Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 992

Marino: "Dai consiglieri Forza Italia altra prova di responsabilità per salvare Atam"

“Ancora una volta il gruppo Consiliare di Forza Italia ed i colleghi consiglieri della minoranza di centrodestra con consueto senso di responsabilità non hanno fatto mancare il proprio voto favorevole per una giusta causa: salvare l’Atam di Reggio Calabria, mettendo in sicurezza l’insostituibile servizio di trasporto pubblico e, quindi, garantendo i lavoratori”. “Salutiamo con soddisfazione - affermano gli azzurri in seno al Consiglio Comunale di Reggio Calabria, Demetrio Marino, Antonio Pizzimenti, Mary Caracciolo e Massimo Ripepi - l’unanime approvazione  della delibera consiliare, con la quale è stata disposta la modifica dell’art. 6 dello Statuto dell’Atam ed è stato riconosciuto, ai sensi dell’art. 194, comma 1 lett. C) del TUEL, la legittimità del debito fuori bilancio derivante dalla ricapitalizzazione della stessa società”. “Il servizio di trasporto pubblico locale è in crisi nel Paese e molte sono le aziende che si trovano in situazioni analoghe a quelle dell’Atam o, addirittura, sono già fallite. L’esito conclusivo per la ‘sopravvivenza’ dell’Azienda di mobilità reggina è rimesso, comunque, al responso del Tribunale Fallimentare e, confidando in un positivo risultato, alla conduzione del piano industriale licenziato dall’azienda di trasporto locale”. “In Consiglio Comunale è emersa, ancora una volta, la difficoltà della maggioranza nel definire sia nei modi sia nei tempi le dovute scelte sulla vicenda Atam. Ennesima difficolta superata grazie all’accolta proposta, al fotofinish, delle legittime considerazioni dei consiglieri di minoranza. Sul punto, rispetto all’emendamento avanzato dalla stessa maggioranza per modificare la deliberazione di Giunta posta in discussione nella seduta consiliare, Forza Italia e la minoranza tutta hanno dimostrato, nell’esclusivo interesse della città elevata sensibilità istituzionale, favorendo il necessario confronto democratico e rappresentando la soluzione idonea per l’auspicata vera risoluzione della procedura fallimentare in corso”. “I consiglieri comunali di Forza Italia - infine - con la solita attenzione rivolta alle esigenze dei reggini e dei lavoratori dell’Atam, hanno favorito l’unico possibile percorso per creare le condizioni di risanamento aziendale, anche in un’ottica di Città Metropolitana, quale prerequisito per modernizzare il servizio di trasporto pubblico urbano”.

 

Approvata delibera "Salva Atam", consiglieri PD: "Vince Reggio"

"Con l’approvazione all’unanimità in Consiglio Comunale della delibera che modifica lo Statuto dell’Atam ricostituendo il capitale sociale dell’Azienda di Trasporto pubblico vince la città ed i sacrifici che fino ad oggi sono stati fatti per scongiurare definitivamente l’ipotesi di fallimento per una azienda vitale ed imprescindibile per Reggio Calabria anche nell’ottica e nelle future prospettive della Città Metropolitana e come sempre voluto dal nostro sindaco Giuseppe Falcomatà".  A dichiararlo con soddisfazione sono i componenti del Gruppo Consiliare del Partito Democratico, Antonino Castorina, Demetrio Delfino, Rocco Albanese, Paola Serranò, Nancy Iachino, Enzo Marra  e Gianni Minniti. "Noi - spiegano gli esponenti del PD in seno al Civico Consesso - oggi, vogliamo farci interpreti di una visione differente rispetto al passato, agendo con serietà e senso delle istituzioni. Il cambiamento che abbiamo prima annunciato e poi intrapreso, con coraggio, determinazione e convinzione, ci impone l’individuazione e la conseguente adozione di misure adeguate a superare la fase critica e riconsegnare all’Atam il ruolo che più le spetta; questo è quello che abbiamo fatto. Continueremo a procedere in questa direzione, restituendo piena dignità ai lavoratori dell’azienda, a cui rinnoviamo il nostro ringraziamento per l’abnegazione e la serietà con le quali stanno affrontando questo momento, provando ad offrire alla città un sistema di trasporto pubblico finalmente moderno ed efficiente". 

Reggio, martedì seduta urgente del Consiglio Comunale per salvare Atam

Il Consiglio Comunale di Reggio Calabria è convocato, in sessione straordinaria ed urgente, per martedì 7 luglio alle ore 10:30 nella sala adunanze di Palazzo San Giorgio, per procedere alla discussione dell'unico punto all’ordine del giorno: “Modifica art. 6 dello Statuto Società ATAM spa e ricapitalizzazione”. Una variazione che permetterà, in sostanza, la sopravvivenza dell'Azienda Trasporti per l'Area Metropolitana, attraverso il conferimento da parte dell'Amministrazione di Foro Boario, dell'ex Italcitrus e dei diritti sull'area di Botteghelle. L'operazione ha un valore complessivo di circa 7,5 milioni di euro, la somma necessaria a scongiurare il fallimento dell'Atam. Il Consiglio Comunale si riunirà, in eventuale seconda convocazione,  mercoledì alle ore 10:30.

 

 

Reggio, ricapitalizzazione Atam: rinviata seduta ad hoc del Consiglio Comunale

Il Presidente del Consiglio comunale di Reggio Calabria, Demetrio Delfino, ha rinviato, a data da destinarsi, la seduta Consiliare fissata per il giorno 3 e 4 luglio, rispettivamente in prima ed in seconda convocazione,  per la trattazione della “Modifica art. 6 dello Statuto Società ATAM spa”. Il rinvio si è reso necessario poiché “l’ istruttoria e la documentazione da allegare alla deliberazione non risulta completa”.

 

Reggio, ricapitalizzazione Atam: venerdì seduta ad hoc del Consiglio Comunale

Il Consiglio Comunale di Reggio Calabria è convocato, in sessione ordinaria, per venerdì 3 luglio alle ore 9,00 nella sala adunanze di Palazzo San Giorgio, per procedere alla discussione dell'unico punto all’ordine del giorno: “Modifica art. 6 dello Statuto Società ATAM spa”. Una variazione che permetterà, nei fatti, la ricapitalizzazione dell'Azienda Trasporti per l'Area Metropolitana, attraverso il conferimento da parte dell'Amministrazione di Foro Boario, dell'ex Italcitrus e dei diritti sull'area di Botteghelle. L'operazione ha un valore complessivo di circa 7,5 milioni di euro, la somma necessaria a scongiurare il fallimento dell'Atam. Il Consiglio Comunale si riunirà, in eventuale seconda convocazione,  sabato alle ore 9,00.

 

Reggio, Atam intensifica i controlli a bordo degli autobus

In attuazione del Piano di Risanamento Aziendale, Atam ha varato un programma di deciso contrasto all’evasione tariffaria sui propri mezzi, pianificando più intensi controlli mirati sulle corse a più alto rischio, con la presenza di un numero maggiore di personale addetto alla verifica, sia interno che esterno. Ottimi i primi risultati raggiunti: a partire dal febbraio 2015 è stata registrata una “impennata” delle vendite a bordo, anche in riferimento agli analoghi periodi del 2013 e del 2014. I soli “volontari” dell’Associazione “Anov”, ad esempio, vendono già mediamente mille biglietti a settimana mentre il valore dei verbali emessi dai controllori Atam è triplicato rispetto al dato del 2013 e raddoppiato con riferimento all’anno 2014. “Non ci sono intenti repressivi nei confronti dei nostri utenti, ha chiarito l’amministratore unico professor Antonino Gatto. L’obiettivo, piuttosto, è quello di sensibilizzare l’utenza ad adottare comportamenti maggiormente etici e rispettosi del Bene Pubblico, ponendo in risalto il vantaggio ottenibile in tal senso in termini di miglior qualità del servizio. Non è giusto, d’altra parte, che il costo dei biglietti ricada solo sui cittadini onesti”. Ad ulteriore supporto dell’azione intrapresa, è allo studio, inoltre, un maggior coinvolgimento degli autisti che, svolgendo la mansione di Agente Unico, durante la guida saranno chiamati a verificare ad ogni capolinea il regolare possesso dei titoli di viaggio da parte dell’utenza ed a vendere loro il biglietto in caso di necessità.

Reggio, l'annuncio di Falcomatà: "Ok definitivo alle risorse per Atam"

Un altro passo di capitale importanza è stato compiuto lungo il percorso di risanamento dell'Atam (Azienda di trasporti dell'area metropolitana) di Reggio Calabria. Il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, infatti, ha appena annunciato che il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, ha apposto la sua firma al decreto che sancisce il via libera definitivo all'erogazione di otto milioni di euro all'Atam. Il primo passaggio formale era stato compiuto dal ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Graziano Delrio, che mercoledì aveva dato l'ok allo sblocco dei fondi. 

Reggio, Gatto: "Innescato processo di risanamento Atam"

"E’ con piacere e soddisfazione” che registriamo l’avvenuta firma del decreto da parte del Ministro delle Infrastrutture, grazie al decisivo contributo del Sindaco della Città", commenta l’Amministratore Unico di Atam, professor Gatto. "Tale adempimento - precisa, - rappresenta un fondamentale passaggio per innescare il processo di risanamento finanziario di Atam, che sarà concretamente avviato al momento dell’effettivo trasferimento delle somme deliberate e certificate, gran parte delle quali - per come programmato nel piano di risanamento - saranno destinate al rimborso dei debiti pregressi delle passate gestioni, e la restante parte impiegate per il previsto rilancio industriale". "Questo atto, quindi, costituisce l’epilogo di un percorso avviato sin dal settembre 2013 dall’Amministratore Unico, professor Gatto, il quale, a seguito della nota procedura fallimentare del febbraio 2014, ha - si legge in una nota diffusa da Atam - fortemente voluto, pianificato ed ottenuto, di concerto con lo staff manageriale liberamente scelto su criteri di competenza, trasparenza ed integrità, un percorso strutturato di risanamento, non solo di carattere industriale, ma anche di natura culturale. Tale iter, già dal suo primo avvio, ha evidenziato confortanti segnali di ripresa che, tuttavia, necessitano un costante e continuo monitoraggio e miglioramento da parte degli “stakeholders” coinvolti nel processo". "E’ con vivo compiacimento quindi - conclude l’Amministratore Unico, professor Gatto - che guardiamo con positività ad un progetto avviato ma ancora lungo e vincolato per come ampiamente documentato nel piano di risanamento,il quale per non perdere di efficacia, non può che rappresentare un riferimento obbligato per il definitivo rilancio dell’Azienda, anche nell’ottica della prospettiva della Città Metropolitana, di cui il sistema dei trasporti rappresenta una valenza strategica per l’integrazione non solo logistica ma anche economico-sociale".

Subscribe to this RSS feed