L'impatto positivo dell'innovazione digitale: dagli hobby ai servizi, come cambia la vita quotidiana

L’innovazione digitale ha confini sempre più estesi: praticamente tutto ciò che un tempo si poteva fare “solo dal vivo” oggi ha un equivalente digitale. C’è sempre chi preferisce i metodi “tradizionali”, chi è un seguace delle novità e chi alterna analogico e digitale in maniera equilibrata: di seguito alcuni esempi di come la tecnologia sta sulle nostre vite e sulle abitudini di tutti i giorni.

Musica e intrattenimento: dalla tradizione all’innovazione

Cominciamo dagli hobby e dalle passioni: grazie ai servizi di streaming musicale puoi ascoltare direttamente dal tuo smartphone qualsiasi brano, qualsiasi album e qualsiasi podcast ti venga in mente, semplicemente usufruendo di piattaforme come Deezer, Spotify o Amazon Music, senza più dover possedere necessariamente le copie fisiche di un album per poter ascoltare la musica che preferisci. Gli algoritmi si occupano persino di realizzare delle playlist basate sui tuoi gusti, in modo da farti scoprire nuova musica a seconda delle tue preferenze generali. Per valutare in prima persona il passaggio dall’intrattenimento tradizionale a quello digitale, invece, puoi esplorare una delle tante opzioni a disposizione per chi è appassionato di questo settore: prova il casinò online per scoprire come cambia giocare alle slot machine tramite computer fissi e portatili, oppure cosa significa avere a che fare con una partita di roulette live in streaming (con tanto di croupier a scandire i ritmi di gioco, proprio come in un casinò) rispetto a una partita tradizionale, il tutto grazie alla comodità di poter interagire direttamente e comodamente da casa tua o in viaggio, sempre dal tuo smartphone o dal tuo computer. 

Praticità e risparmio di tempo: i vantaggi dei servizi online

Non solo tempo libero: l’impatto della tecnologia si fa sentire in maniera rilevante anche nel mondo della burocrazia e dei servizi. Uno degli esempi più eclatanti con il quale puoi “scontrarti” è quello legato al pagamento di bollettini tramite internet: chiunque abbia bisogno di saldare il conto per bollette e utenze, ma anche per il bollo auto e per i modelli F24, può semplicemente iscriversi al sito delle Poste e trovare in un unico spazio, completamente digitale, tutte le istruzioni necessarie per pagare. Il pagamento, inoltre, avviene in maniera pressoché istantanea, con tanto di rilascio di ricevuta proprio come avviene “faccia a faccia” con l’addetto delle Poste, e può essere portato avanti sia tramite carta prepagata PostePay che tramite conto corrente o con le carte aderenti ai maggiori circuiti di pagamento. In pochi minuti sarà perciò risolta un’operazione che solitamente richiede di raggiungere le filiali più vicine, attendere in coda il proprio turno e pagare in contanti se non si ha a disposizione la propria carta: pagando online, invece basta semplicemente fornire le proprie credenziali e selezionare l’area relativa al tipo di bollettino da saldare.

L’ingresso della tecnologia nella vita di tutti i giorni, perciò, non può che essere considerato positivo: nella maggior parte dei casi si tratta infatti di miglioramenti per usufruire di servizi e prodotti di uso quotidiano, dall’intrattenimento al pagamento di un bollettino, con un notevole aumento della comodità e della praticità per portarli a termine.

Consiglio regionale: Irto propone trasmissione delle sedute in streaming

"Stamattina ho proposto ai capigruppo in Consiglio regionale un provvedimento amministrativo di modifica del regolamento interno di Palazzo Campanella per trasmettere in diretta streaming le sedute dell'assemblea legislativa, che è stato approvato all'unanimità. La proposta sarà sottoposta all'aula nella seduta del Consiglio regionale programmata per il 28 settembre". Ad annunciarlo è Nicola Irto, presidente del Consiglio regionale. "La diffusione via web, che potrà essere attiva dal mese di ottobre - sottolinea  - non avrà ricadute sul bilancio dell'amministrazione perché già presente un sistema di ripresa audio-video ad uso interno. E' un altro importante passo avanti per la trasparenza, la democrazia e la partecipazione di tutti i cittadini che potranno, finalmente, assistere in tempo reale alle sedute della massima assise calabrese".

Sottoscrivi questo feed RSS