Vaccini e booster: i dubbi dell’Oms e il silenzio della stampa

"Sono necessari e andrebbero sviluppati vaccini contro il Covid-19 che abbiano un alto impatto sulla prevenzione dell'infezione e della trasmissione, oltre che sulla prevenzione di malattie severe e morte".

La dichiarazione fatta durante una conferenza stampa dagli esperti dell'Organizzazione mondiale della Sanità, in un paese con una stampa meno ancillare di quella italiana, avrebbe conquistato la prima pagina dei giornali e innescato un dibattito pubblico. Invece, nella democrazia del pensiero unico, la notizia, nella migliore delle ipotesi, è finita in uno di quei pastoni utili solo a riempire d’inchiostro una pagina

Eppure, le parole degli esperti dell’Oms sembrano essere una chiara bocciatura della scelta di puntare tutto su vaccini che - pur riducendo ospedalizzazioni e decessi – non sembrano adeguati a sconfiggere definitivamente il virus.

Le valutazioni dell’Oms meriterebbero un immediato approfondimento, soprattutto nel momento in cui in Italia si spinge acriticamente sulla vaccinazione dei bambini – dopo aver ripetuto per due anni  che non erano a rischio – e sulla somministrare della terza dose – nonostante il Ceo di Moderna abbia fatto capire che con ogni probabilità il booster non durerà a lungo.

A ciò si aggiunga la possibilità, tutt’altro che peregrina, che i ‘vecchi’ vaccini potrebbero rivelarsi inadeguati a contrastare le nuove varianti del virus.

Un’ipotesi, in merito alla quale, gli esperti dell’Oms sembrano avere idee ben chiare: "una strategia di vaccinazione basata su richiami ripetuti dei vaccini attuali ha poche possibilità di essere appropriata o sostenibile - spiegano - in attesa che nuovi vaccini siano disponibili, occorrerà forse aggiornarne la composizione per garantire che continuino a fornire il livello di protezione raccomandato dall'Oms contro l'infezione e la malattia causata dalle varianti".

Affermazioni che fanno il paio con quelle del capo della strategia vaccinale dell’Ema (l’Agenzia europea del farmaco), Marco Cavaleri per il quale “vaccinazioni ripetute a brevi intervalli non rappresentano una strategia sostenibile a lungo termine”. E a proposito di una dose ulteriore successiva alla terza, Cavaleri aggiunge: “non abbiamo ancora dati sulla quarta dose per poterci esprimere, ma ci preoccupa una strategia che prevede di andare avanti con le vaccinazioni a distanza di poco tempo”.

Considerazioni che sembrano mettere in discussione la strategia adottata dal governo italiano per condurci fuori dal tunnel del Covid.

 

Vaccino Covid-19: in Calabria open vax days per terza dose over 60 e fragili

La Protezione civile regionale, in collaborazione con le Aziende sanitarie provinciali e le Aziende ospedaliere, organizza, da giovedì 11 a domenica 14 novembre, un open vax days speciale per ricevere la terza dose di vaccino anti Covid-19.

Con questa iniziativa, fortemente voluta dal presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, sarà possibile presentarsi nei punti vaccinali distribuiti sul territorio regionale, senza bisogno di prenotazione.

Per ora, i soggetti che possono ricevere la terza dose di vaccino anti Covid-19 sono gli over 60, il personale sanitario e le persone particolarmente fragili che risultano avere le seguenti patologie: malattie respiratorie, cardiocircolatorie, neurologiche, epatiche, cerebrovascolari, diabete, emoglobinopatie, fibrosi cistica, sindrome di down, grave obesità e disabili con legge 104/1992 art.3 comma 3. Ai centri di somministrazione potranno presentarsi anche coloro che non hanno ricevuto ancora la prima dose di vaccino.

Inoltre, in alcuni punti vaccinali sarà possibile ricevere, nella stessa giornata e in contemporanea, il vaccino antinfluenzale, come autorizzato dal Ministero della sanità.

Come risulta dall'ultimo report pubblicato sul sito rcovid19, il portale per l'emergenza coronavirus della Regione Calabria (https://www.rcovid19.it/report-vaccinazioni-all8-novembre/), l'81% della popolazione vaccinabile in Calabria ha ricevuto almeno la prima dose. In base ai dati, per gli over 50 fino agli ultraottantenni sono state raggiunte ottime percentuali, mentre per la fascia d'età dai 12 ai 49 anni si oscilla intorno al 79%.

Pertanto, i centri stanno vaccinando senza prenotazione e proseguiranno così anche dopo gli open vax days del prossimo fine settimana.

I dettagli possono essere consultati su rcovid19.it, accessibile dal link in allegato.

ELENCO DEI CENTRI VACCINALI

Provincia di Catanzaro

Catanzaro- Hub Magna Graecia - da giovedì 11 a domenica 14 dalle ore 9 alle ore ore 19 - Vaccino AntiCovid e Antinfluenzale;

Davoli - giovedì 11 e venerdì 12 dalle ore 15 alle ore 20 - sabato 13 e domenica 14 dalle ore 9 alle ore 13;

Lamezia - opedale Vecchio - giovedì 11 e venerdì 12 dalle ore 15 alle ore 20 -  sabato 13 e domenica 14 dalle ore 9 alle ore 19 - Vaccino AntiCovid e Antinfluenzale.

Provincia di Cosenza

Amantea - giovedì 11 dalle 9 alle ore 13 - venerdì 12  dalle ore 14 alle ore 18 - sabato 13 e domenica 14  dalle ore 9 alle ore 12 - Vaccino AntiCovid e Antinfluenzale;

Bisignano - sabato 13 dalle ore 9 alle ore 12;

Cariati - venerdì 12  dalle ore 15 alle ore 18 - sabato 13 dalle 9 alle ore 12 e dalle ore 15 alle ore 18;

Castrovillari – Presidio ospedaliero - venerdì 12 dalle ore 15 alle ore 19;

Cetraro - venerdì 12  dalle ore 14 alle ore 19 -  Sabato 13  dalle ore 9 alle ore 13 - Vaccino AntiCovid e Antinfluenzale;

Corigliano Rossano - Centro di eccellenza - venerdì 12  dalle ore 15 alle ore 18 - sabato 13 e domenica 14 dalle ore 9 alle ore 12; 

Corigliano Rossano - Centro territoriale - venerdì 12 dalle ore 14 alle ore 18 - sabato 13 dalle ore 9 alle ore 13; 

Corigliano Rossano – Palabrillia - giovedì 11, venerdì 12, sabato 13 e domenica 14 dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18 -  Vaccino AntiCovid e Antinfluenzale;

Cosenza - giovedì 11, venerdì 12 e sabato 13 dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 14 alle ore 17 - domenica 14 dalle ore 9 alle ore 14 - Vaccino AntiCovid e Antinfluenzale;

Diamante - giovedì 11 e venerdì 12 dalle ore 14 alle ore 19 - Vaccino AntiCovid e Antinfluenzale;

Lattarico - giovedì 11 dalle ore 9 alle ore 13 - venerdì 12 dalle ore 9 alle ore 12 - sabato 13 dalle ore 9 alle ore 14 - Vaccino AntiCovid e Antinfluenzale.

Montalto  Uffugo - giovedì 11 dalle ore 9 alle ore 13 - venerdì 12 dalle ore 15 alle ore 17 - sabato 13 dalle ore 9 alle ore 13;

Oriolo - venerdì 12 dalle ore 14 alle ore 17 - sabato 13 dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 14 alle ore 17;

Paola -  venerdì 12 dalle ore 14 alle ore 18 - sabato 13 e domenica 14 dalle 9 alle ore 13 - Vaccino AntiCovid e Antinfluenzale;

Praia a Mare - giovedì 11 dalle ore 14 alle ore 18 - domenica 14 dalle ore 14 alle ore 19 - Vaccino AntiCovid e Antinfluenzale;

Roggiano Gravina - venerdì 12 dalle ore 15 alle ore 17 - Vaccino AntiCovid e Antinfluenzale;

Rogliano - venerdì 12 dalle ore 9 alle ore 13 - domenica 14 dalle ore 15 alle ore 18;

San Marco Argentano - giovedì 11 e venerdì 12 dalle ore 14 alle ore 17;

Scalea - sabato 13 dicembre dalle ore 9 alle ore 13 -  Vaccino AntiCovid e Antinfluenzale;

Trebisacce - venerdì 12 dalle ore 15 alle ore 18 - sabato 13 dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 15 alle ore 18.

Provincia di Crotone

Ciro Marina - Palazzetto dello sport  - giovedì 11, venerdì 12, sabato 13 e domenica 14 dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18 - Vaccino AntiCovid e Antinfluenzale (solo per over 65);

Crotone - Via Nazioni Unite - giovedì 11,v enerdì 12, sabato 13 e domenica 14 dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18 - Vaccino AntiCovid e Antinfluenzale (solo per over 65);   Croce Rossa - giovedì 11, venerdì 12, sabato 13 e domenica 14 dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 15 alle ore 17 -  Vaccino AntiCovid e Antinfluenzale (solo per over 65):

Mesoraca - giovedì 11, venerdì 12, sabato 13 e domenica 14 dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18 - Vaccino AntiCovid e Antinfluenzale (solo per over 65).

Provincia di Reggio Calabria

Bianco - giovedì 11 dalle ore 8 alle ore 18 - venerdì 12 dalle ore 8 alle ore 14;

Gioia Tauro -Presidio ospedaliero “Giovanni XXIII” - giovedì 11 dalle ore 8.30 alle ore 13.30 e dalle ore 14.30 alle ore 17 - venerdì 12 dalle ore 8.30 alle ore 13.30;

Melito Porto Salvo - ospedale Tiberio Evoli - giovedì 11, venerdì 12 e sabato 13 dalle ore 8.30 alle ore 13.30 e dalle ore 14 alle ore 18;

Reggio Calabria - Polo Nord - giovedì 11 e venerdì 12 dalle ore 8 alle ore 13 e dalle ore 14 alle ore 18 - domenica 14 dalle ore 8 alle ore 18 -Vaccino AntiCovid e Antinfluenzale;

Reggio Calabria - Polo Sud - giovedì 11, venerdì 12 e sabato 13 dalle 8 alle ore 13 e dalle ore 14 alle ore 18 - domenica 14 dalle ore 8 alle ore 13;

Scilla - Casa della salute - giovedì 11 dalle ore 8 alle ore 12.30 e dalle ore 15 alle ore 17 - venerdì 12 e sabato 13 dalle ore 8 alle ore 12.30;

Siderno - Casa della Salute - giovedì 11, venerdì 12, sabato 13 e domenica 14 dalle ore 9 alle ore 19;

Taurianova - Poliambulatorio specialistico - giovedì 11, venerdì 12, sabato 13 e domenica 14 dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 19.

Provincia di Vibo

Ricadi - domenica 14 dalle ore 9 alle ore 18;

Serra San Bruno - venerdì 12 dalle ore 14 alle ore 20 - domencia 14 dalle ore 9 alle ore 18;

Vibo Valentia - Palavalentia - giovedì 11 e venerdì 12 dalle ore 14 alle ore 20 - sabato 13 e domenica 14 dalle ore 9 alle ore 18 - Vaccino AntiCovid e Antinfluenzale (solo over 65).

Vaccino Covid, l’Asp di Catanzaro implementa le attività sul territorio

Continua a ritmi sostenuti la campagna vaccinale anti Covid-19 da parte dell’Asp di Catanzaro, che ha riorganizzato e potenziato l’offerta sul territorio.

Il management aziendale ha infatti centralizzato il servizio di vaccinazione concentrando tutta l’attività vaccinale nei tre Hub di riferimento presenti sul territorio: Catanzaro Lido; Lamezia Terme; Davoli Marina. Rimane attivo il punto vaccinale presente nel Presidio di Soveria Mannelli.

Il miglioramento organizzativo è reso possibile anche grazie al trasferimento delle attività di somministrazione dei vaccini prima presenti nei locali dei presidi ospedalieri di Lamezia Terme e Soverato, nei rispettivi Hub vaccinali territorialmente competenti. “Pur rimanendo alta l'attenzione – comunicano i vertici aziendali – lo stato emergenziale generato dal Covid-19 sta calando, ma non bisogna abbassare la guardia. Per questo abbiamo deciso di continuare ad implementare le attività vaccinali, riconducendole nell'alveo naturale che è il territorio".

“Le vaccinazioni – si legge in una nota dell’Asp - sono uno strumento fondamentale delle attività di promozione della salute e rappresentano uno degli interventi preventivi più efficaci a disposizione della sanità pubblica per prevenire in modo sicuro malattie gravi o che possono causare importanti complicanze, anche malattie invalidanti e morte. La vaccinazione su larga scala permette, infatti, non solo il controllo delle malattie prevenibili, ma l’eliminazione o addirittura l’eradicazione dell’infezione a livello mondiale, già raggiunta per il vaiolo e prossima al traguardo per la poliomielite, migliorando in tal modo la salute e riducendo i bisogni e le spese necessarie alle cure”.

Si è concluso il vax day alla Tendopoli di San Ferdinando

Si è svolta ieri presso la Tendopoli di San Ferdinando (Rc) la campagna di vaccinazione anti Covid-19.

L’attività, iniziata nel corso del  mese corrente, ha preso il via su impulso della prefettura di Reggio Calabria.

I sanitari dell’Asp di Reggio Calabria hanno somministrato 172 dosi di vaccino a coloro che hanno volontariamente deciso di aderire sottoscrivendo moduli di consenso informato debitamente tradotti.  

“La sinergia – si legge in una nota della questura reggina -  messa in campo tra forze dell’ordine, personale sanitario ed associazioni di volontariato ha fatto sì che le operazioni si svolgessero in un clima di assoluta tranquillità e senza alcuna turbativa per l’ordine e della sicurezza pubblica”.   

Vaccino Covid, Mancini ‘Cambiamo’: “La scienza unica arma contro la pandemia”

«Sono felice di essermi vaccinato per la libertà mia e degli altri, per sconfiggere il virus, per tornare a una vita normale. Questa è la risposta migliore a chi oggi continua a negare la scienza che per fortuna ci ha dato un’arma per combattere il Covid: usiamola tutti».

Queste le parole pronunciate nei giorni scorsi dal presidente Giovanni Toti, uno dei fondatori di Coraggio Italia, vittima di insulti social per la sua posizione pro vaccini e Green Pass.

«La scienza - afferma Raffaele Mancini, Coordinatore Provinciale di “Cambiamo” Catanzaro - oggi fornisce risposte chiare e univoche su come prevenire il Covid.

Partendo da questo siamo sostenitori della campagna di vaccinazione, che ci auguriamo abbia un forte incremento legato al Green pass.

Riteniamo che la strategia del presidente Draghi rappresenti la strada maestra per la ripartenza non solo della Calabria ma di tutta l'Italia».

Mancini conclude: «Al Presidente Toti, in questi giorni bersaglio di minacce ed insulti inqualificabili, la nostra massima solidarietà come gruppo dirigente calabrese.

La pandemia costituisce ancora una minaccia e non si può prescindere dalla scienza per avviare ogni qualsiasi riflessione che preluda ad una decisione.

Lo sostengo non solo da politico ma, soprattutto, da medico che agisce per il bene e nell’interesse della collettività».

Vaccino Covid: open day dell’Asp di Vibo per la fascia d’età 12-18

Campagna vaccinale sempre più su misura con il chiaro obiettivo di intensificare le somministrazioni.

In tale ottica il Gen. Saverio Pirro ha organizzato nei giorni 2 e 3 luglio con il commissario straordinario dell’Asp di Vibo Valentia, presso il palazzetto dello Sport del  capoluogo di provincia, un vax days dedicato ai giovani tra i 12 e i 18 anni di erà.

Per l’occasione il Gen. Pirro ha chiesto al commissario straordinario Maria Bernardi di istituire una “Lotteria a premi” per i giovani che si sottoporranno alla vaccinazione durante il vax days.

Tutti i partecipanti potranno estrarre un numero e ai vincitori saranno consegnati dei gadget offerti da Confindustria Vibo Valentia, dal Cdasp (Circolo dipendenti Asp), dal Lions Club di Vibo, dal Kiwanis club di Vibo dalla Volley Tonno Callipo e dalla Vibonese calcio.

Non sarà necessario effettuare la prenotazione.

In una nota, l’Asp “precisa che i maggiorenni dovranno presentarsi muniti della tessera sanitaria e di un documento di identità, mentre i minorenni oltre alla tessera sanitaria dovranno necessariamente essere accompagnati da uno dei genitori”.

 “L’Azienda Sanitaria di Vibo, con oltre 150 mila dosi di vaccino somministrate, ha raggiunto una ragguardevole percentuale di popolazione immunizzata - ha dichiarato il Commissario Maria Bernardi - Il vax days programmato per i ragazzi con l’originale idea del Generale Saverio Pirro che ringrazio per l’attenzione che costantemente dimostra di avere per la nostra terra, ha il chiaro obiettivo di immunizzare gli studenti in vista dell’inizio del prossimo anno scolastico” ha concluso Maria Bernardi.

Covid, Vibo: la vaccinazione per gli allergici spostata dallo Jazzolino al Palavalentia

“Si comunica che dalla prossima settimana le vaccinazione anti covid ai pazienti allergici programmate tutti i martedì, saranno somministrate presso il Palavalentia e non più presso l’Ospedale Jazzolino.

Pertanto, i pazienti allergici che si sono regolarmente prenotati potranno recarsi, all’orario stabilito, direttamente presso il Palavalentia di Viale della Pace.

Le vaccinazioni saranno comunque somministrate in ambiente protetto con la presenza del medico anestesista.

Il trasferimento si è reso necessario al fine di ridurre i disagi dovuti alle torride temperature che si stanno registrando in questi giorni e tale decisione permetterà agli utenti di sottoporsi alla vaccinazione in ambienti più ampi e confortevoli.

Si comunica altresì che, a causa del perdurare delle alte temperature e fino a nuove disposizioni, l’ordinaria somministrazione dei vaccini presso il Palavalentia avverrà nelle fasce orarie sotto indicate:

tutti i giorni dalle ore 8,30 alle ore 11,00 e dalle ore 17,00 alle ore 23,00

Gli utenti prenotati tra le 11,00 e le 17,00, a cui l’Ufficio Vaccinazioni inoltrerà comunque una comunicazione via whatsApp, potranno anticipare o posticipare l’accesso al Palavalentia”.

E’ quanto si legge in una nota dell’Asp di Vibo Valentia.

Tropea, vaccini Covid in occasione della regata “Cyclops route”

Sabato 19 e domenica 20 giugno dalle ore 17,00 al porto di Tropea, sarà allestito un gazebo per la somministrazione dei vaccini anti covid ai cittadini che rientrano tra le categorie dei soggetti vaccinabili o che devono essere sottoposti alla seconda vaccinazione di richiamo.

L’iniziativa è stata promossa dalla Direzione Generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Vibo Valentia in concomitanza con la regata nazionale di vela, Rotta dei Ciclopi,

La prestigiosa regata, organizzata dal Circolo Velico Santa Venere e in partenza dal porto di  Tropea venerdì 18 giugno con rientro previsto dopo la rotta che porta alle isole Eolie, sarà l’occasione per proporre agli sportivi e agli appassionati di vela, lo stretto connubio tra sport e salute, in questo particolare momento di emergenza sanitaria.

L’amministrazione del porto di Tropea ha aderito con entusiasmo all’iniziativa, rendendo disponibili gli spazi per il posizionamento del punto vaccinale.

Lo staff dell’Azienda sanitaria, che vede la presenza della Dr.ssa Maria Bernardi in qualità di medico vaccinatore, sarà disponibile per la somministrazione dei vaccini.

Non sarà necessario effettuare alcuna prenotazione, ma solo portare con sé la tessera sanitaria.

“Una sfida, questa contro il Covid, che abbiamo la necessità di vincere al più presto per il bene di tutti. Ecco perché è fondamentale procedere a vele spiegate con la somministrazione dei vaccini, nella convinzione che solo così si potrà tornare presto alla normalità” ha dichiarato il commissario straordinario Maria Bernardi.

“E quale migliore occasione di un evento sportivo come la regata può ribadire la voglia di sconfiggere il Covid che c’è in ognuno di noi” ha concluso il massimo responsabile della sanità vibonese.

Subscribe to this RSS feed