Calabria tre scosse di terremoto in due minuti

Tre scosse di terremoto si sono succedute la notte scorsa, nel volgere di circa due minuti, ad Aprigliano, in provincia di Cosenza.

Il primo sisma, di magnitudo 3.7, è stato localizzato a 17 chilometri di profondità, alle 3.36.

Un minuto dopo la terra ha tremato nuovamente con una scossa di magnitudo 2.4, il cui ipocentro è stato individuato a 16 chilometri di profondità.

Alla stessa distanza dalla superficie terrestre è stato rilevato anche l'ultimo evento, di magnitudo 3.0, che ha avuto origine alle 3.38

Al momento non sono stati segnalati danni.

 

Scossa di terremoto in Calabria

Un terremoto di magnitudo 2.5 è stato rilevato alle 6.24 di oggi a San Pietro di Caridà (Rc).

I sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno localizzato l'ipocentro ad una profondità di 16 chilometri.

La scossa si è sviluppata in un’area che rientra nel distretto sismico delle Serre, a ridosso delle province di Vibo Valentia e Reggio Calabria.

Doppia scossa di terremoto in Calabria

Due scosse di terremoto sono state rilevate questa mattina, a distanza di circa un minuto, nel Reggino.

I due eventi, entrambi di magnitudo 3.2, sono stati registrati alle 7.38 e alle 7.39.

I sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno localizzato l'epicentro a Cardeto e Condofuri.

Al momento non sono stati segnalati danni.

 

Terremoto di magnitudo 3.4 al largo della costa calabrese

Un terremoto di magnitudo 3.4 della scala Richter è stato registrato intorno alle 12.01 di oggi, al largo della costa calabrese.

I sismografi dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno localizzato l’epicentro in un tratto del mar Tirreno compreso tra Paola ed Amantea, nel Cosentino.

L’ipocentro è stato individuato ad una profondità di  293 chilometri.

Non si segnalano danni.

  • Pubblicato in Cronaca

Scossa di terremoto nel Soveratese

Un terremoto di magnitudo 2.7 è stato registrato poco dopo le 5.01 di questa mattina, al largo della costa jonica catanzarese.

I sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno localizzato l'ipocentro ad una profondità di 36 chilometri.

I comuni più vicini all'area in cui è stato individuato l'epicentro sono: Stalettì, Soverato, Squillace, Montauro e Gasperina.

Non sono stati segnalati danni.

Si tratta del secondo terremoto registrato nella stessa area, a distanza di poco più di ventiquattr'ore.

Nella notte a cavallo tra ieri e l'altro ieri, infatti, era stato rilevato un sisma di magnitudo 2.2.

  • Pubblicato in Cronaca

Lieve scossa di terremoto nel Vibonese

Un terremoto di magnitudo 2.7 è stato registrato alle 12.58 di oggi, a Filadelfia, nel Vibonese.

I sismografi dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno localizzato l’ipocentro ad una profondità di 11 chilometri.

La scossa, ancorché avvertita dalla popolazione, non ha provocato danni.

  • Pubblicato in Cronaca

Scossa di terremoto in Calabria

Un terremoto di magnitudo 2.2 è stato registrato poco dopo le 3.32 della notte scorsa, al largo della costa jonica catanzarese.

I sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno localizzato l'ipocentro ad una profondità di 34 chilometri.

I comuni più vicini all'area in cui è stato individuato l'epicentro sono: Stalettì, Soverato, Squillace, Montauro e Sellia Marina.

Non sono stati segnalati danni.

  • Pubblicato in Cronaca

Scossa di terremoto in Calabria

Un terremoto di magnitudo 2.9 è stato registrato poco dopo le 22 di ieri, al largo della costa tirrenica calabrese.

I sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno localizzato l'ipocentro ad una profondità di 10 chilometri.

I comuni più vicini all'area in cui è stato individuato l'epicentro sono: Amantea (Cs), Serra D’Aiello, Belmonte Calabro, San Pietro in Amantea e Nocera Terinese (Cz).

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS