Droga, un arresto a Catanzaro

Un uomo di 25 anni, M.B., è stato tratto in arresto dai carabinieri del nucleo radiomobile del comando provinciale di Catanzaro per detenzione ai fini di spaccio di cocaina. L'arresto è stato eseguito la scorsa notte quando, durante un controllo, i militari dell'Arma hanno scoperto il giovane mentre cercava di occultare la droga sotto il sedile dell'autovettura nella quale viaggiava con altre tre persone. Secondo gli inquirenti, le 11 dosi di sostanza stupefacente sequestrate, erano state acquistate qualche ora prima in viale Isonzo per essere rivendute in un locale della zona marina dove i quattro ragazzi si stavano recando per partecipare ad una festa universitaria. Espletate le formalità di rito, l'arrestato è stato sottoposto al regime di detenzione domiciliare.

I carabinieri scoprono il "bazar della droga". Un arresto a Lamezia

Una scoperta fortuita quella effettuata dai carabinieri di Lamezia Terme che hanno scoperto un vero e proprio "bazar della droga". L'operazione, che ha portato all'arresto di un ventiduenne, Alessio Morrison Gagliardi, è scattata in seguito all'intervento di una pattuglia presso il pronto soccorso del nosocomio lametino, dove il giovane si era recato per farsi curare delle lesioni procuratesi durante una lite in famiglia. Fiutato che potesse esserci ben altro che una semplice lite, i militari hanno proceduto alla perquisizione domiciliare dell'arrestato. Nel corso del controllo, il ragazzo è stato trovato in possesso delle chiavi di un appartamento limitrofo a quello in cui vive. Una volta aperta la porta d'ingresso, i carabinieri si sono trovati al cospetto di un vero e proprio deposito nel quale sono stati rinvenuti 400 grammi di marjuana, 30 di cocaina e 20 di lsd, hashish ed md. Oltre agli stupefacenti, sono stati rinvenuti 600 grammi di sostanze da taglio, bilancini di precisione ed altro materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi. Processato con giudizio per direttissima, Gagliardi è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.

 

 

 

Gli trovano in casa 310 grammi di droga, arrestato

Un uomo di 52 anni, Francesco Angotti, è stato arrestato dalla polizia di Lamezia T. al termine di una perquisizione domiciliare durante la quale i poliziotti, supportati dall'unità cinofila di Vibo Valentia, hanno rinvenuto, in un'intercapedine di un gradino, 310 grammi d'hashish. Oltre alla droga, gli agenti hanno sequestrato un bilancino di precisione ed un coltello sul quale sono state rilevate tracce di sostanze stupefacenti. L’arrestato, già noto alle forze dell'ordine, è stato condotto a Catanzaro, nel carcere di Siano, su disposizione del sostituto procuratore Luigi Maffia.

Trovato con cento grammi d'eroina, arrestato

Detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Questa l'accusa con la quale un ventiduenne è stato tratto in arresto dai Carabinieri di Cosenza. Il fermo è scattato nel corso di un controllo, quando i miltari hanno perquisito il ragazzo trovandogli addosso due buste di cellophane contenenti la droga

 

Guardavalle: i carabinieri trovano armi e droga, un arresto

Due pistole, una canna per fucile calibro 12, diverse cartucce, 36 grammi di cocaina, 17 d'eroina e 10 d'hashish. Questo il frutto di un'operazione  condotta a Guardavalle dai Carabinieri della locale Stazione, unitamente ai colleghi della Compagnia di Soverato ed a quelli dello Squadrone Cacciatori Calabria. Nel corso di una prima perquisione condotta nell'abitazione di un uomo già noto alle forze dell'ordine, i militari hanno rinvenuto avvolta in una in busta, all'interno di una cuccia per cani, una pistola con matricola abrasa Smith&Wesson cal. 38, a tamburo, una canna per fucile cal. 12 e circa 10 grammi di marijuana. In un'area di proprietà pubblica, collocata in prossimità dell'abitazione, i carabinieri hanno trovato, inoltre, una pistola cal. 9 priva di marca e matricola, 45 cartucce cal. 9, 4 cartucce cal. 32, 6 cartucce a palla per fucile cal. 12, 36 grammi di cocaina e 17 grammi di eroina. Al termine dell'operazione, con l'accusa di detenzione di sostanza stupefacente e arma da fuoco clandestina un ventenne, A.G., è stato arrestato e posto ai domiciliari

 

 

Arrestato per il fiuto di un cane

E' stato tradito dall'infallibile fiuto di un cane. Un uomo di 41 anni, Gennaro Pignatelli, è stato arrestato dai carabinieri di Cotronei che hanno trovato nella sua abitazione 400 grammi di marijuana, 20 grammi di semi di canapa indiana, un bilancino di precisione e 740 euro. A far scoprire gli stupefacenti, occultati nella controsofitta dell'abitazione, il cane Sembo, in servizio presso l'unità cinofila dei carabinieri del Goc di Vibo Valentia.

Sulla Costa Concordia la droga delle 'ndrine?

Secondo quanto riportato dal quotidiano La Repubblica, la Costa Concordia, la nave da crociera naufragata davanti all'Isola del Giglio il 13 gennaio 2012, avrebbe trasportato droga delle ’ndrine calabresi. Due boss, intercettati dalla Guardia di Finanza nell’ambito di un’indagine sul traffico di stupefacenti tra il Sud America e l’Italia, riferendosi ad una nave sulla quale era stato imbarcato un carico di cocaina avrebbero detto che si trattava della “  stessa nave che ci ha fatto fare la figuraccia che in tutto il mondo ci ha preso per il culo”. Nei dialoghi in codice intercettati dalle Fiamme gialle la nave viene chiamata "la principessa". Una conclusione cui è giunta la Procura di Firenze, retta dal Pm Giuseppe Creazzo, titolare dell'indagine che, un mese fa, ha portato all'arresto di una ventina di 'ndranghetisti. Dall’inchiesta emergerebbe che la cocaina, una volta imbarcata nei porti di Santo Domingo, Perù, Panama e della Florida veniva nascosta tra i rifornimenti alimentari destinati ai croceristi. Un altro sistema utilizzato per portare gli stupefacenti a bordo delle navi sarebbe stato quella di collocarla in capienti borsoni che, con la complicità di alcuni membri degli equipaggi, venivano, poi, sistemati nelle cabine di "turisti", in genere coppie di calabresi incensurati. Tra le navi utilizzate dai trafficanti ci sarebbero state quelle della Costa Crociere, della Msc e della Norwegian Cruise Line. Secondo gli uomini del Gico, alle prese con decine di intercettazioni, una grossa partita di cocaina (mai trovata) sarebbe finita, all'insaputa dei comandanti e dei responsabili della compagnia di navigazione, anche sulla Costa Concordia.

Fermato con tre chili di droga ed un fucile a canne mozze

Un ventiduenne, Stefano Pizzato, è stato arrestato dai carabinieri di Siderno perché trovato alla guida di un'autovettura con a bordo due chili di eroina, uno di cocaina ed un fucile a canne mozze. Il giovane, accusato di produzione, traffico, detenzione di sostanze stupefacenti e di detenzione d'arma clandestina, è stato fermato nel centro di Siderno, dove risiede. Nel corso del controllo, oltre alla droga ed al fucile, i militari dell'Arma hanno rinvenuto tre chili di sostanza da taglio, otto flaconi di prodotti chimici, generalmente, impiegati nella lavorazione degli stupefacenti e 157 cartucce di vario calibro. Il materiale, compresa l'autovettura, è stato sequestrato. Il fucile sarà inviato al Ris di Messina per verificare che non sia stato impiegato in episodi criminosi. L'arrestato, espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale di Locri.

Subscribe to this RSS feed