Serre: in arrivo freddo e temporali, ecco quando

"Graduale cambio di scenario meteo nel corso della settimana. Le umide correnti meridionali saranno sostituite a quelle più fredde dal Nord Europa al seguito di una perturbazione in veloce transito sulla Penisola in avvio di settimana". È quanto prevedono gli esperti di 3bmeteo.com per i quali, nel corso della settimana che sta per arrivare, le temperature scenderanno sotto la media "del periodo anche di 6-8°C". Una perturbazione, in arrivo dalla Scandinavia, investirà l'Italia a partire da martedì 4, quando " Veloci acquazzoni e qualche temporale interesseranno Romagna, Marche, Umbria, Toscana interna, Abruzzo e Molise. Fenomeni in successiva estensione ad interne di Campania, Lazio e Puglia. Più soleggiato altrove. Rinforza la Bora, calo termico dalla sera sui versanti adriatici". Nel corso della settimana, la corrente di aria fedda si sposterà lentamente verso le regioni meridionali che, venerdì, saranno investite da temperature autunnali. Per quanto riguarda le Serre, la prossima settimana sarà caratterizzata da rovesci e piogge. A partire da martedì, la colonnina di mercurio si attesterà costantemente sotto i 20°C. Per la giornata di venerdì sono previsti "26mm di pioggia" con "rovesci anche a carattere temporalesco. Durante la giornata la temperatura massima registrata sarà di 18°C, la minima di 15°C, lo zero termico si attesterà a 3750 m. I venti saranno al mattino moderati e proverranno da Sud-Sudest, al pomeriggio moderati e proverranno da Sud-Sudest. Allerte meteo previste: pioggia".

 

 

Meteo: temporale in arrivo sulle Serre, ecco quando

Il primo fine settimana dell'autunno astronomico porterà nubifragi su Calabria, Sicilia e Sardegna. Secondo le previsioni formulate dagli esperti de ilmeteo.it, nel pomeriggio di oggi le prime piogge interesseranno la Sicilia orientale. A partire da domani e fino a domenica, invece, "l'alta pressione delle Azzorre tenterà di conquistare il Paese, e nel frattempo una bassa pressione Nordafricana interesserà le due isole maggiori e parte della Calabria". Per la giornata di sabato, le precipitazioni dovrebbero interessare "il Cuneese e Torinese, il Reatino, la Sardegna, la Sicilia centro-orientale e il Reggino, anche con fenomeni temporaleschi". Domenica la situazione peggiorerà soprattutto al sud. " Temporali diffusi", con possibili nubifragi e locali grandinate, sono previsti, infatti, nel Reggino, in Sicilia e Sardegna centrale e meridionale. Sulle Serre le piogge dovrebbero fare la loro comparsa a partire dal primo pomeriggio di domani. Deboli precipitazioni anche nella giornata di domenica, mentre intorno alle 17 di lunedì dovrebbe abbattersi un vero e proprio temporale. Il sole ritornerà a splendere a partire da martedì 27.

Ferragosto: sole su tutta la Calabria, aria fresca sulle Serre

Ferragosto all'insegna del bel tempo su tutta la Calabria. Il ritorno dell'alta pressione garantirà tempo in prevalenza stabile e caldo. Su tutta la regione splenderà il sole, sia al mare che in montagna. Le temperature saranno in aumento con caldo pienamente estivo, ma senza particolari eccessi. Le massime spazieranno mediamente tra i 28°C ed i 32°C. Temperatura più fresca sulle Serre dove la massima non supererà i 26°. Quella di domani dovrebbe essere una giornata tutto sommato tranquilla, anche, sulle strade calabresi. Come indicato da Autostrade italiane, complice il blocco del traffico ai mezzi pesanti, previsto per oggi e domani dalle 8 alle 22, non ci sarà il classico bollino nero su strade e autostrade. In attesa del controesodo, quindi, la circolazione veicolare non dovrebbe subire rallentamenti in autostrada, tantomeno sulle arterie secondarie.

Serre, meteo: in arrivo ondata di caldo africano, ecco i giorni da bollino rosso

Caldo africano in arrivo. Secondo le previsioni formulate dagli esperti di 3bmeteo.com, la colonnina di mercurio inizierà a salire a partire da venerdì prossimo, quando una massa d'aria calda provenienete dal Nord Africa si abbatterà sull'Italia. "Gran parte d'Italia risentirà degli effetti del flusso caldo e secco proveniente dal Sahara". Le regioni dove l'afa ed il caldo faranno sentire maggiormente i loro effetti saranno quelle centro-meridionali. "L'apice sarà raggiunto tra sabato e domenica. Il caldo si farà sentire soprattutto nelle zone lontane dal mare ed in particolare in regioni come Toscana, Lazio, Umbria, Sicilia, Calabria,Puglia e Basilicata con picchi di 35-37°C, anche superiori in Sardegna e prossimi anche ai 40°C". Temperature in aumento anche al Nord "con massime comprese tra 32 e 35°C qualche punta superiore sulla Valpadana, specie in Emilia". A partire da lunedì, la corrente d'aria calda inizierà ad attenuarsi, ma solo sull'Italia settentrionale. Nelle regioni del centro-sud, invece, per buona parte della prossima settimana continueranno ad imperversare caldo ed afa. Per quanto riguarda l'area delle Serre, la temperatura inizierà a salire a partire da venerdì. Fino a domenica, la colonnina di mercurio dovrebbe attestarsi intorno ai 30°. Giornate da bollino rosso, lunedì 1 e mercoledì 3 agosto, quando sono previste temperature poco al di sotto dei 35°.

Italia: nel 2015 caldo record, la temperatura è aumentata di 1,5°

Caldo record nel 2015 per l’Italia dove, a livello annuale, la temperatura media è aumentata di 1.58 gradi centigradi.  Ancor più evidente l’aumento nel periodo estivo, quando è stato registrato un +2.53°. E’ quanto emerge dal rapporto,  “Gli indicatori del clima in Italia”, redatto dal'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale. Tutti i mesi del 2015 sono stati più caldi della norma, ad eccezione di settembre al nord e febbraio al sud e sulle isole. I mesi in cui è stato registrato lo scarto maggiore rispetto ai valori normali, sono stati luglio (oltre 4° in più al nord ed al centro e quasi 3° al sud), novembre e dicembre. Le aree geografiche dove si sono verificati gli aumenti maggiori sono il nord (+2.07°) ed il centro (+1.70°). Più contenuto, invece, l’aumento al sud e nelle isole dove lo scostamento medio è stato +1.28°. Il mese meno caldo, rispetto alla norma, è stato settembre al nord (-0.11°), febbraio al centro (+0.36°) e al sud e sulle isole (-0.55°). In aumento anche la temperatura dei mari italiani, tanto che il 2015 è stato l'anno più caldo dell'ultimo mezzo secolo. Oltre all’aumento delle temperature medie, nel suo rapporto l'Ispra evidenzia un preoccupante calo (-13%) delle le precipitazioni ed un aumento delle cosiddette “bombe d’acqua”

Meteo, arriva "Scipio": nelle Serre le temperature supereranno i 30°

Caldo torrido, a partire dai prossimi giorni quando sulle regioni dell'Italia centro meridionale si abbatterà l'anticiclone africano "Scipio" che farà schizzare la colonnina di mercurio ben oltre le medie stagionali. Mentre al Nord imperveserà, ancora, qualche rovescio temporalesco determinato dalle instabili correnti atlantiche, sulla parte restante del Belpaese arriverà "Scipio" che, secondo gli esperti de Ilmeteo.it, " come un elmo andrà a coprire il Centro-Sud della Penisola". L'ondata di caldo inzierà a fare sentire i suoi effetti a partire da mercoleì 15, quando l'alta pressione africana porterà le temperature tra i 30/34°. Giovedì, invece, sono previste temperature medie intorno ai 35°/38°, con punte fino a 40/42° in Sicilia, Calabria e Puglia. Giornate da bollino rosso anche nell'area delle Serre dove, tra giovedì e domenica, la massima si attesterà tra i 33° ed i 34°.

Meteo: ancora pioggia sulle Serre, ma domenica arriverà l'estate

Vento e temporali. Questo lo scenario prefigurato per la giornata di domani e dopodomani dagli esperti de ilmeteo.it. Secondo i metereologi, "l'alta pressione delle Azzorre sta cercando di avanzare verso l'Italia, il suo avvicinamento e il contemporaneo allontanamento del ciclone Poppea attiverà venti di tramontata che porteranno ancora dell'instabilità". A partire da oggi " una veloce bassa pressione dal Regno Unito si fionderà verso l'Italia e la attraverserà tutta da Nordovest verso Sudest, seminando temporali sulla Penisola". Da domani, poi, il tempo peggiorerà "velocemente al Nord e Toscana con temporali violenti che si sposteranno gradualmente verso il resto del Centro e nella giornata di Venerdì al Sud. Fenomeni anche con grandine e possibili improvvise raffiche di vento molto forti".  Sulle Serre, invece, la pioggia farà sentire i suoi effetti fino a sabato, mentre a partire da domenica, le temperature inizieranno a salire fino a raggiungere valori quasi estivi.

Sarà un'estate rovente, le temperature toccheranno i 47°

La prossima sarà un estate rovente. Non hanno dubbi gli esperti de ilmeteo.it, per i quali quella del 2016 sarà un'estate caratterizzata da "temperature sopra la media del periodo di circa 1-2 gradi su tutta Italia, con l'incubo siccità dietro l'angolo". In particolare, sono previste "frequenti ondate di caldo africano, col ritorno in grande stile del potente Caronte, Cerbero e Minosse". La colonnina di mercurio dovrebbe superare di 1-2 gradi la media stagionale soprattutto ad agosto, quando l'intera Penisola dovrebbe fare i conti anche con la siccità. Il fenomeno, particolarmente accentuato al Sud, dovrebbe attenuarsi a partire dalla prima settimana di settembre. "Naturalmente - avvertono gli esperti de il meteo.it-  quando si parla di previsioni stagionali si guarda subito alla distanza temporale. D'altronde ci si chiede spesso: 'Talvolta si sbaglia la previsione a due giorni, e si vuole indovinare quella a due/tre mesi?'. Ma quella che abbiamo proposto è solamente una tendenza, quindi non una certezza. E' soltanto da considerare, non certo da ritenere oro colato".

Sottoscrivi questo feed RSS