Redazione

Redazione

URL del sito web:

Presentato il libro di Luca Viscardi, "La vita a piccoli passi"

Si è svolto lunedì scorso, in modalità telematica, tramite i canali social dell’associazione Valentia, un incontro culturale moderato da Antonio Scuticchio, con ospite il conduttore radiofonico di “Radio number one” e blogger Luca Viscardi, autore del libro “La vita a piccoli passi”, edito da Sperling & Kupfer.
 
Dopo i saluti ed i ringraziamenti del Presidente del sodalizio Anthony Lo Bianco, Luca Viscardi - pseudonimo di Gianluca Vegini - ha dialogato con il moderatore, spiegando lo scopo del libro, che racconta la sua personale esperienza di vita dopo aver contratto il Covid-19.
 
L'autore, molto conosciuto per il suo trascorso come direttore responsabile in Rtl 102.5, nel suo ultimo lavoro, tratta, sia dal punto di vista personale che professionale, il periodo del primo lockdown e della pandemia che ha flagellato il nostro Paese e il resto del mondo. 
 
Viscardi, inoltre, ha spiegato i momenti più cupi che ha subito nel corso della malattia, com’è riuscito a convivere con la stessa ed a superarla. 

Ristruttura un locale e scarica i rifiuti in una scarpata, denunciato

Altomonte - Avrebbe smaltito in maniera illecita rifiuti edili.

Per tale motivo, i Carabinieri forestale della Stazione di San Sosti (Cs) hanno denunciato un uomo di Altomonte che avrebbe scaricato in una scarpata i rifiuti prodotti in seguito alla ristrutturazione di un locale.

Il presunto responsabile è stato identificato in seguito all’attività d’indagine condotta di militari dell’Arma forestale.

Brogli elettorali alle amministrative di Reggio Calabria, i nomi degli indagati

Reggio Calabria - I poliziotti della Digos di Reggio Calabria hanno eseguito questa mattina, un’ordinanza d’applicazione di misure cautelari degli arresti domiciliari nei confronti di cinque persone.

Una sesta persona è stata, invece, raggiunta dalla misura della sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio.

Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di: alterazione del voto, falsità ideologica in atto pubblico ed abuso d’ufficio.

I reati sarebbero stati compiuti durante le elezioni amministrative che nel settembre scorso portarono alla rielezione del sindaco Giuseppe Falcomatà (Pd)  

In particolare, il gip ha applicato la misura cautelare degli arresti domiciliari a carico di Antonino Castorina, consigliere comunale del Comune di Reggio Calabria che, a dicembre scorso era stato sottoposto ai domiciliari per lo stesso motivo e che risulta ora indagato per ulteriori ipotesi di reati elettorali e, in concorso, per abuso d’ufficio e falsità ideologica in atto pubblico; Francesco Laganà (consigliere comunale di Calanna); Simone D’Ascola; Fortunato Morelli e Giuseppe Saraceno, tutti indagati per concorso materiale e morale in varie ipotesi di reati elettorali.

Sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio, invece, per Antonino Covani, all’epoca dei fatti responsabile del Servizio elettorale del Comune di Reggio Calabria, indagato per concorso in abuso d’ufficio e falsità ideologica in atto pubblico.

Chiaravalle C., verso le Comunali: l'appello dei consiglieri Maida, Maltese e Pelaia

Chiaravalle Centrale - "I consiglieri di minoranza Giuseppe Maida (Pd), Francesco Maltese (CambiAmo Chiaravalle) e Bruno Pelaia (FI), che rappresentano in seno al consiglio comunale tre quarti dell’elettorato chiaravallese, intendono promuovere con il presente comunicato il progetto politico unitario di rinnovamento al fine di creare, per la prossima tornata elettorale cittadina, una valida alternativa all’attuale maggioranza che in questi anni si è dimostrata incapace, improduttiva e deleteria.

Per contrastare questa deriva, promuovendo un’idea di città inclusiva e attrattiva, serve una forza capace di parlare a tutti; una forza che sappia ascoltare e tradurre le preoccupazioni in proposte concrete.

Diverse sono state le interlocuzioni avute che hanno visto sin dall’inizio l'assenso di rappresentanti della società civile e di importanti associazioni già radicate e presenti sul territorio.

Il progetto in questione, che si rivolge a quella Chiaravalle di sensibilità politiche, di professionisti, di associazioni, di famiglie e soprattutto di giovani si pone l’obiettivo di costruire sviluppo, crescita e opportunità. 

È la Chiaravalle che è stanca di un sistema chiuso che in questi anni ha creato solo macerie ed una evidente frattura sociale.

È arrivato il momento di costruire un progetto credibile ed innovativo.

Quindi, i sottoscritti consiglieri comunali esprimono l’incondizionata convinzione che tale coraggiosa scelta politica sia l’unica strada da seguire per assicurare un Governo cittadino solido e responsabile.

Per mettere in atto questo progetto politico bisogna organizzare un fronte allargato e inclusivo verso le tante forze sane presenti sul territorio mettendo da parte le ambizioni personali e le battaglie identitarie.

In questo momento c’è l’assoluta necessità di coinvolgere nuove energie, per ridare entusiasmo a chi lo aveva perso e di evitare così una situazione frammentaria fatta di più liste.

Per tali ragioni gli scriventi lanciano un appello a tutte le forze che intendono aderire a questo progetto, con spirito di servizio e collaborazione, e che vogliono creare - aderendo pubblicamente - la giusta alternativa a questa improduttiva e disastrosa maggioranza cittadina".

E' quanto scrivono in un comunicato stampa, i consiglieri di minoranza al Comune di Chiaravalle Centrale, Giuseppe Maida (Pd), Francesco Maltese (CambiAmo Chiaravalle) e Bruno Pelaia (FI).

Sottoscrivi questo feed RSS