Violenza sessuale ai danni di una 15enne, arrestato

I poliziotti della Squadra mobile di Reggio Calabria hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere disposta dal gip del Tribunale di Reggio Calabria a carico di un 27enne del luogo ritenuto responsabile di violenza sessuale ai danni di una ragazzina  di 15 anni.

Fondamentale alla ricostruzione della vicenda è stata l’audizione protetta della minorenne che ha permesso di acquisire elementi importanti per fare luce sull’accaduto

Al termine delle formalità di rito l’uomo è stato condotto nella casa circondariale di Reggio Calabria - Arghillà.

  • Pubblicato in Cronaca

Calabria, Consiglio regionale: crolla il tetto dell'auditorium Calipari, nessun ferito

“Un crollo per ora inspiegabile, un collassamento dell’intero tetto della struttura che si è abbattuto col suo peso immenso di tonnellate schiacciando tutti gli interni, distruggendo le file di poltrone, lo spazio-regia e il palco rialzato. Per miracolo non c’è stata una strage”.

Mentre raggiunge urgentemente in auto Reggio, il presidente del Consiglio regionale Domenico Tallini commenta così il drammatico, rovinoso schianto che oggi pomeriggio si è verificato a Palazzo Campanella distruggendo l’Auditorium “Nicola Calipari”.

“Per fortuna – aggiunge Tallini –  nel primo pomeriggio quando si è improvvisamente verificato il tracollo, a quanto pare l’Auditorium era deserto e non ci dovrebbero essere vittime né danni alle persone”.

“Appena informato del gravissimo episodio – continua il presidente dell’Assemblea – ho delegato il collega Giuseppe Neri, presidente della Commissione Bilancio, per compiere un primo sopralluogo sommario sul posto e mi sono messo subito in macchina per raggiungere la sede del Consiglio”.

Riservato ad eventi e congressi di grande rilevanza coi suoi 600 posti a sedere, l’Auditorium era stato inaugurato il 30 marzo 2005, con una solenne cerimonia ufficiale presenziata dall’allora presidente del Consiglio dei Ministri, Silvio Berlusconi. Era stato definito un’ «agorà» elegante ed ipertecnologica ultimata in tempi record per poter consentire di rendere omaggio – a meno di un mese dal suo altissimo sacrificio -  a un calabrese, Nicola Calipari, riconosciuto come una delle figure più fulgide dell’Italia,, un fedele, efficiente e leale servitore dello Stato caduto nella sua ultima missione, l’ennesima portata a termine con successo portando in salvo la giornalista Giuliana Sgrena, sequestrata, nel mese di febbraio del 2005, dalla Jihad islamica; Nicola Calipari muore facendole scudo con il proprio corpo per proteggerla dai proiettili di un posto di blocco statunitense.

Nel corso degli anni l’Auditorium è stato sottoposto a numerosi interventi di adeguamento e qualche anno fa sul tetto era stata collocata una batteria di pannelli solari. 

 

 

  • Pubblicato in Politica

Furto in un supermercato, due arresti

I poliziotti di Reggio Calabria hanno arrestato due cittadini stranieri accusati di aver compiuto un furto aggravato in un esercizio commerciale durante il periodo del lockdown.

In particolare, gli arrestati - Florin Toader e Traian Grancea, di 30 e 26 anni - sono ritenuti responsabili del furto, avvenuto la notte del 15 aprile scorso, in un supermercato della città dello Stretto.

I due presunti responsabili sono stati individuati in seguito alla visione di alcuni filmati del sistema di videosorveglianza dell’esercizio commerciale.

Dalle immagini sarebbe emerso che Toader e Grancea, dopo essersi introdotti nel negozio forzando l’ingresso, avrebbero sottratto dalle casse circa 3.300 euro, diverse bottiglie di liquori ed altra merce.

Durante una perquisizione, ad uno degli arrestati sono stati sequestrati gli indumenti indossati durante il furto.

Pertanto, al termine delle formalita di rito, i due cittadini stranieri sono stati tradotti nel carcere di Reggio Calabria.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Operazione "Cassa continua", colpo alla cosca Labate

I carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria hanno arrestato membri della cosca di ‘ndrangheta “Labate”, dediti a estorsioni, detenzioni di armi da guerra, comuni da sparo e clandestine e trasferimento fraudolento di valori.

In particolare, i militari, coordinati dalla Direzione distrettuale antimafia reggina, hanno eseguito un’ordinanza di applicazione di misure cautelari e contestuale decreto di sequestro preventivo nei confronti di 6 persone (4 in carcere e 2 agli arresti domiciliari), nonché una misura interdittiva personale (sospensione per mesi 12 dall’esercizio di pubblico ufficiale o servizio) e una misura di sequestro preventivo delle quote di partecipazione e di tutti gli elementi presenti nel patrimonio aziendale riguardante una impresa di onoranze funebri con sede a Reggio Calabria.

I destinatari delle misure emesse dal gip del Tribunale di Reggio Calabria, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia, sono: Pietro Toscano, reggino 67enne, (in carcere); Paolo Falco, reggino 50enne, (in carcere); Antonio Laurendi, reggino 64enne, (in carcere); Francesco Toscano, reggino 41enne, (in carcere); Massimiliano Latini, nato a Lodi 44enne, (arresti domiciliari); Vincenzo Laurendi, reggino 31enne, (arresti domiciliari); Antonia Messina, reggina 66enne, dipendente del Comune di Reggio Calabria (misura interdittiva della sospensione per mesi 12 dall’esercizio di pubblico ufficiale o servizio).

L’operazione, denominata "Cassa continua, giunge al termine di un’indagine, condotta dai carabinieri di Reggio Calabria, a partire dal 2017, in seguito all’arresto di Francesco Toscano, dopo un rinvenimento di armi.

"Fierce woman 2.0", il progetto dedicato alle donne torna a Reggio Calabria

“Savoir faire”: è questo il nome del primo episodio della seconda stagione di "Fierce woman", il format di appuntamenti artistico-culturali ideato e organizzato da Laura Pizzimenti. Torna a Reggio Calabria il progetto che ha come unico filo conduttore la donna.

La donna intesa come "motore" della società, dell'economia di un territorio attraverso l'amore per la propria città. Tante sono le novità e tanti sono i nuovi obiettivi messi in campo da Laura Pizzimenti che vedono Reggio Calabria, e i suoi talenti, nello stesso tempo ‘vetrina e sfondo’ di una delle iniziative più apprezzate negli ultimi tempi.

Si riparte quindi con grande stile e le sorprese non mancheranno di certo. Il primo appuntamento di “Fierce woman 2.0”, questa la denominazione esatta dell’iniziativa, è previsto per giovedì 30 luglio, con inizio alle ore 20.30, presso L'A gourmet- L'Accademia dello chef Filippo Cogliandro. In un momento come questo fare rete fra i vari settori come cultura, arte, alta cucina, imprenditoria, solo per citarne alcuni, è fondamentale per vivere esperienze costruttive e innovative. Il vero motore delle protagoniste della seconda stagione è la passione, la voglia di emergere che unite alla professionalità e alle competenze possono davvero portare a risultati positivi per l'intera collettività.

“Fierce Woman è la casa di tutte coloro che hanno dovuto ricordare al mondo che la donna non è un oggetto, non è una bambola, sottolinea Laure Pizzimenti, che non è un soprammobile, che la donna ha diritto di avere le proprie opportunità di essere donna oltre che moglie, mamma, figlia, sorella. Fierce Woman è la donna che malgrado la guerra e le sue battaglie, continua Pizzimenti, non perde mai la propria dolcezza, ma che sa mordere se deve, per difendere se stessa e ciò che ama.

È la fierezza di chi punta in alto e con dignità affronta ogni ostacolo. È la donna che cade ma si rialza, la donna che anche quando cade lo fa con dignità ed altrettanta forza mentre si rialza tende una mano all'amica, alla persona che le sta vicina”.

Per il primo appuntamento le protagonista saranno Adele Briganti, consulente finanziaria, e Nancy Stilo, giurista e mediatrice, entrambe saranno accompagnate dalla ‘madrine’ ossia Angela Farone, avvocato e Mary Sciarrone, social media manager. Senza svelare troppi dettagli, una delle novità sarà proprio la figura delle ‘madrine" (12 delle protagoniste della prima stagione) che sono state selezionate da Laura Pizzimenti per creare continuità tra le due stagioni, per continuare ad allargare la rete ed il network. C’è di più. Per la seconda stagione il ‘palcoscenico’ di Fierce Woman si arricchisce anche della presenza maschile, di uno ‘special guest friend’ perché, come ci spiega Laura Pizzimenti, “le Fierce Woman non sono in lotta con gli uomini, ma prediligono figure maschili che non abbiano paura di loro”.

Per l’appuntamento di giovedì 30 luglio troveremo la presenza di un grande Amico delle Fierce Woman, un uomo che ha dimostrato di credere nella forza delle donne: Benvenuto Marra.

“Noi donne Fierce abbiamo creato una rete di sostegno tra noi e questa rete è una rete elastica che, dopo averti accolta durante la caduta ti fornisce la spinta per risalire, conclude Laura Pizzimenti, tutto questo con un incredibile “Savoir faire”, che non a caso è il titolo del primo episodio di Fierce Woman 2.0”. Nel team del progetto ci sarà infine, Luigi Regolo per la selezione musicale, Alfredo Muscatello per il reportage e le foto, Angela Panzera ufficio stampa, Dario Caminiti make up artist, Giovanni Scopelliti sesto senso hairstylist, Loredana Guinicelli, idee e grafica e Paola Redi per la comunicazione e grafica. Che il viaggio abbia quindi inizio con Fierce Woman 2.0.

Bagnanti in difficoltà, intervengono i vigili del fuoco

Due bagnanti in difficoltà sono stati soccorsi ieri dai sommozzatori dei vigili del fuoco, in località Sorgente, a Reggio Calabria.

Intervenuti in seguito ad una segnalazione, i pompieri hanno individuato le due persone che, trascinate dalla corrente, non riuscivano a recuperare la riva.

Tuffatisi in acqua, i sommozzatori hanno recuperato i malcapitati, riportandoli a riva e prestandogli le prime cure in attesa dell'arrivo dei sanitari del 118.

In particolare, uno dei due uomini, un 44enne, si era tuffato in mare per cercare di aiutare un 80enne in difficoltà, ma a causa delle forti correnti non era riuscito a ritornare sulla battigia.

Al termine delle operazioni di soccorso il pensionato è stato trasferimento in ospedale per essere sottoposto agli accertamenti del caso

  • Pubblicato in Cronaca

Nasce la sezione giovanile del circolo Reggio '70

Riceviamo e pubblichiamo

"Manifestiamo estrema soddisfazione nel vedere come il nostro Circolo, da sempre impegnato sul territorio, riceva un contributo crescente in termini di competenza e passione da parte dei cittadini dell’intera area metropolitana. Il fatto che questo contributo arrivi anche dalle fasce più giovani è un segnale importante. La pessima gestione del nostro territorio, perpetrata da Falcomatà & co, danneggia in primis il futuro di questi ragazzi. Oggi, la maggioranza dei giovani rifiuta di avvicinarsi alla politica, la percepisce come irrimediabilmente sporca. Il Circolo Reggio ’70 si pone come argine a questo disinteresse, coinvolgendo la generazione futura in quella che dovrà essere la vera rinascita reggina. In una realtà dove regnano sentimenti antipolitici, pessimismo e rassegnazione, noi abbiamo un obiettivo controcorrente, quello di trasmettere ideali positivi e una visione più ottimistica del futuro. Il nostro movimento si pone in contrapposizione totale ai sentimenti di inferiorità e al pessimismo cronico trasmessi dalla sinistra. Tali sentimenti sono così connaturati da impedire la concezione di se stessi come individui forti e propositivi. Parole come fiducia, iniziativa, ottimismo sono purtroppo scomparse dal vocabolario politico moderno. Si tratta, se vogliamo, di una distinzione quasi antropologica tra chi condivide i nostri ideali e chi ha fatto della bassa autostima la propria bandiera. Il messaggio di fiducia che trasmettiamo viene recepito favorevolmente dai ragazzi che, se messi nelle giuste condizioni, possono apportare nuova linfa ad un movimento già ben radicato sul territorio metropolitano. Il Circolo Reggio ’70 raccoglie, quindi, con entusiasmo il frutto di quanto ha seminato in questi anni. Un esercizio quotidiano e sistematico, mirato ad un unico obiettivo: la rinascita di una Reggio Calabria che non ne può più di subire, che si è già risollevata più volte e che non esiterà a farlo di nuovo, anche col contributo della neonata nostra Sezione Giovani, cui vanno gli orgogliosi auguri di tutto il Direttivo del Circolo. Oggi, come 50 anni fa... il cuore batte per Reggio".

 Giuseppe Lembo e Domenico Lombini, rispettivamente presidente e vice presidente del Circolo Reggio ’70. 

  • Pubblicato in Politica

Mancato rispetto delle disposizioni anticontagio, chiuso un locale

"Pericoloso assembramento di persone". Questo il motivo per il quale i poliziotti della Questura di Reggio Calabria hanno sanzionato, con la chiusura per cinque giorni, un lido della città dello Stretto.

Durante i controlli finalizzati a verificare il rispetto delle norme anti covid-19 sono stati controllati altri otto locali, tra bar, pub e ristoranti, nei quali è stato riscontrato il pieno rispetto delle prescrizioni.

 

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS