Coronavirus, tre persone in quarantena a Mongiana

Tre persone sono state poste in quarantena, con altrettante ordinanze emesse ieri mattina, dal sindaco di Mongiana Francesco Angilletta.

Le “misure profilattiche contro la diffusione della malattia infettiva Covid-19”, sono state adottate a carico di tre abitanti del borgo delle Ferriere che hanno comunicato al Comune di essere rientrati in Calabria da fuori regione.

Le ordinanze prescrivono ai destinatari “l’isolamento domiciliare per quattordici giorni dalla data del rientro”.

Coronavirus, Serre: parte la raccolta fondi per l'ospedale San Bruno e la protezione civile di Fabrizia e Mongiana

Il gruppo di Protesta contro l’abbandono assoluto dei paesi delle Serre ha avviato una raccolta fondi per aiutare l’ospedale di Serra San Bruno e la Protezione civile di Fabrizia e Mongiana.

Le donazioni saranno impiegate per acquistare dispositivi di protezione individuale a favore della Protezione civile e dell’ospedale di Serra San Bruno.

Per effettuare una donazione clicca su: https://www.gofundme.com/f/emergenza-cv19?utm_source=customer&utm_medium=copy_link-tip&utm_campaign=p_cp+share-sheet&fbclid=IwAR2O_5ZtXwUj-LdahqrVFCTlSrZ68FU_kJgXUmrbLju4eeR1-cI2MMlm02A

Sorpreso a tagliare un faggio, denunciato 63enne di Fabrizia

Un 63, M.F., di Fabrizia è stato denunciato per tentato furto aggravato.

La denuncia è scattata dopo che i carabinieri forestali di Mongiana hanno sorpreso l’uomo intento a depezzare un faggio appena tagliato, in località “Via Grande-Spirricaso”, nella Riserva naturale “Marchesale”, nel comune di Arena.

Dopo aver bloccato l’uomo, cui è stata sequestrata la motosega utilizzata per effettuare il taglio, i militari hanno proceduto alla denuncia per tentato furto aggravato di legna, danneggiamento del bosco e violazione alla normativa paesaggistico-ambientale.

La legna oggetto del reato è stata presa in consegna dal Reparto carabinieri biodiversità di Mongiana, che gestisce la riserva “Marchesale”.

  • Pubblicato in Cronaca

Viabilità nelle Serre, segnali incoraggianti dal vertice in prefettura

Si è svolta oggi presso la Prefettura di Vibo Valentia, una riunione relativa alla problematica della viabilità nel territorio delle Serre vibonesi. L’incontro, seguito ai due precedenti tenutisi nei giorni 7 e 28 agosto scorsi, è servito per definire lo stato dell’attività ad oggi svolta dagli enti a suo tempo coinvolti (Regione Calabria, amministrazione provinciale, Anas, Calabria Verde, Consorzio di bonifica, Parco regionale naturale delle serre). Alla riunione, come già avvenuto nelle precedenti, hanno partecipato i rappresentanti degli enti, i sindaci di Fabrizia, Mongiana, Nardodipace ed i rappresentanti di alcuni comitati spontanei di cittadini.

“Nel corso dell’incontro – si legge nel resoconto della riunione - si è preso atto, in particolare, del prosieguo dei lavori di manutenzione straordinaria, da parte della Provincia, sulla S.P.n.9.  I medesimi lavori, resi possibili attraverso le somme, corrispondenti ad 135 mila euro, provenienti da economie di lavori precedenti, risultano ad oggi in fase di conclusione.

Per quanto riguarda, invece, la S.P. n. 58, è in corso, sempre da parte dell’Amministrazione provinciale, la redazione di un progetto per complessivi  300 mila i cui lavori saranno presumibilmente appaltati nei primi mesi dell’anno 2020.

Confermato, inoltre, per la strada ex. 110, assegnata per la sola gestione all’ANAS, l’investimento, da parte del predetto Ente, nell’ambito del complessivo finanziamento di 15 milioni di euro disposto per la medesima strada, di 500 mila euro per interventi di manutenzione ricorrenti, pronto intervento ed emergenza su tutta la tratta ricadente nella provincia di Vibo Valentia, dal bivio Angitola al confine provinciale.

Il rappresentante della Regione Calabria, pur evidenziando la mancanza di competenza dell’ente nella manutenzione delle strade, ribadisce la disponibilità dell’ente stesso a supportare economicamente eventuali progetti al riguardo presentati dall’amministrazione provinciale. 

L’Azienda Calabria Verde e il Consorzio di bonifica Terreno Vibonese hanno entrambi ribadito la consueta e già sperimentata disponibilità a fornire il loro supporto, su richiesta dei comuni interessati e nell’ambito di specifiche convenzioni con gli stessi, ai fini della manutenzione della viabilità urbana ed extraurbana,mediante lavori, tra l’altro, di pulizia delle cunette, di sfalciamento dell’erba ai bordi delle strade, nonché di rimozione di detriti conseguenti a frane di piccole dimensioni.

 Il commissario del Parco naturale regionale delle Serre ha riferito di aver ricevuto da parte della Regione Calabria il finanziamento di 680 mila euro per la realizzazione di una ciclovia che da Fabrizia porta a Chiaravalle Centrale e che il 20 per cento di tale somma potrà essere utilizzato già entro la fine del corrente mese, ai fini della realizzazione di lavori riguardanti, in particolare, la segnaletica e il ripristino del manto bituminoso.

I sindaci dei comuni di Fabrizia, Mongiana e Nardodipace, nel dare atto dell’importanza del tavolo tecnico costituto dal prefetto, hanno dichiarato la propria soddisfazione per i risultati finora conseguiti e per le iniziative intraprese dai competenti organi allo scopo di migliorare ulteriormente la situazione della viabilità.

I Comitati hanno auspicato la soluzione dei problemi legati allo stato di precarietà delle strade”.

  • Pubblicato in Politica

Mongiana: cade nel bosco e si frattura la caviglia, soccorso dai carabinieri forestali

Evento a lieto fine per L.R.P.P., dipendente della Regione Calabria che, ieri mattina, dopo aver lasciato l’auto in località Benestare del Comune di Mongiana, si è inoltrato  nella vallata del fiume Allaro per eseguire dei rilievi.

Lungo il tragitto ha perso l'equilibrio ed è caduto, procurandosi un infortunio alla caviglia che lo ha immobilizzato.

L'uomo ha quindi chiesto aiuto alla sala operativa della Compagnia di Serra San Bruno che, a sua volta, ha allertato gli uomini della locale Stazione carabinieri forestale.

I militari sono quindi riusciti a rintracciare e soccorrere il malcapitato, il quale una volta trasportato a Mongiana è stato affidato alle cure dei sanitari del 118 che hanno riscontrato la frattura della caviglia sinistra.

  • Pubblicato in Cronaca

Serre, viabilità: i sindaci di Fabrizia, Nardodipace e Mongiana chiedono un incontro con Oliverio

Un incontro con il presidente della Regione Calabria per discutere un piano d’interventi volto alla sistemazione e messa in sicurezza della viabilità delle Serre Vibonesi.

E’ quanto hanno chiesto i sindaci di Fabrizia, Francesco Fazio; Nardodipace, Antonio Demasi e Mongiana, Francesco Angilletta, in seguito al colloquio avuto ieri in prefettura, in presenza del presidente della Provincia di Vibo Valentia, Salvatore Solano dei rappresentanti di Regione, Anas, Calabria Verde, Consorzio di bonifica e dei comitati “Indignati speciali” e “Protesta per l’abbandono assoluto delle Serre”.

  • Pubblicato in Politica

Mongiana, grande successo di pubblico per il MuFar e le Reali fonderie borboniche

I siti di archeologia industriale affidati alla gestione del Parco Naturale Regionale delle Serre, MuFar e Reali Fonderie Borboniche, hanno riscontrato, nel corso dei mesi estivi, una  notevole affluenza in termini di visitatori. Il Museo della Fabbrica d’Armi e le Fonderie Borboniche, recentemente inaugurate, sono stati ammirati da un grande pubblico di turisti e semplici visitatori che non conoscevano la ricchezza e la bellezza di uno dei patrimoni più importanti del Meridione. La trama narrativa del Museo e la possibilità di visitare le antiche Fonderie hanno immerso il visitatore in un viaggio immaginario nella storia e nella cultura a cavallo tra il 1771 e il 1875. Vedere come veniva lavorato il ferro, come vivevano gli operai, riscoprire antichi suoni e la quotidianità di quel tempo: questo è stato possibile grazie ad un lavoro sinergico col Parco delle Serre  che ha implementato i servizi del museo diffuso di cui fa parte tutto il paese delle Reali Ferriere, dove ogni casa, ogni elemento sono tessere di un domino che ha come minimo comune denominatore la riscoperta della storia di quello che, per un certo periodo di tempo, rappresentò uno dei polo siderurgici di produzione bellica e civile più importanti in ambito europeo. MuFar e Fonderie Borboniche sono a disposizione di turisti e visitatori che vorranno tuffarsi nel passato e vivere una esperienza unica, a contatto con i secoli e la vita di uno dei periodi storici più affascinati e maggiormente controversi della Storia d’Italia.

Viva soddisfazione è stata espressa dal Commissario straordinario dell’Ente di tutela ambientale Giuseppe Pellegrino commentando i risultati del primo periodo di gestione dei siti di archeologia industriale: « Il grande successo di pubblico al museo e ai siti archeologici è un risultato straordinario che ricorda quanto il patrimonio culturale, insieme a quello naturalistico,  costituisca un aspetto fondamentale per il l’Area protetta della Regione Calabria.  La grande affluenza di visitatori è un dato che premia il lavoro fatto in questi mesi ed è sicuramente un segno di uno sviluppo futuro positivo volto ad una ulteriore valorizzazione che vedrà, tra le altere cose, una serie di iniziative di grande qualità».

Nate nel 1771 sotto il regno di Ferdinando IV di Borbone, ma entrate a regime dieci anni dopo, le ferriere di Mongiana furono prevalentemente adibite alla produzione bellica e attive nel campo dell’ingegneria civile. Dai loro altiforni, infatti, uscirono i ponti sospesi di ferro sui fiumi Garigliano e Cadore (i primi nella Penisola, 1825-28), così come pure le rotaie della prima tratta ferroviaria italiana Napoli-Portici (1839).

Mongiana, tutto pronto per l'inaugurazione del sito archeologico delle Reali ferriere

Si svolgerà a partire dalle 17,30 di domani (31 luglio) l’inaugurazione del sito archeologico delle Reali ferriere borboniche di Mongiana.

All’iniziativa prenderanno parte: il presidente della Giunta regionale Mario Oliverio; il vescovo della diocesi metropolita di Catanzaro – Squillare, monsignor Vincenzo Bertolone; il commissario del Parco naturale regionale delle Serre, Giuseppe Pellegrino; il sindaco di Mongiana, Francesco Angilletta e l’esperto in archeologia industriale, Danilo Franco.

Con la cerimonia inaugurale, il sito archeologico diventerà quindi pienamente fruibile per visitatori e turisti.

Sottoscrivi questo feed RSS