Sciame sismico in Calabria, 14 scosse in 4 ore

Quattordici scosse di terremoto, in poco più di quattro ore, hanno interessato la costa crotonese, a ridosso della città pitagorica.

La prima, di magnitudo 3.3, è stata registrata dai sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia alle 5.13.

Pochi minuti dopo, alle 5.52, a 23 chilometri di profondità è stata localizzata la scossa più violenta, di magnitudo 3.8.

La terra ha poi continuato a tremare con una serie di scosse che si sono succedute in rapida successione.

L’ultimo evento, di magnitudo 1.9, è stato rilevato alle 9.33.

Doppia scossa di terremoto con epicentro a Brognaturo

Doppia scossa di terremoto, pochi minuti fa, con epicentro a Brognaturo (Vv).

Un primo sisma, di magnitudo 3.2 della scala Richter, è stato rilevato alle 21.19.

Un minuto dopo è stato registrato un ulteriore evento di magnitudo 2.4.

L'ipocentro è stato localizzato ad una profondità compresa tra i nove ed i dieci chilometri.

La scossa è stata avvertita distintamente in tutti i centri delle Serre. 

Allo stato non si segnalano danni.

Calabria, sei scosse di terremoto in un quarto d'ora

Notte inquieta per la Calabria, dove la notte scorsa sono state registrate ben sei scosse di terremoto in quindici minuti.

I sismografi dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno individuato l’epicentro, in un tratto del mar Tirreno compreso tra Lamezia Terme ed Amantea.

Il primo sisma, di magnitudo 2.5, è stato rilevato all’1.47.

Cinque minuti dopo la terra è ritornata a tremare, generando la scossa di maggiore intensità, ovvero quella che ha raggiunto i 3.9 della scala Richter.

Gli altri quattro terremoti si sono  verificati in rapida successione, fino alle 2.02, quando è stato registrato un evento di magnitudo 3.5.

Le scosse, originatesi a circa dieci chilometri dalla costa, sono state avvertite dalla popolazione.

Allo stato non sono stati segnalati danni.

  • Pubblicato in Cronaca

Calabria, scossa di terremoto nella notte

Un terremoto di magnitudo 2.3 della scala Richter è stato registrato, all'1.25 della notte scorsa, a Reggio Calabria.

I sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno localizzato l'ipocentro ad una profondità di dieci chilometri. 

  • Pubblicato in Cronaca

Lieve scossa di terremoto in Calabria

Un terremoto di magnitudo 2.4  della scala Richter  è stato rilevato alle 12.40 di oggi, al largo della costa tirrenica cosentina.

 I sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica vulcanologia hanno localizzato l'ipocentro ad una profondità di 58 chilometri. 

Tra i comuni più vicini al punto in cui è stato individuato l’epicentro, figurano: Longobardi, Belmonte Calabro, Fiumefreddo  Bruzio ed Amantea.

  • Pubblicato in Cronaca

Calabria, tre scosse di terremoto in poche ore

I sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno registrato tre scosse di terremoto nell'area meridionale della Calabria. 

Il primo evento, di magnitudo 2.2, è stato rilevato alle 5.52 di questa mattina a San Lorenzo, nel Reggino.

Alle 8.21 i sismografi sono entrati nuovamente in azione, rilevando, sempre a San Lorenzo, un nuovo terremoto di magnitudo 2.4.

Due minuti dopo, alle 8.23, un ulteriore sisma di magnitudo 2.0 è stato individuato nella stessa zona, con epicentro a Condofuri. 

 

Scossa di terremoto a Serra San Bruno

Un terremoto di magnitudo ML 2.6 è stato rilevato alle 00.32 di oggi a Serra San Bruno, nel Vibonese.

 I sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica vulcanologia hanno localizzato l'ipocentro ad una profondità di soli otto chilometri. 

Tra i comuni più vicini al punto in cui è stato individuato l'epicentro figurano: Spadola, Brognaturo, Simbario, Mongiana, Fabrizia, e Nardodipace

Sciame sismico in Calabria, otto scosse in poche ore

Continua a tremare la terra in Calabria, dove nelle ultime ore si sono verificati ben otto terremoti d'intensità compresa tra 2 e 2.9 gradi della scala Richter.

 L'epicentro degli eventi succedutisi nel corso della notte è stato localizzato in prossimità di Cirò Marina.

La prima scossa, di magnitudo 2.0, è stata registrata all'1.35.

Pochi minuti dopo, all'1.39, i sismografi hanno rilevato un secondo terremoto di ml 2.0. A seguire altre due scosse un po’ più forti, a distanza di un minuto l'una dall’altra: all’1.44 e all’1.45, rispettivamente di ml 2.7 e ml 2.9.

Alle 2.19, quindi, un ulteriore sisma di ml 2.0, alle 3.11 di ml 2.6 alle 5.42 di ml 2.3.

Infine, alle 7.59 l'ultima scossa, di magnitudo 2.0, localizzata a San Pietro di Caridà, in provincia di Reggio Calabria.

Sottoscrivi questo feed RSS