Parco delle Serre, il commissario Alfonso Grillo visita il Reparto Biodiversità dei carabinieri forestali di Mongiana

Il commissario straordinario del Parco delle Serre si è recato in visita istituzionale presso il Reparto Biodiversità dei carabinieri forestali di Mongiana.

Il commissario Alfonso Grillo è stato ricevuto dal maggiore Rocco Pelle il quale ha esposto i vari settori in cui il Reparto dell’Arma opera per la protezione della natura e per l’educazione ambientale. L’incontro ha evidenziato la necessità di programmare sempre maggiori azioni condivise tra il Parco e l’importante istituzione. Vari gli argomenti posti in discussione con unanimi prospettive e soluzioni da mettere in atto.

L’occasione è stata propizia per effettuare una visita ai sentieri naturalistici presenti nella meravigliosa cornice di Villa Vittoria.

"Ringrazio il maggiore Pelle per l’accoglienza- ha dichiarato Grillo - e mi congratulo con il Reparto dei carabinieri della Biodiversità da lui magistralmente guidato, l’impegno profuso, in direzione della tutela e valorizzazione del nostro territorio, è tangibile e ci consegna un quadro generale decisamente rassicurante rispetto alla tutela e salvaguardia del patrimonio Naturale, obbiettivo primario anche dell’Ente parco".

L'incontro ha offerto l’occasione per confermare e rafforzare il rapporto tra due soggetti che agiscono sulla medesima area, con competenze diverse, in un clima di  assoluta collaborazione, ma con obbiettivi comuni.

Abbiamo raccolto dal maggiore Pelle consigli utili che saranno la base da cui partire per pianificare nuovi interventi mirati nella gestione del patrimonio ambientale, sulla prevenzione e mitigazione degli incendi, sulla tutela e salvaguardia del patrimonio faunistico".

Ospedale “San Bruno”, il sindaco di Mongiana Angilletta si schiera a "difesa dei diritti dei cittadini"

"Promesse, rassicurazioni o impegni troppe volte disattese ci portano oggi a dubitare ed a non fidarci di ogni iniziativa. Abbiamo l’assoluta necessità di vedere, di toccare con mano risultati che diano soluzioni alle problematiche ormai croniche che attanagliano il nostro territorio.

In questo quadro la situazione sanitaria assume da tempo caratteri drammatici che la pandemia ha ulteriormente evidenziato. Condivido totalmente tutte le perplessità espresse dai miei colleghi di cui abbiamo letto negli ultimi giorni consapevole del rischio di essere ripetitivo. Diverse sono le esperienze negative riprese dai notiziari.

In un sistema che considera la salute della persona un semplice fattore economico e che viene quindi guidato da un’impostazione aziendale, la speranza che qualcosa possa cambiare in meglio è minima.  La visione per il futuro non può essere quella di concentrarsi sull’economicità, ma bisogna rimettere al centro le persone e i loro diritti. I livelli essenziali di assistenza non si possono basare su calcoli probabilistici di emergenze eventuali, ma devono essere garantite a tutti a prescindere. Il diritto alla salute non è una gentile concessione, ma lo sancisce la Costituzione.

Il confronto con i colleghi sindaci che fanno riferimento all’ospedale “San Bruno” ha prodotto delle iniziative utili a rappresentare le istanze dei territori ai diversi livelli istituzionali. Ed è qui che l’unitarietà di intenti e di impegni, senza distinzione di colori politici, risulta fondamentale e può portare, come ricordava il sindaco di Serra San Bruno Alfredo Barillari, a “piccoli passi avanti rispetto alle esigenze del territorio”, riferito all’aumento dei posti letto in Medicina interna del “San Bruno”. Un risultato che ovviamente non può cambiare la posizione critica e lo “spirito battagliero” di noi rappresentanti del territorio, altrimenti rischierebbe di apparire come un velo costruito per nascondere le infinite inadeguatezze del sistema di assistenza sanitaria delle aree interne.

Condivido il pensiero del sindaco di Brognaturo Rossana Tassone nel ritenere urgente assicurare una seria risposta all’emergenza/urgenza del territorio. La proposta del posizionamento di una ulteriore ambulanza a Mongiana nasce dalla sua posizione baricentrica rispetto ad un territorio che comprende Fabrizia, Nardodipace e la stessa Serra San Bruno, e che consentirebbe tempi di intervento più rapidi.

Infine piena disponibilità al sindaco di Nardodipace per “rivendicare ad ogni livello i diritti eternamente negati alle nostre popolazioni, e di affrontare questi problemi eccezionali con provvedimenti eccezionali,” come è assoluta la convinzione che i percorsi devono essere affrontati insieme e senza divisioni".

E' quanto scrive in una nota, il sindaco di Mongiana, Francesco Angilletta.

Mongiana, gli studenti manifestano per la pace

"Ci sono cose da non fare mai, per esempio, la guerra". E’ questo il messaggio tanto semplice quanto potente contenuto all’interno di “Promemoria”, la poesia di Gianni Rodari che oggi riecheggiava nell’aria di  Mongiana, piccolo borgo siderurgico borbonico dell’ entroterra vibonese, per ribadire che la pace deve prevalere sulle armi. 
 
Ieri mattina gli alunni, il personale docente e i collaboratori scolastici della scuola di Mongiana (infanzia, primaria e secondaria di primo grado) alla presenza del sindaco Francesco Angilletta e della giunta comunale, si sono mobilitati organizzando un flashmob nel cortile esterno della scuola per manifestare la propria vicinanza ai popoli colpiti in questo momento dalla guerra in Ucraina, colorando e tappezzando muri e finestre di disegni, scritte e striscioni inneggianti alla pace. 
 
"Si è trattato di un momento carico di emozione che è servito anche in parte ad esorcizzare le paure che attraversano inevitabilmente le menti di tutti noi e soprattutto dei nostri bambini, colpiti dalle immagini del conflitto in corso in Ucraina", ha sottolineato la responsabile di plesso Maria Stella Tedeschi.

I Carabinieri forestale porteranno la “Befana della biodiversità” all’ospedale di Vibo Valentia

Anche quest’anno i Carabinieri forestali saranno in prima linea nell’organizzazione della “Befana della Biodiversità”, per una giornata speciale di educazione ambientale e solidarietà.

I militari dell’Arma forestale saranno presenti nel reparto pediatrico dell’ospedale civile “Iazzolino” di Vibo Valentia, dove oramai da diversi anni la manifestazione viene promossa con successo, anche grazie al supporto del personale ospedaliero che ha sempre sostenuto l’iniziativa con grande entusiasmo.

I Carabinieri forestali porteranno con loro un simbolo di natura e speranza rivolto ai bambini ospitati e al personale sanitario e di assistenza impegnato durante l’Epifania.

Saranno consegnati degli omaggi, realizzati sul tema della biodiversità, come quaderni, zainetti in tela, carte da gioco e colori per alleviare il dolore dei piccoli degenti.

Trasversale delle Serre: la soddisfazione dei sindaci di Brognaturo, Fabrizia, Mongiana, Serra San Bruno, Simbario, Spadola e Vazzano per l'approvazione dei progetti esecutivi

"Non si può che accogliere con grande entusiasmo e apprezzamento la notizia apparsa qualche giorno fa relativa all'approvazione dei progetti esecutivi di due lotti della Trasversale delle Serre".

Lo scrivono in una nota congiunta, i sindaci di Brognaturo, Rossana Tassone; Fabrizia, Francesco Fazio; Mongiana, Francesco Angilletta; Serra San Bruno, Alfredo Barillari; Simbario, Ovidio Romano; Spadola, Cosimo Damiano Piromalli e Vazzano, Vincenzo Massa.

"La realizzazione dei due tratti - aggiungono in coro i primi cittadini - consentirà di superare definitivamente i disagi noti a tutti gli utenti che dell'altopiano delle Serre si recano quotidianamente a Vibo Valentia o devono immettersi in autostrada. Per non parlare degli enormi vantaggi in termini di tempi di percorrenza e sicurezza stradale. Siamo certi che tali concreti segnali di forte accelerazione procedurale porteranno al completamento dell'intera infrastruttura, fondamentale e strategica per lo sviluppo dei nostri territori. Con l'occasione  -  conclude  il comunicato   - auguriamo buon lavoro ed esprimiamo tutto il nostro sostegno alle competenti strutture che hanno il compito di realizzare il nostro grande sogno: la Trasversale delle Serre".

  • Published in Politica

Mongiana: gli antichi mestieri in mostra a Villa Vittoria

Il Reparto Carabinieri biodiversità di Mongiana (VV) ha predisposto, per le festività natalizie, delle aperture straordinarie del centro visite di “Villa Vittoria” tese a promuovere la conoscenza e la valorizzazione degli “Antichi mestieri”. La finalità dell’iniziativa – in programma dalle 9 alle 19 del 23 e 30 dicembre e del 3 e 5 gennaio prossimi - è quella di promuovere ed esaltare l’importanza e l’operato dell’uomo nella tutela della Biodiversità ed in particolare, delle due Riserve naturalistiche biogenetiche del Reparto.

Queste attività verranno rappresentate dal personale qualificato Oti del Reparto Carabinieri del Biodiversità di Mongiana che oggi, come nel passato, presenteranno il mestiere d’arte frutto del talento, della concentrazione e della fatica.

Durante le visite sarà possibile ammirare: i falegnami, i fabbri, gli scalpellini, i muratori, gli aggiustatori meccanici, i pittori, i vivaisti e i giardinieri che esporranno le loro migliori tecniche professionali per la produzione di beni e servizi destinati  al mantenimento e all’accrescimento della biodiversità.

Covid: 4 nuovi contagi a Mongiana, il sindaco Angilletta chiude la scuola

Sale a 22 il numero delle persone positive al Covid a Mongiana. Il dato giunge in seguito alla comunicazione avvenuta oggi di quattro nuovi casi.

Vista la situazione, dopo il provvedimento con il quale ieri aveva imposto la mascherina all’aperto, il sindaco Francesco Angilletta ha emesso una nuova ordinanza con la quale, a partire da domani e fino al prossimo 5 gennaio, ha disposto la chiusura delle scuole e il divieto d’accesso al campo di calcetto e al parco giochi ubicati presso il "centro sociale".

  • Published in Cronaca

Mongiana: gli studenti dell’istituto comprensivo di Fabrizia hanno incontrato il magistrato Anna Maria Frustaci

Si è svolto venerdì scorso presso il museo della Reale fabbrica d’armi di Mongiana, un incontro di studio e approfondimento organizzato nell’ambito della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

Ospite dell’iniziativa organizzata dall’istituto comprensivo di Fabrizia, Anna Mari Frustaci, pubblico ministero presso la Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro.

Dopo le relazioni introduttive di don Ferdinando Fodaro e della dirigente scolastica Maria Carmen Aloi, il pm ha dialogato con la giornalista Maria Chiara Caruso, parlando della sua infanzia, degli studi e del suo lavoro.

Il magistrato ha quindi ricevuto il premio “Uomini e donne di Calabria”, realizzato dagli alunni della classe 3 A della scuola secondaria di Fabrizia seguiti dalla docente Monica La Malfa.

Dal canto loro, gli studenti dell’intero istituto hanno partecipato attivamente alla giornata con cartelloni  e video.

L’iniziativa ha ricevuto il plauso del sindaco di Mongiana Francesco Angilletta, il quale ha ringraziato l’istituto comprensivo di Fabrizia “per averci dato la possibilità di assistere ad una manifestazione cosi straordinaria e mi auguro che ce ne possano essere ancora tante per trattare i temi sociali ed ambientali fondamentali per la rinascita della nostra bellissima terra”.

Subscribe to this RSS feed