuto i carabinieri della Sezione operativa di Roccella Jonica e della Stazione di Gioiosa Jonica, insieme all'un’unità antidroga della Squadra operativa volante della guardia di finanza di Gioia Tauro, durante un controllo in località Madama Anna di Gioiosa Jonica.

Lo stupefacente, che è stato trovato in un terreno accessibile a chiunque, una volta introdotto nel mercato avrebbe potuto fruttare intorno a 20 mila euro.

I poliziotti di Serra arrestano un giovane trovato con 92 grammi di marijuana

Un giovane ghanese richiedente protezione internazionale, residente presso il centro d'accoglienza di Brognaturo è stato arrestato dai poliziotti del Commissariato di Serra San Bruno, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In particolare, durante un controllo, nei pantaloni dell'uomo, gli agenti hanno trovato un involucro con 92 grammi di marijuana.

È seguita, quindi, una perquisizione presso la struttura d'accoglienza in cui risiede il cittadino extracomunitario, nella quale un altro ghanese di 30 anni è stato trovato in possesso di altri 15 grammi della stessa sostanza.

Il 30enne, nei cui confronti pende una denuncia per non aver ottemperato al decreto prefettizio di revoca della misura d'accoglienza, è stato denunciato in stato di libertà.

Avevano allestito una piantagione di marijuana, padre e figlio in manette

I carabinieri della Stazione di Agnana Calabra (Rc) e dello Squadrone eliportato Cacciatori Calabria di Vibo Valentia hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari, nei confronti di Salvatore e Giovanni Cartuccio, padre e figlio, di 53 e 27 anni.

Obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, invece, a carico di Santo Todarello, di 28 anni.

I provvedimenti, emessi dal gip su richiesta della Procura della Repubblica di Locri, rappresentano l’epilogo di una complessa attività d’indagine effettuata dai militari della Stazione di Agnana Calabra in seguito al rinvenimento, avvenuto a settembre scorso, di una piantagione di marijuana.

In particolare, gli uomini dell'Arma, durante un rastrellamento, hanno rinvenuto a Canolo Nuovo, nell’alveo del torrente Maria, una piantagione di marijuana composta da circa 340 piante.

Le indagini hanno permesso di documentare e accertare che i tre si prendevano cura della piantagione provvedendo, alla concimazione, all’irrigazione ed alla coltivazione degli arbusti.

In auto con 61 dosi di marijuana, tre giovani finiscono in manette

Con l’accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, i carabinieri della Stazione di Reggio Calabria Gallina hanno arrestato tre reggini, A.G., di 24 anni, B.B. (20) e R.P. (22).

I tre sono stati fermati la notte scorsa, ad un posto di controllo allestito nella città dello Stretto.

Dopo i controlli di rito, gli uomini dell'Arma hanno deciso di effettuare una perquisizione che ha permesso di rinvenire 61 dosi di marijuana nascoste in un sacchetto di cellophane sotto il sedile dell’auto.

La droga è stata sequestrata e sarà inviata al Ris di Messina per le analisi del caso.

Gli arrestati, in seguito al giudizio direttissimo, non sono stati sottoposti ad alcuna misura cautelare.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Occupa un appartamento e coltiva 110 piante di marijuana, arrestato

Quando i carabinieri della Compagnia di Bianco hanno bussato alla porta di un appartamento, in teoria disabitato, avevano capito sin da subito che qualcosa non andava.

Non si aspettavano però di trovare l’intera abitazione adibita ad una serra per la coltivazione di 110 piante di marijuana.

Inizialmente alla richiesta dei militari di aprire la porta è seguito il silenzio, solo dopo la loro insistenza, Domenico Antonio Mollica, 25 anni, bracciante agricolo di Africo,  ha ceduto.

Una volta entrati nella casa, gli uomini dell'Arma hanno trovato: piante di marijuana, cavi sospesi, tubi d'areazione che attraversavano le stanze, il tutto avvolto dalla tiepida luce violetta delle lampade alogene.

A giudicare dal quantitativo, la coltivazione “domestica” avrebbe fruttato quasi 100 mila euro.

Mollica non ha negato, né si è giustificato, anche perchè l’evidenza dei fatti non glielo permetteva, così per lui è scattato immediatamente l’arresto.

Dopo aver sequestrato le piante e tutto ciò che serviva alla loro coltivazione, i carabinieri hanno avviato le indagini per cercare di capire come sia stato possibile, in pieno centro abitato a Bianco, predisporre una serra, con un complesso sistema di coltivazione, senza destare particolari sospetti. 

  • Pubblicato in Cronaca

Droga, munizioni e un fucile rinvenuti nel centro storico di Gerocarne

Durante le giornate del 31 dicembre e dell'1 gennaio scorsi, i carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno e dello Squadrone eliportato Cacciatori Calabria, hanno effettuato una serie di controlli e perquisizioni al fine di contrastare la detenzione abusiva di armi e munizioni.

Nel corso delle attività, nel camino di una casa disabitata nel centro storico di Gerocarne, i militari hanno rinvenuto un fucile Beretta calibro 12 con matricola abrasa e munizioni dello stesso calibro caricate a pallettoni.

Nel sottotetto di un'altra casa abbandonata, gli uomini dell'Arma hanno trovato una quindicina di grammi di marijuana e circa 30 munizioni calibro 12 caricate a pallettoni.

Inoltre, durante i controlli, nei pavimenti delle due case sono stati rinvenuti dei guanti ed un passamontagna.

Il tutto è stato posto sotto sequestro per i successivi accertamenti finalizzati a dare un nome ed un volto ai responsabili degli occultamenti.

Serra: 25enne denunciato per possesso di marijuana

È di quattro denunce il bilancio dei controlli alla circolazione stradale effettuati dai carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno in occasione delle festività natalizie.

Tre persone sono state denunciate perché trovate in possesso di coltelli; mentre un 25enne è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In particolare, dopo essere stato fermato in auto durante la notte di Natale, il giovane è stato trovato in possesso di dieci grammi di marijuana  

Inoltre, i militari hanno sequestrato quattro auto, ritirato cinque patenti ed elevato 12 contravvenzioni, per un totale di 8.600 euro.

Sottoscrivi questo feed RSS