Redazione

Redazione

Website URL:

Scontro fra due auto, tre feriti

Tre persone sono rimaste ferite in un incidente stradale avvenuto oggi sulla Ss18, in località Caposuvero, nel comune di Gizzeria (Cz). 

L'impatto, le cui cause sono in corso d'accertamento, ha interessato una Fiat 500L con a bordo una coppia ed una Land Rover. 

I feriti sono stati soccorsi e trasferiti in ospedale dai sanitari del 118.

Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri e i vigili del fuoco. 

Dai musei al villaggio preistorico: le mete culturali delle Isole Eolie

Le Isole Eolie sono uno dei tanti motivi per i quali l'Italia è un luogo di straordinaria attrazione turistica. Lipari, Vulcano, Salina, Stromboli, Filicudi, Alicudi e Panarea compongono un arcipelago situato a nord est della Sicilia che ci dimostra ancora una volta come le attività vulcaniche siano in grado di condizionare il paesaggio e il modo di vivere di coloro che ci abitano. Bagnate dal Mar Tirreno, queste sette isole attirano turisti provenienti da ogni parte del mondo favorendo anche lo sviluppo di floride attività turistiche: sono numerose le strutture ricettive per gli ospiti dell’arcipelago ed è ampia l’offerta di abitazioni da prendere in affitto: le case vacanza disponibili a Lipari e nelle altre isole sono in grado di garantire il comfort anche di intere famiglie e gruppi. A proposito di Lipari, si tratta certamente dell'isola più nota e più grande delle Eolie, con il maggior numero di attrazioni e di affluenza di turisti.

Parlando di tappe e di mete imperdibili, non si può non menzionare il castello di Lipari, che, a picco sul mare, capace di lasciare i visitatori a bocca aperta. La costruzione è stata testimone della lunghissima storia dell'arcipelago, poiché abitata già dai tempi del Neolitico. Sorge su un promontorio assolutamente naturale tra due insenature e risalta svettando su un porticciolo. Un ruolo cardine nella costruzione della struttura ce l'ha Carlo V, che, intorno alla metà del XVI secolo, durante la dominazione spagnola, diede l'ordine di sviluppare un sistema difensivo in grado di garantire sicurezza agli abitanti. All'interno del castello sono presenti altre note attrazioni turistiche, quali la Chiesa di Santa Caterina, la Chiesa dell'Addolorata e il Museo archeologico di Lipari. Quest'ultimo permette a coloro che lo visitano di ripercorrere interamente la storia dell'isola, a partire dalla preistoria fino ad arrivare all'età moderna. Intitolato a Luigi Bernabò Brea, soprintendente della Sicilia Orientale, il museo è suddiviso in sei sezioni: quella Preistorica, quella Epigrafica, quella delle Isole Minori, la Classica, la Vulcanologica e quella di Paleontologia del Quaternario.

Il luogo di culto più importante dell'arcipelago è senza dubbio la cattedrale di San Bartolomeo. La chiesa risale al Cinquecento, ma ha vissuto una serie di trasformazioni ed evoluzioni che l'hanno portata in una dimensione molto più attuale. L'ultima è stata effettuata nel XIX secolo, quando fu necessario ricostruire il timpano della facciata. Tra grandiosi affreschi, dipinti e cornici è difficile non restarne affascinati. Per quanto riguarda l’isola più piccola dell'arcipelago, Panarea, tra le attrazioni turistiche non si può non menzionare è il Villaggio preistorico di Capo Milazzese, scoperto nell'immediato dopoguerra. Inizialmente costituito da 23 capanne, ad oggi è ancora possibile osservare le fondamenta di forma ovale e in particolar modo i reperti rinvenuti grazie alle diverse campagne di scavo effettuate negli ultimi anni. Il Museo del Cinema di Stromboli, l'isola a Nord dell'arcipelago, caratterizzata da attività vulcaniche piuttosto persistenti soprattutto nell'ultimo periodo, ha come obiettivo quello di raccogliere e restituire all'arcipelago la propria memoria visiva contemporanea. Non a caso le Isole Eolie sono da sempre uno dei luoghi più amati dai registi di tutto il mondo.

*Articolo con contenuti promozionali

Serra, minoranza unita contro l’Amministrazione Barillari: “Discutibile la gestione dell’area di Santa Maria, si notano solo peggioramenti”

“Hanno promesso di essere l’Amministrazione del cambiamento, ma a distanza di due anni dall’insediamento non solo non si vedono passi in avanti ma addirittura si notano vistosi peggioramenti e indirizzi molto discutibili”.

I consiglieri del Pd, Antonio Procopio e Luigi Tassone, e quelli di “Per Serra Insieme”, Biagio Figliucci e Vito Regio, criticano la maggioranza per la gestione dell’area di Santa Maria del Bosco lamentando “superficialità e distrazione”.

“L’area di Santa Maria - sostengono gli esponenti di minoranza - era destinataria di un finanziamento per la sua riqualificazione, poi perso, che la precedente Amministrazione aveva provato a recuperare. Su questo ci auguriamo che l’attuale Amministrazione insista con forza e raggiunga un obiettivo che va nell’interesse dell’intera comunità. Negli ultimi due anni, però, c’è stato solo un silenzio assordante, al netto della ghiaia depositata per tappare qualche buca, operazione che certamente riveste carattere di ordinarietà. In più, è stato evidente lo scarso rispetto per i luoghi santi poiché, nell’area a gestione privata, e quindi a poche decine di metri dal Santuario regionale, è stata organizzata una sagra della capra, evento che poteva anche essere considerato positivo se fosse stato promosso in tutt’altro contesto”.

I quattro componenti dell’opposizione poi si soffermano sul “Bando per la concessione d’uso delle casette in legno, ubicate nell’angolo delle tradizioni e dell’artigianato” sollevando quelli che sono considerati punti critici. “La precedente Amministrazione - affermano - aveva provato ad effettuare una ricognizione convocando ufficialmente i detentori delle strutture per ricostruire il fascicolo che risultava smarrito da diversi anni. La nuova Amministrazione non ha considerato questo lavoro emanando un bando che, di fatto, non dà nessun vantaggio a chi già aveva avviato l’attività in loco. Infatti, si fa riferimento a potenziali prelazioni per chi aveva firmato in precedenza il contratto, ma ciò è chiaramente impossibile visto che gli attuali amministratori sanno bene che non si giunse mai alla firma del contratto e che il fascicolo attestante quello che era lo status quo non esiste più. Mentono sapendo di mentire? Inoltre - aggiungono - la griglia di attribuzione dei punteggi è tutta da rivedere perché non attribuisce punteggi di particolare rilievo agli artigiani, mentre emerge una predilezione per le associazioni che va approfondita”.

“È ora - concludono i consiglieri di minoranza - che l’Amministrazione produca idee e fatti, senza trincerarsi nelle solite frasi fatte e producendo i risultati che, in virtù delle aspettative create, i cittadini vogliono”.

Auto si ribalta sulla Ss 280, ferito il conducente

Un automobilista è rimasto ferito dopo essersi ribaltato con la sua Fiat Punto. 

L'incidente, le cui cause sono in corso d'accertamento, è avvenuto nel primo pomeriggio di oggi sulla Ss 280, in direzione Lamezia Terme. 

L'uomo è stato soccorso e trasferito in ospedale dai sanitari del 118. 

Sul posto hanno operato anche vigili del fuoco e polizia stradale. 

 

Subscribe to this RSS feed