Redazione

Redazione

Website URL:

Incidente sulla Trasversale delle Serre, ferita una donna

Una donna è rimasta ferita in un incidente stradale avvenuto questa mattina sulla Trasversale delle Serre. 

La malcapitata era al volante della sua Fiat Punto che, per cause in corso d'accertamento, si è scontrata con un autocarro. 

La ferita è stata soccorsa e trasferita in ospedale dai sanitari del 118.

L'area in cui si è verificato il sinistro è stata messa in sicurezza dai Vigili del fuoco di Chiaravalle Centrale. 

Dal canto loro, i Carabinieri hanno effettuato i rilievi necessari a chiarire la dinamica dell'incidente. 

Reddito di cittadinanza, altri 170 furbetti scoperti in Calabria

I Finanzieri della Tenenza di Scalea, nell’ambito delle attività finalizzate al monitoraggio e al controllo della spesa pubblica legata al“Reddito di cittadinanza”, operando in sinergia con l’Inps, hanno scoperto 170 persone che, con presunti escamotage, hanno indebitamente percepito il beneficio economico.

L’attività investigativa svolta dalle fiamme gialle, condotta su un territorio comprendente 14 comuni dell’Alto tirreno cosentino, si è sviluppata attraverso un’attenta e meticolosa verifica che, partendo dalle informazioni contenute nelle banche dati messe a disposizione dall’Inps sulla base dell’intesa stipulata con il Corpo, ha consentito di individuare una variegata platea di presunti indebiti percettori.

Tra questi figurano anche pubblici amministratori che continuavano silenti a percepire il sussidio omettendo di comunicare all’Inps:

• le variazioni occupazionali e le variazioni di reddito, verificatesi durante il periodo di percezione del Reddito di cittadinanza;

• l’attività lavorativa in essere all’atto della presentazione dell’istanza per il riconoscimento del sussidio;

• la sottoscrizione della prevista “dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro”.

In altri casi, i  militari hanno rilevato che alcune persone risultavano fiscalmente a carico di nuclei familiari differenti da quelli dichiarati nelle Dichiarazioni uniche sostitutive

Particolari, infine, i casi delle “residenze di comodo”, in cui i soggetti controllati avevano trasferito, in modo fittizio, la loro residenza al fine di rappresentare, in fase di dichiarazione, un nucleo familiare che escludeva il familiare produttore di reddito.

L’importo complessivo delle somme indebitamente conseguite, a seguito del calcolo eseguito dalle fiamme gialle, ammonta ad oltre 1,3 milioni di euro.

Al termine dell’indagine sono state avviate le operazioni finalizzate a irrogare le sanzioni amministrative di revoca e/o decadenza del beneficio e il recupero delle somme indebitamente percepite.

Controlli sul lavoro, sanzioni e sequestri

Durante un servizio di controllo, i Carabinieri della Compagnia di Taurianova e del Nucleo ispettorato del lavoro di Reggio Calabria hanno riscontrato diverse irregolarità in diversi cantieri edili attivi nel territorio della piana di Gioia Tauro (Rc).

In particolare, hanno denunciato 17 persone per violazioni in materia di sicurezza sul lavoro e per il reato di abusivismo edilizio, sequestrato 5 immobili abusivi, sospeso un cantiere per carenze in materia di sicurezza e per la presenza di personale impiegato in nero.

Complessivamente hanno elevato sanzioni per oltre 40 mila euro.

Nel dettaglio, a San Giorgio Morgeto hanno individuato due immobili, uno in contrada “Ricevuto” e l’altro in contrada “Longo”, realizzati in totale assenza delle prescritte autorizzazioni a costruire. Immediato, quindi, il sequestro dei manufatti e il deferimento alla Procura di Palmi dei relativi proprietari, rispettivamente due coniugi e un nucleo familiare composto da 8 fratelli.

Situazione simile quella riscontrata a Molochio, dove sono stati sequestrati altri due immobili abusivi. Anche in questa circostanza, i carabinieri hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria i proprietari, 4 persone, colti in procinto di costruire senza autorizzazione alcuna.

A Cinquefrondi, invece, tre persone sono state denunciate perché sorprese in procinto di realizzare delle pertinenze abusive a una villetta in comproprietà. Immediato anche in questo caso, il sequestro dell’opera in corso di costruzione.

Da ultimo, i controlli focalizzati sulle imprese edili hanno permesso di riscontrare e sanare le irregolarità di due cantieri, uno a Taurianova – frazione San Martino e l’altro a Molochio, che, oltre a non aver avviato il personale dipendente alla prevista visita medica per ottenere l’idoneità al lavoro pesante, avrebbero impiegato attrezzature non conformi all’attuale normativa di settore, esponendo così a grave rischio la salute degli operai, costretti a lavorare in situazioni non a norma. Immediata poi la sospensione dell’attività di uno dei due cantieri, al cui interno i militari hanno verificato la presenza di lavoratori in assenza della comunicazione preventiva d'instaurazione del rapporto di lavoro.

Abitazione va a fuoco nel Vibonese

Un appartamento ubicato al primo piano di una palazzina di edilizia popolare è andato a fuoco intorno alle 15.40 di oggi, nella frazione San Costantino di Briatico. 

Al momento dell'incendio nell'abitazione si trova il proprietario, L. F., di 62 anni, il quale è stato soccorso dai vicini e trasporto all'ospedale di Tropea. 

Il rogo, che ha distrutto le suppellettili e danneggiato il solaio, è stato domato dai Vigili del fuoco. 

Subscribe to this RSS feed