Redazione

Redazione

URL del sito web:

Incendio in un bosco, intervengono due Canadair e un elicottero

Un incendio, divampato a Castrolibero (CS), ha mandato in fumo un bosco ubicato a ridosso di una zona residenziale.

Sul posto, oltre ai vigili del fuoco del Comando provinciale di Cosenza ed agli uomini del servizio antincendio di Calabria verde, sono intervenuti due Canadair ed un elicottero.

Le operazioni di spegnimento sono state rese particolarmente difficoltose dal vento che ha alimentato le fiamme.

Infine, il rogo è stato domato, anche grazie ad un temporale abbattutosi sulla zona.

Mongiana: cade nel bosco e si frattura la caviglia, soccorso dai carabinieri forestali

Evento a lieto fine per L.R.P.P., dipendente della Regione Calabria che, ieri mattina, dopo aver lasciato l’auto in località Benestare del Comune di Mongiana, si è inoltrato  nella vallata del fiume Allaro per eseguire dei rilievi.

Lungo il tragitto ha perso l'equilibrio ed è caduto, procurandosi un infortunio alla caviglia che lo ha immobilizzato.

L'uomo ha quindi chiesto aiuto alla sala operativa della Compagnia di Serra San Bruno che, a sua volta, ha allertato gli uomini della locale Stazione carabinieri forestale.

I militari sono quindi riusciti a rintracciare e soccorrere il malcapitato, il quale una volta trasportato a Mongiana è stato affidato alle cure dei sanitari del 118 che hanno riscontrato la frattura della caviglia sinistra.

Tutto pronto per le Giornate europee del patrimonio

 Le Giornate Europee del Patrimonio rappresentano l'appuntamento annuale con siti storici, luoghi della cultura, monumenti, beni naturali, architettonici, archeologici voluto dal Consiglio d'Europa con l'appoggio della Commissione Europea, sin dal 1991, con l'importante interesse di coinvolgimento i cittadini, tutti, dei 50 Stati Membri della Convenzione Culturale Europea in un movimento di idee, oltre che in un'azione programmatica, in cui il patrimonio culturale dei popoli viene percepito e vissuto come una risorsa condivisa e un bene comune che le azioni attuali hanno la responsabilità di custodire e salvaguardare per quelle a venire.

Il patrimonio culturale dei cittadini europei è stato forgiato nel corso dei secoli dall’interazione tra le espressioni culturali delle diverse civiltà che hanno popolato il nostro continente dando vita ad una straordinaria varietà di espressioni e manifestazioni che, proprio nella loro diversità, forniscono una direzione unitaria in termini di creazione di valore e di competenze.

Il tema scelto per il 2019 è “Un due tre... Arte! - Cultura e intrattenimento” perché è ormai idea consolidata e condivisa che l’Arte e la Cultura generino dialogo e occasione di incontro fra i popoli ancor prima e forse ancor meglio di qualsiasi altro processo compiuto dalla mente umana. L’idea che sottende la scelta compiuta per l’adozione del tema generale di quest’anno, in tema di patrimonio, è che l’Arte, lungi dall’essere un semplice godimento estetico o un semplice mezzo di intrattenimento, possa e debba, piuttosto, essere uno strumento di esplorazione e di conoscenza che, attraverso una chiara presa di coscienza porta a considerare il sé e l’altro nella identica dimensione di microcosmi che interagiscono in una dimensione di perfetta complementarietà.

In questa cornice valoriale si è perfettamente inserita la proposta progettuale del Club per l’Unesco di Vibo Valentia che ha colto l’occasione delle Giornate Europee del Patrimonio per tenere a battesimo un importante progetto culturale ideato da Angelica Artemisia Pedatella dal titolo “Lucrezia Borgia: 500 anni di fascino e di mistero; il femminile nell’immaginario collettivo” e la cui direzione artistica è stata affidata a Pasquale Lettieri.

Sarà una due giorni interprovinciale con due appuntamenti organizzati a Nicotera, per sabato 21 novembre e a Catanzaro, per domenica 22.

Protagonisti del primo appuntamento saranno i piccoli alunni delle classi quarte e quinte dell’Istituto Comprensivo Pagano di Nicotera il cui giovane dirigente scolastico, Giuseppe Sangeniti, ha immediatamente colto l’importanza e la trasversalità dell’offerta formativa riservata ai bambini nicoteresi per l’occasione. Gli stessi, infatti, fruiranno dei laboratori “Coloriamo la musica” proposti da Romolo Calandruccio e Donato Arcuri (esperti di propedeutica musicale) e dell’intermezzo musicale del chitarrista Andrea Marra. Protagonisti degli appuntamenti musicali a Catanzaro saranno, invece, Emanuela Stillitano e Francesco Pagnotta che eseguiranno un repertorio di Mozart e Beethoven scelto con cura e maestria dal direttore artistico Gianfranco Russo. Diversi gli artisti che hanno risposto “presente” all’appello lanciato dal Club Unesco di Vibo Valentia guidato da Maria Loscrì, chiaro segno che il messaggio divulgato dall’Europa in tema di Cultura, Patrimonio e Arte ha fatto breccia anche in Calabria. Si tratta di Antonella Di Renzo, Vera Console, Antonella Fortuna, Lilly Calello, Antonio Salvatore Maio, Antonio Palamara, Tonino Gaudioso, Celeste Fortuna, Beniamino Giannini, Irene Fazzari, Amalia Alia, Alfredo Campagna, Daniela Sibbio, Grazia Varone, Eleonora Cipolla, Pamela Caligiuri, Nicoletta Macrì, Francesco Minuti, Antonio Pugliano, Rosario De Sarno, Rebecca Giacchi. Decisivo il contributo apportato dagli Assessori alla Cultura interessati dall’evento, Pino Leone per il comune di Nicotera e Ivan Cardamone per il Comune di Catanzaro. Il patrocino all’evento è stato garantito, invece, dal Centro per la Formazione “Platone” di Vibo Valentia, dall’Accademia di Belle Arti di Catanzaro e dalla Compagnia Teatrale “ba 17”.

Serra, Tassone invita Giancotti e Albano a scuse pubbliche: “Mai raggiunto un livello così basso”

“Ci sono dei casi in cui occorrerebbe privilegiare il silenzio, se non altro per il rispetto verso chi si è trovato coinvolto in una situazione difficile. Così, dopo l’incidente verificatosi lunedì sera, sarebbe stato necessario evitare polemiche e strumentalizzazioni. Invece si sono verificati comportamenti incoscienti da parte di chi prova ad utilizzare ogni evento per fini elettorali che mi costringono ad una ferma risposta, per dignità del ruolo che rivesto e per esigenze di chiarezza rispetto ai serresi”.

Il sindaco Luigi Tassone replica duramente alle accuse rivolte dai consiglieri di minoranza Valeria Giancotti e Brunella Albano e sostiene che “mai, a Serra San Bruno, si era caduti ad un livello così scadente, in cui confusione, incompetenza e falsità di fondo del messaggio trasmesso alla gente si mischiano creando un odio insensato di cui la nostra città non ha certo bisogno”.

“Le sguaiate calunnie mosse nei miei confronti – afferma il primo cittadino – rispetto alle quali non sono più disposto a transigere, necessitano di scuse pubbliche. Qualora, invece, dovessero continuare questi atteggiamenti mi vedrò costretto a ricorrere alle vie legali a tutela della mia immagine e della mia reputazione. Alle due componenti dell’opposizione Giancotti e Albano chiarisco che il sindaco di Serra San Bruno, anche se presidente della Conferenza dei sindaci, non può svolgere ruoli di gestione diretta in campo sanitario e, dunque, non può rendersi colpevole di quelle che vengono definite, con chiaro intento diffamatorio, condotte omissive. Dovrebbe essere scontato, eppure non lo è per chi peraltro ha svolto il ruolo di vicesindaco ed assessore e, oggi, perse queste cariche ricerca in ogni modo spazi e visibilità anche a costo di superare i limiti della decenza. E spiace notare che non ci sia consapevolezza alcuna del ruolo istituzionale di consigliere comunale, tuttora rivestito, e del senso di responsabilità che esso dovrebbe comportare”.

Non manca una considerazione politica: “io e la mia maggioranza ci sentiamo diversi da questo modo di pensare e di agire. Non posso accettare che questa barbarie politica prenda il sopravvento, ma continuerò a lottare solo e soltanto con metodo democratico e con quella coscienza costruita grazie alla mia formazione politica e culturale. Le insinuazioni, i veleni, le costruzioni artefatte non appartengono alla mia storia ed alla mia cultura".

Sottoscrivi questo feed RSS