Redazione

Redazione

Website URL:

USA: eseguito il primo trapianto di pene

Primo trapianto di pene negli Stati Uniti, dove un 64enne, il cui organo era stato rimosso a causa di un tumore, è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico presso il Massachusetts General Hospital di Boston. All' uomo, Thomas Manning, un bancario di Halifax, è stato trapianto un organo prelevato da un cadavere. L'operazione durata oltre 15 ore, è stata eseguita tra l'8 e il 9 maggio. "Siamo cautamente ottimisti", ha aggiunto Curtis L. Cetrulo, che ha diretto il team chirurgico, forte di una dozzina di specialisti in chirurgia e 30 altri sanitari. «Stavamo navigando in acque inesplorate», ha sottolineato. Nel mondo, infatti,  sono stati eseguiti solo altri due trapianti di pene, uno fallito in Cina nel 2006 ed uno di successo in Sud Africa nel 2014. 

La Cia dietro l'arresto di Nelson Mandela

Dietro l'arresto, nel 1962, di Nelson Mandela c'era la Cia. A rivelarlo, un ex agente dei servizi segreti statunitensi che si occupò in prima persona dell'operazione, "giustificata" in chiave anti-comunista e anti-sovietica. La rivelazione fatta dall'ex 007 Donald Rickard, è stata ripresa e pubblicata su diversi organi d'informazione. L'uomo era stato intervistato e registrato nei mesi scorsi, poco prima di morire all'età di 88 anni, dal regista inglese John Irvin, autore di un film, proiettato ieri in anteprima al festival di Cannes, sui giorni che precedettero l'arresto di Mandela. In seguito all'arresto, l'ex presidente sudafricano trascorse oltre trent'anni in carcere, prima di essere liberato e di ascendere al ruolo di capo dello Stato.

Nel mirino dei terroristi islamici il campionato Europeo di calcio

I campionati Europei di calcio che prenderanno il via, in Francia, il prossimo 10 giugno, sono "un obiettivo attraente" per i terroristi dell'Isis. L'allarme è stato lanciato da Europol. Un attacco terroristico alla manifestazione sportiva, secondo un centro studi statunitense, sarebbe il piano "B" elaborato dallo Stato Islamico per cercare di offuscare le recenti sconfitte subite in Iraq e Siria.  A confermare i timori di possibili attentati, anche il capo di Europol, Rob Wainwright che ha dichiarato:"Guardo con molta preoccupazione ai prossimi Europei di calcio. Sono un obiettivo attraente per i terroristi".

Siria: aerei israeliani uccidono capo militare di Hezbollah

Mustafa Badreddine, il capo degli Hezbollah libanesi è stato ucciso in Siria in un bombardamento aereo israeliano. Lo ha riferito il gruppo militare in un comunicato. Badreddine si trovava in Siria per combattere contro le formazioni terroriste che dal 2011 insanguinano il Paese mediorientale. L'emittente libanese vicina agli Hezbollah Al-Mayadeen TV ha precisato che sarebbe morto in un raid aereo istraeliano. Mustafa Badreddine era salito all' apice militare degli Hezbollah nel 2008, dopo l'uccisione del suo predecessore Imad Mughniyeh, in un attentato a Damasco. In passato, Israele si era reso responsabile della morte di alcuni dei massimi dirigenti degli Hezbollah.

Subscribe to this RSS feed