Mongiana, il sottosegretario Orrico visita la fonderia e la fabbrica d’armi

Mongiana e il patrimonio di archeologia industriale che conserva hanno fatto da palcoscenico alla visita istituzionale del sottosegretario ai Beni culturali On. Anna Laura Orrico.

Ad accoglierla, il sindaco di Mongiana Francesco Angilletta, il commissario del Parco delle Serre Giovanni Aramini e il direttore del Parco Francesco Pititto.

La visita è iniziata dai locali del Mufar (Museo della Fabbrica d'Armi) dove il professor Danilo Franco ha illustrato al sottosegretario la storia di Mongiana e l'evoluzione della siderurgia nel comprensorio che affonda le radici nella notte dei tempi. Vivo l'interesse del sottosegretario nell'apprendere non tanto il trascorso industriale di un'area, ma il constatare come i paesi attori in passato di tali attività industriali, oggi facciano rete tra di loro per riscoprire e riproporre in chiave culturale e turistica i beni di archeologia industriale presenti su territorio. La visita è proseguita nella fonderia, dove è stato eseguito negli ultimi anni, il più grande scavo archeologico in Europa, tendente a fare emergere dall'oblio un antico complesso industriale. Il sottosegretario, visibilmente compiaciuta ed emozionata, nell'osservare "una cattedrale del lavoro", ha ascoltato con interesse le spiegazioni date e si è rammaricata nell'apprendere come ancora oggi l'archeologia industriale calabrese stenti a farsi conoscere nel resto del mondo per mancanza di una forte azione di marketing e ha auspicato che il Mufar entri presto  a far parte del Polo Museale Regionale. Solo così si potrà incidere maggiormente nell'inserire Mongiana e il circondario nei flussi turistici nazionali per consentire a tutti di riscoprire una nuova storia della Calabria e per attivare dalla cultura una notevole ricaduta economica. 

“C’è un patrimonio archeologico industriale da riscoprire e rilanciare nel nostro Paese - ha dichiarato il sottosegretario Orrico - , la Calabria è fra le regioni italiane più ricche in questo senso con siti, come quello del complesso siderurgico borbonico delle Reali ferriere ed Officine di Mongiana, di cui ho molto apprezzato il lavoro di conservazione e valorizzazione, che sono degli autentici tesori. Operando su queste tematiche, oltre a recuperare la nostra storia, si creano, fra l'altro, occasioni di crescita economica. Bisogna insistere sulla promozione, sulla narrazione di queste unicità soprattutto alle giovani generazioni ed a quella fetta di turismo, crescente, di nuovi viaggiatori, che vogliono immergersi nei territori per scoprirne la cultura a più ampio spettro. L'altro imperativo, a mio avviso, è fare rete in modo che una porzione di Calabria con così tante potenzialità come le Serre possa divenire sempre più attrattiva da un punto di vista sia turistico che culturale".

"Mongiana - ha affermato il sindaco Angilletta - ha avuto l'onore e il piacere di ricevere in visita istituzionale il sottosegretario ai Beni culturali, onorevole Anna Laura Orrico. L'attenzione del Governo, rivolta al nostro bellissimo paese, ci fa guardare al futuro con speranzosa fiducia, per poter intraprendere un percorso di sviluppo socioeconomico, che possa dare respiro alla nostra comunità. I suggerimenti da parte dell'onorevole Orrico per la valorizzazione dei beni presenti a Mongiana, daranno spunto a diverse valutazioni che l'amministrazione certamente tenterà di mettere in pratica.”

Il commissario del Parco Aramini ha invece evidenziato come il Museo delle Ferriere, gestito dal Parco, costituisca un attrattore turistico di elevata valenza storico-culturale. “Un elemento che rientra a pieno titolo nella strategia di valorizzazione dell’intero territorio del Parco delle Serre – ha spiegato - e che intende porre come obiettivo centrale del suo mandato. Una strategia che mira ad interconnettere il grande patrimonio naturalistico con quello storico-culturale ed archeologico che il territorio esprime.  Una visione d’insieme che va dalla zona umida dell’Angitola al bosco  dell’Archiforo, alle cascate di Bivongi, al Museo delle Ferriere, a Villa Vittoria, alla Ferdinandea, al Castello di Arena, alla Cattedrale di Stilo, per finire alla Certosa di Serra San Bruno. Il Parco è tutto questo e molto altro! Ma è convinzione che il Parco giocherà il suo futuro scommettendo nella propria capacità di guardare alla costa tirrenica e a quella ionica, da Tropea a Pizzo e da Caulonia a Soverato, rafforzando le sinergia fra i diversi territori della Calabria centrale. Un modo concreto per destagionalizzare il turismo calabrese, attualmente incentrato quasi esclusivamente su quello balneare. Anche la ciclovia dei parchi – ha concluso - attualmente in fase di avanzata realizzazione, aiuterà Mongiana ed il suo straordinario museo delle Ferriere ad avere la giusta visibilità da parte di quel turismo lento e consapevole che vuole scoprire il vero volto delle aree interne del nostro territori”.

 

  • Pubblicato in Cultura

A Mongiana la notte bianca della biodiversità

In continuità con quanto avvenuto negli scorsi anni, il Raggruppamento carabinieri biodiversità di Roma ha organizzato l'evento nazionale "Notte bianca della biodiversità".
 
La manifestazione, dedicata alla scoperta delle Riserve naturali e delle specie animali notturne presenti nell'ambito dei 28 Reparti carabinieri biodiversità, si svolgerà in orario serale.
 
Per la provincia di Vibo Valentia è prevista l'apertura della Riserva naturale biogenetica "Cropani Micone" di Mongiana.
 
Via libera, dunque, a una tranquilla passeggiata in una Riserva in orario serale, il tutto per scoprire, capire, orientarsi come gli esseri viventi che si muovono di notte.
 
Senza le luci ed i rumori tipici della quotidianità, sarà possibile scoprire un universo infinitamente vario, fatto di insetti, piccole e invisibili presenze, animali della notte, stelle e costellazioni.
 
Questo il programma:
 
ore 21.00 accoglienza dei partecipanti allingresso del centro visite Villa Vittoria
ore 21.30 in Foresta lungo il fiume Allaro, per ascoltare i suoni del Bosco e capire come si orientano gli animali di notte, individuare piante e animali al buio
ore 22.00 alla ricerca di presenze
ore 23.00 Occhi al Cielo: osservazione delle costellazioni
ore 24.00 fine attività con messaggio finale
 

 

  • Pubblicato in Cultura

Costruzione di una ciclovia che attraversa i comuni di Fabrizia, Mongiana e Nardodipace: se ne parlerà venerdì prossimo

«Un appuntamento di incontro e di confronto istituzionale tra la Provincia di Vibo Valentia, i Comuni di Fabrizia, Mongiana e Nardodipace, e i Parchi naturali regionali delle Serre e dell’Aspromonte, al fine di coordinare assieme e definire, al meglio, gli interventi previsti, a vario titolo, per la costruzione di una ciclovia, che si sviluppa lungo la strada provinciale n. 94. In particolare nel tratto che partendo dai confini con il Parco naturale dell’Aspromonte, attraversa Fabrizia, passa per Mongiana e giunge fino a Nardodipace».

Questo l’intento cardine della riunione che si terrà, venerdì prossimo, 12 giugno, nella sede della Provincia di Vibo Valentia. Ad annunciarlo il vicepresidente dell’Ente intermedio vibonese Domenico Anello, che d’intesa con il presidente, Salvatore Solano, ha promosso l’iniziativa.

«L’incontro verterà sulla viabilità stradale lungo la SP 94, - ha evidenziato Domenico Anello - in particolare ci si soffermerà sugli interventi collegati alla realizzazione di una Ciclovia (finanziata con i fondi del POR Calabria 2014/2020), il cui avvio dei lavori è imminente, e comporterà anche il ripristino della percorribilità dell’importante arteria provinciale e il rinnovo della segnaletica».

All’iniziativa, presieduta dal presidente Salvatore Solano, oltre ad Anello è prevista la presenza del sindaco di Fabrizia, Francesco Fazio, di Mongiana, Francesco Angilletta, di Nardodipace, Antonio De Masi, del direttore del Parco naturale delle Serre, Francesco Pititto, del Responsabile unico del procedimento che segue i lavori della Ciclovia per il Parco naturale dell’Aspromonte, Silvia Lottero e del consigliere provinciale, Matteo Umbro.

Coronavirus, tre persone in quarantena a Mongiana

Tre persone sono state poste in quarantena, con altrettante ordinanze emesse ieri mattina, dal sindaco di Mongiana Francesco Angilletta.

Le “misure profilattiche contro la diffusione della malattia infettiva Covid-19”, sono state adottate a carico di tre abitanti del borgo delle Ferriere che hanno comunicato al Comune di essere rientrati in Calabria da fuori regione.

Le ordinanze prescrivono ai destinatari “l’isolamento domiciliare per quattordici giorni dalla data del rientro”.

Coronavirus, Serre: parte la raccolta fondi per l'ospedale San Bruno e la protezione civile di Fabrizia e Mongiana

Il gruppo di Protesta contro l’abbandono assoluto dei paesi delle Serre ha avviato una raccolta fondi per aiutare l’ospedale di Serra San Bruno e la Protezione civile di Fabrizia e Mongiana.

Le donazioni saranno impiegate per acquistare dispositivi di protezione individuale a favore della Protezione civile e dell’ospedale di Serra San Bruno.

Per effettuare una donazione clicca su: https://www.gofundme.com/f/emergenza-cv19?utm_source=customer&utm_medium=copy_link-tip&utm_campaign=p_cp+share-sheet&fbclid=IwAR2O_5ZtXwUj-LdahqrVFCTlSrZ68FU_kJgXUmrbLju4eeR1-cI2MMlm02A

Sorpreso a tagliare un faggio, denunciato 63enne di Fabrizia

Un 63, M.F., di Fabrizia è stato denunciato per tentato furto aggravato.

La denuncia è scattata dopo che i carabinieri forestali di Mongiana hanno sorpreso l’uomo intento a depezzare un faggio appena tagliato, in località “Via Grande-Spirricaso”, nella Riserva naturale “Marchesale”, nel comune di Arena.

Dopo aver bloccato l’uomo, cui è stata sequestrata la motosega utilizzata per effettuare il taglio, i militari hanno proceduto alla denuncia per tentato furto aggravato di legna, danneggiamento del bosco e violazione alla normativa paesaggistico-ambientale.

La legna oggetto del reato è stata presa in consegna dal Reparto carabinieri biodiversità di Mongiana, che gestisce la riserva “Marchesale”.

  • Pubblicato in Cronaca

Viabilità nelle Serre, segnali incoraggianti dal vertice in prefettura

Si è svolta oggi presso la Prefettura di Vibo Valentia, una riunione relativa alla problematica della viabilità nel territorio delle Serre vibonesi. L’incontro, seguito ai due precedenti tenutisi nei giorni 7 e 28 agosto scorsi, è servito per definire lo stato dell’attività ad oggi svolta dagli enti a suo tempo coinvolti (Regione Calabria, amministrazione provinciale, Anas, Calabria Verde, Consorzio di bonifica, Parco regionale naturale delle serre). Alla riunione, come già avvenuto nelle precedenti, hanno partecipato i rappresentanti degli enti, i sindaci di Fabrizia, Mongiana, Nardodipace ed i rappresentanti di alcuni comitati spontanei di cittadini.

“Nel corso dell’incontro – si legge nel resoconto della riunione - si è preso atto, in particolare, del prosieguo dei lavori di manutenzione straordinaria, da parte della Provincia, sulla S.P.n.9.  I medesimi lavori, resi possibili attraverso le somme, corrispondenti ad 135 mila euro, provenienti da economie di lavori precedenti, risultano ad oggi in fase di conclusione.

Per quanto riguarda, invece, la S.P. n. 58, è in corso, sempre da parte dell’Amministrazione provinciale, la redazione di un progetto per complessivi  300 mila i cui lavori saranno presumibilmente appaltati nei primi mesi dell’anno 2020.

Confermato, inoltre, per la strada ex. 110, assegnata per la sola gestione all’ANAS, l’investimento, da parte del predetto Ente, nell’ambito del complessivo finanziamento di 15 milioni di euro disposto per la medesima strada, di 500 mila euro per interventi di manutenzione ricorrenti, pronto intervento ed emergenza su tutta la tratta ricadente nella provincia di Vibo Valentia, dal bivio Angitola al confine provinciale.

Il rappresentante della Regione Calabria, pur evidenziando la mancanza di competenza dell’ente nella manutenzione delle strade, ribadisce la disponibilità dell’ente stesso a supportare economicamente eventuali progetti al riguardo presentati dall’amministrazione provinciale. 

L’Azienda Calabria Verde e il Consorzio di bonifica Terreno Vibonese hanno entrambi ribadito la consueta e già sperimentata disponibilità a fornire il loro supporto, su richiesta dei comuni interessati e nell’ambito di specifiche convenzioni con gli stessi, ai fini della manutenzione della viabilità urbana ed extraurbana,mediante lavori, tra l’altro, di pulizia delle cunette, di sfalciamento dell’erba ai bordi delle strade, nonché di rimozione di detriti conseguenti a frane di piccole dimensioni.

 Il commissario del Parco naturale regionale delle Serre ha riferito di aver ricevuto da parte della Regione Calabria il finanziamento di 680 mila euro per la realizzazione di una ciclovia che da Fabrizia porta a Chiaravalle Centrale e che il 20 per cento di tale somma potrà essere utilizzato già entro la fine del corrente mese, ai fini della realizzazione di lavori riguardanti, in particolare, la segnaletica e il ripristino del manto bituminoso.

I sindaci dei comuni di Fabrizia, Mongiana e Nardodipace, nel dare atto dell’importanza del tavolo tecnico costituto dal prefetto, hanno dichiarato la propria soddisfazione per i risultati finora conseguiti e per le iniziative intraprese dai competenti organi allo scopo di migliorare ulteriormente la situazione della viabilità.

I Comitati hanno auspicato la soluzione dei problemi legati allo stato di precarietà delle strade”.

  • Pubblicato in Politica

Mongiana: cade nel bosco e si frattura la caviglia, soccorso dai carabinieri forestali

Evento a lieto fine per L.R.P.P., dipendente della Regione Calabria che, ieri mattina, dopo aver lasciato l’auto in località Benestare del Comune di Mongiana, si è inoltrato  nella vallata del fiume Allaro per eseguire dei rilievi.

Lungo il tragitto ha perso l'equilibrio ed è caduto, procurandosi un infortunio alla caviglia che lo ha immobilizzato.

L'uomo ha quindi chiesto aiuto alla sala operativa della Compagnia di Serra San Bruno che, a sua volta, ha allertato gli uomini della locale Stazione carabinieri forestale.

I militari sono quindi riusciti a rintracciare e soccorrere il malcapitato, il quale una volta trasportato a Mongiana è stato affidato alle cure dei sanitari del 118 che hanno riscontrato la frattura della caviglia sinistra.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS