Emergenza incendi in Calabria, la Cgil elogia l'operato dei lavoratori forestali

Riceviamo e pubblichiamo"

"Particolarmente nelle ultime due settimane, l’intero territorio italiano è stato drammaticamente segnato dagli incendi. Ettari di terreno, con grave danno per il nostro patrimonio ambientale, faunistico e vegetale, sono andati in fumo. Ed in molti casi, le fiamme hanno messo in pericolo le abitazioni civili e la stessa vita degli uomini. Un fenomeno, quello degli incendi, che non ha risparmiato nessuna regione d’Italia, soprattutto quelle meridionali, che più a caro prezzo hanno dovuto fronteggiarlo. Come ad esempio in Calabria, dove migliaia sono stati gli incendi registrati. Ad ogni modo, sempre pronti e tempestivi sono stati gli interventi dei Vigili del Fuoco, i quali, instancabilmente, hanno operato per garantire la massima sicurezza. Eppure, come Flai-Cgil, riteniamo giusto e doveroso offrire il nostro riconoscimento ed il nostro sostegno ad un'altra categoria di lavoratori che si trovano ad operare in queste condizioni di emergenza. Stiamo parlando dei lavoratori idraulici e forestali calabresi, lavoratori dell’antincendio che, pur tra mille difficoltà anche a livello organizzativo, durante le emergenze di questi giorni, si sono impegnati per contribuire allo spegnimento degli incendi. Questi operai forestali, spesso bistrattati,  impiegati dall’azienda Calabria Verde, dai Consorzi di Bonifica e dal Parco Regionale della Serre, col loro senso di responsabilità, da anni svolgono con professionalità la lotta attiva agli incendi. La loro è un opera costante e quotidiana di prevenzione e di contrasto agli incendi, e di salvaguardia della biodiversità e del territorio e dei cittadini. Tanto che ci sentiamo di affermare che, senza il loro lavoro,  gli incendi divampati in questi giorni sarebbero stati molto più devastanti. Eppure, al di là di ogni polemica, questi lavoratori intervengono senza mezzi adeguati e spesso con attrezzature non idonee di fronte alle fiamme: per loro c’è solo lo spirito di sacrificio, il senso del dovere e l’abnegazione con cui compiono il proprio lavoro. Per queste ragioni, come sindacato di categoria, auspichiamo che si organizzi meglio il lavoro sui cantieri e negli uffici in modo da coordinare efficacemente il servizio Antincendio boschivo, avviando un confronto tra sindacati ed enti competenti sulle questioni legate al lavoro forestale. Soprattutto, attraverso una reale programmazione delle attività di prevenzione e di interventi che possano essere realmente utili alla difesa del territorio. Siamo convinti che un servizio di così fondamentale importanza per la salvaguardia del territorio, meriti maggiore attenzione e soprattutto una grande sinergia tra le istituzioni coinvolte". 

Bruno Costa - Segretario regionale Flai-Cgil Calabria

 

Battista Platì - Segretario provinciale Flai-Cgil Vibo Valentia

 

Incendi e smottamenti, giornata campale per i vigili del fuoco

Giornata campale per i vigili del fuoco del Comando provinciale di Reggio Calabria, impegnati in numerosi interventi, alcuni dei quali, ancora, in corso di svolgimento.

In particolare, i pompieri sono intervenuti per domare le fiamme che hanno interessato i territori comunali di: Reggio Calabria (frazione di Gallico), Scilla, Caulonia, Locri, Africo, Bivongi, Condofuri, nonché la discarica di località Ciambra a Gioia Tauro.

Numerosi, inoltre, gli interventi effettuati tra Bagnara, Scilla e le aree periferiche della Città di Reggio Calabria, per frane, smottamenti, allagamenti, recupero autovetture, sgombro sede stradale, alberi pericolanti, verifiche.

Allo stato sono, ancora, in corso 9 attività.

A Scilla e nelle zone limitrofe hanno operato 25 unità ed in particolare una squadra del Distaccamento di Villa San Giovanni, una squadra della sede centrale, una squadra Saf fluviale, una squadra del Distaccamento volontario di Bagnara e una squadra movimento terra con relativi operatori.

Nel corso degli interventi sono state impiegate, inoltre, una squadra boschiva composta da cinque unità, una unità Dos (direttore operazioni di spegnimento) e una unità di sala operativa.

 

Calabria: le fiamme fanno due morti, uno nel vibonese

Due persone hanno perso la vita in Calabria a causa degli incendi che stanno martoriando la regione.

A Cessaniti, in provincia di Vibo Valentia, Antonio Purita, di 68 anni è morto mentre cercava di sottrarre alle fiamme il suo uliveto.

L'uomo è soffocato a causa del fumo ed è finito in un fosso.

Il cadavere carbonizzato è stato rinvenuto dai familiari dell'uomo che, preoccupati per non averlo visto rincasare, sono andati a cercarlo,

Sorte analoga è toccata al 61enne Mariano Pizzuti, morto mentre cercava di spegnere l'incenduo divampato in un terreno di sua proprietà a San Benedetto, frazione di San Pietro Guarano, in provincia di Cosenza.

 

  • Published in Cronaca

Continua l'emergenza incendi nel vibonese

"La Prefettura di Vibo Valentia rende noto che, in conseguenza del protrarsi degli incendi boschivi che continuano ad interessare questa provincia, e che nella giornata odierna si sono sviluppati in particolare nei territori di Drapia, Briatico, Vibo Valentia e Sant'Onofrio è stata mantenuta attiva l'unità di crisi antincendio

I focolai sviluppatisi sono in atto controllati da squadre  dei vigili del fuoco, di Calabria Verde e della protezione civile.

Il Prefetto, a titolo precauzionale ed a tutela della pubblica e privata incolumità per possibili estensioni del fronte incendi ha deciso di mantenere attivo il Centro di Coordinamento Soccorsi".

È quanto si legge in una nota diramata dalla Prefettura di Vibo Valentia.

 

Continua l'emergenza incendi nel vibonese

"La Prefettura di Vibo Valentia rende noto che, in conseguenza del protrarsi degli incendi boschivi che continuano ad interessare questa provincia, e che nella giornata odierna si sono sviluppati in particolare nei territori di Drapia, Briatico, Vibo Valentia e Sant'Onofrio è stata mantenuta attiva l'unità di crisi antincendio

I focolai sviluppatisi sono in atto controllati da squadre  dei vigili del fuoco, di Calabria Verde e della protezione civile.

Il Prefetto, a titolo precauzionale ed a tutela della pubblica e privata incolumità per possibili estensioni del fronte incendi ha deciso di mantenere attivo il Centro di Coordinamento Soccorsi".

È quanto si legge in una nota diramata dalla Prefettura di Vibo Valentia.

  • Published in Cronaca

Continua l'emergenza incendi nel vibonese

"La Prefettura di Vibo Valentia rende noto che, in conseguenza del protrarsi degli incendi boschivi che continuano ad interessare questa provincia, e che nella giornata odierna si sono sviluppati in particolare nei territori di Drapia, Briatico, Vibo Valentia e Sant'Onofrio è stata mantenuta attiva l'unità di crisi antincendio

I focolai sviluppatisi sono in atto controllati da squadre  dei vigili del fuoco, di Calabria Verde e della protezione civile.

Il Prefetto, a titolo precauzionale ed a tutela della pubblica e privata incolumità per possibili estensioni del fronte incendi ha deciso di mantenere attivo il Centro di Coordinamento Soccorsi".

È quanto si legge in una nota diramata dalla Prefettura di Vibo Valentia.

  • Published in Cronaca

Emergenza incendi nel reggino

Situazione difficile a Reggio Calabria dove, un incendio di grandi dimensioni sta interessando la frazione Vito, in prossimità del centro abitato.

L'ampiezza del fronte del fuoco ha indotto il prefetto, Michele di Bari, ad assumere il coordinamento delle attività finalizzate allo spegnimento mediante costanti contatti con: il Comando provinciale dei vigili del fuoco, l’Azienda Calabria Verde, il Coau (Centro operativo aereo unificato) della Sala operativa del Dipartimento nazionale della protezione civile, il Comune di Reggio Calabria e l’Arpacal.

Sul posto sono operative tre squadre e un Dos (Direttore operazioni spegnimento) dei vigili del fuoco per lo svolgimento delle attività da terra.

Al fine di limitare i rischi e permettere ai mezzi aerei impegnati nello spegnimento di poter operare in sicurezza, è stata disattivata la rete elettrica.

I cittadini sono stati invitati ad evitare il transito nella zona e a tenere le finestre delle abitazioni chiuse, anche durante le ore notturne.

Sono stati, invece, domati i roghi che hanno interessato la località Mortara di Pellaro ed il territorio di Sinopoli (RC), dove è stato necessario l'intervento di un Canadair.

 

Continua l'emergenza incendi in Calabria

Emergenza incendi nel cosentino dove, i vigili del fuoco del comando provinciale sono alle prese con diversi roghi.

Ad agevolare il propagarsi delle fiamme, il caldo torrido ed il vento.

In particolare, diverse squadre di pompieri stanno cercando di domare due grossi incendi sviluppatisi nelle aree interne dei Comuni di Praia a Mare e Tortora, nell'alto Tirreno.

Al momento, non ci sarebbero pericoli per abitazioni e persone.

  • Published in Cronaca
Subscribe to this RSS feed