Disagi negli uffici ticket vibonesi, Lo Schiavo: "L’Asp potenzi il servizio"

«I disagi che ormai sistematicamente si ripetono negli uffici prenotazioni e ticket dell’Asp di Vibo Valentia richiedono un’immediata ed efficace risposta da parte dell’azienda, tesa a potenziare un servizio cui quotidianamente si accostano centinaia di persone. Le cronache restituiscono con cadenza giornaliera condizioni inaccettabili per un servizio sanitario degno di questo nome: sportelli che chiudono anzitempo per carenza di personale; un solo operatore a fronteggiare decine di richieste; code che si protraggono per ore; confusione nelle sale d’attesa dove mancano persino gli eliminacode. Per non parlare delle lunghe file che si registrano allo sportello per la scelta del medico di base. A farne le spese, in questo quadro desolante, sono evidentemente gli utenti, spesso avanti negli anni, costretti a subire tutti i disagi che tali circostanze impongono loro. Per questi motivi, nei prossimi giorni, chiederò un incontro al commissario straordinario dell’Asp di Vibo Valentia per fare il punto sullo stato della sanità nel Vibonese, sui ritardi nell’avvio della costruzione del nuovo ospedale, ed anche sui tempi di attesa delle visite e prenotazioni mediche. In quella sede chiederò anche dei correttivi organizzativi per l’Ufficio prenotazioni e ticket, che anche simbolicamente è la prima interfaccia del sistema sanitario, al fine di assicurare l’adeguata copertura del servizio da parte del personale preposto, valutando, se necessario, di integrarlo con figure appositamente formate che possano garantire la celerità e l’efficienza del servizio».

È quanto dichiara il consigliere regionale Antonio Lo Schiavo relativamente ai disagi che si registrano negli uffici ticket dell’Asp di Vibo Valentia.

  • Published in Politica

Munizioni e droga nel Vibonese: denunce e segnalazioni

I poliziotti della Squadra mobile di Vibo Valentia, del Commissariato di Serra San Bruno e del Posto fisso di Tropea, hanno contestando, a Vibo Marina, la detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale a due uomini, segnalati alla locale Prefettura, mentre un altro è stato denunciato, in stato di libertà, poiché presso la sua abitazione sono state rinvenute munizioni calibro 12 abusivamente detenute.

A Ricadi, invece, un ragazzo è stato sorpreso su una bicicletta con stupefacente destinato a uso personale.

Infine, in un altro servizio di controllo effettuato a Bivona, gli agenti, durate una perquisizione a casa di un uomo, hanno rinvenuti 80 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento della droga.

  • Published in Cronaca

Un etto di marijuana in casa, un arresto nel Vibonese

Un uomo è stato arrestato a Rombiolo, nel Vibonese, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

L’arresto è scattato in seguito ad una perquisizione a casa dell’indagato, dove i poliziotti della Squadra mobile di Vibo Valentia e della Squadra di polizia giudiziaria del Commissariato di Serra San Bruno, con l’ausilio di un cane antidroga, hanno rinvenuto quasi un etto di marijuana, un bilancino di precisazione, materiale per il confezionamento e il taglio dello stupefacente.

Pertanto, l’uomo è stato arrestato e al termine delle formalità di rito, posto ai domiciliari.

Cacciatore ferito da un colpo di fucile nel Vibonese, interviene l'elisoccorso

Incidente di caccia nel Vibonese, dove un uomo D. A., 61anni, di Mammola (Rc), è rimasto gravemente ferito all'addome da un colpo di fucile. 

Il fatto è accaduto questa mattina nella zona Pedemontana di Pizzoni. 

Sul posto, giunti da Serra San Bruno, sono interventi i sanitari del 118 che, dopo aver portato le prime cure, hanno chiesto l'intervento dell'eliambulanza. 

Il malcapitato è stato trasferito all'ospedale Pugliese di Catanzaro. 

Sull'accaduto indagano i carabinieri. 

 

Due quintali di botti sequestrati nel Vibonese, una denuncia

I poliziotti della Squadra mobile di Vibo Valentia, della squadra di polizia giudiziaria di Serra San Bruno, del Posto fisso di Tropea e dell’unità Antiesplosivo e artificieri hanno rinvenuto oltre due quintali di artifizi pirotecnici nascosti in dei garage a Nicotera

Il materiale - per un peso complessivo di oltre 200 kg – è stato sequestrato.

Per il proprietario dei garage è scattata la denuncia.

  • Published in Cronaca

Nascondeva in casa ordigni, munizioni e artifizi pirotecnici: uomo arrestato nel Vibonese

I poliziotti della Squadra mobile di Vibo Valentia, della Squadra di polizia giudiziaria del Posto fisso di Tropea, della Squadra di Pg del Commissariato di Serra San Bruno e dell’Unità antiesplosivo e artificieri, durante una perquisizione effettuata in un'abitazione a Tropea, hanno rinvenuto 1,7 Kg di artifizi pirotecnici considerati particolarmente pericolosi.

Inoltre, nelle scale sono state trovate 149 cartucce calibro 9x21.

Pertanto, il proprietario della casa è stato tratto in arresto per reati in materia di armi e esplosivi e, su disposizione della Procura della Repubblica di Vibo Valentia, è stato posto ai domiciliari.

Quello eseguito a Tropea è il quarto sequestro effettuato nelle ultime settimane dalla polizia. Complessivamente sono stati sequestrati oltre 400 chili di materiale abusivamente detenuto.

  • Published in Cronaca

In auto con 6 chili di cocaina, arrestato

I finanzieri del Comando provinciale Reggio Calabria, nei giorni scorsi, nell’ambito di un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei traffici illeciti, hanno arrestato in flagranza di reato, per traffico di sostanze stupefacenti, un ventitreenne della provincia di Vibo Valentia.

L’uomo, che era diretto in Sicilia a bordo di un’auto, è stato sottoposto a controllo nell’area degli imbarcaderi. Durante l'attività ispettiva, condotta con l'ausilio di un cane antidroga, i militari hanno scoperto due doppifondi ricavati sotto i sedili anteriori, in cui erano stati nascosti cinque panetti di cocaina dal peso complessivo di 6 chilogrammi.

All’esito delle operazioni, la droga e l’autovettura sono stati sequestrati, mentre il 23enne è stato arrestato e condotto nella casa circondariale “Arghillà” di Reggio Calabria.

Lo stupefacente, qualora venduto al dettaglio, avrebbe potuto fruttare circa 400 mila euro.

Omicidio nel Vibonese, ricercato il presunto autore

Le indagini, condotte dai carabinieri del Comando provinciale di Vibo Valentia, con il costante coordinamento della Procura della Repubblica, hanno consentito di dare un’identità al presunto autore dell’omicidio di Giuseppe Muzzupappa, avvenuto nel centro di Nicotera Marina la sera del 26 novembre scorso.

A sparare - fermo restando il principio di presunzione di innocenza, anche in considerazione della fase del procedimento - sarebbe stato Pasquale Megna, noto commerciante di Nicotera Marina.

Gli elementi raccolti - ritenuti dagli investigatori "univoci e incontrovertibili" - sono stati utilizzati dal Procuratore Camillo Falvo e dal sostituto co-titolare del fascicolo per chiedere e ottenere dal gip del Tribunale di Vibo Valentia un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del presunto autore dell’efferato delitto, resosi irreperibile nell’immediatezza del fatto e attivamente ricercato.

Subscribe to this RSS feed