Cosenza, il Pd attacca il sindaco Occhiuto: "fa cassa con multe ai cosentini"

Riceviamo e pubblichiamo
 
"Ben 5 milioni e 400 mila euro. È questa la cifra che il Comune incassa dalle multe fatte agli automobilisti e che viene riportata nella delibera di variazione del Bilancio del Comune di Cosenza, già approvata dalla Giunta e inserita in uno dei punti all’ordine del giorno del consiglio comunale che si terrà domani, 19 novembre.
Il sindaco Mario Occhiuto continua spregiudicatamente a fare cassa ricorrendo alle multe, chiudendo le strade cittadine con varchi Ztl poco visibili e ingannevoli. Già nell’ottobre del 2017 ci siamo opposti alle nuove Ztl e il primo cittadino, lo scorso mese di gennaio, dopo aver difeso fino all’ultimo le decisioni portate avanti sull’attivazione della Ztl e ribadito che le multe non potevano essere annullate, ha dovuto ammettere che erano stati commessi degli errori, confermando così la bontà della nostra battaglia. 
Dopo tutto questo però, ancora oggi, il Comune continua a usare questo escamotage per rimpinguare le casse comunali, colmare i debiti accumulati da una gestione dissennata. 
Con la chiusura di viale Mancini, le sanzioni sono aumentate in maniera esorbitante. Il nostro obiettivo non è quello di difendere gli automobilisti indisciplinati, ma abbiamo il dovere di tutelare chi, esasperato, spesso si trova costretto, magari a sua insaputa, a incorrere in errore. Cosenza è allo sbando, la città è invivibile, il traffico è diventato insopportabile, soprattutto nella zona di via Popilia, via Roma e via XIV Maggio. I lavori del Parco Urbano sono iniziati ma la viabilità alternativa che sarebbe servita a snellire il traffico non è stata realizzata, così come avevamo chiesto più volte insieme alla riapertura dei varchi Ztl per rendere più fluida la circolazione veicolare e colmare i disagi degli automobilisti.
Nel frattempo il sindaco Occhiuto applica una vera e propria “mattanza” nei confronti dei cosentini, con il solo obiettivo di fare cassa. Questo modo di amministrare la città non ci piace, e domani in consiglio comunale ci opporremo alla ratifica di questa delibera. Cosenza merita un altro modello di Governo che non può essere quello di mettere le mani nelle tasche dei cosentini, ma piuttosto avere una visione della città nel suo insieme, capace di essere motore di sviluppo e di traino per l’area urbana e l’intera provincia". 
 
Gruppo Pd – Comune Cosenza
  • Pubblicato in Politica

Controlli sulla Ss 106, multe a prostitute e clienti

Personale della Polizia di Stato appartenente al Reparto prevenzione crimine Calabria Settentrionale, coadiuvato da personale del commissariato di Rossano, ha effettuato controlli in alcune aree del territorio del comune di Corigliano ed in particolare sulla statale 106.

Nel corso dei servizi, sono state individuate in flagranza due ragazze straniere intente ad adescare clienti.

Ai clienti ed alle donne sono state elevate sanzioni pari a 500 euro. Gli agenti hanno sequestrato i veicoli nei quali le coppie si stavano intrattenendo.

Nel corso dei controlli, sono stati sequestrati, inoltre, un coltello a serramanico e un bastone in legno occultati in un lenzuolo e trasportati in macchina senza giustificato motivo.

Il possessore è stato deferito in stato di libertà.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS