Droga, corruzione e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina: 8 persone in manette

I carabinieri hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Monza, a carico di otto persone (sette in carcere e una ai domiciliari).

L'operazione, condotta tra le province di Milano e Reggio Calabria, ha interessato un gruppo accusato, a vario titolo, di peculato, corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio, accesso abusivo a sistemi informatici e telematici, rivelazione di segreto d’ufficio, falso ideologico commesso dal pubblico ufficiale, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, ricettazione, favoreggiamento personale, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Tra gli arrestati figura anche un appartenente alle forze dell’ordine.

Rifiuti speciali in una discarica abusiva, una denuncia

I finanzieri del Reparto operativo aeronavale e gli uomini della capitaneria di porto della città dello Stretto, hanno individuato e sequestrato una discarica abusiva in località Vallone Mariannazzo di Reggio Calabria.

Sull'area, di 1500 metri quadrati, sono stati rinvenuti rifiuti speciali, distribuiti su una superficie di circa 250 metri quadrati.

Il responsabile, P.N., 54 anni, di Reggio Calabria, è stato denunciato.

  • Pubblicato in Cronaca

Rapina in una stazione di servizio, ferito il titolare

Una stazione di servizio situata lungo la Ss 18 Tirrena Inferiore, nel comune di Reggio Calabria, è stata fatta oggetto di una rapina avvenuta nella serata di ieri.

I malviventi, che hanno rubato tutto l’incasso, hanno colpito il titolare alla testa, con il calcio della pistola.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia di Stato ed i soccorritori del 118.

  • Pubblicato in Cronaca

Giallo in Calabria, coniugi trovati morti in un condominio

I cadaveri di una coppia di coniugi, di 84 anni e 76 anni, sono stati trovati nel cortile del condominio nel quale marito e moglie vivevano, nel quartiere Gallico Marina, a Reggio Calabria.

A fare la scoperta è stato un congiunto delle vittime, che ha immediatamente allertato le forze dell'ordine.

Sul posto sono intervenuti gli uomini della polizia di Stato che stanno cercando di determinare la dinamica dell'accaduto.

Allo stato non si esclude l'ipotesi che possa trattarsi di omicidio-suicidio.

 

Sorpreso in auto con cocaina e documenti falsi, arrestato

Durante un servizio di controllo, i poliziotti della questura di Reggio Calabria hanno tratto in arresto un cittadino georgiano, trovato in possesso di droga e documenti falsi.

L'uomo, già destinatario di un decreto d'espulsione emesso dalla questura di Bari, è stato fermato al volante di un'auto ed alla richiesta dei documenti ha esibito una carta d'identità ed una patente di guida lituani.

Insospettiti dal comportamento del trentottenne, gli agenti hanno effettuato una perquisizione personale nel corso della quale hanno rinvenuto un involucro d'alluminio con 20 grammi di cocaina.

Una volta accertata la falsità dei documenti, i poliziotti hanno scoperto la vera identità dell’uomo, ovvero, D.G., cittadino georgiano di 38 anni, già noto alle forze dell'ordine  per furto.

Dopo l'arresto, in seguito al giudizio direttissimo, il trentottenne è stato sottoposto all'obbligo di dimora nel comune di residenza con la prescrizione di non allontanarsi e di essere quotidianamente reperibile. 

  • Pubblicato in Cronaca

Ferisce la compagna con le forbici, arrestato

Un reggino, G.M., di 49 anni, è stato arrestato in flagranza di reato per maltrattamenti in famiglia, violenza privata e lesioni personali nei confronti della sua convivente 55enne.

In particolare, i poliziotti della locale questura sono intervenuti in seguito alla richiesta d'aiuto lanciata dalla donna, che ha dichiarato di essere stata aggredita e ferita al polso con un paio di forbici.

Giunti sul posto, gli agenti sono riusciti a convincere l’uomo ad aprire la porta di casa, consentendo alla vittima di raggiungere le scale ed essere soccorsa dai sanitari del 118, arrivati  nel frattempo.

Dopo aver bloccato l'aggressore, gli uomini della polizia scientifica sono entrati nell'abitazione, dove hanno rinvenuto e sequestrato le forbici usate per minacciare e colpire la donna.

L’arresto è stato convalidato dal giudice per le indagini preliminari presso il tribunale di Reggio Calabria, che ha disposto la custodia cautelare in carcere. 

  • Pubblicato in Cronaca

Nascondeva 3 Kg di marijuana in cantina, arrestato

I carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria e dello Squadrone Cacciatori “Calabria” di Vibo Valentia hanno arrestato Giovanni Barchetta, 38 anni, di Reggio Calabria, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In particolare, durante una perquisizione domiciliare effettuata in una cantina in uso all’uomo, nel rione Archi, i militari hanno rinvenuto poco meno di tre chili di marijuana, 70 grammi di cocaina ed un bilancino di precisione.

Inoltre, in una cassaforte presente nell'adiacente abitazione sono stati trovati quasi 5 mila euro in banconote di vario taglio.

Dopo aver sequestrato quanto rinvenuto, gli uomini dell'Arma hanno tratto in arresto Barchetta, il quale, al termine delle formalità di rito, è stato posto ai domiciliari.

  • Pubblicato in Cronaca

In casa con mezzo chilo di marijuana, 25enne in manette

Detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Questa l'accusa con la quale un reggino di 25 anni, C.M.M., è stato tratto in arresto dai poliziotti della questura di Reggio Calabria e del Reparto prevenzione Crimine di Siderno.

L'arresto e stato effettuato al termine di una perquisizione domiciliare eseguita con l’ausilio di un’unità cinofila della polizia di Stato.

In particolare, prima che iniziasse il controllo, alla vista del cane antidroga, il giovane ha consegnato spontaneamente agli agenti alcuni involucri in plastica contenenti marijuana, un bilancino elettronico, un tritaerba e 195 euro.

Nel corso della perquisizione, estesa anche alle pertinenze dell’abitazione, i poliziotti hanno trovato un ulteriore involucro con all'interno altra marijuana, per un peso complessivo di 500 grammi.

Per C.M.M. sono quindi scattate le manette in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

 

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS