Aggrediscono e derubano un minorenne, tre giovani in manette

I poliziotti del Commissariato di Corigliano-Rossano hanno arrestato R. A., 18 anni, D. M. I. e P. M. P., entrambi 19enni, perché accusati di aver aggredito e derubato un giovane.

In particolare, l’arresto è scattata in seguito ad una segnalazione con la quale un minorenne ha denunciato di essere stato aggredito dagli indagati.

Secondo il racconto del ragazzo, i tre, dopo averlo immobilizzato, afferrandolo per le braccia e le spalle, lo avrebbero trascinato nel retro di un palazzo dove, prima di rubargli una catenina d’oro e darsi alla fuga, gli avrebbero spento delle sigarette sul collo e sul polso.

Scattato l’allarme, gli agenti hanno rintracciato R.A e D.M.I. a bordo di un motorino. Una volta fermati e sottoposti a perquisizione, i due sono stati trovati con in tasca 400 euro, ovvero la somma che secondo gli investigatori sarebbe stata ricavata dalla vendita della catenina sottratta alla vittima.

Il terzo giovane è stato, invece, intercettato mentre rincasava.

Gli arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati posti ai domiciliari, in attesa di essere giudicati con il rito direttissimo.

  • Pubblicato in Cronaca

Munizioni e droga, denunciato un 19enne

I poliziotti del Commissariato di Rossano(Cs) hanno denunciato F.D., 19 anni, poiché durante una perquisizione personale effettuata nella frazione Schiavonea di Corigliano, è stato trovato in possesso di alcuni grammi di marijuana e cocaina.

Inoltre, nel corso di un controllo a casa del giovane gli agenti hanno rinvenuto 6 cartucce calibro 12 per le quali  il 19enne non è stato in grado di giustificare il possesso.

Il ragazzo oltre ad essere stato denunciato per il reato di detenzione abusiva di munizionamento è stato segnalato al Prefetto di Cosenza per il possesso delle stupefacente.

  • Pubblicato in Cronaca

Violazione norme anti covid: chiusi due locali, multati due giovani

Nel fine settimana appena trascorso, carabinieri e poliziotti hanno effettuato, a Rossano (Cs), una serie di controlli congiunti, finalizzati a verificare il rispetto delle normative anti covid.

In particolare, sono state passate al setaccio le zone della “movida".

Durante l’attività di verifica sono state rilevate alcune violazioni legate, in particolar modo, agli assembramenti all’interno o in aree di pertinenza di esercizi commerciali.

I controlli hanno permesso d’accertare due violazioni che hanno portato all’emissione di altrettante sanzioni per un importo complessivo di 800 euro.

Contestualmente sono stati chiusi per cinque giorni due esercizi pubblici, nei quali sono stati riscontrati assembramenti senza il rispetto delle previste distanze di sicurezza.

Altri 800 euro di multa sono stati comminati a due giovani, sorpresi senza mascherina, mentre si trovavano in compagnia di altre persone.

Nel complesso, sono state controllate oltre trecento persone e più di centocinquanta veicoli.

  • Pubblicato in Cronaca

Impianto per la lavoazione di inerti non a norma, scatta il sequestro

I carabinieri forestale di Rossano (Cs) hanno sequestrato un impianto di lavorazione e lavaggio di pietre nel sito d'interesse comunitario "Fiumara Trionto", nel comune di Mirto Crosia.

Durante il controllo sono emerse diverse irregolarità che hanno portato al sequestro e alla denuncia del gestore e del proprietario.

Dopo aver rilevato che l'impianto non era a norma ed era sprovvisto delle necessarie autorizzazioni, i militari hanno accertato la mancanza del registro di carico e scarico dei rifiuti.

Il cantiere, oltre ai reati accertati, era anche privo di piano di sicurezza e di documentazione di valutazione del rischio sui luoghi di lavoro.

Pertanto, i carabinieri forestale hanno sequestrato l’impianto, l’area di 2300 metri quadri ricadente nell’asta fluviale del fiume Trionto ed i rifiuti di vario genere depositati in modo incontrollato nell’area. 

  • Pubblicato in Cronaca

Detenuto ai domiciliari nascondeva marijuana, arrestato

Gli agenti del Commissariato di Corigliano-Rossano hanno tratto in arresto F.C.A., 27 anni, residente a Taranto, ma domiciliato nella frazione Corigliano.

Ancorché detenuto ai domiciliari, l’uomo, durante una perquisizione, è stato trovato in possesso di 11 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento dello stupefacente.

Dopo l’arresto, il 27enne è stato posto nuovamente ai domiciliari.

  • Pubblicato in Cronaca

Eseguono lavori senza autorizzazione, denunciati

Durante alcune attività di controllo del territorio, i carabinieri forestale della Stazione di Rossano (Rc) hanno denunciato tre persone per abusivismo edilizio e violazione della normativa ambientale.

In particolare, uno dei denunciati è accusato di aver realizzato, in un’area sottoposta a vincolo, in località “Pantano –Martucci di Corigliano Rossano, una recinzione in cemento armato di 30 metri nei pressi della spiaggia, senza essere in possesso del necessario nulla-osta paesaggistico ambientale.

In un’altra attività di controllo, i militari si sono imbattuti in uno sbancamanto realizzato, senza autorizzazione, in località Masciarda, nel Comune di Scala Coeli (Cs).

Inevitabile, quindi, la denuncia per l’esecutore materiale dei lavori e per il committente, cui sono state elevate anche sanzioni amministrative per un importo complessivo di 4 mila euro.

Una delle sanzioni è stata elevata per violazione delle misure anticontagio.

  • Pubblicato in Cronaca

Sorpreso con alcune dosi di marijuana, arrestato

Un sorvegliato speciale, A.M., di 32anni è stato arrestato dalla polizia di Stato, a Rossano, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In particolare, dopo aver sorpreso l’uomo, intento a cedere ad un giovane quattro grammi di marijuana, i poliziotti  ne hanno perquisito la casa dove hanno trovato altri 16 grammi della stessa sostanza, due bilancini di precisione e 1.700 euro in banconote di vario taglio.

Arrestato in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, il 32enne, al termine delle formalità di rito, è stato posto ai domiciliari, in attesa del rito direttissimo.

  • Pubblicato in Cronaca

Dichiara di dover andare a fare la spesa, i militari scoprono la verità e lo denunciano

Un uomo di 64 anni è stato denunciato dai carabinieri forestale della Stazione di Rossano (Cs), per falsità ideologica commessa in atto pubblico. L’uomo, durante un controllo, è stato trovato senza l’autocerficazione che, una volta fornita dai militari, ha compilato dichiarando di essere uscito per andare a fare la spesa.

Gli uomini dell’Arma hanno, quindi, deciso di controllarne gli spostamenti, riscontrando l’infondatezza della dichiarazione resa in fase di controllo.

Inevitabile quindi la denuncia.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS