L’Avis porta la dieta mediterranea nelle scuole delle Serre

Una serie di incontri, organizzati dall'Avis Calabria, è in programma per i prossimi giorni in alcune scuole delle Serre, per discutere di dieta mediterranea, spaziando sul problema degli abusi di fumo, alcool e droghe, cui i giovani possono incorrere. L’occasione, a ogni appuntamento, viene data dalla presentazione del libro “La dieta mediterranea calabrese - uno stile alimentare in armonia con la salute”, finanziato dalla fondazione “Sapientia” e scritto dal biologo nutrizionista Luigi Elia e da Biagio Cutrì, che ha  curato le illustrazioni e la sezione finale.

Primo incontro mercoledì prossimo alle 100 al plesso di Spadola del comprensivo di Vallelonga, dove, presenti alunni, insegnanti e sindaci del territorio, dialogheranno degli importanti argomenti la preside, Eleonora Rombolà, il vicepresidente vicario di Avis Regionale, Nicodemo Napoli, Antonio Leonardo Montuoro, presidente Accademia Internazionale dieta Mediterranea, l’artista Biagio Cutrì e la biologa nutrizionista Alessandra Barillari. Si ragionerà a 360 gradi su argomenti che stanno a cuore all’associazione di volontariato, che come  effetto “collaterale” dell’attività raccolta sangue ha quello di tutelare e garantire la buona salute dei donatori.

Un buon modo per fare ciò è promuovere un regime alimentare sinonimo di salubrità ed equilibrio, coniugati a cibi unici e gustosi. Ma la buona salute la si garantisce anche facendo comprendere ai giovani che anche il semplice uso di sostanze come fumo, alcool e droghe rappresenta una cattivissima abitudine da evitare. Dopo mercoledì si replicherà il 12 e 13 dicembre alla scuola Azaria Tedeschi di Serra mentre sono ancora da definire le date degli incontri nelle scuole superiori, sempre di Serra, e nei plessi di Capistrano e Vazzano.

“Perché – si legge in una nota – la salute è un bene inestimabile e ad Avis piace divulgarne il messaggio con gli strumenti idonei e convincenti”.  

Trasversale delle Serre, per i sindaci "l'obiettivo finale è più vicino"

I sindaci di Vazzano, San Nicola da Crissa, Vallelonga, Simbario, Spadola, Brognaturo, Serra San Bruno, Fabriza, Mongiana e Nardodipace, con una nota congiunta dichiarano che:" i continui concreti segnali della volontà di completare la Trasversale delle Serre continuano ad esserci tutti e, soprattutto, la notizia della chiusura della Conferenza dei Servizi del lotto Vazzano Vallelonga, insieme alla formalizzazione della specifica intesa tra il Commissario Straordinario e il Presidente della Regione, ci rende sempre più convinti che l'obiettivo finale non è poi troppo lontano". 
 
I primi cittadini aggiungono, inoltre: "Siamo anche consapevoli, perché lo viviamo ogni giorno sulla nostra pelle di amministratori, degli ostacoli legati agli eccessivi aumenti dei costi dei materiali che, di fatto, hanno paralizzato l'intero comparto delle costruzioni. Ma siamo altrettanto certi che con la determinazione e l'impegno dimostrati anche tutto questo sarà superato. Rinnoviamo tutto il nostro supporto alle azioni congiunte del Commissario e delle istituzioni regionali, con l'auspicio di poter definire un incontro di approfondimento con tutti i soggetti coinvolti nella realizzazione dell'opera".

Ospedale “San Bruno”, anche il sindaco di Vallelonga: "Pronto a lottare per il diritto alla salute"

"Dove andrà a finire l’ospedale e il distretto del nostro territorio con questi presupposti?".
 
E' quanto si chiede in una nota, il sindaco di Vallelonga Egidio Servello.
 
"Gli evidenti disagi - aggiunge - che da anni ricadono sui cittadini vedendosi negare anno dopo anno il diritto alla salute nel nostro territorio, negli ultimi mesi stanno portando all’epilogo di una situazione oramai incancrenita. La chiusura dell’ufficio ticket fino al 5 aprile è l’ennesimo schiaffo alla popolazione che, giorno dopo giorno, paga a caro prezzo gli effetti territoriali della crisi economica. Tradotto significa che si sta facendo pagare ai cittadini più deboli prestazioni che di diritto dovrebbero essere gratuiti".
 
"Condivido - prosegue Servello - le parole del mio collega e amico Ovidio Romano che l’ospedale 'San Bruno' ha sempre rappresentato e rappresenta la popolazione dei nostri territori, quindi, è giusto difenderlo e preservarlo. Da quindici anni leggo atti aziendali privi di reale attuazione. Ho ascoltato ed ascolto promesse che oggi sono rimaste semplici parole.  Da anni attendo l’attuazione di una gestione delle patologie sul territorio: ospedale di montagna, specialistica territoriale, e soprattutto, una medicina materno-infantile adeguata ai bisogni del nostro territorio".
 
"Invece - conclude la nota - allo stato attuale, emergono solamente disservizi che mi portano a pormi una domanda: dove andrà a finire l’ospedale e il distretto del nostro territorio con questi presupposti? Per queste ragioni, condivido quanto richiesto dal sindaco di Brognaturo: il ripristino del reparto di Radiologia; una prima risposta all’emergenza/urgenza tramite una funzione di pronto soccorso fortemente integrata a livello organizzativo sia con l’emergenza territoriale, sia con i medici ospedalieri; una seconda ambulanza situata a Mongiana".
 
Servello, infine, dà "piena disponibilità" ai sindaci di Nardodipace, Brognaturo e Simbario, "per rivendicare ad ogni livello i diritti eternamente negati alle nostre popolazioni".

Trasversale delle Serre: avviata Conferenza di servizi per il lotto Vazzano - Vallelonga

Il commissario straordinario e responsabile della struttura Anas Calabria, Francesco Caporaso, comunica che in data odierna è stato pubblicato l’avviso di avvio della Conferenza di servizi per l’approvazione del progetto definitivo dell’intervento della Strada statale 182 ‘Trasversale delle Serre’, lotto da Vazzano a Vallelonga, in provincia di Vibo Valentia. 

L’avvio, condiviso con il presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto, porterà al perfezionamento dell’intesa tra commissario straordinario e presidente della Regione per l’approvazione del progetto dell’intervento considerato strategico per il miglioramento della viabilità e della sicurezza della Trasversale delle Serre.

Per l'assessore alle Infrastrutture Mauro Dolce, “l’intervento, che si colloca nell’ambito del più ampio progetto di completamento dell’infrastruttura di collegamento tra il versante tirrenico e quello ionico della Calabria, consentirà di superare gli attuali disagi connessi alle condizioni della strada provinciale esistente che collega i comuni di Vazzano e di Vallelonga, con la sensibile riduzione dei tempi di percorrenza unitamente all’incremento degli standard di sicurezza stradale e del confort di guida”.

Il tracciato, della lunghezza complessiva di circa 7 km, si svilupperà con una sezione tipo avente larghezza complessiva di piattaforma pavimentata pari a 10,50 m, composta da due corsie da 3,75 m e banchine laterali da 1,50 m. Le principali opere d’arte consisteranno nella realizzazione di 13 viadotti per una lunghezza complessiva di 2.415 m, di una galleria naturale di 98 m e di diverse opere di sostegno.

 

 

L’emigrazione Vallelonghese al centro dell’evento organizzato a Toronto dal Club Vallelonga-Monserrato

Tutto pronto a Toronto per il primo evento dal vivo post Covid-19 organizzato da un’associazione calabrese: il Club Vallelonga-Monserrato di Toronto che domenica prossima presso lo Château Le Jardin in Vaughan si occuperà della propria emigrazione.

All’iniziativa parteciperanno oltre al presidente Antonio Pileggi, il coordinatore della rivista “La Lumera” Paolo Ierullo, il professore di storia e filosofia Antonio Gullusci, il giornalista Nicola Pirone e il primo cittadino di Vallelonga Egidio Servello. Tra gli invitati all’incontro anche personalità politiche e associazioni canadesi.

Vallelonga è uno dei paesi a più alta percentuale di spopolamento e proprio a Toronto, più di 50 anni fa, oltre ad aprire un’associazione tuttora fiorente, ha iniziato a pubblicare una rivista nella quale c’era spazio per la storia degli emigrati vallelonghesi nel mondo e il paese d’origine. L’evento di domenica prossima, intitolato “La storia dell’emigrazione dei Vallelonghesi dalla fine dell’Ottocento a oggi e le nuove generazioni” è un ulteriore passo che il sodalizio guidato da Pileggi compie per dare ai calabresi della diaspora, con un occhio di riguardo alle nuove generazione che purtroppo continuano a partire. Un percorso, quello del Club Vallelonga-Monserrato, iniziato nel marzo 2020 quando nelle università di Canada, Stati Uniti e Cuba si è incominciato a parlare dell’emigrazione in termini di risorsa, con la pubblicazione degli atti che sono stati inseriti in tre tesi di laurea in Italia, mentre parte della ricerca è stata presa come spunto e inserita nel dossier presentato dal Comune di Capistrano per partecipare al concorso di Capitale della cultura italiana 2024. Il Club Vallelonga-Monserrato, come quello di San Nicola da Crissa, ha dimostrando grande competenza, portando in risalto come l’emigrazione potesse essere un incentivo per fare rivivere i paesi, con la risposta dal territorio calabrese arrivata subito attraverso l’istituzione del museo dell’emigrazione “La Barcunata”.

In occasione dell’evento sarà distribuito il volume “Vallelonga e La Lumera”, edito proprio dal sodalizio presieduto da Antonio Pileggi e scritto dal professor Gullusci, il quale ha preso a cuore il tema dell’emigrazione basandosi sulle pubblicazioni della rivista “La Lumera”. Il libro è stato pubblicato in doppia lingua, italiano e inglese per permettere alle nuove generazioni di potere riscoprire la storia dei propri nonni e di quella comunità che in Calabria ha ancora molto da offrire.

Trasversale delle Serre: Anas incontra i sindaci di Vazzano e Vallelonga

Continua il confronto tra Anas e gli Enti locali per la condivisione dei progetti relativi al completamento dei lotti della Trasversale delle Serre.

L’interlocuzione avviata da Anas con i rappresentanti territoriali ha l'obiettivo di condividere le proposte progettuali, accogliere ulteriori pareri e sciogliere eventuali dubbi e perplessità, nel tentativo di individuare delle soluzioni che possano ricevere il massimo consenso possibile sul territorio prima di sviluppare il progetto definitivo.

Proprio in questa direzione è andato l'incontro, tenutosi oggi presso il Comune di Vazzano, al quale hanno preso parte, tra gli altri, il responsabile Nuove opere della Struttura territoriale Calabria Silvio Canalella, il sindaco di Vazzano Vincenzo Massa, il sindaco di Vallelonga Abdon Servello e i tecnici comunali. 

 Tutti  hanno espresso parere favorevole alle ipotesi progettuali relative al tratto Vazzano Vallelonga, proponendo l'approfondimento di alcune questioni tecniche che verranno affrontate nei prossimi giorni dai responsabili Anas.

L’intervento, dallo sviluppo di circa 7 km prevede in prevalenza l'adeguamento della viabilità esistente - costituita dalla strada provinciale 60 -  con rettifiche di tracciato e tratti in nuova sede con sezione stradale di tipo C1 (extraurbana).

L’ opera, nel dettaglio, interessa l’abitato comunale di Vazzano con innesto sulla Ss 110 che a sua volta si ricollega ai nuovi tratti della Ss 182 già adeguati. Lungo il tracciato sono previsti 11 viadotti per complessivi 2.3 km circa e 1 galleria naturale da 125 m oltre a opere minori di contenimento della sede stradale (muri e paratie).

L’opera migliorerà le caratteristiche geometriche dell’attuale strada provinciale, che presenta attualmente elevata tortuosità, incrementando il livello di sicurezza in esercizio e consentendo l’inserimento del tratto viario nell’itinerario costituito dalla nuova Trasversale delle Serre.

 

Attualmente è in corso la progettazione definitiva da parte dei progettisti incaricati, è stata ultimata la prima significativa fase delle indagini geognostiche mentre sono in corso le indagini ambientali. Il rilievo topografico di dettaglio di supporto alla progettazione definitiva in corso è stato completato e si sta regolarmente procedendo con le attività progettuali da parte dei progettisti.

 

Nell’ottica della proficua collaborazione che intercorre tra Anas e le Amministrazioni Locali,  i Sindaci di  Vazzano  e Vallelonga, si faranno promotori per la convocazione della Conferenza Unificata di tutti i Sindaci interessati dal completamento della Trasversale delle Serre, impegnandosi a fornire il proprio contributo strategico consapevoli dell'eccezionale rilevanza e degli sviluppi socio economici connessi alla realizzazione dell'opera.

Abusivismo edilizio: denunce a Serra San Bruno, Capistrano, Gerocarne e Filadelfia

Nell’ambito dei servizi predisposti dal Gruppo carabinieri forestale di Vibo Valentia, i militari delle Stazioni di Serra San Bruno, Polia e Vallelonga, al termine degli accertamenti eseguiti in collaborazione con il personale degli uffici tecnici dei rispettivi Comuni, nei territori di Capistrano, Serra San Bruno, Gerocarne e Filadelfia, hanno denunciato otto persone, ritenute responsabili di aver realizzato alcuni immobili senza le necessarie autorizzazioni.

Le costruzioni, alcune già ultimate ed altre in fase di completamento, sono state sequestrate.

Inoltre, a due persone, che avevano edificato in zone sottoposte a vincolo, sono state contestate violazioni in materia paesaggistico-ambientale

  • Published in Cronaca

Coltivazione con 50 arbusti di cannabis rinvenuta a Vallelonga

Durante un controllo lungo la strada provinciale 53, i carabinieri delle Stazioni di Vazzano e San Nicola da Crissa hanno controllato e perquisito un cittadino marocchino, trovandolo in possesso di 25 grammi di foglie verdi di cannabis indica.

I militari hanno quindi deciso di effettuare un rastrellamento della zona, rinvenendo una piantagione composta da 50 arbusti di canapa indica.

La piantagione era alimentata con un impianto “a goccia” collegato ad un serbatoio.

Tutte le piante, previo campionamento, sono state distrutte su disposizione dell'autorità giudiziaria di Vibo Valentia.

Subscribe to this RSS feed