Redazione

Redazione

URL del sito web:

Curato e liberato un capriolo investito da un'auto

Un esemplare di capriolo è stato rimesso in libertà nel Parco nazionale del Pollino.

Il giovane animale, un maschio di circa 10 mesi, era stato trovato nei giorni scorsi lungo la strada che collega i comuni di Morano Calabro e San Basile da alcuni passanti i quali si sono accorti dell’animale a bordo strada, probabilmente investito da un veicolo in transito.

I soccorsi sono scattati subito con l’arrivo sul posto dei militari della Stazione Carabinieri Parco di Morano Calabro e dei veterinari dell’Asp.

L’animale è stato prelevato e portato presso il Cras di Policoro dove il veterinario dell’Ente Parco, Erica Ottone, ha prestato le cure del caso.

Dopo una breve degenza il capriolo è stato reimmesso nel suo habitat naturale all’interno del Parco nazionale del Pollino, nel comune di Morano Calabro.

Amantea, evento studio del Rotary dedicato a Felice Badolati

Sabato, 22 febbraio, alle ore 17, l’hotel “La Tonnara” di Amantea ospiterà uno dei più prestigiosi eventi promossi ed organizzati nella storia del locale Rotary Club, oggi presieduto da Francesco Iorio Gnisci.

E’ in programma la celebrazione del 115° anniversario della istituzione del Rotary International, voluto dal suo fondatore, il celebre Paul Harris.

L’evento verrà dedicato alla memoria di Felice Badolati, Governatore del Distretto 2100 nell’anno 1993/94, scomparso il 3 agosto dello scorso anno, a Palmi, all’età di 85 anni. L’evento studio avrà come tema centrale: “Il Rotary nel pensiero e nell’azione del PDG Felice Badolati”. Avvocato, scrittore e autore di testi teatrali, Felice Badolati è stato, tra l’altro, anche presidente onorario degli ex allievi della Scuola Militare “Nunziatella” di Napoli, oltre ad aver assolto ad importanti incarichi nel Rotary International. Saranno presenti quasi tutti i Club della Calabria. Hanno, inoltre, preannunciata la loro partecipazione i Past Governor Franco Parisi, Pasquale Sansalone, Natale Naso, Marcello Fasano, Luciano Lucania e Salvatore Iovieno, il Governatore designato Fernando Amendola e probabilmente sarà dell’evento anche il Governatore per il 2020/2021 Massimo Franco.

Assente per pregressi impegni istituzionali rotariani l’attuale Governatore Pasquale Verre. In sua rappresentanza interverrà il suo vice Pietro Niccoli,. La macchina organizzativa è affidata al Past Governor Francesco Socievole, del Rotary Club di Amantea, ideatore dell’evento, legato da profonda amicizia a Felice Badolati, cui spetterà la relazione introduttiva dopo i saluti dello stesso Presidente Francesco Iorio Gnisci, del Presidente del Rotary Club di Palmi, Ferdinando Perelli e dell’Assistente del Governatore Casimiro Giannuzzi. Previsti anche gli interventi di Vito Rosano, Presidente dei Past Governor del Distretto 2100, e di altre autorità rotariane. Assicurata la partecipazione della moglie del mai dimenticato Felice Badolati, signora Maria Teresa ed i figli Arcangelo capo servizi della Gazzetta del Sud e Leda, le conclusioni verranno affidate a Piero Niccoli. Francesco Socievole nel presentare l’evento ha motivato la scelta sull’illustre uomo di cultura calabrese, ha detto, tra l’altro, che " la celebrazione del 115° Anniversario del Rotary International non avrebbe potuto avere tema migliore che ricordare la fulgida figura di Felice Badolati Governatore del Distretto 2100 nell’anno 1993-94 e passato alla storia come uno degli esempi più esaltanti dello straordinario percorso del Rotary Internazional.

Entusiasta ed innamorato del Rotary, paladino del Meridione, Felice Badolati – ha aggiunto Francesco Socievole - è stato una delle personalità più attente, intelligenti, capaci e amate del Rotary. Del resto la risposta entusiasta all’iniziativa del Club di Amantea da parte dei molti Rotary Club della Calabria, rappresenta la più tangibile dimostrazione di questa scelta e, nel contempo, dell’affetto e stima di cui godeva oltre ogni confine dell’associazione.” NB. Nella foto Felice Badolati Grazie. Cordiali saluti

Serra: disposto il divieto d'uso dell'acqua potabile (Le zone interessate)

“Divieto all’uso potabile dell’acqua proveniente dal serbatoio denominato ‘Castagnari’ che viene erogata nelle località ‘Rosarella’, ‘Ombrellino’, in via Catanzaro e via Serra dei monaci; dal serbatoio denominato ‘Guido’ che viene erogata nella medesima località e dal serbatoio denominato ‘Ninfo’ che viene erogata nella medesima località"

È quanto dispone l'ordinanza emanata dal sindaco di Serra San Bruno, Luigi Tassone.

Il provvedimento si è reso necessario in seguito alle note con le quali l’Asp di Vibo Valentia ha chiesto l’interruzione dell’immissione nella rete idrica comunale delle acque provenienti da pozzi e sorgenti sprovvisti di certificato di potabilità.

 

Operazione "Helvetia, revocata la sorveglianza speciale a Brunello Nesci

Il Tribunale di Reggio Calabria, Sezione misure di prevenzione, Pastore Presidente, Bellini e Candito giudici a latere, accogliendo pienamente l’istanza ex art 11 D. lgs. n. 159/2011, formulata dal difensore di fiducia Antonio Carè, ha revocato la misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno per la durata di tre anni, precedentemente applicata a Brunello Nesci, coinvolto nel procedimento penale Helvetia, attualmente pendente in grado di appello.

L’avvocato Carè ha eccepito il difetto del requisito dell’attualità della pericolosità sociale, deducendo il notevolissimo arco di tempo decorso dalla commissione dei fatti assunti a indice sintomatico di pericolosità sociale.

Il Tribunale ha acquisito anche le relazioni della casa di reclusione presso la quale Nesci è stato detenuto, dala qualee si evince che durante tutta la restrizione cautelare in carcere, Nesci ha sempre mantenuto un atteggiamento corretto ad eccezione di quanto accaduto la sera dell’ 1 aprile 2018. Tuttavia tale episodio non poteva valere ai fini di una prognosi di reiterabilità, atteso che anche lo stesso consiglio di disciplina, a fronte delle spiegazioni fornite dal detenuto, aveva sospeso l’applicazione della sanzione prevista dall’art. 80 O.P.

Pertanto, l’organo giudicante, sulla base delle indicazioni fornite dalla difesa, ritenendo che la pericolosità sociale di Nesci non fosse più attuale, ha disposto la revoca della misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno.

Sottoscrivi questo feed RSS