Individuato il pirata della strada che ha travolto un pedone nel Vibonese

È stato individuato il pirata della strada che nella serata di ieri ha travolto un pedone di 62 anni, lungo la Statale 18, all’altezza della località Baracconi di Filandari (Vv).

Dopo l'impatto, l'automobilista si è dileguato lasciando la vittima sul selciato.

A prestare le prime cure al malcapitato, in attesa dell'arrivo dei sanitari del 118, sono stati i carabinieri della Stazione di Mileto e del Norm.

L'uomo è stato, quindi, trasferito, dapprima all’ospedale di Vibo Valentia, dove è stato stabilizzato e successivamente, al Pugliese di Catanzaro, dove tuttora versa in condizioni critiche.

Dal canto loro, i militari hanno avviato le ricerche del pirata della strada, ascoltando i testimoni ed acquisendo i filmati delle telecamere poste nelle vicinanze del luogo dell’impatto.

Ad incastrare l’automobilista è stato lo specchietto retrovisore rinvenuto sul luogo dell’incidente, che gli uomini dell'Arma hanno attribuito ad una Bmw serie 5 di colore grigio.

Una volta focalizzate le ricerche nel centro urbano di Mileto, i carabinieri hanno individuato il veicolo, nascosto nel garage di una casa.

Sulla vettura sarebbero stati individuati "evidenti segni dell’impatto" avvenuto poco prima.

Il proprietario dell'auto, C.F.A., di 31 anni è stato denunciato per i reati di lesioni stradali dolose ed omissione di soccorso.

Investe una donna e scappa, denunciato un 42enne

Ha quarantadue anni l’uomo indagato per aver investito a Rogliano (CS), lo scorso giovedì 7 dicembre, una donna di 74 anni. L’incidente era avvenuto nel cuore del centro abitato e, dopo l’investimento, l’automobilista si era dato alla fuga senza prestare alcun soccorso alla malcapitata. La donna, benché apparsa sin da subito non in pericolo di vita, era stata comunque trasportata d’urgenza dal personale del 118 presso il Pronto Soccorso dell’ospedale Annunziata di Cosenza, presso il quale è ancora ricoverata.

Gli immediati accertamenti della pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Rogliano, intervenuta nell’arco di pochissimi minuti su segnalazione di alcuni passanti, permettevano di concentrare le prime indagini nei confronti di un quarantaduenne del posto. In particolare, gli indizi raccolti dai militari sia nell’immediatezza sul luogo dell’incidente che a seguito di ulteriori verifiche, accertamenti tra i quali occorre ricordare l’acquisizione di alcuni filmati registrati dalle telecamere di un vicino esercizio commerciale, incrociate con le testimonianze dei passanti che avevano assistito al sinistro, hanno permesso di individuare l’autovettura coinvolta e di rintracciarne il conducente.

L’attività di indagine dei Carabinieri, condotta d’intesa con la Procura della Repubblica di Cosenza, ha consentito quindi di deferire in stato di libertà l’automobilista responsabile dell’incidente, al quale sono stati contestati i reati di lesioni personali colpose ed omissione di soccorso.

  • Pubblicato in Cronaca

Travolge un pedone e scappa, 21enne finisce in manette

Un nigeriano di 26 anni, ospite di un locale centro d’accoglienza straordinario, è rimasto vittima di un incidente stradale avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri a Camigliatello Silano (Cs).

Il giovane è stato travolto da un’auto pirata mentre passeggiava, in compagnia di alcuni connazionali, lungo il ciglio della strada.

Sul posto sono tempestivamente intervenuti i sanitari del 118, che hanno soccorso il ferito, trasportandolo al pronto soccorso dell’ospedale civile dell’Annunziata di Cosenza, dove è stato  ricoverato per una frattura scomposta di tibia e perone della gamba sinistra.

Contestualmente, i militari dell’Arma hanno avviato le indagini per cercare di risalire all’identità del pirata della strada.

Dopo aver rinvenuto sul luogo dell’incidente uno specchietto retrovisore, i carabinieri hanno avviato le ricerche che, grazie ad alcune telecamere di videosorveglianza, hanno  permesso di dare un nome dal conducente del veicolo.

A fugare ogni dubbio, il fatto che l’auto individuata fosse priva di uno dei due specchietti retrovisori.

Il conducente del veicolo, un 21enne neopatentato di Camigliatello Silano, ha quindi confessato di essere l’autore dell’incidente.

Sottoposto ad accertamenti alcolemici e tossicologici, il giovane è risultato positivo sia all’alcol che ai cannabinoidi.

Il ragazzo è stato, pertanto, arrestato con l’accusa di lesioni personali stradali, fuga a seguito di sinistro stradale, omissione di soccorso e per aver causato l’incidente stradale sotto l’influenza di alcol e sostanze stupefacenti.

Dopo le formalità di rito, il 21enne è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione a disposizione della Procura della Repubblica di Cosenza.

  • Pubblicato in Cronaca

Investe un ciclista e fugge senza soccorrerlo: rintracciato dalla Polizia

A seguito d’indagini scaturite da un incidente stradale avvenuto lo scorso 5 marzo, ieri la Polizia ha rintracciato l’uomo che, alla guida di un’auto, aveva travolto un ciclista 47enne mentre percorreva la via Nazionale, a Villa San Giovanni, in provincia di Reggio Calabria, omettendo di prestargli soccorso. La vittima è stata trasportata presso gli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria e curata con una prognosi di 7 giorni per ferite agli arti. Gli investigatori del Commissariato di Villa San Giovanni, dopo opportuni accertamenti, sono riusciti a risalire alla targa dell’autovettura che aveva provocato l’incidente, in uso a L.G. di 78 anni. All'uomo, denunciato all’Autorità Giudiziaria per il reato di cui all’art.189 del Codice della Strada,  è stata ritirata la patente di guida. 

Incidente mortale: un uomo è stato travolto e ucciso da un pirata della strada

Un uomo è morto dopo essere stato travolto da un pirata della strada dileguatosi lasciando perdere le proprie tracce. E' accaduto nella serata di sabato lungo via Messina, a Villa San Giovanni. La vittima, un senzatetto settantottenne originario di Gela, era insieme ad una seconda persona, che non ha avuto conseguenze, con la quale era diretto verso la struttura adibita ad accogliere coloro che non hanno un posto per dormire. Gli agenti della Polizia Stradale, effettuati gli accertamenti sul posto, stanno esaminando in queste ore le immagini registrate dalle telecamere presenti in zona per riuscire a risalire al responsabile. 

Sottoscrivi questo feed RSS