Redazione

Redazione

URL del sito web:

Investe una donna e scappa, denunciato un 42enne

Ha quarantadue anni l’uomo indagato per aver investito a Rogliano (CS), lo scorso giovedì 7 dicembre, una donna di 74 anni. L’incidente era avvenuto nel cuore del centro abitato e, dopo l’investimento, l’automobilista si era dato alla fuga senza prestare alcun soccorso alla malcapitata. La donna, benché apparsa sin da subito non in pericolo di vita, era stata comunque trasportata d’urgenza dal personale del 118 presso il Pronto Soccorso dell’ospedale Annunziata di Cosenza, presso il quale è ancora ricoverata.

Gli immediati accertamenti della pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Rogliano, intervenuta nell’arco di pochissimi minuti su segnalazione di alcuni passanti, permettevano di concentrare le prime indagini nei confronti di un quarantaduenne del posto. In particolare, gli indizi raccolti dai militari sia nell’immediatezza sul luogo dell’incidente che a seguito di ulteriori verifiche, accertamenti tra i quali occorre ricordare l’acquisizione di alcuni filmati registrati dalle telecamere di un vicino esercizio commerciale, incrociate con le testimonianze dei passanti che avevano assistito al sinistro, hanno permesso di individuare l’autovettura coinvolta e di rintracciarne il conducente.

L’attività di indagine dei Carabinieri, condotta d’intesa con la Procura della Repubblica di Cosenza, ha consentito quindi di deferire in stato di libertà l’automobilista responsabile dell’incidente, al quale sono stati contestati i reati di lesioni personali colpose ed omissione di soccorso.

Scarico di acque reflue senza autorizzazione, due denunce nel vibonese

I carabinieri della Stazione di Mileto unitamente a personale del Nas di Catanzaro e del Nil di Vibo Valentia, nell’ambito di specifici servizi finalizzati al controllo dei settori agricolo, agroalimentare e forestale, hanno effettuato un controllo ad un oleificio ubicato in contrada “Barbasano” del Comune di Mileto.

Nel corso dell'ispezione, i militari hanno riscontrato la presenza di un lavoratore in nero, nonchè uno scarico per acque reflue non autorizzato che sversava in un vicino canale.

Per la prima violazione è stata elevata una sanzione di 3 mila euro, per la seconda, invece, sono stati denunciati i proprietari.

Soverato: Giovanni Battista Marrapodi entra nell’Assemblea nazionale di Fratelli d'Italia

Riceviamo e pubblichiamo

Accolta con vibrante soddisfazione, nella giornata di ieri, presso l’assemblea del Circolo Fratelli d'Italia di Soverato “AnnoZero”, l'elezione di Giovanni Battista Marrapodi a componente dell’Assemblea Nazionale del partito guidato da Giorgia Meloni.

Marrapodi, presidente del Circolo territoriale della cittadina jonica, ha voluto relazionare ai tesserati soveratesi i successi raggiunti a Trieste dalla compagine catanzarese che ha visto, inoltre, la contestuale elezione dei lametini Rosario Aversa, Francesco Grandinetti e Raffaele Mastroianni. Concentrandosi sui tanti interventi che il congresso ha regalato alla platea, il presidente Marrapodi, ha voluto soffermarsi sul segnale lanciato nell'intervento dal palco di Trieste da Guido Crosetto, relativo al bisogno di vivere il Partito e l'essere "Patrioti", non sulla base di un nostro interesse personale. Se si crede che una carica o un ruolo politico, a volte  autoreferenziale, serva ad un nostro percorso personale, vuol dire che non abbiamo capito nulla di ciò che il Partito e il paese ha bisogno. L’unico interesse che ci deve spingere a vivere il partito deve essere esclusivamente il bisogno di servire la causa comune, in caso contrario, lo stesso tesseramento diventa inutile e immotivato, perché per sentirsi “patrioti” è necessario posporre il proprio interesse personale rispetto a quello della comunità.

Inoltre, l’assemblea FDI di Soverato ha regalato un applauso ricolmo d’emozione alla notizia del gradito ritorno a “casa” di Wanda Ferro, ufficializzato pubblicamente dal palco di Trieste. Icona simbolo della Comunità militante della Destra Calabrese, la Ferro rappresenta l’esempio di una politica che decide di non arrendersi, ma di lottare con vigore, ottenendo risultati amministrativi ragguardevoli, sia alla guida della provincia di Catanzaro che ora nella veste di Consigliere Regionale. Allo stesso modo è stata espressa grande soddisfazione per l’adesione al progetto FDI di una delle figure storiche della destra Calabrese, ovvero Michele Traversa, da anni faro e punto di riferimento politico e amministrativo.

Infine, Marrapodi, ha voluto metaforicamente lanciare il proprio invito alla Ferro ed a Traversa, a “ripartire” da quel motto che aveva, nella scorsa competizione elettorale, caratterizzato la corsa alla presidenza, ovvero: “Calabria, diventa ciò che sei”.

Seguiranno, nei prossimi giorni, interessanti novità sulle iniziative promosse e messe in campo dal circolo nell’ambito di tutto il comprensorio Basso-jonio Catanzarese".

Giovanni Battista Marrapodi - Presidente del Circolo Fratelli d'Italia  “AnnoZero” - Soverato

Viola le prescrizioni imposte dalla sorveglianza speciale, 55enne arrestato nel vibonese

I carabinieri della Stazione di Tropea hanno tratto in arresto il 55enne Antonio La Rosa.

Pur essendo sottoposto al regime della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, l’uomo è stato sorpreso in una piazza prossima alla biblioteca cittadina, dove era intento a colloquiare con un uomo noto alle forze dell’ordine.

Avendo violato le prescrizioni imposte dalla misura restrittiva cui era sottoposto, per il 55enne è scattato l’arresto. Al termine delle formalità di rito La Rosa è stato posto ai domiciliari.

Sottoscrivi questo feed RSS