Oltre 300 alberi tagliati abusivamente, tre denunce

Hanno tagliato circa 300 piante di alto fusto senza alcuna autorizzazione.

Per tale motivo, i carabinieri forestale hanno denunciato il titolare di una ditta boschiva, il responsabile del settore tecnico comunale e il sindaco.

 Il taglio è stato effettuato in località Monticello del Principe, nel comune di Rose (Cs), in un'area, in parte di proprietà del demanio regionale e in parte comunale, che nel 2017 era stata interessata da un vasto incendio che aveva mandato in fumo circa 2500 ettari di bosco.

Dopo aver accertato il taglio delle piante, i militari della Stazione di San Pietro in Guarano hanno scoperto che l’attività era stata compiuta senza le necessarie autorizzazioni, da una ditta boschiva di Luzzi, su incarico del comune di Rose, con la motivazione che in seguito all’incendio gli alberi erano pericolanti.

Alla luce del mancato rispetto delle prescrizioni per i boschi danneggiati dal fuoco, i carabinieri forestale, dopo aver elevato una sanzione amministrativa di 26mila euro, hanno sequestrato le ceppaie e denunciato gli indagati che dovranno rispondere, a vario titolo, di furto di legname, taglio di piante non autorizzato in area vincolata, deturpamento e distruzione di bellezze naturali.

  • Pubblicato in Cronaca

Bosco tagliato abusivamente, una denuncia

I carabinieri forestale della locale Stazione (Cs) hanno sequestrato un'area di 5 mila metri quadrati, in località “Colli San Pietro”, a Morano Calabro.

In particolare, durante un servizio di controllo, i militari hanno accertato l’estirpazione di un bosco, in un'area sottoposta a vincolo paesaggistico, ubicata nel Parco nazionale del Pollino.

I rilievi tecnici e amministrativi hanno permesso agli uomini dell'Arma d'identificare il presunto responsabile del taglio, ovvero il titolare di un'azienda agricola, che avrebbe fatto estirpare gli alberi per ricavare un'area da coltivare.

Dal momento che i lavori sarebbero stati eseguiti senza autorizzazione, dopo aver sequestato l'area disboscata, i militari hanno denunciato il proprietario del terreno per distruzione e deturpamento di bellezze naturali dei luoghi soggetti a speciale protezione dell'autorità e per aver eseguito lavori di estirpazione di un’area boscata, modificando lo stato dei luoghi esistente, senza essere in possesso del necessario nulla-osta paesaggistico.

  • Pubblicato in Cronaca

Tagliano abusivamente un bosco, denunciati

I carabinieri forestale della locale Stazione hanno denunciato due persone ritenute responsabili di un taglio di alberi non autorizzato, in località Ponte Montagnola, nel Comune di Acri (Rc).

In particolare, i militari hanno scoperto che, nella valle del fiume Duglia, era stato eseguito il taglio abusivo di un bosco misto.

Dopo aver sequestrato l'area e le cataste di legname gia tagliato,  gli uomini dell'Arma forestale hanno denunciato il legale rappresentante della ditta esecutrice del taglio ed il proprietario del bosco.

  • Pubblicato in Cronaca

Sorpreso a tagliare legna in un'area protetta, denunciato

I carabinieri forestale della Stazione Parco di San Giorgio Morgeto (Rc) hanno denunciato in stato di libertà un operaio,  I.P., 61 anni, di Molochio, perchè sorpreso a tagliare e depezzare un faggio in località “Pietra Bollata/Serro Lungo” di Varapodio, all’interno del perimetro del Parco nazionale d’Aspromonte.

L’uomo, cui è stato contestato il reato di danneggiamento di piante ed introduzione di mezzi non consentiti dalla legge quadro sulle aree naturali protette, è stato sanzionato in ossequio alle misure urgenti da adottare in materia di contenimento e gestione dell’emergenza pandemica da Covid-19.

  • Pubblicato in Cronaca

Sorpreso a tagliare un faggio, denunciato 63enne di Fabrizia

Un 63, M.F., di Fabrizia è stato denunciato per tentato furto aggravato.

La denuncia è scattata dopo che i carabinieri forestali di Mongiana hanno sorpreso l’uomo intento a depezzare un faggio appena tagliato, in località “Via Grande-Spirricaso”, nella Riserva naturale “Marchesale”, nel comune di Arena.

Dopo aver bloccato l’uomo, cui è stata sequestrata la motosega utilizzata per effettuare il taglio, i militari hanno proceduto alla denuncia per tentato furto aggravato di legna, danneggiamento del bosco e violazione alla normativa paesaggistico-ambientale.

La legna oggetto del reato è stata presa in consegna dal Reparto carabinieri biodiversità di Mongiana, che gestisce la riserva “Marchesale”.

  • Pubblicato in Cronaca

Tagliano abusivamente 80 alberi, denunciati

Danneggiamento e taglio non autorizzato di piante. E’ quanto è stato contestato al titolare di una ditta boschiva e a due suoi operai dai carabinieri forestale della Stazione di Spezzano Sila, in seguito a un controllo effettuato in un bosco privato in località “Vaccarizzo”.

Durante il controllo i militari hanno riscontrato il taglio abusivo di 80 alberi di pino laricio.

La legna, circa 370 quintali, è stata rinvenuta sul posto.

Per gli uomini dell’Arma, il taglio abusivo, oltre a provocare il danneggiamento dello stato dei luoghi, ha compromesso la normale densità del bosco.

 Il titolare della ditta è stato sanzionato  inoltre, con una  multa di 3900 euro.

  • Pubblicato in Cronaca

Tagliano alberi senza autorizzazione, denunciati

Oltre 400 quintali di legna sequestrata e due persone denunciate per aver tagliato alberi senza alcuna autorizzazione.

È ciò che è avvenuto a San Sosti (Cs) nel corso di un'attività ispettiva condotta dai carabinieri forestale della locale Stazione, insieme ai colleghi di Fagnano Castello.

In particolare, durante un controllo in località “Le Conche”, i militari hanno rilevato che una ditta boschiva, su commissione del proprietario del terreno, aveva tagliato diversi alberi, in un'area vincolata, senza aver acquisito le dovute autorizzazioni.

I carabinieri forestali hanno quindi rinvenuto le piante abbattute, già depezzate e in gran parte sul letto di caduta, pronte per essere prelevate.

Pertanto, la legna è stata sequestrata, mentre il proprietario ed il titolare della ditta sono stati denunciati per violazione al vincolo paesaggistico e ambientale.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Sorpreso a tagliare una quercia in area protetta, 64enne finisce in manette

I carabinieri della Stazione di Savelli (Kr) hanno tratto in arresto un 64enne del luogo per furto aggravato.

In particolare, l'uomo è stato sorpreso in località Mezzocampo, nel Parco nazionale della Sila, mentre stava tagliando abusivamente una quercia.

Oltre ad arrestare il 64enne, i militari hanno sequestrato l'attrezzatura usata per il taglio e la legna appena tagliata.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS