Redazione

Redazione

URL del sito web:

Elezioni europee: la Lega è il primo partito, crolla il M5s

Supera addirittura le previsioni degli exit poll è diventa il primo partito. La Lega di Matteo Salvini conquista il 34,56 per cento delle preferenze alle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo e stacca di gran lunga tutte le altre forze politiche.

Il Pd è il secondo partito, con il 22,88 per cento.

Crolla invece il M5s, che non va oltre il 16,84%. Forza Italia si ferma all’8,53%, Fratelli d'Italia cresce e tocca quota 6,42%.

Più Europa al 3,13%, Europa Verde si attesta al 2,32%, La sinistra all'1,7%, il Partito Comunista allo 0,9%, il Partito animalista allo 0,6%, i Popolari per l'Italia allo 0,3%, gli altri movimenti al 2%.

In calo il dato dell’affluenza, che si ferma al 56,10% rispetto al 58,69% del 2014.

Si allacciano abusivamente alla rete elettrica, due donne in manette

Controllo straordinario del territorio a Gioia Tauro, dove 80 carabinieri del Gruppo locale, dello Squadrone eliportato Cacciatori Calabria e del Nucleo cinofili di Vibo Valentia hanno passato al setaccio il quartiere "Ciambra".

Nel corso delle attività, alle quale hanno partecipato anche 2 squadre di verificatori dell’Enel, i militari hanno identificato circa 150 persone, eseguite 49 perquisizioni domiciliari ed elevato sanzioni per violazione al Codice della strada per oltre 2 mila euro.

In particolare, due persone, Beatrice e  Mimma Bevilacqua, rispettivamente di 18 e 41 anni, sono finite in manette con l'accusa di furto aggravato di energia elettrica.

Le due donne, infatti, avrebbero realizzato un bypass con il quale si sarebbero collegate abusivamente alla rete elettrica.

Al termine delle formalità di rito, le arrestate sono state rimesse in libertà.

Le perquisizioni, che hanno interessato complessivamente 17 palazzine, hanno consentito agli uomini dell'Arma di rinvenire, occultato nell’intercapedine di muro, un silenziatore artigianale per pistola e materiale per la pulizia e la lubrificazione di armi da fuoco.

Infine, al termine d'accertamenti condotti di concerto con gli uffici dei vari istituti scolastici del territorio,  i carabinieri hanno deferito in stato di libertà due coniugi ritenuti responsabili del reato di Inosservanza dell’ obbligo dell’istruzione elementare dei minori per aver omesso di fornire l’adeguata istruzione al figlio minore, provocando ingiustificate assenze durante l’anno scolastico in corso.

 

Serra: allerta meteo, le zone a rischio

A causa di possibili "precipitazioni intense", il sindaco di Serra San Bruno, Luigi Tassone, ha diramato un avviso di allerta meteo che interesserà l'arco temporale compreso tra le 12 di oggi (26 maggio) e le 24 di domani (lunedì 27 maggio).

Nell'avviso diffuso dal Comune, in seguito al messaggio di allertamento unificato trasmesso dall'Arpacal, s'invitano i cittadini a prestare particolare attenzione nelle zone di: "viale della Libertà, via De Gasperi, via Calcarella, corso Umberto I, Terravecchia zona chiesa Matrice (via Fiume, via San Biagio, ecc..), via A. Scrivo, corso Vittorio Emanuele III e via Aldo Moro".

 Possibile rischio idrogeologico, invece, lungo il corso dei fiumi Ancinale (tra Santa Maria e San Rocco) e Garusi (tra località Leonà e l'innesto nell'Ancinale).

Segnalato, infine, pericolo frana nelle località: San Rocco, Guido, Pittina, Scorciatina ed in via San Brunone (innesto con località Ombrellino).

Ubriaco armato di coltello minaccia i presenti e aggredisce i carabinieri, arrestato

I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Ciro’ Marina hanno tratto in arresto un quarantatreenne disoccupato, residente in provincia di Milano, per resistenza a pubblico ufficiale e porto di coltello.

L’uomo si trovava in un bar del luogo quando, sotto l’influenza di alcool ed armato di un coltello a serramanico della lunghezza di 17 centimetri, ha dapprima minacciato le persone presenti e successivamente si è scagliato contro i carabinieri, giunti sul posto in seguito ad una chiamata al 112.

Prontamente bloccato, l’uomo è stato arrestato.

L’arma, che durante le fasi di forte agitazione dell’uomo era caduta in terra, è stata sequestrata.

L’arrestato, su disposizione del pubblico ministero di turno della Procura della Repubblica presso il tribunale di Crotone, è stato tradotto nella locale casa circondariale.

Sottoscrivi questo feed RSS