Mongiana: domani la presentazione del catalogo dello scultore Salvatore Pisani

Si svolgerà domani alle ore 17, nella nuova sala multimediale del Museo della Fabbrica d’armi di Mongiana, la presentazione del catalogo delle opere dello scultore mongianese Salvatore Pisani (1859 – 1920).

 Nel corso della manifestazione cui prenderanno parte gli storici dell’arte, Domenico Pisani, autore del libro e Mario Panarello si parlerà delle opere scultoree dell’artista del borgo delle ferriere nel panorama dell’arte italiana dell’Ottocento.

Il volume edito da Esperide, una giovane casa editrice calabrese, raccoglie più di cento opere, quasi tutte custodite in Lombardia.

Salvatore Pisani ebbe una carriera artistica brillante che  gli diede una discreta fama. Frequentò l'Accademia di Brera dove fu allevo di Francesco Barzaghi. Tra le tante opere realizzate spiccano i busti  di Napoleone III, Vittorio Emanuele II e di tredici generali caduti nelle guerre d'indipendenza custoditi nell'ossario di Solferino e nel sacrario di San Martino.

Di grande importanza, inoltre, i due bassorilievi scolpiti per la cappella funebre del pittore Francesco Hayez nel cimitero monumentale di Milano e due angeli e un re di Giuda collocati sui gugliotti Vandoni e Cesa-Bianchi del Duomo di Milano.

Va, infine, rammentato il monumento in bronzo a Giovanni Battista Piatti, collocato sempre nel capoluogo lombardo, in Largo La Foppa, all'incrocio tra Corso Garibaldi e via della Moscova.

Fortemente voluta dall’amministrazione comunale, la manifestazione si inserisce a pieno nelle attività culturale finalizzate a far conoscere personalità storiche che meritano di essere poste all’attenzione nazionale.

Per il sindaco di Mongiana, Bruno Iorfida, l’iniziativa in programma per  domani permetterà di portare alla ribalta “la maestria e la bravura di uno scultore raccontato da due esperti storici dell’arte. Il tutto a confermare l’interesse dell’amministrazione da me guidata ad imprimere una forte impronta culturale. Credo che sia importante – conclude il primo cittadino - far riscoprire queste importanti figure che hanno reso grande Mongiana, anche fuori dai confini territoriali e regionali”.

  • Published in Cultura

A Milano importanti riconoscimenti per il tenore calabrese Raffaele Tassone

Tappa lombarda ricca di soddisfazioni per il tenore spadolese Raffaele Tassone, protagonista, nei giorni scorsi, in due manifestazioni svoltesi nel capoluogo meneghino.

Dopo essere entrato a far parte del novero dei 13 finalisti, provenienti da tutto il mondo, al Concorso lirico internazionale “Salvatore Licitra”, Tassone è stato premiato insieme ad altri quattro concorrenti. L’appezzamento da parte della giuria gli è valsa, inoltre, la possibilità di interpretare la parte di Riccardo, il protagonista dell’opera “Un ballo in maschera” di Giuseppe Verdi che sarà rappresentata prossimamente a Parma.

Grandi soddisfazioni, anche, nell’altra manifestazione svoltasi nella “Casa Verdi” di Milano. Nel luogo in cui aveva esordito con la “Messa da Requiem”, il tenore calabrese ha affiancato due artisti del calibro di Armando Ariostini (Baritono)  e Anna Laura Longo (soprano).

 L'esibizione musicale,  svoltasi nel salone d'onore dei musicisti, ha suscitato l’entusiasmo dell’esigente pubblico milanese che ha manifestato grande soddisfazione per l’esecuzione di alcune delle più belle romanze del Novecento italiano.

 Nel corso della serata, al talento di Raffaele Tassone è stato conferito un importante riconoscimento da parte dell'associazione "Lions Club Milano Casa della Lirica".

 Tuttavia, il premio più significativo, molto probabilmente, è stato quello tributato dal tenore Angelo Loforese che, al termine del concerto, ha voluto rivolgere le sue congratulazioni all'indirizzo del giovane artista spadolese.

  • Published in Cultura

Cipolla e peperoncino per nascondere la droga, due calabresi arrestati in Toscana

Due Calabresi, di 27 e 30 anni, che da tempo lavorano a Milano, sono stati arrestati da una pattuglia della polizia stadale sulla A1, nelle vicinanze di Arezzo. I due sono stati sorpresi, nella loro auto, con due panetti di marijuana del peso complessivo di mezzo chilo. A fare notizia, però, non è l’arresto in sé, quanto lo stratagemma usato per cercare di occultare la presenza della sostanza stupefacente. L’abitacolo della vettura era stato, infatti,  imbottito di cipolle e peperoncini allo scopo di coprire l’odore della droga. Con tutta evidenza, però, lo sforzo dei due ingegnosi corrieri è stato vanificato dal fiuto dei poliziotti che, nascosta tra una cipolla ed un peperoncino, sono riusciti comunque a scovare la marijuana.

  • Published in Cronaca

Droga, arrestato un 28enne

I Carabinieri della Stazione di San Ferdinando (Rc) hanno tratto in arresto un 28enne del luogo B.N.A. L'umo è accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in concorso. L'arresto è stato eseguito in ottemperanza all’ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano, per fatti commessi nel 2013 nella città ambrosiana

Operazione dei carabinieri: coinvolti dirigenti, funzionari pubblici e imprenditori

Una vasta  operazione condotta dai carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria è in corso dalle prime luci dell'alba per l'esecuzione di dieci provvedimenti d'indizio di delitto emessi dalla Procura distrettuale antimafia del capoluogo reggino. Le attività dei militari, che hanno effettuato anche numerose perquisizioni, si stanno sviluppando nella provincia di Reggio Calabria ed in quelle di Roma, Milano, Brescia e Crotone. I reati contestati agli indagati, tra cui figurano dirigenti, funzionari pubblici e imprenditori, sono il concorso esterno in associazione mafiosa, la turbata libertà degli incanti, la truffa aggravata, la corruzione per un atto contrario ai doveri d'ufficio, l'induzione indebità a dare o promettere utilità, l'intestazione fittizia di beni e l'estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Milano, crolla un palazzo: 3 morti e diversi feriti

Tre persone morte e nove ferite. Questo il tragico bilancio dell'espolsione causata, forse, da una fuga di gas, che ha provocato il crollo parziale di una palazzina a Milano. Tra i feriti, anche, una donna incinta e 4 bambini. Gravemente ustionate due sorelline di 7 e 11 anni che sono state ricoverate all'ospedale Niguarda. Non c'é stato, invece, nulla da fare per la madre delle piccole, una donna di 43 anni morta a causa dell'esplosione. Non desterebbero preoccupazioni le condizioni del padre 51enne che ha riportato diverse ferite

A Milano applausi a scena aperta per il tenore spadolese Raffaele Tassone

C’è una Calabria discreta, che fa parlare bene di sé, che quando oltrepassa gli angusti confini regionali si fa apprezzare nei diversi ambiti in cui si cimenta. Una Calabria che riesce a farsi apprezzare anche in campo artistico dove, il più delle volte, i talenti e le giovani promesse sono destinati a rimanere tali per mancanza di opportunità o di semplici occasioni. Un  destino cui, per fortuna e bravura, sembra essere sfuggito il giovane tenore spadolese Raffaele Tassone che, ormai, da qualche tempo sta calcando palcoscenici di caratura nazionale. L’ultima apparizione, in ordine di tempo, all’attivo del tenore calabrese è quella nel Salone d'Onore della Casa di Riposo per Musicisti di Milano dove, nei giorni scorsi, è stata eseguita la messa da “Requiem” di Giuseppe Verdi.  La manifestazione, organizzata dall'associazione Amici della Casa Verdi, nel luogo in cui sorge la cripta del grande musicista, ha avuto come protagonisti:  al pianoforte,  il maestro Marzio Fullin, il Coro Arnatese di Gallarate diretto dal maestro Gianfranco Iuzzolino ed i solisti: Giampaolo Vessella (basso), Marta Amoroso (soprano), Claudia Nicole Bandera (mezzo soprano), Raffaele Tassone (tenore). In un contesto contraddistinto dalla presenza di un pubblico competente e piuttosto esigente, l’allievo del  Conservatorio Fausto Torrefranca di Vibo Valentia si è fatto apprezzare  per  “potenza, squillo, intonazione sicura. Superato senza problemi il temibile scoglio dell'Ingemisco, ha sfoggiato nel Domine Jesu un'apprezzabile gamma di sfumature dinamiche”. Tassone, che ha affinato la sua tecnica presso la scuola di canto dei maestri Francesco Anile e Alberto Gazale, non si è fatto sopraffare dall’emozione ed ha eseguito con sicurezza una delle opere più complesse ed impegnative, come il “Requiem”. Nel complesso, l’esecuzione è stata coronata dall’unanime apprezzamento del pubblico che si è fatto deliziare dalla magistrale esecuzione. Grande la soddisfazione degli interpreti, soprattutto del tenore spadolese che per il suo debutto verdiano non avrebbe potuto desiderare un luogo più suggestivo. Un debutto, per il quale Tassone ha voluto ringraziare “i maestri Tatiana Chivarova  e Marzio Fullin”.

  • Published in Cultura

'Ndrangheta, blitz dei Carabinieri: in manette 6 persone

L'accusa è di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio ed al traffico internazionale di sostanze stupefacenti: a finire nelle maglie dei Carabinieri sono state sei persone catturate all'alba di oggi nel contesto dell'operazione denominata "Mar Ionio". I  militari dell'Arma di Milano, oltre ad aver eseguito le ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Milano in accoglimento dell'istanza avanzata dalla Direzione distrettuale antimafia, hanno perquisito le abitazioni di ulteriori 28 individui residenti tra Calabria, Lazio, Lombardia, Piemonte e Sicilia. Secondo gli inquirenti i soggetti tratti in arresto, che coltivavano i loro presunti interessi criminali nell'area di Milano, sono organici al clan della 'ndrangheta Ruga-Loiero-Metastasio, che ha il suo quartier generale a Monasterace, in provincia di Reggio Calabria. Nel corso dell'attività portata a compimento dagli investigatori, inoltre, sono stati posti sotto sequestro 180 chilogrammi di cocaina, 112 chilogrammi di sostanza da taglio, più di un milione di euro in denaro contante ed un lingotto d'oro pesante un chilogrammo. I Carabinieri del Nucleo Investigativo del capoluogo ambrosiano, infine, hanno trovato a Sesto San Giovanni un laboratorio utilizzato per stoccare e tagliare sostanze stupefacenti.I particolari del blitz odierno saranno illustrati durante un incontro con i giornalisti fissato per le 11:30 presso la sala stampa del Comando provinciale dei Carabinieri di Milano. 

 

 

  • Published in Cronaca
Subscribe to this RSS feed