Trasversale delle Serre, il sindaco di Satriano difende la “sua” variante

Il sindaco di Satriano, Aldo Battaglia, difende la “sua” variante alla Trasversale delle Serre. Lo fa intervenendo a un Forum a Chiaravalle Centrale, per ribadire, innanzitutto, che il progetto è una sua idea.
 
E, inoltre, che la soluzione da lui proposta “è stata successivamente condivisa dai tecnici dell'Anas e, solo in un secondo momento, dalla politica”. Insomma “chi oggi la propone come propria, non può far finta di dimenticare questi passaggi”.
 
Di cosa si tratta, in buona sostanza? Battaglia ha focalizzato la sua attenzione sul tratto terminale della Trasversale delle Serre, tra Gagliato e la costa jonica. Il progetto originario prevedeva un costo di oltre 125 milioni di euro, con un tracciato che attraversava il fiume Ancinale andando a sfociare sulla destra idraulica del corso d'acqua, all'altezza dell'attuale rotatoria di Davoli, sulla 106. Il sindaco di Satriano ha proposto un tronco alternativo, da Gagliato, parallelo all'attuale strada Laganosa.
 
L'innesto con la 106 avverrebbe all'altezza dell'attuale svincolo “Bencivenni”. Sulla sinistra idraulica dell'Ancinale, dunque. In questo modo, l'intero tratto da Gagliato alla 106 verrebbe a costare “non più di 70-80 milioni di euro”. Dopo questo chiarimento tecnico, Battaglia ha rivolto parole distensive nei confronti del Comitato “Trasversale delle Serre - 50 anni di sviluppo negato” per ribadire che “questa soluzione progettuale non va in contrasto con le richieste dei cittadini che vogliono la statalizzazione della provinciale Gagliato-mare”.
 
Anzi, le due proposte “si integrano”. In tal senso, la notizia di queste ultime ore è che la Provincia di Catanzaro ha già ricevuto da parte dell'Anas la richiesta di avvio delle procedure per l'assunzione in carico della SP 148. Il sindaco di Satriano si è detto, però, “stupito” per le polemiche degli altri sindaci “che non hanno capito il senso della sua variante”, concludendo con un invito “a leggere le carte prima di parlare”. 

Trasversale delle Serre, è scontro tra sindaci: Davoli dice “no” a Satriano

Sulla Trasversale delle Serre adesso è scontro tra sindaci. È il primo cittadino di Davoli, Giuseppe Papaleo, a non nascondere il suo disappunto per la proposta di variante formulata dal suo collega di Satriano, Aldo Battaglia.

“Un progetto che non ha senso” ha dichiarato senza tanti giri di parole Papaleo, ospite di un approfondimento televisivo su TeleJonio. Il sindaco di Davoli ha posto l'accento sulle “criticità” della variante suggerita da Battaglia “che non tiene conto delle esigenze di tutto il territorio ma va solo a innescare una guerra di campanile con i comuni limitrofi”.

“Perché la sua zona industriale dovrebbe essere più importante della mia” ha rimarcato Papaleo, citando una precedente dichiarazione del suo omologo di Satriano.

Secondo il sindaco di Davoli “adesso va sostenuta l'idea largamente condivisa di statalizzare immediatamente la strada provinciale 148 con i 54 milioni di euro oggi a disposizione dell'Anas, altro che varianti”. Proprio la stessa Anas è finita nel mirino di Papaleo.

“Chi genera e alimenta confusione è, forse, proprio chi non vuole completare l'opera, e non lo ha fatto in questi 50 anni” è stato il suo commento al vetriolo. Ribadita l'importanza della Trasversale delle Serre “come essenziale via di sviluppo e collegamento per tutta la fascia jonica e l'entroterra”.

Giuseppe Papaleo ha annunciato la partecipazione dell'amministrazione comunale di Davoli all'incontro programmato per domani, 11 aprile, a Serra San Bruno su iniziativa del Comitato “Trasversale delle Serre - 50 anni di sviluppo negato”.

Un momento di confronto che si svolgerà presso la sala giunta della sede municipale e che sarà aperto dal saluto introduttivo del sindaco ospitante, Luigi Tassone. Seguiranno gli interventi del direttivo del Comitato, dei sindaci, dei cittadini e delle associazioni.

Tutti invitati per dare una nuova spinta unitaria alla mobilitazione in atto per velocizzare i tempi di realizzazione dell'opera.

  • Pubblicato in Politica

Trasversale, la variante jonica spiegata dal sindaco di Satriano: "Più utile e meno costosa"

“La mia idea di Trasversale: meno costosa, al servizio di una importante zona industriale qual è l'area della Laganosa”.

Il sindaco di Satriano, Aldo Battaglia, ha precisato i contenuti della sua proposta di variante alla Trasversale delle Serre nel contesto di un Forum che si è tenuto a Chiaravalle, moderato dal giornalista Francesco Pungitore.

“Con la condivisione dell'assessore regionale Roberto Musmanno - ha spiegato Battaglia - ho chiesto all'Anas di rimodulare il progetto relativo al tratto Gagliato-Statale 106. Non condividevo quella soluzione perché bypassava la zona industriale della Laganosa con un unico, lungo tratto senza svincoli, sul lato sud del fiume Ancinale, che andava a sfociare all'altezza dell'attuale rotatoria di Davoli.

Io ho presentato una proposta alternativa che prevede di spostare più a nord, sul lato sinistro del fiume Ancinale, questa bretella di collegamento, con uno svincolo dedicato proprio alle tante attività imprenditoriali che gravitano sulla Laganosa e lo sbocco finale all'altezza della rotatoria di Russomanno, a Soverato”.

In pratica, per realizzare questa variante “che si riconnetterebbe alla SP 148 superando in altezza l'attuale incrocio del caseificio Mirarchi”, “saranno spesi tutti i 54 milioni di euro già disponibili”.

Un investimento che include “circa 800 metri di nuova Trasversale più a monte, tra l'attuale svincolo di Gagliato e la provinciale SP 148”. Di fronte alle critiche del Comitato “Trasversale delle Serre - 50 anni di sviluppo negato” che chiede, invece, di investire quei 54 milioni per la statalizzazione immediata della SP 148, il sindaco Battaglia si è detto certo che “ragionandone insieme, anche loro troveranno condivisibile la mia proposta”.

“In ogni caso - ha precisato Battaglia - la statalizzazione della SP 148 si farà. Ma servono altri 20 milioni di euro che, al momento, non ci sono”. Il sindaco di Satriano ha espresso parole di plauso nei confronti dell'assessore Musmanno “che sarà presto ospite del mio comune per spiegare ai cittadini l'intero progetto”.

Satriano, quattro incontri di danza orientale con Lelah Kaur

Quattro, nuovi incontri di danza orientale con Lelah Kaur in Calabria.

La bellissima maestra di “Ballando con le Stelle” (Rai Uno) proporrà una serie di percorsi formativi che si terranno a Satriano marina (Cz) nelle date del 20 ottobre, del 24 novembre, del 22 dicembre e del 12 gennaio.

“Le lezioni - annuncia Lelah, felicissima di tornare nella “sua” Calabria - sono rivolte a donne, uomini, danzatrici e danzatori, aspiranti danzatrici, studiosi, ricercatori, insegnanti, musicisti e maestri di ballo che desiderano conoscere, apprendere ed approfondire la danza orientale, la sua storia, le sue origini, la musica ed i ritmi arabi, le influenze nella nostra storia, cultura, musica ed infine poter provare di persona i numerosi benefici psico-fisici legati ad essa”.

La nuova sede di “Ater Ballet Studio di Danza” sita in via del Commercio 17 a Satriano marina sarà la cornice di questi quattro incontri mensili: percorso formativo base “Munira” (Colei che sparge la Luce); percorso formativo intermedio/avanzato “Amira” (Principessa); percorso completo “Munira Amira” (Principessa che sparge la Luce), frequentando entrambe le ore. Per info e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Trasversale delle Serre, iniziativa del sindaco di Satriano

Iniziative condivise per un obiettivo comune: il completamento della Trasversale delle Serre.

È quanto hanno pianificato il sindaco di Satriano, Aldo Battaglia, e il presidente del Comitato “Trasversale delle Serre - 50 anni di sviluppo negato”, Francesco Pungitore, all'esito di un incontro che si è svolto nella cittadina jonica.

“Giudicando molto positivo l'operato del Comitato per gli effetti concreti che ha prodotto sul territorio - ha spiegato il sindaco - ho voluto incontrare personalmente il presidente Pungitore per affrontare il tema del completamento della Trasversale, in particolare tra lo svincolo di Gagliato e la Statale 106”.

Un argomento di discussione che il Comitato aveva più volte sollecitato, nei mesi scorsi, a tutti i sindaci del comprensorio. Aldo Battaglia, recependo l'invito del sodalizio, ha annunciato che, insieme al Comitato, si farà promotore “di una iniziativa pubblica aperta al contributo di tutte le istituzioni e le amministrazioni coinvolte e, ovviamente, dell'Anas”. Da affrontare la questione cruciale del tracciato destinato a collegare le Preserre catanzaresi allo Jonio. Il sindaco di Satriano, infatti, non ha nascosto le sue perplessità sulla progettazione proposta da Anas. Più nello specifico, permangono molti dubbi relativamente ai tre lotti del quinto tronco disegnati per collegare lo svincolo di Gagliato alla 106.

Opere ancora finanziate solo in parte (circa 54 milioni di euro sui 200 milioni necessari) “e che sinceramente non sembrano di particolare utilità” ha puntualizzato il sindaco “soprattutto per la popolazione di Satriano”.

“Meglio investire i soldi a disposizione per ammodernare la viabilità esistente, provinciale e statale, creando ex novo, magari, una parallela di supporto al traffico della Laganosa” hanno ragionato il sindaco e il presidente del Comitato. Una possibilità sulla quale la stessa Anas, in passato, si era dichiarata pronta a discutere.

  • Pubblicato in Politica

Satriano, bastona i figli e poi cerca di accoltellarli

Ha bastonato e tentato di accoltellare i suoi tre figli, mentre lavoravano all'interno del magazzino di loro proprietà.

Per questo motivo, un 71enne di Satriano è finito in arresto, con l'accusa di violenza privata e lesioni personali.

Secondo la ricostruzione dei fatti, nella giornata di ieri, l'uomo ha raggiunto il magazzino dove i tre figli stavano lavorando. Una volta all'interno della struttura, il pensionato avrebbe iniziato a bastonarli, prima di estrarre un coltello con il quale avrebbe cercato di ferirli.

A mettere la parola fine all'aggressione, è stato l'arrivo dei carabinieri, intervenuti in seguito ad una chiamata al 112. Alla vista dei militari, il 71enne avrebbe gettato via il coltello a scatto che stava brandendo contro i figli.

A dare un contributo fondamentale alla ricostruzione dei fatti, sono state le immagini riprese da un impianto di videosorveglianza

Da quanto hanno accertato i carabinieri, alla base dell'aggressione ci sarebbero contrasti di natura economica.

Dopo l'arresto, nei confronti dell'anziano, il giudice ha disposto l'obbligo di dimora nel paese di residenza.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Soverato, Naturium: campagna per l'energia pulita

La campagna per l'energia pulita condotta dal progetto culturale “Naturium” si arricchisce di nuovi strumenti di comunicazione. A Soverato, Montepaone e Satriano sono stati installati dei totem informativi contenenti materiale divulgativo, volantini e brochure con notizie utili per cambiare gestore in poco tempo a vantaggio del pianeta e della sostenibilità ambientale. La scelta suggerita da “Naturium” si chiama “LifeGate Energy”.

“LifeGate Energy” fornisce energia cento per cento italiana, cento per cento rinnovabile, ad “Impatto Zero®” e gas naturale a imprese e privati. Dal 2005 offre alle aziende l’opportunità di agire in modo concreto nel rispetto dell’ambiente e allo stesso tempo di ottenere benefici in termini di ritorno di immagine e competitività. Sono già migliaia, ormai, le imprese che utilizzano l’energia di “LifeGate” in tutta Italia.

Nei primi sei mesi del 2015, grazie alle migliaia di imprese che hanno utilizzato l’energia rinnovabile di “LifeGate”, sono stati evitati oltre nove milioni di kg di CO2: un dato paragonabile all’impatto ambientale generato dalla mobilità di oltre 6.900 autovetture diesel con una percorrenza media annua diecimila chilometri. “LifeGate”, inoltre, stima le emissioni di CO2 legate alla produzione e alla distribuzione dell’energia rinnovabile e all’utilizzo del gas compensandole con il progetto “Impatto Zero®”, mediante crediti di carbonio generati da progetti di efficienza energetica e da interventi di creazione e tutela di foreste in crescita in Italia e nel mondo.  Ora quest’opportunità è messa a disposizione di tutti, anche per la fornitura di luce nelle case private.

Il progetto “Naturium”, in piena sintonia con questi principi, promuove l'energia pulita e italiana di “LifeGate Energy” come una scelta di salute per noi stessi, per il benessere delle generazioni future e per l'ambiente che ci circonda. “Contribuisci alla salvaguardia dell’ambiente e sostieni l'indipendenza energetica dell'Italia” è lo slogan della campagna di comunicazione che sta accompagnando questa iniziativa, in Calabria.

Trasversale delle Serre, i sindaci: "Non aspetteremo altri 50 anni"

“Non aspetteremo altri 50 anni!”. Lo hanno ribadito, e continuano a ripeterlo, i tanti sindaci e i cittadini che hanno partecipato alle più recenti riunioni sulla incompiuta Trasversale delle Serre.

Visti i tempi lunghissimi per il completamento definitivo dell'opera, ancora oggi prospettati da Anas, si discute, in buona sostanza, sulla possibilità di studiare un possibile “Piano B”.

L'idea è quella di raccordare i tratti di superstrada già esistenti o di prossima inaugurazione con pezzi di viabilità provinciale da ammodernare e mettere in sicurezza. Si otterrebbe, così, ugualmente una rotta di collegamento Jonio-Tirreno, di facile fruizione soprattutto per le aree interne.

Ma, soprattutto, si abbatterebbero drasticamente i tempi di realizzazione dell'opera (2020 per l'appaltabilità dei nuovi lotti e chissà quando, visti i precedenti, per la definitiva consegna).

Il primo cittadino di Fabrizia, Antonio Minniti, per primo ha posto la questione della viabilità provinciale del Vibonese, ormai completamente consegnata al degrado, prospettandone la cessione all'Anas. Gli ha fatto subito eco il presidente dell'ente intermedio, Andrea Niglia, che con nota n. 3979 dell'8 febbraio 2017 ha scritto all'Anas dichiarandosi disponibile a “cedere in gestione, fin da subito, ad Anas Spa la strada provinciale n. 53” (Vazzano-Vallelonga).

“La Provincia di Vibo Valentia - ha spiegato Niglia - non ha più alcuna possibilità di intervento, in quanto versa tuttora in stato di dissesto economico”. Una soluzione che accontenterebbe anche i sindaci Egidio Servello (Vallelonga) e Domenico Villì (Vazzano), i cui territori scontano una condizione pesante di isolamento.

Sul lato catanzarese della Trasversale, anche per il lotto Gagliato-106 “si prefigurano - ha argomentato il sindaco di Satriano, Michele Drosi - tempi biblici”. E anche in questo caso c'è una strada provinciale (la Gagliato-mare) su cui poter lavorare. Per tutti questi motivi, amministratori locali e Comitato “Trasversale delle Serre” spingono per un incontro urgente con il presidente della Regione, Mario Oliverio, al fine di discutere assieme e promuovere un tavolo operativo congiunto con Anas, Comuni e Province, mirato a dare subito una soluzione concreta alla cinquantennale vicenda della Trasversale.

  • Pubblicato in Politica
Sottoscrivi questo feed RSS