Redazione

Redazione

URL del sito web:

Gli alunni della scuola di Brognaturo in visita ai "Cantieri Aperti" di Mongiana

In occasione del Progetto “Cantieri Aperti”, promosso dal comune di Mongiana, i bambini della Scuola Primaria di Brognaturo, classi 2°, 3°, 4° e 5°, hanno visitato i cantieri delle storiche ferriere borboniche e il museo di Mongiana “Real Fabbrica D’Armi Mongiana”. L’evento è stato voluto dal sindaco Bruno Iorfida, che, in seguito all’incontro tenutosi presso la scuola Domenicoantonio Tiani di Brognaturo, nel quale ha coinvolto gli alunni in un percorso di riscoperta e valorizzazione del patrimonio storico- culturale e ambientale del territorio, ha invitato i bambini in un viaggio tra passato e futuro. E’ stata un’occasione straordinaria, i bambini sono rimasti entusiasti, hanno partecipato con fervore, facendo numerose domande al sindaco e alla guida del museo, hanno conosciuto luoghi ed ambienti culturali del periodo borbonico.

Questa esperienza ha permesso di ottenere esiti educativo-didattici positivi, in quanto ha favorito la conoscenza diretta di luoghi, attività e beni appartenenti al passato. “Sono rimasto contento di aver visto cose che finora avevo potuto solo immaginare: le palle di cannone, il luogo in cui venivano conservati il carbone e la limonite, prima di essere messi nell’alto forno per la fusione, i vari fucili, la statua di Re Ferdinando II, riprodotta in legno, ferro e gesso, e mi è piaciuto tantissimo il museo con le sue proiezioni” (B.B. alunno della classe 5°). La bellezza dei luoghi, in cui la cittadina di Mongiana sorge, e l’interesse di quello che a ragione è un autentico sito di archeologia industriale meritano di certo di essere conosciuti da un pubblico più vasto, nell’ottica della riscoperta e della conoscenza del territorio in cui viviamo e delle potenzialità che esso presenta, anche ai fini di una migliore valorizzazione dello stesso. Sarebbe auspicabile che tutti i ragazzi delle scuole del territorio visitassero le Regie Ferriere di Mongiana.

«E’ stata una bellissima mattinata all’insegna della cultura e della riscoperta della nostra storia e della storia di un luogo, Mongiana, - ha commentato il sindaco Bruno Iorfida -  dove i bambini hanno avuto modo di osservare il cantiere, ormai quasi finito, e di fare un’esperienza unica e straordinaria. Ringrazio le docenti che li hanno accompagnati e soprattutto la dirigente scolastica che ha permesso ai ragazzi di vivere questa esperienza straordinaria. Invito sin da ora le scuole che vorranno fare questo viaggio nella straordinarietà di un luogo visitando i resti di quello che era l’industria siderurgica più imponente del meridione.

Fabrizia tra le tappe dell'Appennino Bike Tour

Il sindaco di Fabrizia, Antonio Minniti, il prossimo martedì 6 giugno sarà presente a Bologna presso il G7 Ambiente dove alla presenza del Ministro Gian Luca Galletti e di altri 42 Sindaci italiani sarà siglato il “Patto Amicizia Sviluppo Sostenibile dell’Appennino e lancio stampa dell’Appennino Bike Tour” che attraverserà tutta l’Italia dalla Liguria (Savona) alla Sicilia (Palermo) passando per la Calabria.

Fabrizia, nell’ambito di tale iniziativa, il 16 agosto 2017 ospiterà la tappa di arrivo la “Amaroni – Fabrizia” ed il giorno successivo darà il via alla tappa di partenza la “Fabrizia – Santa Cristina d’Aspromonte”.

"Aver inserito il nostro Comune quale sede di tappa di arrivo e partenza per una manifestazione di tale rilievo nazionale – ha commentato il sindaco Minniti - rappresenta motivo di orgoglio per l’intera comunità fabriziese, ed allo stesso tempo una sfida per la buona riuscita dell’iniziativa per la promozione del borgo Fabriziese, dei suoi luoghi naturalistici e ambientali e del suo patrimonio artistico culturale".

Spadola, tre denunce dei Carabinieri per smaltimento illecito di rifiuti non pericolosi

I carabinieri forestali della Stazione di Serra San Bruno sono intervenuti, a seguito segnalazione, lungo il tracciato della strada comunale che dal centro abitato conduce nella località Pendini – Zucchi di Spadola, dove hanno hanno potuto accertare che effettivamente i lavori di ripristino della carreggiata e la realizzazione di alcuni muretti in cemento armato erano stati eseguiti amalgamando materiale proveniente dalla demolizione del vecchio manto stradale. La verifica è stata possibile mediante opportuna effettuazione di sondaggi. Acquisita la relativa documentazione presso l’Ufficio Tecnico del Comune di Spadola, i militari avrebbero constatato come  il computo metrico prevedeva la demolizione di cunette in calcestruzzo e la fresatura di circa 2.000 mq di pavimentazione stradale. Il materiale prodotto avrebbe dovuto essere conferito in discarica o, in alternativa, per essere riutilizzato, avrebbe dovuto essere prima trattato presso un impianto di recupero. Difatti, per avere assegnato uno specifico codice previsto dal Catalogo Europeo dei Rifiuti e quindi essere considerato come sottoprodotto riutilizzabile, il fresato avrebbe dovuto essere sottoposto alla caratterizzazione prevista per le miscele bituminose. In considerazione della carente documentazione esibita dalla ditta esecutrice dei lavori, il personale dei Carabinieri Forestale ha contestato il reato di smaltimento illecito di rifiuti speciali non pericolosi e pertanto sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria il procuratore speciale della ditta esecutrice, il titolare della stessa ed il direttore dei lavori.

Disagi alla circolazione sulla Ss 106, chiusa rampa dello svincolo di Germaneto

"Sulla strada statale 106 VAR/A è stata chiusa provvisoriamente al traffico la rampa 6 dello svincolo di Germaneto in direzione Taranto/Catanzaro, per consentire delle verifiche tecniche al  muro di contenimento della scarpata adiacente alla sede stradale.

Per effetto dell'interdizione, i veicoli provenienti da Lamezia Terme e diretti a  Taranto/Catanzaro Lido dovranno proseguire sulla strada statale 280 direzione Catanzaro (E848 – Via Lucrezia della Valle) per immettersi successivamente sulla statale 106 VAR/A allo svincolo di Santa Maria in direzione Taranto oppure in alternativa potranno proseguire sulla strada provinciale 48, immettersi successivamente sulla 106 VAR/A allo svincolo di Germaneto in direzione Reggio Calabria, uscire allo Svincolo di Borgia per poi immettersi sulla statale 106 VAR/A direzione Taranto;

I veicoli provenienti dalla viabilità locale con direzione Taranto/Catanzaro Lido dovranno proseguire sulla strada provinciale 48 direzione Catanzaro Lido per immettersi sulla statale 106 allo Svincolo Nalini e proseguire in direzione Taranto oppure in alternativa dovranno proseguire sulla strada provinciale 48 e sulla statale  280 in direzione Catanzaro (E848 – Via Lucrezia della Valle) per immettersi successivamente sulla statale 106 VAR/A allo svincolo di Santa Maria direzione Taranto.

Il personale e i tecnici Anas  sono presenti  sul posto per la gestione della  viabilità".

È quanto si legge in una nota dell'Anas

 

 

Sottoscrivi questo feed RSS