Redazione

Redazione

URL del sito web:

D'Agostino ( Oliverio Presidente): "Il programma ‘Garanzia Giovani’ è indicatore della nuova fase della Regione"

“L’impegno profuso per la riuscita del programma ‘Garanzia Giovani’ è indicatore evidente della nuova fase di protagonismo che la Regione Calabria vuole avviare sul fronte delle politiche per il lavoro”. Lo ha affermato il Vice Presidente del Consiglio regionale Francesco D’Agostino, nel pomeriggio di ieri, a margine della presentazione del piano europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile per la Calabria all’interno del Centro agroalimentare di Lamezia Terme. “Questo intervento – ha ricordato D’Agostino – coinvolgerà migliaia di giovani di età compresa tra i 15 e i 29 anni che non studiano e non lavorano. Una prima risposta alla drammatica richiesta di occupazione che proviene dai cittadini calabresi. È chiaro che molto, adesso, si giocherà sulla comunicazione dei contenuti, delle opportunità e dei passaggi da compiere per l’accesso al programma. Ma questo percorso – ha sottolineato - va inquadrato in un piano ampio di iniziative mirate allo stimolo degli investimenti e all’apertura di una finestra sulla formazione e sull’innovazione nel campo produttivo. Un capitolo specifico va aperto sul fronte del sostegno alle imprese che producono in Calabria. Senza misure incisive a favore del settore della produzione rischiamo di costruire un progetto monco e di breve respiro. Se il sistema impresa non decolla il tentativo di creare posti di lavoro rischia di rimanere solo una buona intenzione”.“Sul dramma occupazionale ci giochiamo il futuro della Calabria – ha proseguito Francesco D’Agostino – e per questa ragione ritengo centrale l’avvio di una riflessione sulle strategie complessive da adottare per il medio e lungo periodo. I dati sono tristemente noti, e raccontano una realtà drammatica e insostenibile. I cittadini chiedono interventi finalmente decisivi per far ripartire l’economia calabrese. In questi giorni l’Amministrazione regionale sta lanciando segnali importanti in questa direzione, come l’annuncio di un piano per il lavoro, che valuto positivamente. Ripartiamo dall’impiego corretto delle risorse comunitarie che sono, evidentemente, uno strumento straordinario che la Regione ha a disposizione per programmare politiche complessive. Analizziamo le criticità da rimuovere e le opportunità sulle quali investire – ha concluso il Vice Presidente del Consiglio regionale - evitando gli errori fatti in passato su questo terreno”. 

Sabato su On the news "Emergenza rifiuti, un costo in più per i cittadini"

Si parlerà di "Emergenza rifiuti" nella puntata di On the news che andrà in onda sabato 14 marzo, sulle frequenze di Radio Serra 98, a partire dalle ore 10.  Partendo dal pressupposto che "oggi la vera sfida per le amministrazioni comunali è far quadrare i conti del bilancio, anche nel settore dei rifiuti, centrare gli obbietivi normativi e rendere sempre più leggero il peso economico verso i propri cittadini, aumentando l'efficacia del servizio rifiuti" i conduttori della trasmissione, Antonio Zaffino e Francesca Onda, affronteranno lo spinoso argomento con l'architetto Nicola Tucci. La puntata potrà essere seguita sulle normali frequenze radio e in streaming all’indirizzo: http:/tunein.com/Radio-Serra-RS-980-s3103. Gli ascoltatori potranno interagire durante la diretta contattando si seguneti recapiti telefonici: 3248331898 - 0963/71669

Regione Calabria: Giulio Oliverio Commissario per la liquidazione delle Asi

Su proposta dell’Assessore allo “Sviluppo economico” Carlo Guccione, la Giunta regionale, ha proceduto alla nomina del Commissario per lo scioglimento e la liquidazione delle cinque Asi ed il loro accorpamento in un unico consorzio regionale, denominato CORAP. Il neo Commissario, Giulio Oliverio, dirigente del Dipartimento “Sviluppo economico e Lavoro”, avrà il compito di attuare, entro sei mesi, tutti i provvedimenti previsti dalla legge regionale n. 24 del 2013. “Con questo atto – ha dichiarato il Presidente Oliviero – si accelera il processo del tanto atteso superamento delle Asi, in direzione della razionalizzazione dell’utilizzazione delle risorse, del taglio degli sprechi e dell’affermazione di un disegno unitario, a sostegno delle attività produttive ed industriali anche al fine di favorire il sistema delle imprese e l’attrazione di investitori esterni alla Calabria. Già sul versante del conferimento della spesa, si determinerà un vantaggio in conseguenza del superamento delle strutture preposte alla direzione delle Asi.”

Niglia: Non si consegni Vibo alla criminalità

 "Qualora il Governo Renzi non prenderà provvedimenti, concreti e immediati, a tutela del Vibonese che, è bene ricordarlo, rischia di perdere circa mille posti di lavoro, si consegnerebbe di fatto questa realtà territoriale nelle mani della criminalità organizzata. Questo lo Stato  non può e non deve permetterlo". Non usa mezzi termini il Presidente della Provincia di Vibo Valentia, Andrea Niglia per descrivere, in una nota, i rischi che incombono sul territorio vibonese. La gravità della situazione è tale da far parlare, ormai, di “Caso Vibo”. Un “caso” che investe tutti i settori, non da ultimo quello relativo ai dipendenti dell’ente di contrada Bitonto, da mesi senza stipendio. Per cercare di trovare una soluzione concreta, lunedì prossimo, accompagnato da una folta delegazione di sindaci, il Presidente Niglia, incontrerà a Roma, i responsabili della segreteria tecnica del Ministro dell'Interno. Durante la trasferta romana, mercoledì 11, la delegazione vibonese avrà un incontro con il sottosegretario all'Interno Gianpiero Bocci, al quale verrà avanzata una serie di dettagliate richieste. In particolare, scrive Niglia "ponendo al centro l'aspetto finanziario dell'Ente Provincia, oramai non più sopportabile. Chiederemo un intervento straordinario ed eccezionale che vada oltre l'attuale normativa. Un provvedimento atto a garantire le risorse necessarie a riprendere l'assolvimento dei servizi pubblici essenziali, a normalizzare l'erogazione del pagamento degli stipendi ai lavoratori e a dare ossigeno alle imprese del territorio».

Sottoscrivi questo feed RSS