Tenta di scippare una donna, arrestato

I carabinieri della Sezione radiomobile della Compagnia di Cosenza hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal gip presso il Tribunale della città bruzia, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di un 31enne del luogo, ritenuto responsabile di tentata rapina in concorso.

Il reato risale alla sera del 22 aprile scorso, quando l’uomo a bordo di un’utilitaria avrebbe tentato d'impossessarsi della borsa di una donna che stava camminando per strada.

La vittima, nel tentativo d'impedire il furto, era caduta per terra ed era stata trascinata dallo scippatore in fuga con la sua auto.

Scattato l'allarme, i militari sono intervenuti sul posto e dopo aver prestato le prime cure alla malcapitata, hanno avviato le indagini che hanno permesso d'individuare il presunto responsabile dello scippo.

L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato posto ai domiciliari in attesa dell’interrogatorio di garanzia.

Scippano un pensionato, due donne finiscono ai domiciliari

I carabinieri della Sezione radiomobile della Compagnia di Cosenza hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare nei confronti di due donne romene, rispettivamente di 28 e 22 anni, ritenute responsabili di furto con strappo ai danni di un 68enne di Acquappesa (Cs).

In particolare, le destinarie del provvedimento avrebbero sottratto un anello ed una catenina in oro al pensionato che si trovava in attesa di un autobus all'autostazione di Cosenza.

Una volta consumato lo scippo, le due donne si sarebbero velocemente allontanate a bordo di un'auto, facendo perdere le loro tracce.

Nel denunciare l'accaduto, il pensionato ha comunicato ai militari di essere in grado di riconoscere le protagoniste della vicenda.

Gli uomini dell'Arma hanno quindi avviato le indagini che hanno permesso di dare un volto alle presunte responsabili dello scippo.

Pertanto, dopo essere state arrestate con l'accusa di furto con strappo, le due donne sono finite ai domiciliari.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Scippa un'anziana donna, bloccato da un passante

Un uomo di 50 anni, M.R., è stato arrestato in flagranza di reato con l'accusa di rapina aggravata.

In particolare, M.R. è finito in manette in seguito ad una chiamata al 113 con la quale è stata segnalata una lite tra due persone all’interno della Villa Nuova di Cosenza.

Giunti immediatamente sul posto, i poliziotti hanno notato un giovane che, corso in un aiuto di un’anziana signora, cercava di trattenere un uomo, successivamente identificato per M.R., che aveva appena scippato la donna.

Dopo l'arresto, il cinquantenne è stato posto ai domiciliari.

  • Pubblicato in Cronaca

Scippa un'anziana, minorenne finisce in manette

Gli agenti della Polizia di Stato di Reggio Calabria hanno tratto in arresto C.A., minorenne di nazionalità romena, ritenuto responsabile di un violento tentativo di furto con strappo ai danni di una donna anziana.

A causa delle lesioni riportate in seguito alla caduta provocata dal giovane, la donna ha dovuto ricorrere alle cure mediche.

 

 

  • Pubblicato in Cronaca

Quarantenne "scippa" 2800 euro mentre era in fila alla Posta, arrestato

Nella giornata di ieri 15 maggio 2017, a Gioia Tauro (RC) i militari della locale Stazione Carabinieri, in collaborazione con personale del Commissariato di P.S. di Gioia Tauro, hanno deferito in stato di libertà M.R., incensurato trentanovenne del luogo, poiché resosi responsabile di un furto con strappo commesso ai danni di un impiegato dell’ufficio postale ubicato in via Sicilia, nel pieno centro della città.

In particolare, intorno alle 13.45 circa di ieri, a seguito di una chiamata pervenuta al pronto intervento, le pattuglie del locale commissariato di P.S. e della Compagnia Carabinieri diretta dal Tenente Gabriele LOMBARDO, sono intervenuti presso l’ufficio postale centrale poiché un dipendente aveva segnalato una rapina consumata poco prima da parte di un ignoto individuo. Gli equipaggi, giunti sul posto, hanno immediatamente constatato che un soggetto, in quel momento non ancora identificato, mentre si trovava in fila in attesa di essere servito, approfittando di un attimo di distrazione di un dipendente, gli aveva strappato dalle mani la somma contante di euro 2800 circa dandosi immediatamente alla fuga a piedi facendo perdere le proprie tracce.

In poco tempo, dunque, gli operanti sono riusciti a rintracciare l’autovettura a lui in uso, parcheggiata non molto distante dall’ufficio postale e, dopo una serie di accertamenti di polizia giudiziaria, consistiti nell’analisi delle immagini estrapolate dal sistema di video - sorveglianza interno all’ufficio postale e nell’escussione di alcuni testimoni, sono riusciti a risalire all’identità del reo. Scattate le ricerche, l’autore dello scippo, vistosi ormai braccato, ha spontaneamente deciso di presentarsi presso il Comando Stazione dei Carabinieri, accompagnato dal proprio avvocato di fiducia, ammettendo da subito le proprie responsabilità. 

 

  • Pubblicato in Cronaca

Un arresto per scippo

Stamattina è stata data esecuzione all'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 38enne ritenuto responsabile dello scippo commesso a fine febbraio ai danni di una cinquantenne cosentina, in pieno centro cittadino. L.G.. già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari per analogo reato per il quale aveva proceduto la stessa Squadra Mobile, è stato associato presso la Casa Circondariale di Cosenza. L'attività investigativa condotta da personale della Squadra Mobile, immediatamente intervenuta sul luogo del delitto, ha consentito di raccogliere gli indizi nei confronti dell'uomo che aveva avuto anche una colluttazione con il marito della vittima, presente al momento dello scippo. 

Scippa donna, ma si frattura l’omero e si lussa una spalla: preso dalla Polizia

Nella giornata di oggi, personale della Polizia di Stato, in servizio alla 3^ Sezione Squadra Mobile della Questura di Cosenza, ha dato esecuzione ad ordinanza di misura cautelare domiciliare, per il reato di tentata rapina, emessa dall’Autorità giudiziaria competente a carico di un 39enne originario di Crotone ma residente a Cosenza, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio. La misura richiesta dal Pm Domenico Frascino è stata emessa dal Gip Giuseppa Ferrucci della Procura della Repubblica cittadina. Il soggetto, nel primo pomeriggio del 2 aprile scorso, in piazza Bilotti, prima ha seguito una signora e poi, nel tentativo di scipparle la borsa, l’ha fatta cadere rovinosamente a terra trascinandola per qualche metro. La resistenza opposta dalla donna ha causato la rottura del manico della borsa e, a causa del contraccolpo, lo scippatore è caduto sull’asfalto battendo violentemente la spalla sinistra. La donna, soccorsa da alcuni passanti e da un Vigile Urbano libero dal servizio, è stata medicata in ospedale per una contusione al gomito e altre lesioni cutanee, con prognosi di 7 giorni. Le immediate indagini avviate e condotte dagli uomini della 3a Sezione della Squadra Mobile, hanno consentito, grazie anche all’apporto del predetto Vigile Urbano, di individuare il soggetto nei pressi della sua abitazione, il quale, era da poco ritornato dall’ospedale dove era stato medicato per una frattura all’omero e la lussazione della spalla sinistra, lesioni provocate dall’impatto con l’asfalto nel corso del tentativo di rapina. La vittima, che aveva visto bene in viso il suo aggressore e l’abbigliamento che indossava, in sede di denuncia ha riconosciuto senza alcuna esitazione l’uomo, del quale aveva dettagliatamente descritto le fattezze fisiche e gli abiti che indossava. Gli indizi e le prove testimoniali raccolti dagli uomini della Squadra Mobile, hanno consentito al Pm di richiedere al Gip e di ottenere la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti dell’indagato; misura eseguita nel primo pomeriggio di oggi.

  • Pubblicato in Cronaca

Scippata una donna: feriti lei ed un giovane che ha tentato di aiutarla

Ha avuto la necessità di essere curata dai medici del Pronto Soccorso un'anziana finita a terra a causa dell'azione criminale di uno scippatore. L'impatto con l'asfalto, in via Broussard, a Catanzaro, le è costato lesioni varie. Ha riportato conseguenze pure un ragazzo intervenuto in suo soccorso e sbattuto a terra mentre tentava un corpo a corpo col malvivente. I poliziotti della Squadra Volanti della Questura di Catanzaro, dopo i primi accertamenti effettuati sul luogo, hanno avviato le indagini esaminando minuziosamente le immagini registrate da una telecamera di videosorveglianza installata a breve distanza dal posto. Un fotogramma indicherebbe le fattezze di un ragazzo sul quale si sono appuntate le attenzioni degli investigatori. 

 

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS