Calabria: torna il Frecciarossa notturno da e per Milano

Tornano i Frecciarossa notturni tra Milano e la Calabria in occasione delle partenze per il ponte del 2 giugno. 

Nelle giornate dell’1 e del 5 giugno, quattro nuovi collegamenti di Trenitalia permetteranno di muoversi fra Milano e la Calabria con il comfort e i servizi Frecciarossa, viaggiando di notte e arrivando al mattino seguente.

Il Frecciarossa notturno partirà l’1 e il 5 giugno da Milano Centrale alle 21.20, con arrivo a Reggio Calabria alle 8.03 della mattina seguente. La partenza da Reggio, sempre l’1 e il 5 giugno, è invece fissata alle 21.37, con arrivo a Milano alle 8.45 della mattina seguente.

Disponibile nei sistemi di vendita di Trenitalia, il Frecciarossa notturno ferma a Milano Rogoredo, Reggio Emilia AV, Bologna Centrale, Firenze Santa Maria Novella e, in Calabria, a Paola, Lamezia Terme Centrale, Rosarno e Villa S. Giovanni. 

Per raggiungere la Sicilia, inoltre, è possibile usufruire delle navi veloci di Blujet (Gruppo FS Italiane) in connessione con il Frecciarossa da Villa San Giovanni, per un facile interscambio fra i due mezzi di trasporto.

Un servizio che si aggiunge alle Frecce e Intercity che collegano nord e sud del Paese per un’offerta sempre più flessibile e attenta alle esigenze di mobilità delle persone che, viaggiando di notte, potranno dedicare maggiore tempo allo svago e alla famiglia durante il lungo ponte del 2 giugno.  

Calabria: ritorna il Frecciarossa notturno per Milano

Tornano i Frecciarossa notturni tra Milano e la Calabria in occasione delle partenze di Pasqua e dei ponti di primavera.

Nelle giornate del 13, 18, 22 e 25 aprile, due nuovi collegamenti di Trenitalia (Gruppo FS Italiane) permetteranno di raggiungere da Milano la Calabria con il comfort e i servizi Frecciarossa, viaggiando di notte e arrivando al mattino seguente.

Il Frecciarossa notturno partirà da Milano Centrale alle 21.20, con arrivo a Reggio Calabria alle 8.18 il 13 aprile e alle 8.03 il 18, 22 e 25 aprile. La partenza da Reggio invece è fissata alle 21.37, con arrivo a Milano alle 8.45 della mattina seguente.

Disponibile nei sistemi di vendita di Trenitalia, il Frecciarossa notturno ferma a Milano Rogoredo, Reggio Emilia AV, Bologna Centrale, Firenze Santa Maria Novella e, in Calabria, a Paola, Lamezia Terme Centrale, Rosarno e Villa S. Giovanni. 

Per raggiungere la Sicilia, inoltre, è possibile usufruire delle navi veloci di Blujet (Gruppo FS Italiane) in connessione con il Frecciarossa da Villa San Giovanni, per un facile interscambio fra i due mezzi di trasporto.

Un servizio che si aggiunge alle Frecce e Intercity che collegano nord e sud del Paese per un’offerta sempre più flessibile e attenta alle esigenze di mobilità delle persone che, viaggiando di notte, potranno dedicare maggiore tempo allo svago e alla famiglia durante le festività pasquali

Stazione Vibo-Pizzo esclusa dalla tratta delle Frecce, Tassone: “Battaglia da combattere collettivamente, ma serve l’ammodernamento della rete ferroviaria”

“Per via di indifferibili impegni istituzionali, non ho potuto prendere parte al Consiglio comunale aperto convocato per discutere dell’esclusione della stazione di Vibo-Pizzo dalla tratta delle Frecce (Frecciarossa e Frecciargento). È un tema importantissimo ed i sindaci della città capoluogo di provincia e di tutto il Vibonese combattono senz’altro una battaglia meritevole di considerazione, che va appoggiata e rilanciata”.

Il consigliere regionale Luigi Tassone esprime la sua posizione sull’alta velocità e ritiene “la fermata di Vibo-Pizzo di notevole rilevanza sia per la Costa degli Dei sia per le zone interne”, territori che “devono essere adeguatamente collegati anche perché rappresentano mete turistiche di prim’ordine e che devono essere sostenute nel processo di sviluppo”.

Sul tema, dunque, deve essere rivolta “l’attenzione della politica e soprattutto quella dei cittadini”.

Ribadito il ruolo chiave della fermata, Tassone specifica che “è altrettanto importante dare certezze a proposito della fattibilità e delle risorse per progettare e ammodernare la rete ferroviaria” aggiungendo che “è necessario stanziare le risorse per recuperare quella distanza in termini di servizi per i cittadini del territorio, di mobilità delle merci, di collegamento con aeroporti e porti”.

L’esponente del Pd chiede pertanto “uno sforzo collettivo per assicurare la presenza di questi interventi nell’agenda del Governo e della Regione Calabria, che deve fare la sua parte”. “Serve l’impegno reale e concreto delle Istituzioni – conclude Tassone - per portare a compimento i progetti capaci di sostenere la crescita economica e sociale: c’è bisogno, in particolare, di un investimento complessivo sulla rete ferroviaria che consenta anche alla Calabria di avere servizi adeguati agli standard nazionali ed europei, per la mobilità dei cittadini, per agevolare la ricettività del territorio e quindi le imprese, l’interscambio di merci e l’occupazione”.

Subscribe to this RSS feed