Sviluppo aree interne, Jlenia Tucci promuove la nascita di uno spazio web dedicato ai cittadini

“Partecipare e decidere insieme. Partecipare è decidere insieme!”.
 
Partiranno da questa idea le azioni che Istituzioni e comunità locali metteranno in campo per avviare uno sviluppo endogeno ed autopropulsivo che sarà basato su “occasioni di confronto fra amministratori e cittadini e sulla promozione di un proficuo dialogo sociale”. 
 
Nella consapevolezza che lo sviluppo di un territorio debba passare dalle opinioni, oltre che dai bisogni dei cittadini, e al fine di incidere sulla loro stessa soddisfazione, il vice-sindaco con delega alla Strategia per le Aree Interne (Area SNAI Ionico-Serre), Jlenia Tucci, ha pensato d'individuare “un semplice strumento per consentire a tutti di esprimersi sulle scelte che riguardano il destino del territorio in cui vivono e per agevolare interventi condividi ed efficaci”.
 
A tal fine, con l’ausilio dell’Ufficio informatico del Comune di Serra San Bruno, che è il Comune capofila, è stato predisposto un canale di partecipazione che darà voce a chiunque intenda farlo: una pagina web dedicata alla Strategia Aree Interne Versante Ionico-Serre, che troverà spazio su tutti i 15 siti web dei Comuni appartenenti all’Area pilota e che raccoglierà tramite un modulo di contatti le informazioni, i contributi ed i suggerimenti degli utenti, siano essi privati, aziende, enti o associazioni.
 
Per una maggiore diffusione, la pagina potrà essere implementata direttamente sul sito dell’ente interessato in modo da “garantire a singoli cittadini, enti, associazioni e imprese di svolgere un ruolo attivo che consiste nel suggerire azioni da intraprendere, vie da percorrere e leve sulle quali agire nei settori delicati dello sviluppo locale, turismo, mobilità, istruzione e servizi socio-sanitari per ottenere l’obiettivo finale delle migliori condizioni di vita, a partire dalla possibilità di creare lavoro nel territorio di appartenenza e dall’essere protagonisti del cammino di sviluppo”.

 

  • Pubblicato in Politica

Il Parco delle Serre ha aderito alla Giornata nazionale #AppenninoBikeTour

Si celebrerà sabato 16 e domenica 17 giugno con oltre duecento eventi, dalla Liguria alla Sicilia, la prima edizione della Giornata nazionale #AppenninoBikeTour promossa dal ministero dell'Ambiente e tutela del territorio e del mare, Confcommercio imprese per l'Italia e Vivi Appennino.

All’iniziativa, istituita in accordo con la Federazione ciclistica Italiana, ha aderito, con tre eventi, anche il Parco regionale naturale delle Serre.

Una partecipazione che serve, tra l'altro, a dare impulso alla realizzazione della ciclovia più grande d’Italia. Un progetto, fortemente sostenuto dall'Ente guidato dal commissario Domenico Sodaro, che si propone di dare vita ad un percorso capace di attarversare Il Belpaese, da Genova a Palermo, passando per le Serre.

In occasione della tre giorni dedicata all’ #AppenninoBikeTour, il Parco naturale ha, quindi, predisposto tre appunatmenti che prenderanno il via il 16 giugno, con la visita guidata gratuita, curata dell’Associazione Pro loco, alla Fonderia ed al Museo delle reali ferriere Borboniche di Mongiana.

Il 16 ed il 17 giugno è prevista, inoltre, l’apertura straordinaria, previa identificazione dei visitatori, del Centro polifunzionale di Villa Vittoria, a Mongiana, dove saranno realizzate visite guidate per scolaresche e gruppi organizzati.

Infine, il 17 giugno, presso l’orto botanico di “Rosarella”, a Serra San Bruno, si svolgerà l’iniziativa “Sicuri sul Sentiero”, ovvero una giornata dedicata alla prevenzione degli incidenti nella stagione estiva, a cura del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico con la collaborazione di “Club Alpino Italiano”, “Monkey school” e dell’Associazione Kalabria Trekking.

La Giornata nazionale #AppenninoBikeTour nasce in seguito al Patto di Amicizia per uno sviluppo sostenibile dell'Appennino, siglato al G7 Ambiente di Bologna ed in seguito al ciclo-viaggio Appennino bike tour, il Giro dell'Italia che non ti aspetti che, la scorsa estate, ha visto sindaci e rappresentanti di istituzioni di tutta Italia attraversare la Dorsale in bicicletta con l'obiettivo d’individuare una progettualità unitaria per rilanciare il ruolo delle comunità che popolano l’Appennino.

In occasione della Giornata nazionale #AppenninoBikeTour, sarà possibile visitare musei, partecipare ad itinerari guidati, a piedi ed in bicicletta, a gare sportive, sagre, feste, etc.

Gli eventi  organizzati da comuni, associazioni, Pro-loco, grazie al contributo di migliaia di volontari, offriranno la possibilità di scoprire un mondo nascosto, anche, attraverso le numerose specialità eno-gastronomiche che i vari territori proporranno ai visitatori.

Oltre a degustare i prodotti locali dell'Appennino, gli interessati potranno visitare aziende agricole, caseifici ed i tanti luoghi delle produzioni caratteristiche e tradizionali.

L'iniziativa che, per la prima volta, mette in rete le aree appenniniche d'Italia, è stata salutata con favore dal Ministro dell'ambiente e tutela del territorio e del mare, Sergio Costa, per il quale: “Il ministero ha voluto promuovere l'evento poiché strategico nei confronti di quella mobilità sostenibile mirata a valorizzare il paesaggio, le aree protette e le bellezze del nostro territorio. Desidero esprimere il mio sentito apprezzamento per l'importante iniziativa”.

Tutto il calendario degli eventi in programma è possibile visionarlo on-line su www.appenninobiketour.com e su www.viviappennino.com

Sottoscrivi questo feed RSS