Vasto incendio di boschi e macchia mediterranea

Squadre dei vigili del fuoco del comando di Cosenza sono impegnate per domare alcuni incendi che si sono sviluppati lungo il litorale tirrenico, nei comuni di Scalea e San Nicola Arcella. 

Le fiamme stanno interessando diversi ettari di macchia mediterranea e zone boscate.

I numerosi fronti di fuoco, divampati a partire dalla tarda serata di ieri, oltre ai vigili del fuoco, stanno impegnando, squadre boschive di Calabria Verde ed un direttore delle operazioni di spegnimento che coordina  sia le unità che operano a terra che un idrovolante.

  • Pubblicato in Cronaca

Mezzo in fiamme in una galleria, paura sulla statale 18

Momenti di paura sul tratto della strada statale 18 'Tirrena Inferiore' che attraversa il comune di Praia a Mare, in provincia di Cosenza, dove questa mattina un veicolo ha preso fuoco mentre stava transitando nella galleria 'Vinciolo'.

Fortunatamente, le fiamme, che sono state domate dai vigili del fuoco di Scalea, non hanno provocato danni alle persone.

Tuttavia, la strada è stata temporaneamente chiusa al transito per consentire le operazioni di soccorso.

Sul posto sono intervenuti gli uomini dell’Anas e delle forze dell'ordine.

Auto in fiamme, illesi conducente e passeggero

Un’auto è andata a fuoco questa mattina, mentre stava percorrendo il tratto della statale 18 che attraversa località Cittadella del Capo, nel comune di Scalea (Cs).

Conducente e passeggero, accortisi delle fiamme, hanno abbandonato il veicolo e contattato il 115.

Sul posto sono quindi intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Scalea che hanno domato le fiamme, nel frattempo propagatesi alla vegetazione circostante.

  • Pubblicato in Cronaca

Abbandono e smaltimento illegale di rifiuti, scattano i sigilli

I carabinieri forestale della Stazione di Scalea (Cs) hanno sequestrato, in un terreno privato, in località Marinella di San Nicola Arcella, 13 metri cubi di rifiuti speciali e pericolosi.

In particolare, sono stati rinvenuti: scarti di demolizione edili, materiale legnoso, latte di vernici, sanitari, plastiche, bottiglie, recipienti e lastre di vetro.

Al proprietario del terreno, è stato contestato il reato d’abbandono o deposito incontrollato di rifiuti, sia pericolosi che non pericolosi.

Durante un’altra attività, invece, in un terreno agricolo, in contrada Puma, nel Comune di Buonvicino, i militari hanno rinvenuto oltre 10 metri cubi di fanghi di depurazione, smaltiti illegalmente.

Il responsabile è stato denunciato per il reato di gestione illecita di rifiuti.

  • Pubblicato in Cronaca

Vittime e superstiti calabresi del naufragio del Maria P

Vittime

Squillace Giuseppe fu Gaetano, di anni 37, nato a Roccella Jonica (Reggio Calabria), vaticale.

 Basile Maria di Francesco, di anni 49, nata a Fuscaldo (Cosenza), filatrice.

Mazzei Anna Maria (figlia), d'anni 14, nata a Fuscaldo (Cosenza).

Francesco (figlio), di anni 7, nato a Fuscaldo (Cosenza).

Varano Ilario Cosmo fu Domenico, di anni 33, nato a Roccella Jonica (Reggio Calabria), fuochista.

Dario Caterina (maglie), nata a Roccella Jonica, (Reggio Calabria).

Elvira (figlia), di anni 3, nata a Roccella Jonica (Reggio Calabria).

Scofani Antonio fu Pietro, di anni 54. nato a Fascaldo (Cosenza), giornaliera.

Varano Domenico, di mesi 11, nato a Roccella Ionica, (Reggio Calabria).

Davoli Carmela, di anni 44, nata a Taverna, (Catanzaro), filatrice.

Cosentino Umberto, (figlio), di anni 14, nato a Taverna, (Catanzaro) e Rosa, (figlia), di anni 0, nata a Taverna, (Catanzaro).

Schiripa Alfonso, di anni 47. nato a Gioiosa Jonica (Reggio Calabria), contadino.

 Pelleg:ino Carmine fu Domenica, di anni 43, nato a Campana (Coseaza) contadino.

Angieri Agesilao, di anni 28, nato a Lattarico, contadino.

Amberti Filomena, di anni 35, nata a Fiumefreddo (Cosenza), domestica.

Marino Amalia, di anni 57, nata a Paola (Cosenza), contadina.

Gerlando Giovanni, di anni 32, nato a Paola (Cosenza), contadino

Graziadio Angelo, di anni 23,nato a Castrovillari,contadino.

Mancini Luigi. di anni 40, nato a Castrovillari, contadino

Bastardo Santo, di anni 22. nato ad Acri, sarto.

Giannitello Antonio. di anni 13, nato a Castrovillari. contadino.

Giannitello Leonaro, di anni 16, nato a Castrovillari contadino

Balzimo Pasquale, di anni 28, nato a Lungro, contalino.

De Luca Marietta, di anni 13, nata a Lungro, contadina.

Scida Antonio, di anni 23, nato a Tropea, contadino.

Villani Giuseppe, di anni 21. nato a Scalea, contadino.

Barrillà Salvatore, d'anni 43, nato a Spilinga, contadino

marco ambrosio, di anni 33 firmo, Cosenza

Pistininzi tommaso di anni 13, Arena

Pistininzi Giuseppe. di anni 41 nata ad Arena domestico.

Martellotta Pietro, di anni 23, nato ad Acquappesa, calzolaio.

Ferrari Camillo, di anni 13, nato al Acquappesa, calzolaio.

 

Passeggeri superstiti

 

Tomeo Giuseppe di Andrea, di anni 24, nato a Nicotera

Ferraro Francesco di Antonio, di anni 27, nato a Nicotera

Tomeo Damenico, di Andrea di anni 22, nato a Nicatera

De Felice Fortunato di Fortunato, di Anni 26. nato a Nicotera

Tarsi Damenico di Saverio,di anni 24 nato a Scalea

Provenzano Giuseppe di Salvatore, di anni 32, nato a Paola

Garofalo Antonino di Ignoti, di anni 17, nato a Guardia Piemontese

Buonasorte Giuseppa, di Raffaele, di anni 52, nato a Tropea

Mosacchi Raffaele, di Agastino, di anni 41, nato a Falconara Albanese

 

Marinai superstiti

Ciccarello Leonardo, nato 175, Matricola 7673, di Pizzo.

Lavalle Roberto, classe 1905, Matricola 7321, di Pizzo.

  • Pubblicato in Sport

Scalea, tutto pronto per la seconda edizione della "Granfondo Terùn"

Manca ormai pochissimo all’appuntamento tanto atteso del 9 giugno con la seconda edizione della Granfondo Terùn, manifestazione ciclistica, che porterà sul territorio Calabro Lucano centinaia e centinaia di cicloturisti provenienti da tutta Italia e da oltre oceano, grazie anche al sodalizio tra la Squadra Terún calabrese e quella di San Francisco in California.

«Una gara cicloturistica – ha dichiarato Rossano Bruno, presidente della Squadra Terùn Scalea - che speriamo sia apprezzata dai tantissimi appassionati che continuano ad iscriversi di ora in ora che vogliono provare le emozioni di percorrere 126 km con 1900 metri di dislivello, in uno dei luoghi, senza alcun dubbio, tra i più belli d’Italia».

La gara, come già nella prima edizione, partirà da Scalea e seguendo un percorso che dalla costa porta nell’entroterra, attraverserà i territori di San Nicola Arcella, Praia a Mare, Tortora, Lauria, Nemoli, Rivello, Trecchina e Maratea.

C’è da sottolineare però, che la Granfondo Terùn, non è solo una gara ma anche l’occasione per una serie di manifestazioni ed eventi di notevole interesse che animeranno l’intero soggiorno degli iscritti, delle loro famiglie e di tutti quelli che vorranno partecipare.

Insomma saranno giornate dedicate alla bicicletta con un carnet ricco di eventi che partiranno da venerdì 7 giugno con la Convention: “Una vita da ciclisti” che vedrà gli interventi del campione del mondo Maurizio Frodriest; di Andrea Tondi, ciclista professionista e Rosalia Leonardo, biologa nutrizionista – specialist Enervit. Sabato 8 giugno, dopo l’apertura del villaggio gara Terùn in piazza Aldo Moro, alle 9,30 partenza della cicloturistica che da Scalea, visiterà Orsomarso, Santa Maria del Cedro e Marcellina.

Alle ore 16,00 torna: “In bici sicuri”, percorso ad ostacoli per bambini in collaborazione con ForSics sicurezza stradale, a seguire Bike trial show con il campione Marco Lacitignala e il sorteggio di un telaio di bici da corsa, poi dalle 21,30 musica e divertimento con la Banda “DiscoPatici” e Dj set con animazione cubana. Domenica 9 giugno alle ore 8,00 partenza della Granfondo Terùn dal villagio gara di piazza Aldo Moro. Dopo la competizione, pasta party e tanta animazione, alle ore 15.00 cerimonia di premiazione e dalle 21.00 serata di musica Live.

«Una manifestazione – sottolinea Franco Campilongo del ristorante Terùn di Palo Alto nella silicon valley in California - pensata per far divertire i partecipanti, facendo scoprire il territorio e la bellezza di due Regioni come la Calabria e la Basilicata che, grazie al ciclismo e cicloturismo, possono divenire punto di riferimento per gli appassionati di questo sport».

Controlli dei carabinieri forestale, sequestrati diversi animali

Durante un controllo effettuato in località Profondiero del comune di San Nicola Arcella (Cs), i carabinieri forestale della Stazione di Orsomarso hanno sequestrato 28 pecore e 13 capre, perchè prive degli auricolari identificativi.

Oltre a subire il sequestro degli animali, il proprieatario è stato sanzionato con una multa da 13 mila euro per omessa istituzione del registro di stalla e per la mancata registrazione aziendale.

Altri 24, tra ovini e caprini, sono stati sequestrati in località Arcomagno di San Nicola Arcella, perché trovati a pascolare incustoditi in un'area percorsa dal fuoco.

Dai successivi controlli è emerso che alcuni animali erano privi d'identificazione, mentre altri erano di proprietà di allevatori di comuni limitrofi.

In questo caso, uno dei proprietari è stato denunciato per appropriazione indebita e diffusione di malattie infettive.

Infine, in località Santa Barbara del comune di Scalea, i militari hanno sequestrato sette maiali privi di auricolari identificativi.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Trattava rifiuti senza autorizzazione, sequestrata ditta di autodemolizione 

I carabinieri forestale delle Stazioni di Orsomarso, Cetraro e Paola hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo nei confronti di una ditta di autodemolizione e trattamento di rifiuti ubicata in località “La Bruca”, nel comune di Scalea.

La misura è stata emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Paola, in seguito ad alcuni controlli nel corso dei quali è emerso che la ditta trattava rifiuti non contemplati dalla autorizzazione in suo possesso.

Durante il controllo è stato riscontrato, inoltre, lo scarico, senza autorizzazione, delle acque reflue meteoriche - Industriali derivanti dai piazzali dell’impianto di trattamento dei rifiuti in un canale.

Una volta eseguito il sequestro, i militari hanno denunciato l'amministratore dell’impianto per violazione della normativa ambientale. 

 

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS