Case vacanza, affitto sicuro: il decalogo per evitare le truffe

Quella del 2020 sarà un’estate differente per molti italiani. Dopo il difficile periodo di lockdown la voglia di vacanza si fa sentire, allo stesso tempo è forte il bisogno di organizzare un’estate sicura, in primis dal punto di vista della salute. Ecco allora che la casa vacanza, indipendente e facilmente raggiungibile con mezzi propri, diventa un’alternativa valida per molti.

Questa tendenza riaccende l’attenzione sull’importanza di agire in sicurezza sul web, fin dal momento della ricerca e prenotazione, per garantirsi un’estate serena e sicura da tutti i punti di vista. Tematica cara a Polizia Postale e delle Comunicazioni, UNC -Unione Nazionale Consumatori- e Subito, che rinnovano anche quest’anno la collaborazione e l’impegno verso i consumatori, offrendo un supporto concreto per scegliere la propria casa vacanza in sicurezza con poche e semplici regole da applicare in fase di ricerca e prenotazione dell’alloggio prescelto.

L’utilizzo del web per la ricerca delle proprie vacanze è ormai una realtà consolidata e una grande opportunità, per questo Polizia Postale vuole essere accanto ai cittadini con un’azione congiunta con chi tutela gli interessi dei consumatori e con il marketplace leader in Italia, proprio in questo momento di picco delle prenotazioni in vista della stagione estiva.

Ed ecco la guida di 8 regole per programmare e vivere una vacanza in sicurezza realizzata da Polizia Postale e delle Comunicazioni, Unione Nazionale Consumatori e Subito:
 
1.IMMAGINI REALISTICHE, COMPLETE E NON TROPPO PATINATE
Per verificare la coerenza e veridicità tra immagini e case, utilizzare un motore di ricerca web di immagini su cui caricare le foto presenti nell’annuncio e controllare che non si tratti di foto da repertorio ma di scatti di una casa reale

2.DESCRIZIONE COMPLETA E DETTAGLIATA DELL’IMMOBILE
Per capire se l’immobile e la zona (distanza dal mare, posizione centrale…) corrispondono alla descrizione fatta nell’annuncio, cercare la strada indicata sulle mappe disponibili nel web e, una volta trovato il luogo esatto, visualizzarlo tramite satellite

3.CONTATTARE L’INSERZIONISTA VIA CHAT
Per conferme ulteriori, prendere contatto con l'inserzionista tramite la chat della piattaforma, chiedere informazioni e foto aggiuntive sull'immobile e approfondire con una chiacchierata chiedendo il numero di telefono, possibilmente fisso

4.PREZZO DELL’IMMOBILE ADEGUATO
Per capire se un prezzo è alto, basso o adeguato è opportuno fare una ricerca sulla zona tramite la piattaforma in cui è presente l’annuncio, utilizzando anche un motore di ricerca e controllando se il prezzo non è troppo basso e quindi effettivamente in linea con la località e la struttura della casa

5.INCONTRO CON L’INSERZIONISTA
Per verificare che tutto sia regolare, incontrare ove possibile l’inserzionista per una visita della casa e per consegnare l’importo dovuto di persona 

6.RICHIESTA E VALORE CAPARRA
La richiesta di una caparra è legittima, purché non superiore al 20% del totale

7.DOCUMENTI DI IDENTITÀ
Non inviare documenti personali: carta d'identità, patente o passaporto non devono mai essere condivisi in quanto potrebbero essere utilizzati per fini poco leciti

8.PAGAMENTI
Effettuare pagamenti solo su IBAN o tramite metodi di pagamento tracciato, l'IBAN bancario deve essere riconducibile a un conto corrente italiano che è possibile verificare tramite strumenti come IBAN calculator.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Festino notturno interrotto dalla polizia, scattano le sanzioni

Alle 3 della scorsa notte, due pattuglie della Squadra volante di Vibo Valentia hanno interrotto una riunione di giovani che si erano ritrovati in una casa privata.

Richiamati dalla musica ad altissimo volume proveniente da un appartamento del centro cittadino, i poliziotti hanno identificato il proprietario, un trentaduenne del luogo, invitandolo a moderare il volume della musica, che, data l’ora, arrecava disturbo agli abitanti del quartiere.

Nell’abitazione, disseminata di bicchieri e bottiglie, in cui si percepiva chiaramente un forte odore di alcool, gli agenti hanno constatato la presenza di tre donne e due uomini, di età compresa tra i venti ed i trentuno anni, intenti a fumare e consumare alcolici.

Nel corso dell’intervento, i poliziotti si sono accorti che, altri tre ragazzi, due donne e un uomo, di età compresa tra i 21 ed i 26 anni, avevano usato il tetto per raggiungere un balcone vicino, nella speranza di sfuggire al controllo.

I tre sono stati, quindi, aiutati a ripercorrere in sicurezza il tragitto inverso, per raggiungere la casa da dove si erano allontanati.

Dopo aver elevato le sanzioni previste per la violazione delle norme anticontagio, gli agenti hanno denunciato il proprietario dell'abitazione per il reato di disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone.

  • Pubblicato in Cronaca

Balli e canti nel giorno di Pasqua, denunciati grazie ad un video divulgato con Whatsapp

I poliziotti della Questura di Crotone hanno identificato e denunciato sette persone, di cui due minorenni che, nella giornata di Pasqua, violando le norme relative al contenimento del coronavirus, hanno preso parte ad assembramenti non autorizzati con balli e canti.

Gli agenti sono risaliti ai protagonisti, grazie ad alcuni video, divulgati tramite Whatsapp, nei quali si vedeva gente intenta a cantare e ballare in palese violazione delle norme vigenti.

Dopo aver segnalato i sette identificati ai competenti Servizi sanitari per l’applicazione di ulteriori misure, i poliziotti hanno avviato gli accertamenti per individuare le altre persone che hanno preso parte ai festeggiamenti.

  • Pubblicato in Cronaca

Serra: titolare di un'erboristeria dona mascherine alla polizia

La titolare di un’erboristeria di Serra San Bruno ha inviato al locale commissariato della polizia di Stato un biglietto accompagnato da 30 mascherine confezionate artigianalmente, con su scritto “Polizia”.

“Un grazie sentito” è stato espresso da parte della Questura di Vibo Valentia alla titolare dell’esercizio commerciale e a tutta la cittadinanza che “manifesta giornalmente vicinanza all’Istituzione in questo momento di grande difficoltà”.

Questo il testo del biglietto: