Redazione

Redazione

URL del sito web:

Etnobotanica ed Etnofauna in Calabria, se ne parlerà a Lamezia Terme

Venerdì 16 novembre alle ore 18 nella libreria Tavella di Lamezia Terme il naturalista Francesco Bevilacqua e il sociologo Claudio Cavaliere converseranno su Etnobotanica in Calabria ed Etnofauna in Calabria (Rubbettino), le prime due pubblicazioni a cura della Riserva Naturale Valli Cupe, con l’etnobotanico e direttore della Riserva Carmine Lupia, coautore dei volumi insieme ad Antonella Lupia (laureata in Scienze fisiopatologiche generali e specializzata in Biochimica clinica) e Raffaele Lupia (docente di Scienze agrarie, impegnato in iniziative volte al recupero delle tradizioni del mondo rurale).

Piante e animali calabresi studiati e raccontati con taglio divulgativo sia dal punto di vista scientifico che da quello storico-culturale: l’intento dei tre autori è quello di far emergere il legame imprescindibile uomo-natura, una simbiosi che viene snocciolata attraverso proverbi, modi di dire e credenze popolari per custodire un patrimonio culturale di antiche conoscenze relative ad abitudini alimentari e mezzi curativi tramandate solo oralmente nei secoli.

«Etnobotanica in Calabria ed Etnofauna in Calabria – asserisce Carmine Lupia – sono un omaggio a saperi e saggezze che hanno accompagnato la vita del popolo calabrese, nonché un tributo a una virtuosa civiltà contadina che rischia ingiustamente di scomparire». 

Vibo, domani la presentazione della scuola di teatro “Esperienze a confronto”

Alla Biblioteca comunale di via Jan Palach, di Vibo Valentia, domani sera, mercoledì, alle ore 17, verrà presentata, ufficialmente, al pubblico, presente il sindaco Elio Costa, una nuova scuola di teatro “Esperienze a confronto”, che trae spunto dai successi registrati nell’ambito dell’associazionismo sviluppato dall’Uilt, l’Unione italiana libero teatro che associa in Calabria 27 Compagnie e tutto quanto appartiene al teatro professionistico.

“È una nuova e più avanzata idea che ha la velleità e comunque la finalità – afferma Gino Capolupo, direttore artistico della Scuola, dirigente scolastico in quiescenza, capo comico e regista della Compagnia teatrale “I Commedianti” - di realizzare un invito verso una più consistente pratica del teatro educativo e che torna utile per invitare le istituzioni scolastiche e quanto ruota attorno alla didattica a meglio incrementare l’importante momento multimediale e polivalente rivolto alla formazione e all’aggiornamento di ragazzi e giovani.

La Scuola – aggiunge - è supportata dall’Associazione teatrale “I Commedianti” con la collaborazione del Centro studi della Uilt, il Mibac e l’Agita in applicazione delle linee guida del Miur 2016.
Vibo Valentia ed il suo territorio aspirano a tornare ai fasti di un tempo quando il teatro era più competitivo ed in Calabria era divenuto presto un punto di riferimento nel contesto dello sviluppo della cultura socio culturale e artistica.

Con questo progetto – spiega ancora Gino Capolupo – pensiamo di aumentare la capacità della partecipazione e più pieno inserimento del teatro non soltanto nel mondo della scuola ma anche in tutti gli ambienti dove il fascino del teatro ha fatto sempre presa”.

L’iniziativa della presentazione del programma è patrocinata dal Comune e si avvale della collaborazione della Civitas, l’associazione presieduta da Raniero Pacetti e da partner di sicuro effetto artistico e teatrale come la Theatre de gart, diretta da Dandy Danno, la Cooperativa Teatrale “La cantina delle arti”, diretta da Enzo D’Arco, di Sala Consilina, la Scuola di teatro “Enzo Corea” di Catanzario e lo stesso Centro studi Uilt della Calabria con sede sempre a Catanzaro.

A Vibo Valentia l’attività partirà con uno stage che va dal novembre 2018 al maggio 2019. I corsi, dalla durata di due ore a settimana, intervallati da stage con registi,attori, coreografi e scrittori, saranno quattro e potranno essere frequentati da giovani e adulti.

Le tematiche a confronto riguarderanno il teatro ed il territorio, la diversità, la scuola ed il sociale.

In contemporanea alla presentazione della nuova scuola di teatro verrà presentata la Rassegna “Tutti a teatro”che si svolgerà al cine teatro Moderno il prossimo 15 dicembre.

 

Chiaravalle Centrale, si lavora alla terza stagione teatrale

Una nuova stagione teatrale a Chiaravalle Centrale. Confermato, in tal senso, l'impegno dell'amministrazione comunale, nella persona del vicesindaco e assessore alla Cultura, Pina Rizzo.

Un progetto che andrà avanti per il terzo anno consecutivo, con la preziosa collaborazione della Uilt (Unione italiana libero teatro) Calabria, presieduta da Gino Capolupo, e della Consulta comunale della Cultura.

Tanti anche gli sponsor privati che garantiranno il loro sostegno. Alcune compagnie gareggeranno tra loro in concorso, con premiazione finale attribuita in base ai consensi tributati dal pubblico in sala.

Altre saranno ospiti del Teatro Impero, andando ad arricchire il programma offerto ai tanti appassionati del comprensorio.

Non solo la città di Chiaravalle, dunque, ma i tanti comuni delle Preserre e delle Serre attendono il lancio del nuovo cartellone per l'anno 2019. Non si esclude una sinergia con il vicino teatro di Soverato, grazie agli ottimi rapporti tra le due amministrazioni comunali e, in particolare, con il consigliere delegato della cittadina jonica, Emanuele Amoruso. Si lavora sulla base di cinque spettacoli, più due fuori concorso.

I vincitori scriveranno il loro nome nel palmarès della manifestazione dopo la compagnia “Il Sorriso” di Isola Capo Rizzuto, migliore spettacolo del 2017, e “La Bottega del Teatro” di Caserta per l'edizione 2018.

Topo d'auto colto sul fatto nel Vibonese

Danneggiamento e furto aggravato in concorso. Queste le accuse con le quali, un trentaseienne residente in provincia di Catanzaro è stato arrestato dagli agenti delle Volanti a Bivona.

L' uomo è stato sorpreso chino in un’autovettura che presentava il finestrino rotto.

Alla vista dei poliziotti, il presunto topo d'auto è salito sul suo veicolo, sul quale lo aspettava una donna e si è dato alla fuga.

Nel corso dell’inseguimento, prima di essere bloccati, i due hanno gettato dall’auto in corsa alcuni oggetti, recuperati subito dopo dagli agenti che, così, hanno avuto modo di constatare che si trattava di un giaccone e di un porta documenti di proprietà del titolare del mezzo che poco prima era stato danneggiato.

Per il trentaseienne sono, quindi, scattate le manette; mentre la donna è stata denuncia a piede libero.

Sottoscrivi questo feed RSS