Redazione

Redazione

URL del sito web:

Trovato nei presssi del lago Angitola il cadavere del pensionato scomparso a Pizzo

I Vigili del fuoco del Comando provinciale di Vibo Valentia hanno rinvenuto il cadavere di M.C.V.E., il sessantasettenne di Pizzo Calabro di cui si erano perse le tracce questa mattina.

Il corpo del pensionato è stato trovato durante una perlustrazione effettuata nell’area del lago Angitola, nel territorio comunale di Maierato.

Serra, De Caria (Fi) esprime preoccupazione per la chiusura del punto di cottura dell’ospedale

"La notizia della chiusura del punto cottura dell’ospedale di Serra San Bruno, che secondo quanto affermato dal direttore del dipartimento Prevenzione dell’Asp di Vibo Cesare Pasqua sarebbe da intendersi come definitiva, rappresenta motivo di seria riflessione e preoccupazione".

E' quanto afferma in una nota, il coordinatore cittadino di Forza Italia Serra San Bruno, Francesco De Caria.

"È chiaramente necessario garantire elevati standard di qualità nell’erogazione dei pasti agli ammalati ed i controlli in tal senso - aggiunge De Caria - costituiscono iniziative senz’altro positive, ma privare in maniera irreversibile il nostro ospedale di questo servizio può tradursi in un nuovo momento decisivo del processo di ridimensionamento. Nell’attesa che venga chiarito ogni aspetto di questa vicenda, auspichiamo come Forza Italia che l’Asp adotti decisi provvedimenti correttivi senza però incidere sulle speranze degli abitanti del comprensorio di riavere un ospedale degno di tale nome. Chiediamo al sindaco la massima vigilanza sulla questione ed ogni azione utile a difendere il diritto alla salute. Noi siamo pronti a fare la nostra parte promuovendo iniziative popolari e partecipando a tutte le attività che possono servire a far sentire la voce del popolo. Invochiamo una svolta netta in grado di rivoluzionare l’organizzazione della sanità che - conclude la nota - sin dai tempi del governatore Loiero, ha conosciuto solo involuzioni e privazioni per gli utenti".

Serra, il sindaco Tassone chiede la riapertura del punto cottura dell’ospedale "San Bruno"

«Stamattina ho appreso con preoccupazione la notizia relativa alla chiusura del punto cottura all’ospedale “San Bruno” e ho subito contattato telefonicamente sia il direttore sanitario aziendale, Michelangelo Miceli, che quello del nosocomio cittadino, Livia Barberio, ai quali ho chiesto esplicitamente di farmi sapere in tempi brevi le misure che intendono adottare per ripristinare questo importantissimo servizio».

Ad affermarlo, in un comunicato, è il sindaco di Serra San Bruno, Luigi Tassone.

«Il nostro nosocomio - prosegue il primo cittadino – non può nella maniera più assoluta essere privato anche del punto cottura, per questo ho deciso di mettermi immediatamente in contatto con i vertici dell’Azienda sanitaria provinciale vibonese. Ho chiesto dei chiarimenti e, soprattutto, che questo servizio venga ripristinato nel più breve tempo possibile. Già nei mesi scorsi, avevamo annunciato che la nostra attenzione rispetto alle problematiche che affliggono l’ospedale sarebbe stata massima e così sarà anche sul punto cottura».

Incidente nel Vibonese, due morti

È di due morti, il bilancio del tragico incidente stradale avvenuto nella serata di ieri lungo la provinciale 17 per Tropea.

Per cause in corso d'accertamento, l'auto sulla quale viaggiavano due persone, di 68 e 72 anni, è uscita di strada, si è ribaltata ed ha preso fuoco

Sul posto, oltre ai carabinieri ed ai Vigili del fuoco, sono intervenuti i sanitari del 118 che hanno constatato la morte di uno dei passeggeri del veicolo.

L'uomo rimasto ferIto è, invece, deceduto durante il trasporto all’ospedale Riuniti di Reggio Calabria, dopo che gli erano state prestate le prime cure allo Jazzolino di Vibo.

Sottoscrivi questo feed RSS