La solidarietà di Wanda Ferro (FdI) ai vigili ed ai poliziotti feriti a Reggio Calabria

“Esprimo la vicinanza mia e di Fratelli d’Italia ai quattro vigili del fuoco e ai sei agenti della polizia di Stato rimasti feriti per l'esplosione di una bombola di gas, durante l'intervento di spegnimento di un incendio in una macelleria a Reggio Calabria. Auguro loro una pronta guarigione”.(Per leggere la notizia clicca qui)

È quanto afferma il deputato di FdI Wanda Ferro, componente della commissione Difesa, che prosegue: “Per fortuna stavolta è stata evitata una più grave tragedia, ma l’episodio conferma quali gravi rischi affrontano ogni giorno le donne e gli uomini che prestano il proprio servizio nel comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico. Operatori che non esitano a mettere a rischio la propria vita per difendere ed aiutare i loro concittadini, e che spesso sono costretti ad operare con mezzi scarsi ed inadeguati, con turni massacranti a causa delle carenze di organico, senza condizioni adeguate a garantire la dignità e la sicurezza del lavoro. Credo che, oltre alle dichiarazioni di circostanza e ai buoni propositi, sia necessaria la giusta attenzione da parte del governo verso chi indossa la divisa, e ciò significa investire sul personale e sulle dotazioni, e soprattutto assicurare la massima tutela a chi con grandi sacrifici e assumendosi rischi enormi lavora ogni giorno per garantire la sicurezza dei cittadini”.

  • Pubblicato in Politica

In casa con 400 kg di fuochi pirotecnici e polvere da sparo, arrestato

Un campano di 45 anni, Massimo Russo, è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria con l’accusa di detenzione illegale di materiale esplodente e polvere da sparo.

In particolare, durante una perquisizione a casa dell’uomo, nel rione Pellaro della città dello Stretto, i militari hanno rinvenuto 300 chili di fuochi pirotecnici, più di 80 chili di polvere da sparo ad alto potenziale, 300 ordigni esplosivi artigianali, 9 batterie di artifizi pirotecnici da circa 200 colpi, quasi 80 petardi con miccia, 120 artifizi sferici, una miccia a rapida accensione e materiale destinato al confezionamento degli ordigni esplosivi.

Alcuni ordigni erano pronti per essere consegnati e addirittura la polvere da sparo era imballata e pronta per essere spedita a vari indirizzi sull’intero territorio nazionale.

Al termine delle formalità di rito, Russo è stato dichiarato in arresto e posto a domiciliari.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Sgominata organizzazione dedita alla produzione e al traffico di droga

I finanzieri del Comando provinciale di Reggio Calabria, con il coordinamento della locale Procura della Repubblica – Direzione distrettuale antimafia, hanno eseguito un’ordinanza di applicazione di misura cautelare personale in carcere e agli arresti domiciliari, e reale di sequestro preventivo, nei confronti di 10 reggini, accusati a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata alla produzione e al traffico di droga e di illecita detenzione, spaccio e produzione di sostanze stupefacenti.

I dettagli dell’operazione, denominata “Pollice Verde”, saranno resi noti nel corso della mattinata.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Esplosione in una macelleria, feriti vigili del fuoco e poliziotti

Cinque vigili del fuoco e sei agenti di polizia sono rimasti feriti nell'esplosione di una macelleria avvenuta a Reggio Calabria.
 
La deflagrazione, molto probabilmente causata da una bombola di gpl, è stata innescata, poco dopo l'1.40 della notte scorsa, da un incendio provocato da un corto circuito.
 
L'esplosione, molto violenta, ha danneggiato anche il camion dei vigili del fuoco.
 
In seguito all'incendio, sul posto, sono intervenuti i pompieri e gli equipaggi di tre volanti, per mettere in sicurezza la zona e procedere ad eventuali evacuazioni delle abitazioni limitrofe.
 
Durante le operazioni di spegnimento l'esplosione ha investito i vigili del fuoco ed i sei poliziotti.
 
I feriti hanno riportato ustioni e contusioni, più e meno gravi in base alla vicinanza alla saracinesca, ma nessuno è in pericolo di vita.

Imprenditori vicini alla 'ndrangheta, sequestrati beni per 200 mln di euro

Militari dei Comandi provinciali della Guardia di finanza e dei carabinieri di Reggio Calabria, unitamente a personale del locale Centro operativo della Direzione investigativa antimafia e del Servizio centrale investigazione criminalità organizzata della Guardia di finanza, con il coordinamento della locale Direzione distrettuale antimafia hanno eseguito il sequestro di rapporti finanziari, compendi societari, beni mobili e immobili per un valore complessivo stimato superiore a 200 milioni di euro riconducibili a noti imprenditori indiziati di appartenenza/contiguità alle più importanti cosche del capoluogo.

Maggiori particolari saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 10 presso la Procura della Repubblica di Reggio Calabria. 

Eroina e metadone a casa, manette per un 56enne

I carabinieri della Sezione radiomobile della Compagnia di Reggio Calabria hanno arrestato in flagranza di reato Ernesto Monteleone, di 56 anni, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

L’uomo, durante una perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di eroina, di due flaconi di metadone, di un bilancino di precisione e di oltre 2500 euro in contanti nascosti nella camera dal letto.

Dopo essere stato dichiarato in d’arresto, Monteleone è stato posto ai domiciliari.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Moto si scontra con un'auto, muore un centauro di 24 anni

Tragedia della strada a Reggio Calabria, dove la notte scorsa un giovane centauro ha perso la vita in seguito all'impatto con una Fiat Panda.

La vittima, W.D.Z., di 24 anni, si trovava sulla sua moto, quando, per cause in corso d'accertamento, si è scontrata con l'utilitaria sulla quale viaggiava una donna, rimasta leggermente ferita.

Le cause del sinistro sono al vaglio degli agenti della polizia municipale.

  • Pubblicato in Cronaca

In auto con 28 dosi di cocaina, 18enne finisce in manette

I carabinieri della Stazione di Reggio Calabria-Rione Modena hanno arrestato in flagranza di reato Cosimo Bevilacqua, 18enne catanzarese, accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In particolare, i militari dell’Arma hanno fermato in via Maresciallo Cusmano del Rione Marconi, tre persone che si trovavano a bordo di un’autovettura.

Dopo aver effettuato un’accurata perquisizione, Bevilacqua è stato trovato in possesso di quasi 20 grammi di cocaina, suddivisa in 28 dosi in involucri di carta stagnola.

Il ragazzo è stato immediatamente dichiarato in stato d’arresto ed è stato posto ai domiciliari, mentre la droga è stata sequestrata per essere inviata al Ris di Messina per essere analizzata.

Sottoscrivi questo feed RSS