Sorpreso con una pistola e alcune dosi di droga, arrestato

I carabinieri della Stazione di Verzino (Kr) e del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Cirò Marina hanno tratto in arresto un 38enne di Pallagorio per detenzione illegale di armi e sostanza stupefacente.

In particolare, durante una perquisizione personale e locale, i militari hanno rinvenuto e sequestrato una pistola calibro 38 con 57 cartucce, 9 grammi di marijuana e una dose di cocaina.

Terminate le formalità di rito, l’arrestato è stato posto ai domiciliari.

  • Pubblicato in Cronaca

Bunker, pistola e munizioni rinvenuti nel Reggino

I carabinieri della Compagnia di Locri  e dello Squadrone “Cacciatori” di Calabria hanno passato al setaccio centri abitati e campagne, con perquisizioni e rastrellamenti, nelle zone impervie pre-aspromontane.

In particolare, a Ciminà, i militari, nel corso di una perquisizione a casa di un 40enne, hanno scoperto e sequestrato un bunker ricavato nel sottotetto, accessibile attraverso due botole murate di cui una ricavata in una credenza.

Nel corso dello stesso servizio, gli uomini dell'Arma hanno rinvenuto, in un terreno demaniale in località “Quarantena”, occultata in un tubo in plastica, una pistola Glock, circa 600 cartucce di diverso calibro e 2 chili di polvere da sparo con 35 metri di miccia a lenta combustione.

Tenuto conto dell’alta pericolosità di quanto rinvenuto, sul posto sono intervenuti gli artificieri del Comando provinciale carabinieri di Reggio Calabria, che hanno messo in sicurezza l'area e distrutto l'esplosivo, dopo averlo campionato e analizzato.

La pistola rinvenuta, invece, è stata sequestrata per essere sottoposta agli accertamenti balistici che saranno eseguiti dagli esperti del Ris di Messina.

Pistola nascosta in un muretto, arrestato un 60enne

I carabinieri della Stazione di Careri (Rc) e dello Squadrone eliportato Cacciatori Calabria, hanno arrestato un 60enne, accusato di detenzione illegale di armi.

In particolare, nel corso di un rastrellamento in un terreno di proprietà dell’uomo, in contrada Spagnolo, a Natile di Careri, i militari hanno rinvenuto, nascosta in un muretto a secco, una pistola Beretta calibro 6.35, con matricola abrasa, completa di caricatore con 8 cartucce.

L’arrestato, in attesa dell’udienza di convalida, è stato sottoposto ai domiciliari.

  • Pubblicato in Cronaca

Pistola e cocaina in casa, manette per un 28enne

I carabinieri della Sezione radiomobile della Compagnia di Reggio Calabria e della Stazione del Rione Modena hanno arrestato in flagranza di reato Nicola Malaspina, 28 anni, del luogo, accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e detenzione illegale d'arma comune da sparo.

In particolare, durante una perquisizione a casa dell'uomo, i militari hanno rinvenuto: 25 grammi di cocaina, una pistola semiautomatica cal. 7,65 “Browing”, bilancini di precisione, materiale per il confezionamento dello stupefacente e 1.500 euro in banconote di vario taglio.

Dopo aver posto sotto sequestro il materiale rinvenuto, i carabinieri hanno condotto Malaspina nel carcere della città dello Stretto.

In seguito all'udienza di convalida, il 28enne è stato posto ai domiciliari.

 

Vede i poliziotti e lancia una pistola in una siepe, arrestato

 Un crotonese, V. R., di 54 anni è stato arrestato con l'accusa di ricettazione, detenzione e porto in luogo pubblico di armi od oggetti atti ad offendere.

In particolare, durante un servizio di controllo, gli agenti hanno notato cinque persone discutere animatamente.

Una volta avvicinatisi al gruppo, i poliziotti hanno scorto V. R. gettare in una siepe un oggetto di colore scuro.

È scattata quindi una perquisizione a carico dei presenti, durante la quale, nella tasca del giubbotto del 54enne, è stato trovato un caricatore per pistola con 6 cartucce.

Successivamente, i poliziotti hanno raggiunto la siepe nella quale avevano visto lanciare l'oggetto, rinvenendo una pistola Beretta calibro 6,35, con matricola abrasa e caricatore inserito.

Per V. R. si sono quindi aperte le porte del carcere.

 Per gli altri protagonisti della discussione, scaturita da motivi sentimentali, è invece scattata la sanzione per violazione delle disposizioni anticontagio

  • Pubblicato in Cronaca

Sorpreso con una pistola, arrestato

I carabinieri della Tenenza di Isola di Capo Rizzuto (Kr) hanno arrestato un 26enne del luogo, accusato di detenzione di una pistola calibro 7,65, con matricola abrasa, completa di caricatore.

Inoltre, il giovane è stato trovato in possesso di poco più di mezzo grammo di marijuana.

Dopo aver sequestrato quanto rinvenuto, i militari hanno arrestato il 26enne, il quale, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto nella casa circondariale di Crotone. 

  • Pubblicato in Cronaca

Spara colpi di pistola durante una lite, arrestato

I carabinieri della Tenenza di Isola di Capo Rizzuto hanno sottoposto a fermo d'indiziato di delitto un 62enne del luogo.

L’uomo, stando ai primi accertamenti, dopo un’accesa lite scoppiata per futili motivi, avrebbe esploso alcuni colpi con una pistola illegalmente detenuta, all'indirizzo di un 40enne, rimasto fortunatamente illeso.

A casa del 62enne, i militari hanno rinvenuto munizioni ed una pistola con matricola abrasa.

Terminate le formalità di rito, l’arrestato è stato tradotto nella casa circondariale di Crotone.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Operazione "Eyfhemos": rinvenuti fucili, pistole e munizioni

Durante le operazioni relative all’esecuzione dell’ordinanza di applicazione di misure cautelari dell’operazione Eyfhemos, gli investigatori della della Squadra mobile di Reggio Calabria e del Commissariato di Palmi, in collaborazione con i colleghi del Reparto prevenzione crimine di Vibo Valentia e della Squadra mobile di Napoli hanno eseguito tre arresti in flagranza di reato per detenzione di armi clandestine.

In particolare, a Palmi, è stato arrestato Domenico Laurendi, poiché risultato detentore di una pistola marca Regina, calibro 6,35, priva di matricola e munita di caricatore e cartucce, di un coltello basculante, di un pugnale e di un machete.

A Sant’Eufemia d’Aspromonte, invece, gli investigatori della polizia di Stato hanno tratto in arresto Diego e Domenico Forgione poiché, durante una perquisizione domiciliare, sono stati rinvenuti una pistola Beretta modello 70, calibro 7,65, con matricola cancellata, due caricatori e 28 cartucce.

Inoltre, nel corso dell'operazione, ad alcuni degli arrestati sono stati complessivamente sequestrati: 13 fucili, 3 pistole e relative munizioni.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS