Operazione "New age": nuove leve dedite allo spaccio di droga arrestate nel Reggino

Questa mattina, alle prime luci dell’alba, a Taurianova e Cittanova, i carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria, a conclusione di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Palmi, nell’ambito dell’operazione denominata “New Age”, hanno dato esecuzione a un’ordinanza di applicazione di misura cautelare, emessa dal gip di Palmi nei confronti di 13 persone ritenute responsabili – di associazione finalizzata alla produzione e al traffico di sostanze stupefacenti.

L’operazione, giunge al termine di un’attività investigativa condotta dai militari dell’Arma dal gennaio 2020, che ha consentito di acclarare la presenza di un articolato giro di spaccio, al centro del quale è stata riscontrata l’operatività di alcuni soggetti risultati, punto di riferimento di numerosi consumatori di sostanza stupefacente del comune di Taurianova, oltre che di alcuni comuni limitrofi.

In particolare, le attività investigative sono state avviate in seguito all’arresto in flagranza eseguito dai carabinieri della Stazione di Cittanova, di uno degli odierni destinatari del provvedimento, per detenzione ai fini di spaccio, poichè trovato in possesso di quasi ottomila dosi di marijuana pronte ad essere vendute. Nella circostanza, durante la perquisizione a casa dell’uomo, erano state rinvenute diverse buste con le infiorescenze di marijuana, nascoste in un doppiofondo ricavato in uno degli armadi della camera da letto, che se immesse sul mercato, avrebbero garantito proventi per oltre settemila Euro.

Fondamentale si è rilevata, a partire da questo evento, l’attività info – operativa, avviata dai militari dell’Arma che ha permesso di analizzare i profili dei contatti dell’arrestato e di risalire alla ramificata rete di distribuzione e dei canali di approvvigionamento dello stupefacente, identificando le nuove leve dello spaccio di droga in soggetti, per la maggior parte di età non superiore ai 30 anni, ritenuti responsabili delle condotte illecite quali l’offerta, la cessione, il trasporto, la vendita e la coltivazione oltre che del consumo dello stupefacente.

Il controllo incrociato dei dati emersi dalle verifiche effettuate ha infine consentito di ricostruire le circostanze del fatto e le presunte condotte criminose degli indagati in circa una cinquantina di eventi, sia sul territorio nazionale che all’estero, sintomatiche della sussistenza di una forte rete relazionale.

In particolare, determinanti in merito alla considerazione della sussistenza di gravi indizi di colpevolezza a carico degli arrestati, si sono rivelati i numerosi recuperi effettuati nel corso nell’intera attività investigativa, di varie sostanze stupefacenti, soprattutto cocaina e marijuana.

In particolare, il rinvenimento di due piantagioni di canapa indiana, di cui una trovata nel solaio della casa di uno degli arrestati, mentre l’altra individuata in un appartamento occupato abusivamente, in un palazzo nel centro storico di Cittanova. Nello specifico, è stato appurato come gli indagati avessero meticolosamente allestito degli impianti idroponici, completi di sistemi di riscaldamento, ventilazione e illuminazione a lampade Uv, destinati alla gestione di varie colture di canapa indiana. Lo stupefacente, lavorato in dosi, avrebbe permesso agli indagati di ricavare guadagni non inferiore a 50 mila euro.

 

 

 

Nascondeva cocaina e marijuana, arrestato

I carabinieri della Compagnia di Taurianova hanno tratto in arresto un trentaduenne residente a Cittanova, per reati in materia di stupefacenti e per rapina.

In particolare, durante un servizio di controllo, i militari, dopo aver intimato l’alt ad un autocarro che, alla loro vista avrebbe cercato di allontanarsi a velocità sostenuta, provocando tra l’altro un incidente stradale, hanno intercettato il mezzo e identificato gli occupanti.

E’ seguita una perquisizione, durante la quale, il conducente del veicolo, peraltro sprovvisto di patente di guida, è stato trovato in possesso di 60 grammi di cocaina. Inoltre, a casa dell’uomo sono stati individuati 80 grammi di marijuana e un bilancino di precisione.

Infine, avvalendosi di tecnici Enel, i militari hanno riscontrato all’interno dell’immobile un allaccio abusivo alla rete elettrica, che ha fatto scattare anche la denuncia per furto.

L’uomo è stato dunque tratto in arresto in flagranza di reato per possesso di sostanza stupefacente ai fini di spaccio e una volta convalidato l’arresto è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Cercatore di funghi disperso in Calabria, attivate le ricerche

Sono scattate attorno alle 22.30 di ieri (5 settembre) le attività di ricerca di un fungaiolo, V. D., di 59 anni. A lanciare l'allarme sono stati i familiari dell'uomo che non ha fatto ritorno a casa dopo essere andato a cercare funghi nei boschi dell'Aspromonte.

Le ricerche si sono concentrate nella zona del comune di Cittanova (Rc), dove è stata individuata l’auto del disperso.

Proseguite fino a tarda notte, le ricerche sono riprese alle prime luci dell'alba.

Alle attività partecipano: carabinieri e carabinieri forestali di Cittanova e di San Giorgio Morgeto, vigili del fuoco di Reggio Calabria, tecnici della Stazione Aspromonte del Soccorso alpino e del Soccorso alpino e speleologico Calabria - Villaggio Zomaro.

Ispezioni sui cantieri: denunce e sequestri

I carabinieri di Taurianova (Rc), del Nucleo ispettorato del lavoro di Reggio Calabria e della Stazione forestale di Cittanova, hanno effettuato una serie di controlli volti a verificare il rispetto delle normative in tema di rischio per la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro.

In particolare, a Taurianova, sono stati denunciati i titolari di tre imprese edili e il gestore di un’officina meccanica che, sulla base delle attuali risultanze, non avrebbero adempiuto agli obblighi di sorveglianza sanitaria spettanti al datore di lavoro, esponendo in tal modo i dipendenti a rischi per la loro sicurezza, non rendendo edotti gli operai in materia di prevenzione rischi.

A San Giorgio Morgeto e Cittanova, invece, gli uomini dell’Arma hanno denunciato i proprietari di due manufatti che, dagli accertamenti finora esperiti, risulterebbero abusivi e, pertanto sottoposti a sequestro penale.

  • Published in Cronaca

Al volante dopo aver consumato alcon e droga, denunciati in cinque

Cinque persone di età compresa tra i 34 e i 68 anni sono state denunciate dai Carabinieri di Taurianova e Cittanova (Rc), per guida in stato d'alterazione.

Le denuncie sono scattate in seguito a controlli, durante i quali quattro automobilisti sono stati trovati al volante con tassi alcolemici superiori fino a 6 volte il limite consentito.

Un 46enne di Cittanova è stato, invece, sorpreso alla guida sotto l’effetto di stupefacenti e trovato in possesso di tre involucri con residui di cocaina.

I cinque, che dovranno pagare anche salatissime multe, sono stati denunciati per guida in stato d'alterazione, mentre le loro patenti di guida sono state  ritirate.

  • Published in Cronaca

Marijuana nascosta nelle scarpe, manette per un 24enne

Un 24enne di Cittanova (Rc) è finito in manette con l’accusa di possesso di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Il giovane è stato arrestato in flagranza, dopo essere stato sorpreso in auto con 55 grammi di marijuana. La gran parte della droga era nascosta sotto il sedile del veicolo, mentre una minima parte era occultata nelle scarpe dell’indagato. Inoltre, a casa del ragazzo sono stati trovati un trita erba e un bilancino di precisione.

Dopo aver sequestrato quando rinvenuto, i militari hanno arrestato il giovane con l’accusa di possesso di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

In seguito al giudizio di convalida, il Tribunale di Palmi ha disposto la sospensione del reddito di cittadinanza di cui il 24enne era beneficiario e l’applicazione della misura cautelare dell’obbligo di dimora.

  • Published in Cronaca

Coppia di giovani si perde in Aspromonte, rintracciata dalla Polizia di Stato

Nei giorni scorsi i poliziotti del Commissariato di Cittanova (Rc) hanno rintracciato una coppia di giovani che si era persa nel Parco nazionale d’Aspromonte mentre, in serata, cercava di raggiungere una zona interna del villaggio Zomaro.

In particolari, i ragazzi, giunti in auto sino al villaggio, hanno intrapreso un sentiero nel bosco non riuscendo più a ritrovare la strada per il ritorno. La coppia ha, quindi, chiesto aiuto al 112 che ha girato la segnalazione al Commissariato di Cittanova.

Una volta avviate le ricerche, gli agenti hanno contattato al cellulare uno dei due ragazzi dispersi facendosi descrivere il posto in cui si trovavano e indicando loro al telefono l’esatta strada da percorrere per ritrovare la via principale che li avrebbe condotti alla loro auto.

Grazie alla sinergia tra Carabinieri e Polizia di Stato, la giovane coppia ha potuto raggiungere l’auto e rientrare a casa senza problemi.

  • Published in Cronaca

Cittanova, ritorna la Festa nazionale dello stocco

La XX edizione della Festa Nazionale dello Stocco è già in cantiere. I prossimi 14 e 17 agosto, nel consueto e suggestivo teatro a cielo aperto di viale Campanella a Cittanova, la celebre kermesse dedicata all’enogastronomia d’eccellenza e alla grande musica italiana tornerà a scaldare l’estate calabrese. Due date d’eccezione in cartellone, per riproporre il binomio vincente marchio di fabbrica dell’evento.

Dopo lo stop forzato dello scorso anno, dovuto all’incedere drammatico dell’emergenza pandemica, la Pro loco di Cittanova e l’azienda “Stocco&Stocco” hanno deciso di rilanciare la sfida agostana, nel solco di un progetto culturale, sociale e turistico di respiro nazionale.

Due i momenti che animeranno la manifestazione: il 14 agosto la “Sagra dello Stocco” e il concerto di Umberto Tozzi; il 17 agosto secondo appuntamento con la storica “Sagra” e il concerto di Francesco Renga. Un finale in crescendo per festeggiare le venti edizioni dell’evento.

Rispetto al passato, quest’anno la macchina organizzativa e il pubblico dovranno tenere conto della stringente normativa anti – Covid che renderà necessarie alcune attività per la gestione in totale sicurezza delle differenti fasi della kermesse. In particolare, entrambe i concerti, realizzati in sinergia con “Esse Emme Musica”, saranno a numero chiuso (mille persone), in linea con gli indirizzi di legge forniti in materia di esecuzione e fruizione degli eventi all’aperto. I biglietti saranno in vendita da sabato 26 giugno sulla piattaforma automatizzata ticktone.it, ticket service Calabria e presso lo stabilimento “Stocco&Stocco”.  

“La XX Festa Nazionale dello Stocco – ha affermato il presidente della Pro loco di Cittanova, Pino Gentile – vuole riallacciare un filo interrotto lo scorso anno a causa della pandemia. Non sarà facile ripartire, ne siamo tutti consapevoli, ma questa terra ha bisogno di speranza e di impegno per tornare a guardare con fiducia al futuro. Questo evento è un motore importante per il turismo e la promozione del territorio. Insieme allo storico partner “Stocco&Stocco”, e con il supporto dell’Amministrazione Comunale, celebreremo il ritorno di una manifestazione amata dall’intera Calabria e famosa in tutta Italia”.

“La nostra ferma intenzione – ha sottolineato l’imprenditore Francesco D’Agostino - è ridare al territorio e al pubblico nazionale un’occasione di svago e serenità dopo lunghi mesi di apprensione e paure. Stiamo facendo grandi sforzi per organizzare la XX edizione della Festa, consapevoli del valore che il nostro percorso, fatto di valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche e di grande musica, avrà per la ripartenza del territorio. La sfida è complicata e i rischi sono numerosi. Ma ci siamo rimessi in gioco per dare un segnale forte. La Festa Nazionale dello Stocco è un appuntamento che è parte integrante dell’estate calabrese. Noi, in un periodo così incerto, abbiamo risposto presente alla chiamata della nostra terra”.

Subscribe to this RSS feed