Simbario. Incidente sul lavoro, ferito un muratore

Incidente sul lavoro a Simbario, dove, intorno alle 7,30 di questa mattina, un operaio che stava lavorando su un'impalcatura in località Calvario, è caduto da un'altezza di circa 4 metri riportando ferite su tutto il corpo.

Trasportato dall'elisoccorso all'ospedale di Catanzaro, non sarebbe in pericolo di vita.

Sul posto sono intervenuti anche i sanitari del 118 di Serra San Bruno e i carabinieri che hanno avviato le indagini per capire di più sull'accaduto.

Simbario: anziani coniugi rapinati in casa

Due anziani coniugi sono stati rapinati nella loro abitazione.

E’ successo, poco dopo le 22 di ieri sera, a  Simbario, piccolo centro delle Serre vibonesi.

I malviventi, dopo essere entrati a casa della coppia, sotto la minaccia delle armi, si sarebbero fatti consegnare denaro e monili in oro.

Una volta portato a termine il colpo, i rapinatori di sono dileguati facendo perdere  le loro tracce.

Scattato l’allarme, sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Serra San che hanno avviato le indagini per cercare d’identificare i responsabili.

  • Pubblicato in Cronaca

Simbario, Ovidio Romano rieletto sindaco

Ovidio Romano si riconferma sindaco di Simbario.

Il primo cittadino del borgo delle Serre ha conquistato, alla testa di "Orgoglio simbariano", 409 voti.

Allo sfidante, Raffaele Versace ed alla sua lista “Un’altra idea per Simbario”, sono state accordate 204 preferenze. 

 

  • Pubblicato in Politica

Trasversale delle Serre, aperto al traffico il nuovo tratto "Monte Cucco-Cimbello"

È stato ultimato e aperto al traffico un ulteriore tratto della strada statale 713 “Trasversale delle Serre”, tra le località Cimbello e monte Cucco, nel comune di Simbario in provincia di Vibo Valentia.

Il nuovo tratto, lungo circa 1 chilometro, collega due tratti di Statale già esistenti garantendo così alla nuova "Trasversale delle Serre" un’importante continuità di tracciato senza alcuna interruzione tra Vallelonga (Vibo Valentia) e Gagliato (Catanzaro).  

Con l'apertura di oggi, infatti, l’avanzamento complessivo della nuova importante infrastruttura è giunto al 66% del totale con ben 37 chilometri ultimati e aperti al traffico sui 56 chilometri totali che alla fine si svilupperanno tra lo Svincolo A2 di Vazzano e Soverato.  

È previsto entro l’anno l’appalto di ulteriori 3 chilometri per la ricucitura dei tratti già aperti al traffico sul lato vibonese ed entro il 2020, invece, l’appalto del consistente tratto tra Vazzano e Vallelonga, in variante rispetto all’attuale sede provinciale, con ulteriori 7 chilometri che insieme a quelli già descritti permetteranno di percorrere la nuova Trasversale delle Serre con continuità e sviluppo unitario tra lo Svincolo sulla A2 e Gagliato.  

Per il restante tronco catanzarese, invece, di circa 9 chilometri tra Gagliato e Soverato, ad oggi solo parzialmente finanziato, è previsto nella prossima settimana un incontro istituzionale tra Anas, Regione Calabria ed Amministrazioni locali interessate al fine di concordare una linea di intervento comune e condivisa.  

 

Vallelonga: sorpresi mentre cercano d'impadronirsi di un cartello stradale, denunciati

Tre persone sono state denunciate, con l'accusa di aver certato d'impadronirsi di un cartello stradale.

In particolare, durante un servizio di controllo, i carabinieri della Stazione di San Nicola da Crissa hanno notato tre giovani intenti a danneggiare con un bastone un cartello stradale posizionato lungo un tratto della ex SS 182, nel Comune di Vallelonga. 

I militari hanno quindi identificato e denunciato per tentato furto: un italiano originario di Simbario, un cittadino romeno ed uno del Ghana.

 

Duplice omicidio a Davoli, 43enne di Simbario ucciso insieme alla compagna

Duplice omicidio in pieno centro storico a Davoli Superiore (Cz), dove una coppia è stata uccisa a colpi di pistola in una tabaccheria.
 
Le vittime sono la titolare dell' esercizio commerciale, Francesca Petrolini, di 53 anni ed il compagno, Rocco Bava, di 43 anni, originario di Simbario in provincia di Vibo Valentia, dove gestiva un autolavaggio.
 
La donna è deceduta sul colpo; Bava, invece, è morto mentre i sanitari tentavano di prestargli soccorso.

Sul posto sono intervenuti carabinieri della locale Stazione e della Compagnia di Soverato, che hanno avviato le indagini per cercare di far luce sull'accaduto.

Furto di legname a Simbario, due persone in manette

Durante una vasta operazione di monitoraggio del territorio, pianificata e coordinata dal comandante del Gruppo carabinieri forestale di Vibo Valentia e dal comandante della compagnia carabinieri di Serra San Bruno, effettuata con il concorso dell’ 8^ Nucleo elicotteri di Vibo Valentia, due persone sono state sorprese a tagliare e trafugare legna, in un'area del Parco naturale delle Serre.

In particolare, nel corso di un controllo in località "Morrone" del Comune di Simbario, i militari delle Stazioni di Serra San Bruno e Fabrizia, hanno colto in flagranza di reato, due braccianti agricoli del luogo, N. D., di 51 anni ed L. V, di 26 anni, intenti a tagliare, con l’utilizzo di una motosega, 45 piante di alto fusto di pino laricio. Una volta sezionati, i tronchi venivano trafugati con un trattore.

Effettuati i controlli e verificata l’inesistenza di qualsivoglia autorizzazione, i militari hanno tratto in arresto i due, per il reato di furto pluri-aggravato di legname e danneggiamento.

Il legname, quindi, è stato sottoposto a sequestro, insieme alla motosega ed al trattore.

Dopo le formalità di rito, i due sono stati posti ai domiciliari, in attesa del giudizio che verrà celebrato con rito direttissimo.

Serra: ditta smaltisce rifiuti speciali in maniera illegale, denunciate tre persone

I carabinieri forestale della Stazione di Serra San Bruno, a completamento dell’attività di indagine svolta, anche con l’ausilio dell’aliquota radiomobile, hanno deferito all’autorità giudiziaria tre persone, ritenute responsabili in concorso dello smaltimento illecito di rifiuti speciali non pericolosi.

In particolare, nell’ambito di un servizio di controllo del territorio, i militari hanno accertato che, nel corso dei lavori per la posa di cavi nel comune di Serra San Bruno, per conto di Enel distribuzione, il titolare della ditta esecutrice ed il responsabile di cantiere, avrebbero smaltito illegalmente rifiuti speciali non pericolosi, ovvero materiali bituminosi frammisti a terre e rocce, in proprietà di privati, ubicate nei comuni di Serra San Bruno e Simbario.

Nel corso dell'attività, sono state poste sotto sequestro le aree, rispettivamente di 400 e 300 metri quadri, sulle quali sarebbero stati depositati e distribuiti circa 150 metri cubi di rifiuti.

 

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS