Reflui scaricati in un fosso, sequestrato un frantoio

Durante un servizio di controllo del territorio in località "Cusura", nel comune di Rombiolo (Vv), i carabinieri forestale della Stazione di Spilinga hanno notato la presenza di reflui oleari in un fosso demaniale.

I militari hanno quindi accertato che all'origine dello scarico c'era un frantoio nel quale i rifiuti venivano stoccati in vasche di raccolta, per poi essere convogliati, tramite un tubo, in un pozzetto collegato ad una condotta sotterranea in pvc.

I reflui, dopo aver percorso circa trecento metri, si riversavano nel fosso “Petruso”.

Il titolare dell’opificio, P. D., è stato denunciato in stato di libertà per abbandono di rifiuti liquidi sul suolo e in acque superficiali, deturpamento di bellezze naturali, getto pericoloso di cose, inquinamento ambientale in zona vincolata.

In conseguenza di ciò, il frantoio, le vasche di stoccaggio e la condotta sotterranea sono stati sequestrati.

  • Pubblicato in Cronaca

Incidente stradale nel Vibonese, morto un motociclista

Tragico incidente stradale nel Vibonese, dove un centauro di 55 è morto sulla provinciale tra Rombiolo e San Calogero.

La vittima, originaria della frazione Presinaci di Rombiolo, dopo aver perso il controllo della moto è finita contro un muro.

Lo sfortunato motociclista è morto sul colpo. Inutile l'intervento dei sanitari del 118.

La dinamica dell'incidente è al vaglio dei carabinieri della Stazione di San Calogero.

  • Pubblicato in Cronaca

Cocaina ed eroina in casa, tre persone in manette nel vibonese

Gli uomini della Sezione narcotici della squadra mobile della questura di Vibo Valentia, con l’ausilio di un' unità cinofila dell’Ufficio prevenzione generale, nel pomeriggio di ieri, a Rombiolo, hanno tratto in arresto Nazzareno Castagna, pregiudicato di 49 anni, la figlia 24enne, Nicoletta ed il genero Michele La Rosa, di 28 anni.

In particolare, durante una perquisizione domiciliare effettuata presso l’abitazione di Castagna, i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato circa 30 grammi di cocaina, 8 grammi d'eroina, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento dello stupefacente e 915 euro in banconote di diverso taglio.

Inoltre, nascosti in due buchi presenti nei muri perimetrali dell’abitazione, sono stati trovati un revolver, con matricola punzonata e privo di segni identificativi e 12 cartucce calibro 12.

Al termibe delle attività di rito, su disposizione del pm, Castagna (al quale oltre alla detenzione e spaccio di stupefacenti è stata contestata anche la detenzione di arma clandestina e di munizionamento illegale), è stato tradotto presso la casa circondariale di Vibo Valentia, mentre la figlia ed il genero (ai quali è stata contestata solo la detenzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti) sono stati accompagnati presso la loro abitazione in regime di arresti domiciliari.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Donna scompare nel Vibonese, avviate le ricerche

Non si hanno notizie da ieri di Maria Domenica Mangialavori, la donna di 61 anni sparita da Rombiolo, nel Vibonese. 

Al fine d'intensificare le ricerche, la prefettura di Vibo Valentia ha attivato il Piano provinciale persone scomparse.

  • Pubblicato in Cronaca

Droga e ordigni esplosivi in casa, 47enne in manette nel Vibonese

Gli uomini della sezione narcotici della squadra mobile di Vibo Valentia, con il supporto dell’Unità cinofila e del locale Reparto prevenzione crimine hanno tratto in arresto, a Rombiolo (Vv), Giovanni Castagna, di 47 anni.

In particolare, durante una perquisizione, l'uomo è stato trovato in possesso di poco meno di 10 grammi d'eroina, 1,5 di cocaina e 1,3 di marijuana.

Lo stupefacente è stato trovato nascosto sotto il tavolo della sala da pranzo e sul davanzale della finestra della cucina.

Inoltre, durante l'attività, gli agenti hanno sequestrato un bilancino di precisione, ritagli di buste di plastica, verosimilmente utilizzati per il confezionamento della droga e due ordigni esplosivi.

Al termine delle formalità di rito, Castagna è stato tratto in arresto e posto ai domiciliari, su disposizione dell'autorità giudiziaria.

  • Pubblicato in Cronaca

Incendio distrugge il tetto di un'abitazione nel Vibonese

Un incendio, divampato per cause accidentali, ha distrutto il tetto di un'abitazione ubicata nella frazione Presinaci di Rombiolo (Vv).

A contenere i danni, impedendo alle fiamme di propagarsi al resto della casa, sono stati i vigili del fuoco del Comando provinciale di Vibo Valentia.

Giunti sul posto intono alle 16, i pompieri, grazie all'ausilio di un'autobotte e di un'autoscala, hanno immediatamente domato il rogo.

  • Pubblicato in Cronaca

Marijuana e cocaina a casa, 41enne finisce in manette

Durante una perquisizione effettuata in un'abitazione di Rombiolo, nel Vibonese, gli uomini della polizia di Stato hanno tratto in arresto il quarantunenne Michele Ranieli. 

L'uomo è finito in manette con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

A determinare l'arresto è stato il rinvenimento durante il controllo, di 280 grammi di marijuana, due di cocaina, di un bilancino di precisione e di materiale destinato al confezionamento dello stupefacente.

Dopo l'arresto,  una volta completate le formalità di rito, Ranieli è stato posto ai domiciliari.

  • Pubblicato in Cronaca

Nuove opportunità dal GAL "Serre Vibonesi"

Illustrare le opportunità del Pal (Piano Azione Locale), di prossima uscita, a sostegno degli investimenti delle aziende agricole e in nuove attività nelle aree rurali. Con questa finalità domani giovedì 15, alle ore 17.30 nella sala consiliare del Comune di Rombiolo, si apriranno una serie di incontri di animazione territoriale che il GAL “Terre Vibonesi”, su invito dell’amministrazione, intende proseguire per dare massima diffusione delle opportunità concesse per lo sviluppo e l’innovazione delle filiere e dei sistemi produttivi locali (agro-alimentari, artigianali e manifatturieri).

Obiettivo primario dell’organismo presieduto dal sindaco di Gerocarne, Vitaliano Papillo, così come la valorizzazione di beni culturali, del patrimonio artistico e delle risorse ambientale e naturali del territorio vibonese, oltre al perseguimento di politiche di coesione per la diminuzione del divario tra zone costiere e aree interne e la diversificazione della impresa agricola verso forme di attività legate al territorio, ai suoi prodotti, ai suoi saperi.

Saranno due i bandi che verranno presentati in pre-informazione durante l’iniziativa alla quale prenderanno parte il Sindaco di Rombiolo, Giuseppe Navarra, il presidente del “Gal” Vitaliano Papillo, il direttore Emilio Pierpaolo Giordano e l’amministratore delegato Franco Barbalace. Il primo bando riguarderà appunto il “Sostegno a investimenti nelle aziende agricole (Intervento 4.1.1)”, rivolto a sostenere i processi di miglioramento delle prestazioni delle imprese agricole e di quelle che operano nella trasformazione, commercializzazione e vendita e/o sviluppo dei prodotti agricoli, sostenendo gli investimenti di ammodernamento, ristrutturazione ed innovazione all’interno delle aziende agricole in particolar modo per la filiera della tradizione (ad esempio il miele delle Terre Vibonesi), la filiera dell'identità (fagiolo autoctono, pecorino del Poro, cipolla rossa di Tropea, nduja di Spilinga ecc..); filiera del Benessere animale (zootecnia delle Terre Vibonesi); filiera della valorizzazione (il peperoncino e coltivazioni varie), filiera dell'innovazione (le nuove microfiliere: vino, recupero vecchie varietà di grano, biologico, ecc.); filiera della qualità (settore olivicolo autoctono) e per la realizzazione di spacci e/o punti vendita delle produzioni aziendali.

Il secondo bando presentato, riguarderà ”l'aiuto all’avviamento per nuove attività non agricole nelle aree rurali”, con il sostegno ad investimenti nelle aree rurali finalizzati alla creazione di “Start-up” impegnate nei servizi alla persona, artigianato e manifattura innovativi, servizi e/o prodotti per la valorizzazione e gestione dei beni culturali e ambientali, green economy.” In questo contesto il Gal “Terre Vibonesi” intende sostenere nuove imprese, puntando alla creazione di nuova imprenditorialità innovativa a vantaggio dei giovani laureati per favorire il processo di rafforzamento dell’economia e dell'occupazione nelle aree più deboli perseguendo contestualmente l’innovazione della struttura socio-economica.

Sottoscrivi questo feed RSS