Soverato, Madonna di Porto Salvo: la festa torna in via San Martino

Ritorno alla tradizione. I festeggiamenti in onore della Madonna di Porto Salvo, a Soverato, quest'anno riabbracciano la chiesetta dei pescatori. Via San Martino sarà nuovamente l'epicentro delle manifestazioni religiose “su decisione unanime e condivisa”.

Lo ha spiegato il parroco don Alfonso Napolitano, illustrando il ricco programma che, dal 6 all'11 agosto, animerà la cittadina jonica. Al suo fianco il direttore del Comitato Festa Maria Ss. di Porto Salvo, Gianfranco Caminiti.

I riti a carattere religioso prenderanno il via il 6 agosto alle ore 20.30, sul lungomare, con l'omaggio a Maria del coro parrocchiale “I chicchi di frumento”. Mercoledì 7 alle ore 19 celebrazione eucaristica presieduta dal parroco don Alfonso Napolitano presso il monumento a Padre Pio. Giovedì 8 agosto alle 5.30 la celebrazione eucaristica dell'aurora che si ripeterà anche venerdì e sabato alla stessa ora. Alle ore 17, la classica immersione della Madonnina del Mare al Lido San Domenico.

Dalle ore 19, la recita del Santo Rosario e, a seguire, la celebrazione eucaristica presieduta da don Francesco Magnelli, animatore della Scuola Superiore.

Venerdì 9 agosto la celebrazione eucaristica della sera, alle ore 19.30, sarà presieduta da don Matteo Di Fiore, direttore dell'Opera Salesiana. Sabato 10 sarà ancora il parroco don Alfonso a celebrare la Santa Messa. Infine, domenica 11 agosto la grande festa di Maria Santissima di Porto Salvo.

Alle ore 8.30 la solenne concelebrazione eucaristica in via San Martino sarà presieduta da mons. Enrico Dal Covolo, vescovo di Eraclea, rettore magnifico emerito della Pontificia Università Lateranense. Alle ore 17.30 la processione a mare con l'imbarco della statua della Vergine all'altezza del lido “Lo Squalo”.

Allieterà la giornata il complesso bandistico “Pacicca” diretto dal maestro Luigi Tedesco. Il programma civile contempla una serie di spettacoli musicali, ogni sera, dall'8 al 10 agosto.

Domenica 11, alle ore 24 in punto, i fuochi pirotecnici della ditta “De Rosa” di Stalettì concluderanno la manifestazione che avrà una coda lunedì 19 agosto con l'estrazione dei numeri della lotteria che avverrà alle ore 19 in via San Martino.

Mariafrancesca Scaramuzzino, due lauree e un amore: il bodybuilding

È di Chiaravalle Centrale la nuova regina del bodybuilding incoronata al Trofeo nazionale “Ercole dello Jonio” di Soverato.

Nella categoria assoluti  “bikini +165 cm” ha, infatti, primeggiato la ventisettenne Mariafrancesca Scaramuzzino. Imprenditrice, dirigente provinciale di Confesercenti, due lauree, di cui una recentissima in Economia aziendale e management, la giovane culturista che si allena quotidianamente alla palestra Flex Gym di Soverato si è imposta per simmetria corporea e proporzione muscolare, oltre che per la femminilità e la cura dei dettagli.

“La mia avventura è iniziata circa tre anni fa, dopo essermi ritrasferita in Calabria - racconta. - Mi sono iscritta in palestra con le classiche aspettative di ogni donna che punta a sentirsi a suo agio con il proprio corpo e pensa che, per farlo, la soluzione sia perdere qualche chilo di troppo. La mia fortuna è stata quella di trovare, in questo contesto, delle persone che hanno fatto la differenza e mi hanno portata a trasformare un passatempo in una vera e propria passione. Per primo ringrazio Matteo Staglianò, proprietario, insieme a Josef Staglianò, del negozio di integratori per lo sport Bodybutrition a Soverato. Lui mi ha insegnato a mangiare, permettendomi di superare completamente i disturbi alimentari che hanno segnato la mia adolescenza. Oltre ad essere diventato uno dei miei più cari amici, è anche la persona che, all’inizio, mi ha seguita sotto il profilo alimentare per poi diventare effettivamente il mio coach, facendomi diventare parte del suo team di atleti, il Wildteam. E poi Nicola Ussia, responsabile tecnico della palestra Flex Gym: è stato il primo a credere nelle mie effettive potenzialità da atleta curando all’inizio il mio allenamento. Mi ha trasmesso l’entusiasmo per il mondo del bodybuilding, quello sano e fatto con criterio, facendomi capire che i pesi non sono affatto nemici della femminilità e che, anzi, ne accentuano le caratteristiche. La palestra è diventata così un piacere e non un’attività obbligata o necessaria per raggiungere un fine. È un luogo dove mi sento in famiglia, dove ritrovo gli amici e scarico la tensione accumulata durante la giornata. Praticare uno sport è uno stile di vita che influenza sicuramente la mia routine quotidiana”.

Mariafrancesca si allena tra i cinque e i sei giorni a settimana, compreso il week-end.

“Mi ritaglio il tempo per farlo a fine giornata, dopo il lavoro - ci spiega. - Questo vuol dire uscire dalla palestra quasi sempre dopo le 10 di sera. Sicuramente conciliare sport, lavoro e studio non è stato sempre facile, soprattutto in questo momento visto che ho da poco conseguito la mia seconda laurea, proprio qualche giorno prima della competizione, ma la soddisfazione nel conseguire i propri traguardi giustifica ogni sacrificio. Questo trofeo lo dedico a tutte le persone che mi hanno supportata e hanno creduto in me e, in primis, al mio ragazzo Samuel, che mi è stato accanto in ogni fase di questo meraviglioso ed intenso percorso. Spero che la tenacia e la costanza dimostrata siano di ispirazione e avvicinino sempre più donne alla pratica del bodybuilding superando i preconcetti legati a questo bellissimo sport”.

Soverato, grande successo per il XVII “Trofeo Ercole dello Jonio”

Dario Giuffrida, Giuseppe Musacchio, Maria Francesca Scaramuzzino, Davide Cipolla sono i vincitori delle rispettive categorie “assoluti” al XVII “Trofeo Ercole dello Jonio” a Soverato.

Uno straordinario evento di bodybuilding a caratura nazionale che ha visto oltre cento atleti, tutti di altissimo livello agonistico, scendere in gara sul palcoscenico del teatro all'aperto di via Amirante. Perfetta l'organizzazione curata da Francesco De Nardo, con il supporto fondamentale di Giovanni Sgrò, della locale palestra Flex Gym e del progetto culturale Naturium. Ics Italia e Wabba World i promotori della spettacolare manifestazione sportiva che ha registrato un numeroso pubblico sugli spalti dell'arena soveratese. Il sindaco, Ernesto Alecci, intervenendo per un saluto a fine serata, ha colto l'occasione per sottolineare i valori di accoglienza della città, pronta a ospitare flussi turistici importanti durante tutto l'arco dell'anno. Quello dello sport è un ulteriore target di riferimento per implementare e destagionalizzare l'offerta.

Soddisfattissimi i partecipanti che hanno apprezzato, nelle loro dichiarazioni, tutte le bellezze naturali e gastronomiche della “Perla dello Jonio”. Nelle intenzioni di De Nardo e Sgrò c'è l'idea di trasferire stabilmente il trofeo “Ercole” a Soverato. Numerosi, quest'anno, i team provenienti dal Veneto, dall'Abruzzo, dal Lazio e dalla Campania oltre che dalla stessa Calabria.

Tra le categorie in gara: bodybuilding uomini Juniores, small class, medium class,  tall class, x-tall class, over 40 fino a kg 80, over 40 oltre kg 80, over 50, uomini hp, easy, man phisyque, donne model, donne bikini, donne fitness, donne Shape, donne body fitness. Il bodybuilding rimane la disciplina più diffusa tra chi vuole mantenere una forma fisica perfetta.

L'allenamento con i pesi migliora il metabolismo, riduce i livelli di stress e sviluppa massa e tono muscolar

Tra campioni e modelle, Soverato incorona re e regine del bodybuilding

Cinque campioni italiani, tra cui tre in carica, e oltre cento atleti, suddivisi nelle varie categorie. Tutti presenti al teatro comunale di Soverato, domani sera 27 luglio alle 20.30, per il trofeo “Ercole dello Jonio”. Un evento di sport giunto alla diciassettesima edizione che si conferma una delle gare di bodybuilding tra le più importanti in Italia.

L'organizzazione ha assicurato una giuria di altissima qualità internazionale che dovrà valutare team provenienti dal Veneto, dall'Abbruzzo, dal Lazio e dalla Campania oltre che dalla stessa Calabria.

Oltre venticinque le splendide concorrenti bikini, model e shape, con altrettanti men physique che assicureranno la giusta visione delle tendenze più in voga del momento. Il trofeo internazionale “Ercole dello Jonio” è proposto da Ics Italia e Wabba World in collaborazione con Flex Gym e numerosi sponsor locali e nazionali tra cui il progetto culturale Naturium.

La gara vera e propria si svolgerà a partire dalle ore 20.30, ma già nel pomeriggio inizieranno le operazioni di pesatura che si concluderanno alle ore 19. Le categorie in gara abbracciano un elenco vasto e completo: bodybuilding uomini Juniores (nati dal 1995 in poi), small class (fino 168 cm), medium class (fino 174 cm),  tall class (fino 180 cm), x-tall class (oltre 180 cm), over 40 fino a kg 80, over 40 oltre kg 80, over 50 (categoria unica); uomini hp (altezza peso), easy (tolleranza - 5 %), fino a 168 cm (tolleranza + 5%), fino a 175 cm (tolleranza + 5%), oltre 175 cm (tolleranza + 5%); man phisyque fino a 175 cm - tolleranza 0%,  oltre 175 cm - tolleranza 0%, man physique +5% (cat. unica), man physique +10% (cat. unica); donne model, fino a 165 cm, oltre 165 cm; donne bikini fino a 165 cm, oltre 165 cm, over 35; donne fitness, donne fitness over 35; donne Shape,  donne Shape over 35; donne body fitness categoria unica.

È previsto un montepremi in denaro.

A Soverato la XVII edizione del trofeo internazionale “Ercole dello Jonio”

Soverato ospiterà la XVII edizione del trofeo internazionale "Ercole dello Jonio".

Un evento sportivo di bodybuilding di livello internazionale, organizzato da Ics Italia e Wabba World in collaborazione con Flex Gym e numerosi sponsor locali e nazionali, tra cui il progetto culturale Naturium.

Appuntamento sabato 27 luglio presso il teatro comunale di Soverato a partire dalle ore 16 (per le operazioni di pesatura che si concluderanno alle ore 19).

La gara vera e propria si svolgerà a partire dalle ore 20.30.

È previsto un montepremi in denaro.

Le categorie in gara abbracciano un elenco vasto e completo: bodybuilding uomini Juniores (nati dal 1995 in poi), small class (fino 168 cm), medium class (fino 174 cm),  tall class (fino 180 cm), x-tall class (oltre 180 cm), over 40 fino a kg 80, over 40 oltre kg 80, over 50 (categoria unica); uomini hp (altezza peso), easy (tolleranza - 5 %), fino a 168 cm (tolleranza + 5%), fino a 175 cm (tolleranza + 5%), oltre 175 cm (tolleranza + 5%); man phisyque fino a 175 cm - tolleranza 0%,  oltre 175 cm - tolleranza 0%, man physique +5% (cat. unica), man physique +10% (cat. unica); donne model, fino a 165 cm, oltre 165 cm; donne bikini fino a 165 cm, oltre 165 cm, over 35; donne fitness, donne fitness over 35; donne Shape, donne Shape over 35; donne body fitness categoria unica.

Daranno sicuramente spettacolo le tante atlete bikini già iscritte, trend del momento, giudicabili in base al fisico magro e compatto, proporzionato, simmetrico, equilibrato.

Ma non solo. Si prospettano, infatti, grandi nomi del palcoscenico italiano e mondiale del bodybuilding.

Una disciplina che non tramonta mai e garantisce enormi benefici sia mentali che fisici. Numerosi studi hanno dimostrato che i benefici dell’allenamento in stile bodybuilding comprendono riduzione dello stress e miglioramenti del benessere generale, dell’immagine corporea e dell’autostima.

Soverato, Domenico Scopelliti è il nuovo presidente del Rotary Club

È Domenico Scopelliti il nuovo presidente del Rotary Club di Soverato per l'anno 2019/2020.

Il passaggio delle consegne con l'uscente, Francesca Catuogno, si è svolto presso il residence Estella di Montepaone Lido in un clima di grande amicizia e partecipazione.

Presenti, tra gli altri: il Pdg Natale Naso, il segretario distrettuale 2100, Rodolfo Inderst, l'assistente del governatore 2019/2020, Giovanni Petracca, l'assistente del governatore 2018/2019, Francesco Petrolo, il tesoriere del Premio Magna Graecia, Mario Antonini, i presidenti dei club Rotary Giuseppe Mazzei (Catanzaro), Enzo De Filippo (Tre Colli), Natalia Majello (Lamezia), Antonio Giacobbe (Reventino) e Francesco Rotolo (Tropea), i past president Francesco Occhinegro (Lecce Sud), Gabriella La Porta (Olgiata), Rosa Felicetti (Tre Colli), Francesca Cosco (Catanzaro), Pino Sirianni (Reventino), nonché rappresentanze dell'Interact e delle associazioni Fidapa, Lions e Soroptimist di Soverato. L'indirizzo di saluto è stato portato dal sindaco di Montepaone, Mario Migliarese, che si è detto orgoglioso di poter ospitare l'evento nella sua città.

È seguita l'articolata relazione di fine mandato della presidente uscente Francesca Catuogno. Un bilancio più che positivo, quello descritto, frutto di molteplici iniziative sul territorio, culminato con l'ingresso di tre nuovi soci nel club. Il conferimento di sei onorificenze “Paul Harris” a Natale Naso, Gianfranco Caminiti, Giuseppe Caridi, Maria Abbruzzo, Anna Sia e Francesco Pungitore ha preceduto l'intervento del neo presidente Domenico Scopelliti.

“Fare squadra e ricercare sinergie sul territorio” i punti salienti del suo discorso, non privo di profondità di contenuti, sincera emozione e commosse memorie familiari, con un impegno molto forte sulla diffusione della cultura della legalità.

Valori ispirati dalla figura indimenticabile del compianto zio Antonino Scopelliti, giudice assassinato dalla 'ndrangheta nel 1991. In tal senso il Rotary Club di Soverato, nell'annualità appena iniziata, avvierà iniziative comuni con la Fondazione “Antonino Scopelliti”, ente no-profit antimafia presieduto da Rosanna Scopelliti.

La stessa figlia del magistrato ha voluto portare il suo saluto ai presenti, sottolineando i principi di una svolta ideale, concreta, culturale sempre più necessaria per la nostra terra.

Il passaggio del collare ha sancito ufficialmente il cambio di testimone che vedrà il presidente Domenico Scopelliti avvalersi della collaborazione del nuovo direttivo composto da: Giuseppe Capogreco (vicepresidente), Monica Gioffrè (tesoriere), Gianfranco Caminiti (segretario), Francesco Pungitore (prefetto), Luciano Principe (segretario esecutivo).

A Soverato l'esibizione della famosa ballerina Lelah Kaur

La bellissima Lelah Kaur a Soverato. Già maestra di danze orientali a “Ballando con le stelle”, su Rai Uno, domani 13 luglio la soubrette sarà l'ospite d'onore di uno straordinario spettacolo che si svolgerà nell'anfiteatro del Lungomare Europa.

“Ballando sotto le stelle di Soverato” il tema della serata che prenderà il via alle ore 21. Sarà l'occasione per mettere in scena il saggio di fine anno della “Shall we dance?”.

C'è grande attesa, dunque, per la preannunciata esibizione di Lelah Kaur, popolarissima ormai da molti anni grazie, anche e soprattutto, alle sue costanti apparizioni sui principali canali televisivi nazionali, pubblici e privati. Quando si parla di danza orientale, di danza del ventre, il pensiero corre subito a lei, sia sulle reti Rai che Mediaset. 

Danzatrice solista e maestra di ballo nel programma “Ballando con le Stelle” per le concorrenti in gara Alba Parietti, Giuliana De Sio e Xenya, Lelah Kaur è recentemente convolata a giuste nozze proprio in Calabria, nella chiesa del Santuario di Torre di Ruggiero. 

Incendio distrugge arbusti e macchia mediterranea

Un incendio di vaste proporzioni ha mandato in fumo arbusti e macchia mediterranea lungo un costone di montagna ubicato nel comune di Stalettì (Cz).
 
A fronteggiare le fiamme sono intervenuti i vigili del fuoco dei distaccamenti di Soverato e Chiaravalle Centrale, che hanno circoscritto i fronti di fuoco evitando che il rogo si propagasse verso le abitazioni.
 
Le operazioni di spegnimento e l'intervento dell'aereo antincendio sono stati coordinati dal Dos (direttore operazioni di spegnimento) dei vigili del fuoco
 
  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS