Meteo: in arrivo ondata di aria gelida sulle Serre, ecco quando

La temperatura non esattamente invernale di questi giorni, dovuta alla presenza dell'anticlone, subirà un brusco calo nel corso dei prossimi giorni. Una corrente di aria gelida scenderà, infatti, lungo i Balcani ed arriverà anche in Italia.

Secondo gli esperti del portale web 3bmeteo.com, l'arrivo di questa "massa d'aria" determinerà la fine del caldo fuori stagione.

La colonnina di mercurio inizierà a scendere a partire da mercoledì 28, quando, l'aria proveniente dall'Europa orientale farà la sua irruzione sulla Penisola.

Le temperature subiranno un abbassamento, in alcuni casi, anche di 8/10°C, rispetto ai giorni precedenti. Con il freddo arriverà anche qualche "debole precipitazione  concentrata soprattutto su Molise, Puglia, Basilicata, dorsale campana, Calabria e Nord Sicilia". Non è esclusa neppure qualche nevicata, anche, bassa quota.

Ad amplificare la percezione del freddo contribuiranno in maniera significativa i forti venti.

Per quanto riguarda l'area delle Serre, la temperatura subirà un sensibile calo a partire da mercoledì. Ancor più brusco il salto termico di giovedì 29 quando la massima non supererà i 3°, mentre la minima scenderà di qualche grado sotto lo zero.

Temperatura più rigida venerdì 30, quando la minima si attesterà intorno a - 4. Leggero miglioramento, con minima, ancora sotto lo zero, a partire da sabato 31. Per i primi giorni dell'anno, invece, la colonnina di mercurio risalirà decisamente, tanto più che secondo gli esperti, quella dei prossimi giorni sarà un'ondata di freddo piuttosto effimera.

Meteo, in arrivo ondata di maltempo

"L'alta pressione che ha dominato gran parte di dicembre mostra segnali di stanca ad opera di una doppia azione che porterà una dinamicità tipica dell'inverno". È quanto scrivono gli esperti del portale web 3bmeteo.com nell'evidenziare la presenza, a partire dal prossimo fine settimana, di "un vortice afro mediterraneo in risalita verso la Penisola " e la discesa di una corrente "di aria fredda sul bordo orientale dell'anticiclone russo siberiano"

Le due masse d'aria sono destinate ad entrare in collisione sul mar Mediterraneo nei primi giorni della settimana entrante.

L'incontro delle due correnti produrrà un'ondata di maltempo, soprattutto sulle parte meridionale ed insulare dela Penisola.

 Le regioni maggiormente "coinvolte saranno, a partire da lunedì sera, quelle del Sud e Isole con piogge e temporali". In un secondo momento, le "precipitazioni dovrebbero estendersi anche al Centro"  interagendo "con il richiamo di correnti più fredde dai Balcani".

Di conseguenza, la neve "cadrà sui rilievi dell'Appennino anche fin sotto i 1000 metri, se non a quote collinari tra Marche ed Abruzzo. Il Nord invece dovrebbe risultare ai margini della bassa pressione con tempo in prevalenza asciutto salvo qualche fenomeno sull'Emilia Romagna, nevoso a quote molto basse.  Il tutto sarà accompagnato da forti venti in prevalenza orientali. Tuttavia tale evoluzione dipende dalla effettiva collocazione del vortice per cui ancora, stante la distanza temporale, esiste un certo margine d'incertezza".

La situazione è in costante evoluzione, tanto che "non sono ancora da escludersi sorprese al Nord". 

  • Pubblicato in Cronaca

Meteo: allerta arancione su tutta la Calabria

"Il sistema depressionario che continua a determinare condizioni di spiccato maltempo sulle regioni nord-occidentali si estenderà dalla serata di oggi al centro-sud, con fenomeni temporaleschi, specie sulle zone costiere".

È quanto riporta in un comunicato stampa, il Dipartimento della Protezione civile nazionale che "sulla base delle previsioni disponibili" d’intesa con le "Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello diffuso ieri. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it)".

Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per  domani allerta rossa sul ponente ligure e sul versante nord occidentale piemontese.

Nella giornata di domani è stata valutata un’allerta arancione per i restanti settori del Piemonte, per buona parte della Lombardia e della Valle D’Aosta, per il versante ionico e tirrenico meridionale della Calabria e su gran parte della Sicilia. Infine nella giornata di domani sono in allerta gialla i restanti settori di Lombardia, Piemonte e Sicilia, alcuni settori di Umbria, Veneto e Emilia Romagna, buona parte di Toscana e Abruzzo e le restanti regioni del sud.

"Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia -conclude la nota- è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it), insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l’evolversi della situazione".

  • Pubblicato in Cronaca

Realizzava truffe utilizzando la situazione meteorologica, la Regione si costituisce parte civile

La Giunta regionale si è riunita sotto la presidenza del presidente Mario Oliverio, con l'assistenza del segretario generale Ennio Apicella.

Su proposta del presidente Oliverio, è stata deliberata l'autorizzazione per la costituzione di parte civile della Regione nel procedimento penale a carico di persona accusata del reato di truffa finalizzata a percepire somme collegate alla situazione meteorologica. È stato anche approvato l'aggiornamento dei disciplinari di produzione integrata della Regione, nella parte che riguarda la difesa fitosanitaria ed il controllo delle infestanti per l'anno in corso. È stato, poi, approvato il Piano di controllo del sistema di qualità nazionale di produzione integrata (SQNP) per il 2016.

Su proposta del vicepresidente ed assessore al Bilancio Antonio Viscomi, sono state approvate una serie di variazioni compensative al bilancio di previsione 2016-2018 ed una variazione al bilancio di previsione 2016-2018 per la reiscrizione di residui passivi perenti.

Temporali in arrivo, allerta meteo in Calabria

 

C'è anche la Calabria nella lista delle regioni per le quali il Dipartimento della protezione civile ha emesso un "avviso di condizioni metereologiche avverse". Da quanto riportato in una nota della Protezione civile: "Un profondo sistema depressionario sull’Europa centro-occidentale convoglia correnti instabili sulle nostre regioni nord-occidentali con precipitazioni diffuse e persistenti, in particolare su Liguria, Piemonte e Lombardia, mentre persistono residue condizioni di instabilità sul versante ionico della Calabria".

"I fenomeni - prosegue il comunicato -  impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it)".

In particolare, " L’avviso prevede dalla serata di oggi, lunedì 21 novembre precipitazioni diffuse e persistenti, anche a carattere di rovescio o temporale, su Piemonte, Lombardia e Liguria. L’avviso prevede inoltre precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Calabria ionica. I fenomeni temporaleschi saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, forti raffiche di vento".

Sulla base delle previsioni disponibili "è stata valutata per oggi e domani allerta arancione sul versante ionico della Calabria e sulle Prealpi lombarde".

Per la giornata di domani è stata valutata allerta gialla sui restanti settori della Calabria, su gran parte della Liguria e su alcuni settori di Piemonte, Lombardia e sulla Lunigiana in Toscana.

" Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia - fanno sapere dalla Protezione civile - è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it), insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l’evolversi della situazione". 

  • Pubblicato in Cronaca

Meteo, piogge e temporali per tutto il fine settimana

“Se fino a Giovedì, l'alta pressione delle Azzorre ha protetto l'Italia, soprattutto al Centro-Nord, portando un tempo più stabile e decisamente poco piovoso, questa subirà un nuovo attacco a partire da Venerdì, quando il flusso perturbato Nordatlantico scenderà di latitudine, richiamando venti occidentali che entrando nel Mediterraneo piegheranno dai quadranti meridionali richiamati ad una bassa pressione collocata tra la Tunisia e la Libia”. E’ quanto scrivono gli esperti del sito web ilmeteo.it che, a partire dalle prossime ore, prevedono un netto peggioramento delle condizioni meteo.

 

Nella giornata di oggi, infatti,  i “venti meridionali di Ostro, attraversando il mare si caricheranno di nubi foriere di piogge e temporali”. La perturbazione investirà dapprima la parte settentrionale del Belpaese mentre, a partire da questa notte, la situazione si deteriorerà anche sulle altre regioni che saranno colpite da piogge diffuse e neve sulle aree alpine sopra i 1400 metri.

Il maltempo scenderà progressivamente verso il centro ed il sud investendo in un primo momento la Toscana e successivamente Lazio, Umbria, Sicilia e coste ioniche calabresi.

Da domani, quindi, si registrerà un leggero miglioramento al Nordest, mentre al centro sono previsti rovesci e temporali. Analoga situazione anche sulle coste ioniche di Sicilia e Calabria.

 

Buone notizie, invece, per quanto riguarda le temperature. Grazie ai venti meridionali, infatti, la colonnina di mercurio salirà gradualmente attestandosi di qualche grado sopra la media stagionale.

 

 

In arrivo un inverno freddissimo, previsti tanta neve e forti gelate

Quello che sta per arrivare sarà un inverno freddissimo, caratterizzato da piogge, abbondanti nevicate e forti gelate. Gli esperti del sito web “ilmeteo.it” che hanno elaborato le proiezioni non sembrano avere dubbi.

Le zone più colpite dovrebbero essere, ovviamente, quelle centro settentrionali. La neve, però, non dovrebbe risparmiare neppure la parte meridionale del Paese. Regioni come Campania e Puglia potrebbero essere, infatti, tra le più bersagliate nel corso della stagione più fredda dell’anno.

 Ovviamente, fanno sapere, gli studiosi: "Si tratta di proiezioni di massima, mirate a individuare le linee guida stagionali”.  Non si tratta, quindi, di una previsione vera e propria, tuttavia alcune indicazioni sembrano essere sufficientemente attendibili.

 Nel corso dei mesi invernali, infatti, pare piuttosto probabile che sulla Penisola possano abbattersi correnti di aria fredda provenienti sia da oriente che da occidente. I canali da cui dovrebbe arrivare il freddo sono, da una parte, quello francese, dall’altro quello balcanico.

 Quasi sicuramente, in diverse occasioni, il sopraggiungere di queste correnti determinerà “ nevicate a quote basse o medio basse, in particolare al centro-nord e fino alla Campania e Nord Puglia".

 Sulle rimanenti regioni meridionali, le precipitazioni dovrebbero essere meno significative, anche se le “fasi più fredde e nevose” faranno sentire i loro effetti lungo tutto l’Appennino.

 Secondo le ultime previsioni, pare che la prima vera ondata di freddo dovrebbe arrivare tra fine Novembre e la prima decade di Dicembre.

Meteo: temporali in arrivo su tutta la Calabria

Una perturbazione proveniente dal Mar Mediterraneo occidentale raggiungerà l'Italia nella notte a cavallo tra oggi e domani. Ne conseguirà una situazione di marcata instabilità sui versanti tirrenici centro-meridionali, in particolare su Calabria e Sicilia. È quanto comunica la Protezione civile che, sulla scorta delle previsioni disponibili, ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, fa sapere il Dipartimento in un comunucato, "impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche". In particolare, a partire dalla mattinata di domani si verificheranno "precipitazioni temporalesche sulla Sicilia, in estensione alla Calabria, specie sui versanti tirrenici di entrambe le regioni. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per domani allerta gialla su Sicilia, Calabria e Puglia meridionale".

Sottoscrivi questo feed RSS