Auto va a fuoco mentre percorre la Sp 616, salvi i passeggeri

 
Tanta paura, fortunatamente senza conseguenze, per conducente e passeggeri di un'Audi A3 andata improvvisamente a fuoco mentre percorreva la strada provinciale 616, all'altezza dello svincolo di Motta San Lucia (Cz).
 
Una volta viste le fiamme uscire dal vano motore, l'uomo al volante dell'auto ha fermato la corsa e dopo aver accostato e abbandonato il veicolo insieme ai passeggeri ha chiesto l'intervento dei vigili del fuoco.
 
Sul posto sono intervenuti gli uomini dei distaccamenti di Martirano Lombardo e Lamezia Terme, che hanno domato l'incendio.
 
 

Donna vibonese morta in incidente sull'A2, 35enne marocchino arrestato per omicidio stradale e guida in stato di ebbrezza

Un uomo di nazionalità marocchina, I.R., di 35 anni, è stato arrestato per il reato di omicidio stradale e guida sotto l’effetto di alcool.

L'arresto è stato effettuato in seguito all’incidente avvenuto ieri sera sull’autostrada A2, all’altezza del comune di Martirano Lombardo, dove l’uomo alla guida di una Opel Vectra ha tamponato l’auto che lo precedeva causando il decesso sul colpo di una donna di 67 anni, Rita Ramondino, di Vibo Valentia.

Nell’impatto hanno riportato lesioni anche gli altri tre occupanti del veicolo.

“Le pattuglie della polizia stradale intervenute in breve tempo sul luogo dell’incidente ravvisavano – si legge in una nota della Questura di Catanzaro – sin da subito il palese stato di alterazione psicofisico del conducente dell’Opel Vectra che risultava positivo al controllo della prova alcoolemica. Dalla ricostruzione inequivocabile della dinamica dell’accaduto, si appurava l’elevata velocità di marcia della Vectra e il mancato controllo del mezzo da parte di I.R., anche come conseguenza della guida in stato di ebrezza”. 

Secondo la ricostruzione fatta dalle forze dell’ordine, a provocare l’incidente sarebbe stata l’elevata velocità della Vectra e il mancato controllo del mezzo da parte di I.R., anche in conseguenza della guida in stato di ebbrezza.

In seguito ad ulteriori accertamenti, gli agenti della Polizia Stradale hanno constatato che, già in passato, il 35enne  si era reso responsabile degli stessi reati

In considerazione di ciò e, rilevato che il decesso della passeggera del veicolo investito sarebbe  una diretta conseguenza del comportamento e della scorretta guida di I.R., gli agenti hanno arrestato l’uomo per il reato di omicidio stradale e guida sotto l’effetto di alcool. Al termine degli accertamenti i veicoli direttamente coinvolti nel sinistro sono stati sottoposti a sequestro.

Sottoscrivi questo feed RSS