Redazione

Redazione

URL del sito web:

“A me gli occhi” di George Feydeau, portata in scena all’Auditorium "Mario Casalinuovo" di Catanzaro

Venerdì 25 settembre, presso l’Auditorium "Mario Casalinuovo" di Catanzaro, con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura del Comune di Catanzaro, si è svolta una manifestazione a scopo benefico a favore dell’associazione A.V.E.A.M.A..  

Il sodalizio, presieduto da Ninetta Cristallo, si occupa, in particolare, del recupero e dell'integrazione di giovani con problematiche. 

Nel corso della manifestazione è stata rappresentata la commedia “A me gli occhi”, di George Feydeau, con la regia di Egidio Gemelli.
 
Gli attori, guidati da Ninetta Cristallo, sono stati: Federico Prosdocino, Francesca Stanizzi, Domenico Polizzi, Raffaele Cusato, Raffaele Forleo, Egidio Gemelli e  Roberta Colosi

 

‘Ndrangheta: favorirono la latitanza di due boss, manette per i rampolli di un’importante cosca

Altro duro colpo alla cosca “Facchineri” di Cittanova: dopo l’arresto di due latitanti, Giuseppe Facchineri nel 2017 e Girolamo Facchineri nel 2018 (quest’ultimo  individuato in un casolare nascosto nella fitta vegetazione dell’Aspromonte) e l’operazione “Altanum” del 2019 - a seguito della quale, nei giorni scorsi, la Procura di Reggio Calabria ha chiesto altissime pene, tra cui l’ergastolo per Giuseppe Facchinieri - oggi altri due esponenti della famiglia vengono condotti in carcere dai carabinieri della Compagnia di Taurianova.

Si tratta di Luigi e Domenico Facchineri, di 26 e 28 anni, figli dell’ex latitante Girolamo, anche lui già ristretto in carcere, ai quali i militari hanno notificato l’ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dal Procuratore generale presso la Corte d’appello di Reggio Calabria, in quanto definitivamente condannati per i reati di favoreggiamento personale e procurata inosservanza di pena, aggravati dalle finalità mafiose, commessi fino al 2016 in favore di Giuseppe Crea e Giuseppe Ferraro, ritenuti gli allora capi e organizzatori delle temute cosche di ‘ndrangheta Crea e Ferraro-Mazzagati.

Secondo l’ipotesi accusatoria della Procura di Reggio Calabria, avallata dalla Procura generale e confermata in via definitiva in tutti e tre gradi di giudizio, i due giovani Facchineri, fino al 2016, si erano prodigati per fornire appoggio logistico alla latitanza dei due importi e anziani capi cosca.  

Una pluriennale latitanza, resa possibile dall’appoggio fornito da altre famiglie di ‘ndrangheta, tra cui i Facchineri e finita solo nel gennaio 2016, quando i due temuti boss vennero catturati in un bunker nell’entroterra di Maropati.

Domenico e Luigi Facchineri sono stati quindi condotti al carcere di Reggio Calabria, dove sconteranno la pena residua di 3 anni e 6 mesi.

Rinvenute due piantagioni con oltre mille piante di cannabis

I carabinieri della Stazione di Reggio Calabria Rosario Valanidi, dello Squadrone eliportato Cacciatori di Calabria e dell’8° Nucleo elicotteri di Vibo Valentia, hanno rinvenuto due distinte piantagioni, con oltre mille piante di cannabis, su terreni demaniali, in località Embrisi, della città dello Stretto.

Dopo aver scoperto una prima coltivazione composta da 300 piante, i militari ne hanno individuata una seconda, con 750 arbusti alimentati da un impianto d’irrigazione allacciato abusivamente alla rete idrica comunale.

Durante le operazioni è stata trovata anche una struttura in legno adibita ad essiccatoio.

Una volta sequestrato lo stupefacente, gli uomini dell’Arma hanno avviato le indagini per cercare di risalire ai responsabili delle coltivazioni.

Incendi nel Vibonese, interrotta la circolazione dei treni

Sono stati 22 gli interventi effettuati nella giornata di ieri dai vigili del fuoco, per far fronte ad una serie d’incendi divampati nei comuni di Vibo Valentia, Zambrone, Parghelia, Briatico, Cessaniti, Zungri, San Gregorio D’ippona e Ionadi.

In particolare a Zambrone, dove le fiamme hanno lambito alcune villette, per consentire le operazioni di spegnimento è stato necessario interrompere la circolazione ferroviaria sulla linea Eccellente-Rosarno.

Sottoscrivi questo feed RSS