Ubriaco minaccia con un coltello il gestore di un locale, arrestato

Un ventiduenne è stato arrestato dalla polizia a Cosenza, per aver, in stato di ebbrezza, aggredito con un coltello il gestore di un locale.

Come se non bastasse, il giovane, una volta allontanato, avrebbe danneggiato la vetrina del locale scagliandovi contro uno sgabello trovato sul marciapiede.

Sul posto è intervenuta una volante, alla cui vista l’indagato avrebbe cercato di darsi alla fuga.

Bloccato è tratto in arresto, dovrà rispondere dei reati di lesioni personali, minacce,    danneggiamento aggravato  e resistenza a pubblico ufficiale.

In  seguito alle formalità di rito, il 22enne è stato sottoposto all’obbligo di presentazione alla pg.

Colpisce un coetaneo con una mazza di ferro, denunciato minore

Avrebbe colpito un coetaneo con una mazza di ferro. Per questo motivo, un minore è stato denunciato dalla polizia, a Gioia Tauro (Rc).

L’aggressione è avvenuta all’uscita dalla scuola frequentata da entrambi i giovani.

Dalle immagini riprese dai sistemi di videosorveglianza dell’istituto scolastico, è emerso che la vittima è stata aggredita alle spalle e colpita ripetutamente con una mazza di ferro, rinvenuta poco distante dall’area dove si è consumato il grave episodio.

Pertanto, in virtù delle risultanze delle indagini condotte dalla polizia e coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Reggio Calabria, il presunto responsabile è stato denunciato per aggressione e lesioni.

  • Published in Cronaca

Aggredisce e perseguita un uomo senza motivo, arrestato

Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Stazione di Roccabernarda e del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Petilia Policastro (Kr) hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal Gip del tribunale di Crotone, a carico di F. J.,  29 anni, accusato di atti persecutori

Il provvedimento è stato emesso sulla base delle indagini avviate dai Carabinieri in seguito alla denuncia presentata da un 39enne del luogo, che ha riferito di essere stato aggredito e percosso, nella serata del 10 dicembre scorso, per futili motivi, senza riportare lesioni, nei pressi della propria abitazione, da parte dell’arrestato, il quale, il giorno successivo, avrebbe continuato a perpetrare altre azioni di disturbo nei suoi confronti.

Determinanti per la ricostruzione della dinamica degli eventi sono state le dichiarazioni di alcuni testimoni che avrebbero assistito alla presunta aggressione.

  • Published in Cronaca

Perseguitano un uomo e la sua famiglia, misura cautelare per due due stalker

Sono accusati di aver perpetrato aggressioni e atti persecutori nei confronti di un uomo e dei suoi familiari. Per questo motivo, due paolani di 54 e 26 anni sono stati sottoposti alla misura cautelare del divieto di avvicinamento alla vittima e alla sua famiglia.

La  misura – eseguita dai poliziotti del Commissariato di Paola – è stata emessa dal locale tribunale in seguito alle indagini avviate su denuncia della parte offesa.

I destinatari del provvedimento sono accusati, tra l’altro, della feroce aggressione avvenuta nei mesi scorsi, quando la vittima venne ricoverata in ospedale con trenta giorni di prognosi, dopo essere stata colpita alla testa con pugni e con una spranga di ferro

  • Published in Cronaca

Viola i domiciliari, aggressore di un blogger finisce in prigione

Ieri pomeriggio, gli agenti della Squadra mobile di Cosenza hanno eseguito un’ordinanza di aggravamento di misura cautelare (da arresti domiciliari a custodia cautelare in carcere), emessa dal gip presso il Tribunale di Catanzaro su richiesta della locale Direzione distrettuale antimafia, nei confronti di M.L., 31 anni, di Casali del Manco (Cs).

L’uomo era stato arrestato lo scorso 13 novembre, perché ritenuto responsabile, in concorso con un’altra persona, dei reati di tentata violenza privata e lesioni - aggravati dal metodo e dalle finalità mafiose- nei confronti di un blogger cosentino.

Il provvedimento eseguito ieri, giunge dopo la violazione, da parte del 31enne, degli arresti domiciliari cui era sottoposto.

L’uomo, al termine delle formalità di rito, è stato associato alla locale casa circondariale.

  • Published in Cronaca

Brutale aggressione per strada, quattro misure cautelari

I Carabinieri della Compagnia di Crotone hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale della città pitagorica, nei confronti di 4 persone (destinatarie della misura degli arresti domiciliari), indagate per lesioni personali pluriaggravate in concorso, lesioni gravi pluriaggravate in concorso e porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Il provvedimento scaturisce dagli approfondimenti investigativi effettuati dai militari della locale Stazione, in seguito all’esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare eseguita lo scorso 8 giugno, nei confronti di 11 persone indagate per l’aggressione avvenuta per strada a Cutro, la sera del 19 maggio scorso.

L’attività d’indagine, sviluppata in seguito all’esecuzione del provvedimento, ha infatti permesso di raccogliere gravi indizi circa la partecipazione alla brutale aggressione da parte degli odierni 4 indagati.

  • Published in Cronaca

Spedizione punitiva contro lo zio, due fratelli in manette

I Carabinieri della Stazione di Marina di Gioiosa Jonica (Rc) hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal gip presso il Tribunale di Locri nei confronti dei fratelli D. T. e V.T., di 44 e 33 anni..

I due, nella tarda serata del 25 maggio scorso, si sarebbero introdotti nella casa di uno zio, C.V., di 60 anni, che avrebbero picchiato e ferito con una coltellata al collo.

Per gli investigatori, l’aggressione sarebbe stata compiuta a scopo punitivo poiché, a causa di dissidi familiari, la vittima avrebbe rimproverato e percosso sua sorella, madre degli indagati.

I presunti responsabili sono stati, quindi, posti ai domiciliari  con l’accusa di tentato omicidio in concorso e violazione di domicilio.

  • Published in Cronaca

La ragazza lo lascia, parte la missione punitiva: 11 arresti

Cutro - I carabinieri della Compagnia di Crotone, con il supporto dei colleghi dello Squadrone eliportato Cacciatori, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del Tribunale di Crotone, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di 11 persone (di cui 2 destinatari della misura in carcere e 9 degli arresti domiciliari), indagate, a vario titolo, di atti persecutori, lesioni personali aggravate, violenza privata e calunnia.

Il provvedimento si fonda sugli elementi raccolti durante le investigazioni svolte, lo scorso maggio, dai Carabinieri della locale Stazione, nel corso delle quali è emerso che nella serata del 19 maggio 2021, a Cutro,  gli indagati avrebbero aggredito per strada il padre e il fratello di una ragazza che aveva interrotto la relazione sentimentale intrattenuta con uno dei presunti aggressori. A causa dei colpi ricevuti, le vittime avevano riportato diverse lesioni.

Inoltre, il fratello della giovane, sarebbe stato, in più occasioni, oggetto di minacce.

L’attività investigativa, resa difficoltosa per la reticenza di alcune persone che avevano assistito all’aggressione, ha permesso di fare luce sulla vicenda e raccogliere gravi indizi sui vari ruoli assunti dagli autori.

Subscribe to this RSS feed